Mensa scolastica, "Crescere Insieme" non ci sta: "Comune di Fabrizia allergico alle gare d'appalto"

"Le gare per l’affidamento trasparente dei servizi pubblici per il Comune di Fabrizia - è l'accusa mossa dall'Associazione Crescere Insieme - non sono una priorità, ma un fastidio di cui è meglio non curarsi. Forse non danno garanzia dei risultati voluti giacché gare aperte potrebbero portare esiti, e soprattutto partecipanti, sconosciuti. Il servizio di mensa scolastica è fuori dal regolare periodo contrattuale già da diversi mesi e non si vede nessuna conclusione trasparente per i prossimi mesi. Le proroghe si stanno susseguendo in maniera inammissibile". Non si è provveduto in tempi regolari - secondo quanto denunciato dai componenti dell'Associazione - alla indizione della gara d’appalto e sì è arrivati a doversi assicurare il servizio con una prima proroga ma, ciononostante,  ad anno scolastico abbondantemente avviato, la Giunta comunale ha disposto addirittura una seconda e una terza proroga del contratto scaduto. In questa minuta vicenda di mala amministrazione, stupisce molto la motivazione avvalorante la proroga deliberata in questi giorni. E’ un’indubbia contraddittorietà in termini: la Giunta giustifica la proroga a causa dell’eccessivo carico di lavoro dell’ufficio tecnico e tuttavia, nella stessa giornata, con separato atto, decide di indebolire il medesimo ufficio tecnico che aveva classificato carente, operando il dimezzamento delle prestazioni (dividendole con il Comune di Botricello).  L’Associazione Crescere Insieme di Fabrizia, anche in questo caso, sente il dovere civico e persino etico, di chiedere all’Amministrazione comunale di fare chiarezza. Appare evidente che le spiegazioni sono solo di facciata, senza sostanza e senza la dovuta trasparenza gestionale. L’Associazione Crescere Insieme non ci sta più. Sebbene al  momento continui a perseguire la democratica via della pubblica segnalazione, non intende certo rinunciare a ben più incisive esternazioni, facendosi portatrice della necessaria disapprovazione riguardo alle protratte illegittimità". Sarà ovviamente monitorata - assicura Crescere Insieme - con particolare attenzione la conduzione di questa fase di fine mandato elettorale, già fortemente inquinato e condotto in cronica ed insanabile assenza della minoranza e, com’è ormai noto a tutti, anche da una consolidata défaillance di un pezzo di maggioranza, riducendo l’amministrazione a soli 3 consiglieri". 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.