Omicidio in Calabria: ucciso a fucilate un operaio forestale

Era nel mirino degli assassini da tempo e, dopo un tentativo andato a vuoto sette mesi fa, i killer questa volta hanno portato a compimento la loro azione di morte. Vincenzo Ierace, operaio forestale di 60 anni, è stato assassinato a fucilate in un appezzamento di terreno di sua proprietà in una zona di campagna intorno a Stilo, in provincia di Reggio Calabria. Della vittima si erano perse le tracce fin dalla mattinata di giovedì. Quattro munizioni calibro 12 sono state trovate vicino al corpo senza vita dell'uomo il 16 maggio sfuggito ad un agguato tesogli lungo la Strada Provinciale 142 che conduce da Guardavalle Superiore a Stilo. In quella circostanza si trovava all'interno di un pick-up insieme alla moglie 59enne Maria Procopio, rimasta ferita alla mano destra, ed al figlio 21enne Antonio Ilario, colpito al braccio sinistro ed al torace dai pallettoni esplosi da un fucile. Le indagini sull'omicidio sono condotte dai Carabinieri recatisi sul luogo, al pari del medico legale.  

 

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.