Siria: Assad vola a Mosca per incontare Putin

Incontro a sorpresa tra Bashar al Assad ed Vladimir Putin. Quello di ieri, a Mosca, è stato il primo viaggio all’estero compiuto dal presidente siriano dall’inizio della guerra civile nel 2011. Da quanto dichiarato dal portavoce del presidente russo, Dmitri Peskov, nel corso del colloquio, Putin avrebbe “ottenuto dettagliate informazioni sulla situazione del Paese e sui piani futuri del governo” siriano. Alla riunione, svoltasi a porte chiuse, hanno partecipato i ministri degli Esteri dei due Paesi ed il ministro della Difesa russo. Nel corso dei colloqui, Assad avrebbe espresso la propria gratitudine alla Russia, il cui appoggio avrebbe risparmiato alla Siria “ una tragedia ancor più grande”. Nel corso dell’incontro, ovviamente, largo spazio hanno avuto le questioni legati alle operazioni militari in corso. Grande attenzione è stata, inoltre, riservata al tema dei 4 mila cittadini delle repubbliche ex sovietiche che starebbero combattendo in Siria con i gruppi “terroristici”. Un tema che desta molte preoccupazioni e per il quale il presidente Putin ha ribadito: “non possiamo permettere che successivamente facciano rientro in Russia".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.