Calabria Etica, la Procura di Catanzaro apre un'inchiesta

Al momento non ci sono indagati, ma la Procura della Repubblica di Catanzaro ha aperto un'inchiesta sulle assunzioni effettuate da Calabria etica. Il procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri ha disposto l'acquisizione di una serie di documenti che saranno vagliati dai carabinieri del Nucleo investigativo Sanità e Ambiente. Nei giorni scorsi la giunta regionale, guidata da Mario Oliverio, aveva stabilito il commissariamento dell'ente in house, piazzando Carmelo Barbaro al posto di Pasqualino Ruberto.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.