Vibo, allerta meteo: rinviata la presentazione del libro "Gotha"

La presentazione del libro “Gotha”, organizzata dal Rotary Club Hipponion di Vibo, in programma domani (lunedì 25 novembre), alle ore 10, all’Auditorium Spirito Santo, è stata rinviata “sine die” per una possibile allerta meteo prevista sulla zona.
 
All’evento erano interessati sopratutto gli studenti delle scuole superiori di Vibo il cui spostamento, in caso di maltempo alla sede dell’evento sarebbe divenuto problematico.
  • Pubblicato in Cultura

Maltempo, la Prefettura di Vibo Valentia ha convocato l'unità di crisi

"In via preventiva, la Prefettura di Vibo Valentia sta monitorando, da ieri pomeriggio, domenica 10 novembre, la situazione del territorio, in considerazione del previsto maltempo. Già stamani, il prefetto ha disposto, per le ore 12,30, la convocazione dell’Unità di crisi che, in via preventiva, ha fatto il punto di situazione, senza che fossero evidenziate criticità. Tale riunione conseguiva alla ricezione (ieri, domenica 10) del messaggio di allertamento unificato con codice Arancione per le Cale 3 e 8, che ricomprendono, tra l’altro, il territorio vibonese. Intorno alle ore 14 odierne è poi pervenuto il messaggio di allertamento unificato con codice Arancione su cala 3 e codice Rosso su cala 8. A seguito di tale secondo messaggio meteo, il prefetto ha ritenuto di riconvocare la medesima Unità di crisi nel pomeriggio odierno. Non sono state comunque segnalate criticità particolari. Il monitoraggio continua senza interruzioni e l’Unità di crisi si intende permanentemente allertata e, ove necessario, il prefetto provvederà ad ulteriore convocazione della medesimo organismo in prefettura".

È quanto si legge in una nota diffusa dalla Prefettura di Vibo Valentia.

  • Pubblicato in Cronaca

Serra, allerta meteo per possibili precipitazioni intense

A causa di possibili "precipitazioni intense", il vice sindaco di Serra San Bruno, Jlena Tucci, ha diramato un avviso di allerta meteo che sarà valido fino alla mezzanotte di domani (25 novembre).

Nell'avviso diffuso dal Comune, in seguito al messaggio di allertamento unificato trasmesso dall'Arpacal, s'invitano i cittadini a prestare particolare attenzione nelle zone di: "viale della Libertà, via De Gasperi, via Calcarella, corso Umberto I, Terravecchia zona chiesa Matrice (via Fiume, via San Biagio, ecc..), via A. Scrivo, corso Vittorio Emanuele III e via Aldo Moro".

Possibile rischio idrogeologico, invece, lungo il corso dei fiumi Ancinale (tra Santa Maria e San Rocco) e Garusi (tra località Leonà e l'innesto nell'Ancinale).

Segnalato, infine, pericolo frana nelle località: San Rocco, Guido, Pittina, Scorciatina ed in via San Brunone (innesto con località Ombrellino).

  • Pubblicato in Cronaca

Serra: allerta meteo, le zone a rischio

A causa di possibili "precipitazioni intense", il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, ha diramato un avviso di allerta meteo (Arancione) che interesserà l'arco temporale compreso tra le 12.00 di oggi è la mezzanotte di domani (5 dicembre).

Nell'avviso diffuso dal Comune, in seguito al messaggio di allertamento unificato trasmesso dall'Arpacal, s'invitano i cittadini a prestare particolare attenzione nelle zone di: "viale della Libertà, via De Gasperi, via Calcarella, corso Umberto I, Terravecchia zona chiesa Matrice (via Fiume, via San Biagio, ecc..), via A. Scrivo, corso Vittorio Emanuele III e via Aldo Moro".

 Possibile rischio idrogeologico, invece, lungo il corso dei fiumi Ancinale (tra Santa Maria e San Rocco) e Garusi (tra località Leonà e l'innesto nell'Ancinale).

Segnalato, infine, pericolo frana nelle località: San Rocco, Guido, Pittina, Scorciatina ed in via San Brunone (innesto con località Ombrellino).

Serra, allerta meteo per possibili precipitazioni intense

A causa di possibili "precipitazioni intense", il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, ha diramato un avviso di allerta meteo, valido dalle 13.15 di oggi (15 maggio)  fino alla mezzanotte del 16 maggio.

Nell'avviso diffuso dal Comune, in seguito al messaggio di allertamento unificato trasmesso dall'Arpacal, s'invitano i cittadini a prestare particolare attenzione nelle zone di: "viale della Libertà, via De Gasperi, via Calcarella, corso Umberto I, Terravecchia zona chiesa Matrice (via Fiume, via San Biagio, ecc..), via A. Scrivo, corso Vittorio Emanuele III e via Aldo Moro".

