Cade dal balcone di casa, 17enne in gravi condizioni a Bivona

Una ragazza di 17 anni è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro.

La giovane, per cause in corso d’accertamento, è caduta da un’altezza di sei metri mentre si trovava sul balcone di casa, nella frazione Bivona di Vibo Valentia.

In seguito all’impatto con il suolo, la malcapitata ha riportato diversi traumi che hanno richiesto l’intervento dell’elisoccorso ed il conseguente trasferimento nel nosocomio del capoluogo di regione, dove è stata ricoverata in prognosi è riservata.

Topo d'auto colto sul fatto nel Vibonese

Danneggiamento e furto aggravato in concorso. Queste le accuse con le quali, un trentaseienne residente in provincia di Catanzaro è stato arrestato dagli agenti delle Volanti a Bivona.

L' uomo è stato sorpreso chino in un’autovettura che presentava il finestrino rotto.

Alla vista dei poliziotti, il presunto topo d'auto è salito sul suo veicolo, sul quale lo aspettava una donna e si è dato alla fuga.

Nel corso dell’inseguimento, prima di essere bloccati, i due hanno gettato dall’auto in corsa alcuni oggetti, recuperati subito dopo dagli agenti che, così, hanno avuto modo di constatare che si trattava di un giaccone e di un porta documenti di proprietà del titolare del mezzo che poco prima era stato danneggiato.

Per il trentaseienne sono, quindi, scattate le manette; mentre la donna è stata denuncia a piede libero.

Incidente stradale nel Vibonese, grave un uomo di 44 anni

Un 44enne, M.M., è rimasto gravemente ferito nel corso di un incidente stradale avvenuto la notte scorsa a Bivona.

Dopo aver perso il controllo dell'Opel Adam sulla quale viaggiava, l'uomo è andato a sbattere contro un'auto parcheggiata ai margini della strada.

Sul posto sono intrevenuti i sanitari del 118, che hanno portato il ferito all'ospedale "Jazzolino" di Vibo Valentia, dove è stato operato d'urgenza.

Il malcapitato automobilista è ora ricoverato in prognosi riservata, nel reparto di rianimazione.

  • Pubblicato in Cronaca

Vibo Valentia: il Pd tuona contro le strisce blu a Bivona

Riceviamo e pubblichiamo

"I segretari dei Circoli Pd di Vibo Marina e Vibo Valentia e il capogruppo del Partito democratico in consiglio comunale, considerano fuori luogo la scelta di mettere le strisce blu in prossimità del Museo del Mare in piazza Tonnara e in prossimità del lungomare, in piazza Marinella. In una frazione (Bivona) dove manca la manutenzione ordinaria delle strade, dove la maggior parte dei lampioni sono fuori uso e dove la rete fognaria crea continuamente disagi, questa scelta da parte dell'cmministrazione comunale ha il sapore di una vessazione nei confronti dei cittadini di Bivona. 

Ci auguriamo vivamente che l'amministrazione comunale riveda tale decisione, evitando ai cittadini di Bivona una "tassa" assurda e ridicola".

 

Francesco Barbieri - Segretario PD Vibo Marina

Giovanni Russo - Capogruppo PD in Consiglio Comunale 

Francesco Pacile' - Segretario PD Vibo Valentia 

 

 

  • Pubblicato in Politica

Ventiseienne arrestato per detenzione abusiva di armi e munizioni

Numerose perquisizioni ed un arresto: questo è il bilancio dell’intensificazione dei controlli attuata dai Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia nell’ultimo fine settimana.

In particolare i militari della Stazione di Vibo Marina, alla guida del Maresciallo ASTORINA Riccardo, nella giornata di oggi sabato 18, hanno arrestato D. C. 26enne residente a Bivona, con precedenti per droga, poiché a seguito di perquisizione domiciliare rinvenivano, debitamente occultati nel terreno del giardino attiguo alla sua abitazione un revolver cal. 38  privo di marca con matricola abrasa comprensivo di 5 cartucce artigianali.

Nella stessa mattinata l’arresto veniva convalidato e il soggetto sottoposto all’obbligo di presentazione alla p.g.. 

  • Pubblicato in Cronaca

Radiologo dell'ospedale di Vibo sotto processo per la morte di un 42enne

Il giudice delle udienze preliminari del Tribunale di Vibo Valentia ha disposto il rinvio a giudizio nei confronto di un medico radiologo in servizio presso l'ospedale "Jazzolino". Il reato addebitatogli è omicidio colposo. Al centro della vicenda giudiziaria la morte di un uomo di 42 anni, Domenico Quinto Cutrullà, di Bivona, avvenuta l'11 febbraio di 5 anni fa al culmine di 40 ore drammatiche e successivamente ad un lungo intervento chirurgico compiuto al Policlinico di Germaneto. La prima udienza del processo davanti al Tribunale monocratico è fissata per il prossimo 7 luglio. Era stato l'avvocato Fabio Mirenzio, che assiste legalmente i parenti del 42enne deceduto, ad opporsi alla chiusura delle indagini da parte della Procura della Repubblica di Vibo Valentia. Secondo quanto sostenuto dalla tesi accusatoria, il medico, nonostante la diagnosi indicasse l'eventualità dell'esistenza di una dissecazione aortica, si sarebbe "indebitamente rifiutato di eseguire un esame T.C. a mezzo di contrasto, richiestogli in via d'urgenza dal Pronto soccorso dell'ospedale di Vibo".

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS