Spadola strada chiusa per allagamento

"A causa di un allagamento avvenuto a seguito delle piogge in corso, la Nsa 572 'Di Monte Cucco e Monte Pecoraro', è provvisoriamente chiusa al traffico - in entrambe le direzioni - al km 33,800, all’altezza del territorio comunale di Spadola, in provincia di Vibo Valentia.

Le squadre Anas sono sul posto per la pulizia della carreggiata su cui si sono riversati fango, rami e detriti e per ripristinare la normale circolazione nel più breve tempo possibile.

Al momento il traffico viene deviato lungo la viabilità locale con segnalazioni in loco".

E'quanto segnala Anas in una nota.

 

  • Published in Cronaca

Le anomale ‘anomalie’ dei ‘giunti’ della Trasversale delle Serre

La Trasversale delle Serre - croce per gli automobilisti e delizia per schiatte di politici che sopra ci hanno ricamato le loro inutili carriere - ritorna a far parlare di sé. A fare notizia, questa volta, sono “i giunti” posizionati “nel tratto compreso tra il km 36,800 e il km 37,000 a Gagliato”. Secondo una nota diffusa stamane da Anas, “nel tratto" in questione sarebbero, infatti, emerse “anomalie” da “ascrivere a un difetto di posizionamento dei giunti all’epoca della costruzione”. Pertanto, sarebbero stati “consegnati” i “ lavori di completamento necessari al loro riallineamento”.

A voler essere pignoli, però, ciò che appare più anomalo delle “anomalie” stesse, è il fatto che nessuno se ne sia accorto prima.

Eppure, i “giunti”, già all’indomani dell’inaugurazione – avvenuta il 30 giugno 2016 - di problemi ne avevano dati e non pochi.

A dispetto del collaudo, evidentemente, superato senza colpo ferire, poche settimane dopo l’apertura della strada, con il passaggio dei primi veicoli, “i giunti” avevano iniziano a perdere le coperture, danneggiando cinque automobili in altrettante occasioni.

La situazione di pericolo non era sfuggita al comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato” che, il 1 settembre 2016, aveva minacciato di rivolgersi alla magistratura. Pochi giorni dopo – il 5 settembre - Anas era intervenuta con la sostituzione e la messa in sicurezza dei giunti “ballerini”. Stranamente, però, neanche in questa circostanza nessuno si è accorto delle “anomalie”.

Come se non bastasse, neppure durante i lavori di “pavimentazione stradale e protezione della carreggiata", eseguiti a novembre 2007, "sul tratto della strada statale 182 "Trasversale delle Serre", tra i territori comunali di Chiaravalle, Argusto, Petrizzi, Gagliato e Soverato", nessuno ha, evidentemente, trovato nulla da eccepire.

Come sia stato possibile dover aspettare un lustro per cogliere “l’anomalia” rimarrà un mistero, non l’unico per una strada che a distanza di mezzo secolo dal suo concepimento appare, ancora, un irraggiungibile miraggio.  

Ripristino dei giunti sulla ‘Trasversale delle Serre’, disagi nei pressi di Gagliato

Le "anomalie evidenziate lungo la 713 'Trasversale delle Serre', nel tratto compreso tra il km 36,800 e il km 37,000 a Gagliato (CZ), sono da ascrivere ad un difetto di posizionamento dei giunti all’epoca della costruzione, mentre i lavori di completamento necessari al loro riallineamento, sono stati già consegnati ad impresa diversa da quella che ha realizzato la pavimentazione di recente. Tali attività, da eseguire in danno all’impresa che realizzò i lavori originari, necessari al il ripristino della planarità del piano, verranno avviati nei prossimi giorni.

Al fine di tutelare la sicurezza stradale degli utenti, è in corso di installazione la segnaletica al fine di limitare la velocità".

E' quanto si legge in una nota dell'Anas.

Completata la messa in sicurezza del tratto vibonese della Ss 18 “Tirrena Inferiore”

E' stata riaperta al traffico la strada statale 18 “Tirrena Inferiore” nel tratto compreso fra Vibo Valentia (zona Madonnella) e il bivio di Longobardi, interessato, lo scorso 13 febbraio, dal cedimento di alcuni massi pericolanti in bilico sul tratto stradale.

Nel  dare la notizia, Anas ha fatto sapere che "nel rispetto delle tempistiche del cronoprogramma lavori - sono stati completati gli interventi di messa in sicurezza del versante roccioso in corso di esecuzione, le attività proseguiranno nella successiva fase di definitiva protezione dell'area che non inciderà sul traffico veicolare sulla statale 18 'Tirrena Inferiore". 

Trasversale delle Serre, il tratto Gagliato - Soverato al centro di un incontro tra Anas ed i sindaci di Gagliarto e Satriano.

Continua il confronto tra Anas e gli enti Locali per la condivisione dei progetti relativi al completamento dei lotti della Trasversale delle Serre.

L’interlocuzione avviata da Anas con i rappresentanti territoriali ha come obiettivo quello di condividere le proposte progettuali, accogliere ulteriori pareri  e sciogliere eventuali dubbi e perplessità, nel tentativo di individuare delle soluzioni che possano ricevere il massimo consenso possibile sul territorio prima di sviluppare il progetto definitivo.

In tal senso, proprio oggi, presso il Comune di Satriano si è svolto un incontro alla presenza di alcuni rappresentanti Anas, tra cui il responsabile Nuove opere della struttura territoriale Calabria Silvio Canalella, i sindaci di Satriano e Gagliato, rispettivamente, Massimo Chiaravalloti e Salvatore Sinopoli ed i tecnici comunali. 

Tutti i soggetti interessati hanno espresso parere favorevole alle ipotesi progettuali relative al tratto Gagliato Soverato, proponendo l'approfondimento di alcune questioni tecniche che verranno affrontate nei prossimi giorni dai responsabili Anas.

