Morte maresciallo Procopio: il pensiero dei genitori del giovane ferito

Sono decorsi oltre 15 giorni da quando si è verificato l’incidente sulla Strada Statale 18 nel Comune di Vibo Valentia che ha visto coinvolti il diciannovenne Salvatore Bargione e il Maresciallo Biagio Procopio. "Mi faccio portavoce dei genitori di Salvatore Bargione - annuncia l’avvocato Anna Grillo, legale di fiducia della famiglia – che ci tengono tramite questa nota a ringraziare tutti coloro che sono intervenuti sul posto e/o a vario titolo hanno avuto a che fare con il loro figlio rimasto coinvolto nell’incidente avvenuto sulla Strada Statale 18 in data 02.09.15. Entrambi i genitori di Salvatore ritengono doveroso esprimere gratitudine a tutte le persone che hanno prestato i primi soccorsi al loro ragazzo, perché proprio i primi interventi gli hanno, di sicuro, salvato la vita viste le critiche condizioni in cui versava subito dopo l’incidente. Per questo motivo ci tengono a ringraziare, in via preliminare, i signori che abitano vicino al luogo ove è avvenuto il sinistro, che sono intervenuti per aiutare Salvatore immediatamente ed in attesa dell’intervento delle forze dell’ordine e dei sanitari. Desiderano encomiare l’operato di tutti i medici del Presidio Ospedaliero 'Iazzolino' di Vibo Valentia che hanno prestato i primi soccorsi, in particolare l’equipe guidata dal dottor Zappia che ha effettuato l’operazione chirurgica, quasi nell’immediatezza del fatto, sul diciannovenne per bloccare le diverse emorragie interne. E’ anche grazie a loro se Salvatore è ancora vivo. Tutti i medici sono stati vicini alla famiglia anche umanamente, sostenendola e dandole forza. In seguito, va menzionato il lavoro svolto da tutti gli Agenti delle forze dell’ordine intervenute – prosegue l’avvocato Anna Grillo - che si sono spesi egregiamente a prestare i primi aiuti e, successivamente, ad eseguire i rilievi del caso. Non per ultimi, vanno citati e ringraziati tutti i dottori dell’Ospedale 'Pugliese-Ciaccio' di Catanzaro che hanno prestato e continuano, in modo eccellente, a prestare le cure su Salvatore, vista la delicatezza delle sue condizioni di salute. In modo particolare, un ringraziamento va al dottor Barillaro ed alla sua equipe, che ha eseguito l’intervento chirurgico al femore e al braccio di Salvatore. Continua nella nota l’avvocato Grillo, "i genitori di Salvatore, ed i familiari più prossimi, hanno davvero temuto il peggio, soprattutto nella settimana successiva all’incidente, viste le condizioni critiche in cui è arrivato all’Ospedale Pugliese di Catanzaro, ove ha lottato tra la vita e la morte". Dice la stessa, "padre e madre del ragazzo ci tengono a far arrivare al Sindaco di Vibo Valentia il loro grido di dolore e la loro rabbia, affinché possa prendere dei provvedimenti per mettere il più possibile in sicurezza il tratto di strada incriminato, cosicché nessun’altro debba passare dei giorni dolorosi e sconvolgenti come è capitato a loro, visto che su quella strada ci sono stati già diversi morti".  Hanno fiducia nell’operato della magistratura che è tenuta ad accertare quanto accaduto.  Si dicono dispiaciuti per quanto successo al Maresciallo Procopio che nell’incidente ha perso la vita.

 

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.