Partorisce in strada a Pizzo, soccorsa dai carabinieri

L'ospedale di Vibo Valentia L'ospedale di Vibo Valentia

Non riesce a raggiungere l’ospedale ed è costretta a partorire in strada. È accaduto nella notte a Pizzo dove una ventiquattrenne di nazionalità bulgara ha dato alla luce un neonato di sesso maschile. La donna, residente da tempo nella cittadina costiera, aveva iniziato ad avvertire i primi dolori già dopo la mezzanotte. Dopo i preparativi, accompagnata dal marito, la giovane ha cercato di raggiungere l’autovettura per recarsi presso l’ospedale di Vibo Valentia ma gli eventi sono presto precipitati e il marito, accortosi della situazione e che il parto era imminente, ha da subito avvertito i soccorsi. Dopo pochi minuti è giunta sul posto una gazzella dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia. I carabinieri si sono trovati ad essere i primi testimoni del lieto evento: la donna infatti, sdraiata al suolo sull’asfalto, grazie all’assistenza del marito, aveva dato alla luce un bel bambino. I militari dell’Arma, dopo aver messo in sicurezza la donna, si sono occupati di garantire il deflusso del traffico veicolare fattosi particolarmente intenso in quel frangente agevolando anche l’arrivo dei mezzi di soccorso che giungevano sul posto poco dopo. I sanitari hanno prelevato donna e bambino che sono trasportati presso l’ospedale di Vibo Valentia. Madre e figlio sono in buone condizioni di salute.

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.