Al via gli interventi di protezione sulla Ss182 ‘Delle Serre Calabre’

Anas ha consegnato all’Impresa ATI Consorzio Triveneto Rocciatori SOC. COOP. A.R.L. Costruzioni Edili Baraldini Quirino S.P.A., gli interventi di protezione dei versanti rocciosi e protezione del corpo stradale, sulla strada statale 182 ‘Delle Serre Calabre’, nel comune di Gerocarne in provincia di Vibo Valentia.

Nel dettaglio, i lavori riguarderanno, la realizzazione di reti di protezione volte al sostegno del materiale roccioso presente su alcuni tratti della Ss 182, nel tratto compreso tra i comuni di Gerocarne, Soriano e Sorianello.

L’intervento ha lo scopo di mitigare i possibili rischi per la circolazione stradale in quanto il versante montuoso in questione è stato, in passato, interessato da eventi franosi riconducibili prevalentemente al distacco di materiali rocciosi che, in taluni casi, hanno compromesso la regolare circolazione lungo la sottostante statale.

 Le attività del valore di circa 854 mila euro, verranno completate entro il mese di settembre prossimo.

Operazione “Waterfront”: il funzionario Anas già sospeso nel 2017

"In riferimento alle notizie stampa diffuse questa mattina e relative all’inchiesta coordinata dalla DDA di Reggio Calabria, che ha portato a numerosi arresti in tutta Italia nell’ambito dell’operazione denominata "Waterfront", Anas intende precisare che l’ex funzionario Anas, coinvolto nell’inchiesta, già dal mese di febbraio del 2017 non è più in servizio.

In quello stesso anno, a seguito delle indagini scaturite dall’inchiesta c.d. "Cumbertazione", seguì l'immediata sospensione dal servizio disposta da Anas, che si è costituita parte civile nel procedimento penale per il risarcimento dei danni subiti.

Anas, ferma restando la doverosa collaborazione con gli organi inquirenti, è impegnata costantemente nell’azione di contrasto alle condotte illecite che ledono l’immagine dell’Azienda e di tutti i dipendenti onesti".

È quanto si legge in una nota diramata da Anas.

  • Pubblicato in Cronaca

Viabilità, Tassone chiede interventi sulla strada che collega Serra a Fabrizia

“Consentire spostamenti sicuri costituisce una priorità per le Istituzioni che devono fornire risposte concrete a tutti i cittadini, soprattutto a quelli che vivono nelle aree disagiate e che, nonostante le difficoltà, vogliono continuare a vivere in questo fazzoletto di terra al quale sono profondamente legati e che presenta delle potenzialità inespresse”.

Il consigliere regionale Luigi Tassone insiste sul tema della viabilità focalizzando l’attenzione sul tratto di strada che da Serra San Bruno porta a Fabrizia.

“Dopo l’inverno – spiega Tassone – le condizioni del manto stradale sono ulteriormente peggiorate ed hanno causato danni alle autovetture dei residenti delle contrade (penso in particolare a Ninfo) e dei paesi toccati da questa arteria. È indispensabile che a questi cittadini sia garantita la possibilità di muoversi senza pericoli ed in tempi accettabili, è un loro diritto e va salvaguardato. Rivolgo pertanto un appello all’Anas ed alla Provincia di Vibo Valentia – conclude - affinché, in base alle rispettive competenze, agiscano per risolvere questo annoso problema realizzando gli opportuni interventi di manutenzione e dimostrando vicinanza a queste realtà territoriali”.

  • Pubblicato in Politica

Calabria: al via i lavori del III megalotto della Ss 106 'Jonica'

È partito questa mattina, in Calabria, il cantiere Anas del Terzo Megalotto della statale 106 'Jonica', nella provincia di Cosenza, tra Sibari e Roseto Capo Spulico.

Alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli sono stati avviati con la ‘Consegna dei lavori’ gli interventi di realizzazione della nuova infrastruttura, particolarmente attesa dal territorio, che garantirà benefici e sicurezza alla circolazione veicolare sulla dorsale jonica.  All’evento, hanno preso parte tra gli altri il Presidente della Regione Calabria Jole Santelli, l’Amministratore delegato di Anas Spa Massimo Simonini, i sindaci degli otto comuni che saranno interessati dai lavori.

