'Ndrangheta: arrestato il cognato del boss Vincenzo Gallace

GUARDAVALLE – Duro colpo, quello inferto al clan Gallace-Gallelli, operante nel comprensorio di Guardavalle-Badolato (con ramificazioni sia in Lazio che in Lombardia) quello inferto dai Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Catanzaro, che, al culmine di un’operazione condotta congiuntamente ai colleghi della Compagnia di Soverato, della Stazione di Guardavalle e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, la scorsa notte, hanno catturato, nascosti in un albergho di Guardavalle, Franco Aloi e Nicola Tedesco, entrambi latitanti dal luglio del 2013, quando, avevano fatto perdere le loro tracce, in seguito ad un’ordinanza di custodia cautelare, per associazione a delinquere di tipo mafioso. Oltre ai due latitanti, nel corso dell’operazione, con l’accusa di favoreggiamento, sono state tratte in arresto altre due persone. In particolare, Franco Aloi, oltre ad essere considerato un elemento di primo piano della cosca Gallace-Gallelli, è cognato di Vincenzo Gallace, boss dell’omonima cosca attualmente detenuto.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.