"L’intervento - si legge in una nota dell'Anas - prevede la realizzazione di un primo tratto stradale in nuova sede per una lunghezza di circa 2,8 km, dallo svincolo di Gagliato verso la costa jonica. Le nuove opere previste sono 3 viadotti, 1 galleria naturale e 2 gallerie artificiali oltre a muri e paratie, tra i comuni di Gagliato, Petrizzi, Satriano, Soverato e Davoli.

Nell’ottica della proficua collaborazione che intercorre tra Anas e le amministrazioni locali, verranno presentati nel dettaglio e pubblicamente, i singoli interventi che,  rispetto alle ipotesi progettuali precedenti, consentiranno un contenimento dei costi e la riduzione degli impatti paesaggistico e ambientale".

 

Il serrese Francesco De Caria è il nuovo commissario provinciale dell’associazione Anas

L’A.N.A.S. (Associazione Nazionale di Azione Sociale), associazione di promozione sociale particolarmente attiva in Calabria, ha nominato un nuovo commissario per la provincia di Vibo Valentia al fine di istituire in quell’area calabrese una rete di sedi che possano seguire i progetti sociali che l’Ente del Terzo Settore sta portando avanti in tutto il territorio nazionale.

La scelta è ricaduta sul Francesco De Caria, consigliere nazionale del Centro Nazionale Sportivo Libertas, ente di promozione e diffusione sportiva riconosciuto dal Coni, il giovane manager sportivo ha riscontrato grande fiducia nei vertici dell’ente, considerando la sua attività nel campo sportivo e nel sociale.

Il presidente regionale, l’ardorese Gianfranco Sorbara si è dichiarato particolarmente soddisfatto della scelta, voluta fortemente dal portavoce nazionale dott. Antonio Lufrano:

“L’A.N.A.S., come ormai molti sanno, è un’Associazione Nazionale senza scopo di lucro iscritta al Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale. Costituita sin dal 2007 in Italia e dal 2012 in Calabria, è una rete associativa costituita da associazioni di promozione sociale, culturali, ricreative, comitati, cooperative sociali, imprese sociali, enti di mutuo soccorso e sportive. L’ente ha rapporti con tutte le forze politiche, religiose e sociali, senza alcuna discriminazione ed è presente sul territorio nazionale con oltre 1000 articolazioni territoriali costituite da presidenze regionali, provinciali, zonali e delegazioni territoriali. Oggi la Calabria cresce in qualità e quantità: l’arrivo di Francesco, e delle associazioni a lui collegate, daranno linfa vitale non solo a Vibo Valentia e provincia, ma a tutta la Calabria; già nei prossimi giorni abbiamo in programma un incontro operativo per poter dare subito seguito con i fatti a questa nomina. Questo è senza dubbio “l’anno” di ANAS, abbiamo costruito in questi anni un gruppo granitico di volontari motivati ed associazioni affiliate operative. Stiamo lavorando a progetti di respiro nazionale ed europeo che, se approvati, daranno impulso ed ossigeno in una regione che ha bisogno di rilanciarsi e di offrire ulteriori possibilità ai suoi cittadini, e De Caria sarà fondamentale in questo processo”.

Aperto al traffico il nuovo ponte sul fiume Allaro

E’ stato aperto oggi al traffico il ponte 'Allaro' sulla strada statale 106 'Jonica' a Caulonia, in provincia di Reggio Calabria.

“L’opera – si legge in una nota di Anas - rappresenta un traguardo importante sul territorio perché garantisce gli standard di sicurezza e comfort di guida per la circolazione veicolare nella zona.

L'apertura al traffico di oggi è il risultato di un rilevante lavoro di condivisione con il comune di Caulonia, gli  Enti locali, la Regione Calabria con il coordinamento della Prefettura. Un risultato significativo per il territorio della Locride, un'opera strategica che non riguarda soltanto Caulonia, ma la viabilità dell'intero territorio provinciale.

Anas – prosegue il comunicato - nel mese di gennaio 2019 ha avviato i lavori del percorso alternativo per consentire la viabilità a doppio senso di circolazione per i mezzi leggeri e pesanti. A seguito dell'apertura del 'guado' (marzo 2019) sono stati avviati i lavori di costruzione del ponte, terminati nel mese di dicembre 2020.

Il nuovo ponte sul fiume Allaro - conclude la nota - è composto da 11 pile, 2 spalle fondate su 140 pali di grande diametro,12 campate di lunghezza di 16 metri. La carreggiata di tipo C1 presenta le dimensione delle corsie di 3,75m più banchine di 1,65 metri. 

L’importo totale dei lavori è di 4 milioni e 991 mila euro”.

Maltempo in Calabria, chiuso un tratto della Ss 106 "Jonica"

"A causa del maltempo che sta interessando la Regione Calabria, gli uomini e i mezzi Anas sono impegnati da questa mattina a ripristinare le condizioni di sicurezza sulla strada statale 106 “Jonica” nel territorio comunale di Crotone". 

E' quanto si legge in una nota diffusa da Anas

"Al momento - prosegue il comunicato - sono presenti dei restringimenti di carreggiata all’altezza del km 254 della SS 106 “Jonica” all’altezza di Crotone, dove del materiale si è distaccato dal costone sovrastante la statale ed è franato sul piano viabile. 

La statale è temporaneamente chiusa al traffico dal km 261,550(Strongoli, KR) al km 277 (Cirò Marina KR) per allagamento del piano viabile 

"Il tratto - conclude Anas - potrà essere riaperto dopo il completamento delle operazioni di ripristino delle condizioni di sicurezza". 

Subscribe to this RSS feed