La nuova opera, che sarà eseguita dal Consorzio Sjrio, composto da Astaldi (60%) e Salini Impregilo (40%) che costituiscono il Gruppo Webuild in corso di consolidamento, rappresenta un traguardo di fondamentale importanza per il miglioramento del settore dei trasporti della Calabria e della relativa infrastruttura, oltre ad avere importanti ricadute economiche con un investimento di 1,3 miliardi e sull’occupazione con l’impiego a regime di oltre 1500 persone, compreso l’indotto. Con un’estensione pari a 38 km su due carreggiate separate, costituisce l’anello mancante per il raggiungimento di un sistema integrato tra il corridoio  Adriatico-Jonico-Tirrenico, poiché, una volta ultimata, consentirà di collegare velocemente l’Autostrada del Mediterraneo attraverso la statale 534 ‘di Cammarata e degli Stombi’ fino a Roseto Capo Spulico, favorendo nel contempo aree urbane come quella di Corigliano Calabro – Rossano, eccellente polo di attrazione per le peculiarità economiche, sociali, storiche ed archeologiche. Infatti la nuova opera comprende anche interventi rivolti alla conservazione e valorizzazione delle testimonianze archeologiche dell’area di Sibari, oltre a opere connesse e interventi compensativi ambientali, sociali e territoriali.

Il nuovo tracciato attraverserà nei primi 18 km i comuni di Cassano allo Jonio, Francavilla Marittima, Cerchiara di Calabria, Villapiana, nel secondo tratto i territori comunali di Trebisacce, Albidona, Amendolara e Roseto Capo Spulico. Il progetto prevede la realizzazione di 4 svincoli: Sibari, Cerchiara di Calabria – Francavilla, Trebisacce, Roseto Capo Spulico; 3 gallerie naturali per una lunghezza complessiva di 5 km; 11 gallerie artificiali per 6 km; 15 tra ponti e viadotti per una lunghezza complessiva di 6 km. Il completamento dell’opera è stimato nell’agosto 2026.

 

Lavori sul tratto vibonese dell'A2, svincolo Serre chiuso fino al 30 giugno

Proseguono gli interventi di manutenzione programmata della pavimentazione, lungo l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’, in provincia di Vibo Valentia.

Nel dettaglio, fino al 30 giugno 2020, sarà in vigore la chiusura della carreggiata in direzione sud – dal km 359,200 al km 368,100 - con disposizione del traffico sulla carreggiata nord predisposta a doppio senso di circolazione, nonché la chiusura in entrata e in uscita dello svincolo di ‘Serre’.

I veicoli in direzione sud potranno utilizzare lo svincolo di ‘Vazzano’, sia in entrata che in uscita.

Gli interventi consistono nella rimozione della vecchia pavimentazione e nel suo rifacimento ex novo con l’utilizzo di asfalto drenante.

 

