'Ndrangheta, latitante condannato all'ergastolo catturato in un villaggio turistico di Parghelia

Agenti della Squadra Mobile hanno scovato e catturato un latitante al quale in Appello è stata inflitta la condanna del carcere a vita perché giudicato responsabile di associazione mafiosa e omicidio. Antonio Cilona, ritenuto uno dei personaggi al vertice della cosca Santaiti, operativa a Seminara, in provincia d Reggio Calabria, si trovava in una struttura turistica di Parghelia. Quando ha capito che la sua fuga era terminata non ha neanche tentato di opporsi ai poliziotti della Questura della città dello Stretto. La sentenza dell'ergastolo gli era stata comminata nel contesto del processo scaturito dall'inchiesta denominata "Cosa mia", che fece emergere gli interessi economico-criminali della 'ndrangheta nelle opere di rifacimento dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria ed aprì uno squarcio su diversi delitti commessi nell'ambito di una guerra combattuta dai clan di Palmi e Seminara.  

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.