  Possibile rischio idrogeologico, invece, lungo il corso dei fiumi Ancinale (tra Santa Maria e San Rocco) e Garusi (tra località Leonà e l'innesto nell'Ancinale).

Segnalato, infine, pericolo frana nelle località: San Rocco, Guido, Pittina, Scorciatina ed in via San Brunone (innesto con località Ombrellino).

  • Pubblicato in Cronaca

Serra, allerta meteo per possibili precipitazioni intense

A causa di possibili "precipitazioni intense", il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, ha diramato un avviso di allerta meteo che avrà una durata di ventiquattr'ore, a partire dalla mezzanotte di giovedì 4 aprile.

Nell'avviso diffuso dal Comune, in seguito al messaggio di allertamento unificato trasmesso dall'Arpacal, s'invitano i cittadini a prestare particolare attenzione nelle zone di: "viale della Libertà, via De Gasperi, via Calcarella, corso Umberto I, Terravecchia zona chiesa Matrice (via Fiume, via San Biagio, ecc..), via A. Scrivo, corso Vittorio Emanuele III e via Aldo Moro".

 Possibile rischio idrogeologico, invece, lungo il corso dei fiumi Ancinale (tra Santa Maria e San Rocco) e Garusi (tra località Leonà e l'innesto nell'Ancinale).

Segnalato, infine, pericolo frana nelle località: San Rocco, Guido, Pittina, Scorciatina ed in via San Brunone (innesto con località Ombrellino).

  • Pubblicato in Cronaca

Allerta meteo nel Vibonese, scuole chiuse in diversi centri

"La Prefettura di Vibo Valentia continua a seguire l’evoluzione delle condizioni meteo sul territorio. Ieri, 4 febbraio, a seguito della ricezione da parte dalla Protezione Civile della Regione Calabria della decretazione dei codici Arancione e Rosso per il territorio vibonese, si è tenuta, in via preventiva, una riunione dell’Unità di Crisi, che è rimasta comunque allertata per tutta la scorsa notte. I sindaci e commissari dei Comuni di Mileto, San Nicola da Crissa, Simbarìo, Polia, Mongiana, Nardodipace, Fabrizia, Vallelonga e Serra San Bruno hanno disposto la chiusura delle scuole per la data odierna. In diversi Comuni della provincia è stato attivato il C.O.C. (Centro Operativo Comunale). Allo stato, non si registrano particolari criticità. La Prefettura segue e monitora costantemente la situazione".

È quanto si legge in un comunicato diramato dalla prefettura di Vibo Valentia.

Allerta meteo in Calabria, pioggia record in diversi comuni

 Il Centro funzionale multirischi dell’Arpacal ha comunicato questa mattina alla Prefettura di Catanzaro, di aver attivato il Centro coordinamento soccorsi, sull’aggiornamento della situazione pluviometrica per le giornate ieri e oggi.

 “L'evento previsto per le giornate del 4 e 5 febbraio – è scritto nel documento - si è verificato principalmente lungo il versante orientale della Sila Piccola e della Sila Greca. I quantitativi di pioggia misurati nelle ultime 24-30 ore hanno superato in diverse stazioni i 100 mm.

In particolare si segnalano valori elevati a Longobucco (140 mm),  Mesoraca (118 mm), Taverna Ciricilla (118 mm) e Buturo (101 mm). Si segnalano anche innalzamenti dei livelli idrometrici in alveo. A Serrarossa, infatti, il Tacina ha superato i 2.5 m”.

La situazione, in continua evoluzione, e sotto stretto monitoraggio da parte del Centro funzionale multirischi dell'Arpacal, pare evidenziare uno sviluppo volto al miglioramento delle previsioni di precipitazione. Esiste ancora una coda che potrebbe dare origine a nuovi scrosci intensi sui versanti meridionali ionici e sulla Sila Greca.

In seguito all'aggiornamento dei modelli previsionali, i valori di precipitazione previsti dagli stessi modelli, che nella giornata di ieri tutti erano concordi nel predire quantitativi elevati, rientrano in un range molto ridimensionato e hanno indotto il Centro funzionale multirischi a declassare il livello di criticità previsto.

“È da rimarcare, comunque – scrivono dal Centro - che i quantitativi previsti per la notte trascorsa e per le prime ore della giornata sono stati effettivamente misurati sulla Presila Crotonese e Catanzarese e sulla Sila Greca, per come evidenziato nel report precedente. Il cambiamento delle previsione è da attribuire a dinamiche atmosferiche a causa delle quali, fortunatamente, la maggior parte della perturbazione prevista ha dato origine a precipitazioni molto intense solo sul mare antistante la costa ionica calabrese”.

Sottoscrivi questo feed RSS