Concluso il tour americano del regista catanzarese Alessandro Grande, il suo "Bismillah" in corsa per gli oscar

Si è concluso il tour americano per la promozione del cortometraggio “Bismillah” diretto dal regista catanzarese Alessandro Grande.

L’opera, già vincitrice del David di Donatello e scelta per rappresentare l’Accademia del cinema italiano ai Premi Oscar, ha incontrato l’apprezzamento del pubblico americano, della stampa e degli addetti ai lavori che hanno sottolineato in diverse occasioni il talento del regista nel raccontare, con taglio poetico e originale, un tema attualissimo come quello dell’immigrazione.

Il corto è stato scritto e diretto da Alessandro Grande, prodotto con la Indaco film con il supporto di Calabria Film Commission, Rai cinema e Comune di Catanzaro e la distribuzione di Zen Movie. Parallelamente alla positiva esperienza vissuta a Hollywood, in particolare all’evento Cinema Italian Style di Los Angeles, per il corto di Grande è proseguito lo straordinario successo riscosso nei festival di tutto il mondo. La storia della piccola Samira, dopo aver conquistato premi molto ambiti in Russia, Gran Bretagna, Corea e India, nella scorsa settimana ha trionfato anche a Madrid dove “Bismillah” ha vinto il Festival del cinema italiano organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura della capitale spagnola. Un altro prestigioso traguardo che si auspica sia da preludio nella corsa per le nomination agli Oscar.

Per il presidente della Calabria Film Commission, Giuseppe Citrigno, è un motivo di grande orgoglio aver sostenuto il corto: “La Calabria Film Commission e la Regione Calabria, nella persona del Presidente Mario Oliverio, hanno come finalità quella di valorizzare le giovani eccellenze calabresi e, tra queste, Alessandro Grande ci ha dato e ci darà grandi soddisfazioni. Crediamo nelle sue qualità artistiche e tecniche, per questo motivo abbiamo investito e continueremo ad investire su di lui convinti, come siamo, di raggiungere sempre più prestigiosi traguardi”. 

Anche il consigliere comunale di Catanzaro Sergio Costanzo ha tenuto ad evidenziare il supporto personale dato alla produzione fin dall’inizio: “Ho sempre apprezzato il talento di Grande e, in tempi non sospetti, ho messo in rete la Indaco film di Luca Marino con il regista perché ero sicuro che sarebbe potuta nascere un buona collaborazione. I fatti mi hanno dato ragione. Spero che Bismillah sia foriero di traguardi sempre più altisonanti”. 

Il co-produttore, Luca Marino, ha espresso così il proprio entusiasmo: “Sono soddisfatto dei meravigliosi risultati raggiunti. Vedere il nome della Indaco Srl, realtà nata a Catanzaro, al fianco di società navigate mi inorgoglisce. Il lavoro che ha fatto Alessandro Grande è stato incredibile, ma soli, senza l'aiuto del presidente Citrigno, del consigliere comunale Sergio Costanzo e del consigliere comunale Fabio Celia, che con il suo prezioso contributo ha sostenuto la campagna Oscar, non saremmo riusciti a portare così in alto il nome di questo piccolo grande film”.

  • Pubblicato in Cultura

Il regista calabrese Alessandro Grande si aggiudica il David di Donatello con il cortometraggio Bismillah

La Calabria sarà protagonista alla cerimonia del David di Donatello, condotta da Carlo Conti, che sarà trasmessa domani (mercoledì 21 marzo), in diretta su Rai Uno a partire dalle 21.15.

Il regista catanzarese Alessandro Grande ritirerà il premio come miglior cortometraggio per “Bismillah”, scelto tra 265 titoli partecipanti dalla giuria dei cortometraggi presieduta da Andrea Piersanti.

“Bismillah” rappresenterà l’Italia nella corsa come miglior cortometraggio agli Oscar 2019.

Alessandro Grande presenterà il suo corto lunedì 26 marzo nell’ambito del Festival dell’Aurora di Crotone e martedì 27 marzo, alle ore 18.30, al cine-teatro Comunale di Catanzaro.

La produzione è tutta catanzarese, firmata dallo stesso regista insieme alla Indaco Film di Luca Marino. L’opera è stata supportata, oltre che da Rai Cinema, anche dalla Calabria Film Commission e dal Comune di Catanzaro.

“Bismillah” racconta la storia della piccola Samira, una tunisina di 10 anni che vive illegalmente in Italia con suo padre e suo fratello e che si troverà ad affrontare, da sola, un problema più grande di lei.

Il cortometraggio ha iniziato anche il suo viaggio nei più importanti festival internazionali: la première mondiale si è tenuta al prestigioso Tiff Toronto International Film Festival - Kids, dove “Bismillah” è stato inserito nella selezione ufficiale e nel programma educational, proiettato anche nelle scuole a scopo didattico.

Inoltre, è in corso la presentazione in Europa tra gli 8 film finalisti, provenienti da tutto il mondo, del 35° Buff FilmFestival, in programma a Malmo, in Svezia.

Contemporaneamente, “Bismillah” è anche in concorso alla 13° edizione di Cortinametraggio, uno dei festival più importanti dedicati ai corti in Italia. Il viaggio di “Bismillah” proseguirà, infine, ad ottobre nella selezione ufficiale del Busan International Film Festival, in Korea, un altro tra i più importanti eventi al mondo, che consente la qualificazione per gli Oscar 2019.

 

  • Pubblicato in Cultura
Sottoscrivi questo feed RSS