Caulonia, riparte il cantiere del Ponte Allaro

Riceviamo e pubblichiamo

"Importante e proficuo incontro al Comune di Locri, tra i rappresentanti dei Sindaci della Locride e il Capo compartimento Anas Calabria, Ing. Domenico Renda con i tecnici territoriali dell'Anas. L'incontro segue quello dello scorso mese tenutosi nel Comune di Caulonia e quello romano con il Sottosegretario alle Infrastrutture On.le Salvatore Margiotta, su iniziativa del consigliere comunale di San Luca, Klaus Davi. All'importante confronto erano presenti il Presidente dell'Assemblea dei Sindaci della Locride Caterina Belcastro, il Presidente del Comitato Giuseppe Campisi, il Sindaco Giovanni Calabrese, delegato per il comitato alle infrastrutture e il Sindaco di San Luca, Bruno Bartolo. Dopo il  blocco nazionale dei cantieri, a causa della pandemia covid-19, anche Anas riprenderà i lavori il 4 maggio. Sul nostro territorio, su esplicita sollecitazione del Sindaco di Caulonia, riprenderanno i lavori del Ponte Allaro e l'Ing. Renda si è impegnato per una rapida conclusione degli stessi. Confermato il finanziamento di 40 milioni di euro per l'attraversamento nel  territorio di Locri del Torrente Gerace e la realizzazione della bretella per il collegamento tra il vecchio e l nuovo tracciato della SS 106 e il finanziamento di 70 milioni di euro per il lotto Caulonia-Monasterace. Si è concordato per metà maggio un altro incontro con il progettista dei due lotti. Al termine dell'incontro si sono svolti alcuni sopralluoghi sul territorio. L' Anas è impegnata per la realizzazione di una rotonda al bivio di Moschetta sul territorio di Locri e a valutare possibili simili soluzioni allo svincolo tra Ardore e Bovalino e al bivio di San Luca. Ingegnere Embassy anche impegnato per trovare adeguata soluzione per l`accesso in sicurezza di importanti siti culturali quali il museo archeologico di Locri e la villa romana di Casignana che insistono entrambi sulla 106. Proprio su quest'ultimo sito al relativo sopralluogo ha preso parte parte anche il Sindaco di Casignana Antonio Crinó con il vicesindaco del comune. I sindaci della Locride esprimono soddisfazione per l'incontro odierno e  ringraziano l'Ing. Domenico Renda per la  disponibilità manifestata". Il presidente dell'Assemblea dei sindaci della Locride Caterina Belcastro - Il presidente del Comitato dei sindaci Giuseppe Campisi

  • Pubblicato in Politica

Dall’associazione Anas mascherine per gli anziani

Riceviamo e pubblichiamo

“E’ il momento per tutti di sentirci vicini nonostante le distanze da mantenere e ognuno, a modo proprio, cerca di far arrivare la propria vicinanza a chi vive questa emergenza con una paura maggiore.

Tenere occhi e cuore aperti alla solidarietà verso i più fragili è un dovere per chi si dedica costantemente al benessere dell'altro e la nostra associazione, che da molti anni ormai è sul campo al fianco dei più fragili, ci tiene particolarmente che in questa situazione emergenziale chi vive il coronavirus con maggiore preoccupazione, possa per un attimo sentirsi sicuro e protetto. 

Per questo abbiamo deciso di dedicare il nostro "tempo" a disposizione per creare personalmente delle mascherine in cotone lavabili e riutilizzabile, da donare a tutti coloro che hanno una situazione di salute già precaria, agli anziani e ai nostri bambini. L'emergenza non è ancora rientrata e noi vogliamo che anche quando ci si potrà allontanare da casa per un po' più di tempo tutti abbiano le giuste misure precauzionali per sentirsi sicuri. 

Inizieremo al più presto a distribuire personalmente le mascherine realizzate, partendo dalle fasce più fragili, compresi i nostri bambini, per poi accogliere ogni richiesta ci venga fatta dalla cittadinanza per qualunque altra esigenza.

Nel pieno delle complessità del periodo, solo la solidarietà accende scintille

di empatia ed unione capaci di illuminare il nostro quotidiano.

Un ringraziamento particolare lo vogliamo porgere a chi con spirito di amore e solidarietà ci ha donato le stoffe per la realizzazione delle mascherine e altro materiale utile per ottenere il risultato finale.

È proprio vero, che solo uniti ce la faremo”.

“Daniela Andrianò - Associazione di promozione sociale Anas- Ardore”

Neve: uomini e mezzi Anas al lavoro tra Serra e Nardodipace

Uomini e mezzi Anas sono impegnati per garantire la transitabilità in sicurezza, lungo i tratti interessati dalle precipitazioni nevose che la scorsa notte si sono abbattute in alcuni centri montani della provincia di Vibo Valentia.

 Gli interventi hanno interessato, la ex statale 93 e la provinciale 110, passate in gestione ad Anas, tra i comuni di Serra San Bruno e Nardodipace.

Inoltre, su richiesta del Sindaco di Nardodipace, la Squadra del nucleo di Vibo Valentia è intervenuta anche al km 53,000 in prossimità dello svincolo del comune di competenza della provincia di Reggio Calabria.

Sottoscrivi questo feed RSS