Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 983
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 992

L’Aval vola verso Lourdes: il senso della condivisione della sofferenza

I partecipanti alla "missione" del 2014 I partecipanti alla "missione" del 2014

Semplicemente calcare quel terreno è un’esperienza di vita. Respiri quell’aria e ti senti diverso, con la mente ed il cuore aperti, migliore. E vuoi ritornare. Ancora, e ancora, e ancora. Quella “visita” diventa così un appuntamento fisso a cui non puoi mancare. Con questo spirito e con l’entusiasmo di chi vuole dare un contributo disinteressato, l’Aval Calabria si prepara al viaggio verso Lourdes. Partenza prevista per l’alba del 5 agosto, ritorno nel pomeriggio di giorno 8. Pellegrini, ammalati, personale di servizio: in tutto 147 persone saliranno sull’aereo che porta in quell’ambiente affascinante e misterioso insieme, mentre altre 20, attualmente impegnate nello stage dell’Hospitalitè, le attendono sul posto. La recita del Rosario alla Grotta la sera del 5 (che peraltro verrà trasmessa su TV 2000) aprirà le cerimonie ufficiali presso il Santuario a cui prenderanno parte i componenti dell’associazione. Dal 2011 al 2013 vi ha aderito esclusivamente il gruppo di Serra San Bruno, poi l’Aval è cresciuta grazie all’adesione di altri gruppi territoriali calabresi. La “famiglia”, oggi, è più grande. Chi parte non si aspetta di ricevere un “miracolo” che interessa unicamente il corpo, ma vuole trovare la “guarigione dell’anima” in un angolo di mondo in cui si vive -  e si cerca di alleviare – il dolore del prossimo. Un fazzoletto di terra in cui la malattia, intesa come sofferenza fisica, psichica e morale, viene quasi “condivisa”. E il malato non è più solo, ma ha una spalla su cui appoggiarsi. A Lourdes cambia la propria esistenza, dunque, ma anche quella degli altri.

 

L’Aval, però, svolge la sua opera nel settore sociale durante tutto il corso dell’anno e sostiene chi ha bisogno con un’azione determinata ed incessante. Le sue attività possono essere seguite sulla pagina Facebook “AVAL Calabria”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.