Cosmo Tassone, il politico di razza dalle maniere semplici

Bisogna sempre dir bene dei morti. In alcuni casi il precetto si rispetta per convenzione, in altri per convinzione.

La seconda categoria si applica sicuramente al compianto Cosmo Tassone o meglio “lu  Cecchino”.

Proprio quell’appellativo, usato familiarmente da quanti lo conoscevano, ne faceva intuire il carattere gioviale, la disponibilità e la propensione all’ascolto.

Del resto, le persone ed il territorio, erano la ragione del suo agire politico. Non a caso, proprio al territorio ed alla sua gente ha dato tutto sé stesso, fin da quando ha abbandonato la carriera accademica per ritornare nella sua Brognaturo.

Una scelta che la sua comunità ha sempre ripagato, non facendogli mai mancare sostegno e fiducia.

Lo stesso, però, non può dirsi per un territorio che non gli ha riconosciuto le giuste gratifiche.

Le sue doti e le sue capacità avrebbero meritato, infatti, ben altro proscenio. Un proscenio, purtroppo, precluso dalle umane miserie e delle meschine gelosie in cui, il più delle volte, s’imbatte chi fa politica con passione.

Le sue riflessioni, le sue analisi lucide, capaci di spingersi ben oltre l’angusto recinto cui ha dedicato la sua vita, offrivano l’immagine di un politico di razza.

Ascoltandolo, si comprendeva perfettamente che ad animarne l’operato non era solo una solida e consapevole visione strategica, ma l’idea del primato della politica, intesa come forza regolatrice ed ordinatrice della realtà.

Se la sorte e gli uomini gli avessero offerto le possibilità immeritatamente concesse ad altri, molto probabilmente, l’intera fascia montana delle Serre oggi non dovrebbe dibattersi per sfuggire all’abbraccio fatale dello spopolamento.

Di certo, al dubbio di ciò che avrebbe potuto fare, si contrappone la certezza di ciò che ha fatto per donare futuro e speranza alla sua gente.

Con lui se ne va, non solo un pezzo di storia, ma anche uno dei protagonisti più rappresentativi del territorio delle Serre.

Un uomo ed un politico la cui epigrafe andrebbe vergata con un passo del Leopardi: “È curioso a vedere, che gli uomini di molto merito hanno sempre le maniere semplici, e che sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco merito”.

  • Pubblicato in Diorama

Cosmo Tassone, i funerali domani a Brognaturo

Si svolgeranno domani (13 gennaio) alle 16, nel Santuario di Maria SS. della Consolazione di Brognaturo, le esequie del sindaco Cosmo Tassone.

Il sindaco brognaturese si è spento questa mattina nella sua abitazione in seguito ad un arresto cardiaco.

La scomparsa di Tassone ha suscitato viva commozione nel mondo politico.

Messaggi di cordoglio sono giunti, tra  gli altri, dal presidente facente funzione Nino Spirlì e dagli assessori della Regione Calabria.

Brognaturo, è morto il sindaco Cosmo Tassone

E’ morto Cosmo Tassone. Il sindaco di Brognaturo si è spento questa mattina all’età di 71 anni.

Da quanto appreso, il decesso sarebbe stato causato da un arresto cardiaco.

L’improvvisa scomparsa di Tassone ha destato viva commozione, non solo a Brognaturo di cui è stato più volte sindaco, ma in tutto il territorio delle Serre.

Nella sua lunga carriera politica, caratterizzata dall’appartenenza  al Partito socialista, prima ed a Forza Italia, poi, Tassone ha ricoperto diversi  incarichi importanti. Tra  i più significativi, la presidenza del Comitato di gestione dell’allora Usl 21 con il quale ha dato forte impulso alle attività dell’ospedale di Serra San Bruno.

Brognaturo: strada abusiva in un bosco e tetto in eternit rimosso senza autorizzazione, tre denunce

Nell’ambito dei servizi predisposti dal Gruppo carabinieri forestale di Vibo Valentia, finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati compiuti ai danni dell’ambiente, i militari della Stazione di Serra San Bruno hanno denunciato un imprenditore boschivo di Brognaturo.

In particolare, durante un controllo eseguito in località Divise-Furno, nel comune di Brognaturo, dove il denunciato aveva in corso un’utilizzazione boschiva, i militari hanno rilevato la presenza di una pista utilizzata per l’esbosco del materiale legnoso realizzata in assenza di permesso a costruire e nulla osta paesaggistico ambientale, nonostante il vincolo presente sull’area, ubicata, peraltro, a meno di 150 metri da un corso d'acqua pubblico.

Inoltre, sempre nel comune di Brognaturo, i militari hanno denunciato altre due persone, rispettivamente il socio unico e l’amministratore delegato di una società con sede a Soverato, per aver rimosso dal tetto di una casa, circa 70metri quadrati di lastre in eternit, in assenza dell'iscrizione dell'azienda all'albo nazionale dei gestori ambientali e del preventivo piano di sicurezza e della relativa comunicazione all'Asp.

  • Pubblicato in Cronaca

Va a cercare funghi nei boschi di Brognaturo, ma si perde: lo trovano i vigili del fuoco

Intervento dei vigili del fuoco che, nel pomeriggio di oggi, sono stati impegnati nella ricerca di un 41enne che si era perso nei boschi di località Lacina, nel comune di Brognaturo, dove era andato a cercare funghi.
 
In seguito alla richiesta di soccorso, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Serra San Bruno che, attraverso l'utilizzo del sistema di geolocalizzazione "GeolocVVF", hanno individuato l'uomo, fornendogli le indicazioni necessarie per instradarlo nella direzione da cui stava per raggiungerlo la squadra di ricerca.

 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Serre, nominati i nuovi coordinatori della Lega

«Ringraziamo il coordinatore provinciale della Lega di Vibo Valentia, Michele Pagano, e il segretario regionale, onorevole Cristian Invernizzi, per la fiducia riposta nei nostri confronti. Insieme agli altri colleghi coordinatori lavoreremo sin da subito per cercare di avvicinare e coinvolgere un maggior numero di persone al nostro partito».

Lo affermano in una nota i neo coordinatori della Lega di Serra San Bruno e Spadola-Brognaturo-Simbario, rispettivamente Antimo Antonio De Padova e Margherita Chiaravalloti, i quali si dicono «orgogliosi di far parte ufficialmente di questa grande famiglia.

L’incarico conferitoci sarà un modo per interfacciarci con le varie istituzioni locali così da raggiungere obiettivi concreti che guardino al bene del territorio».

  • Pubblicato in Politica

Brognaturo, festeggiata la Madonna della Consolazione

In occasione dei festeggiamenti in onore di Maria Ss della Consolazione, come ogni anno, la prima domenica di settembre, la comunità di Brognaturo (Vv), nonostante la pandemia in corso e con rigoroso rispetto delle regole anti Covid, si è vestita a festa per rendere grazie alla Santa Patrona e Vergine Madre degli Afflitti.

Ai "festeggiamenti", esclusivamente di natura religiosa, ha preso parte un nutrito numero di pellegrini e devoti.

Durante l'omelia il parroco del santuario, nel ricordare il momento delicato che il mondo sta vivendo a causa del virus, ha rivolto una preghiera alla Madonna della Consolazione affinchè tutto possa finire al più presto.

Il parroco ha inoltre ringraziato chi, con grande spirito di collaborazione, ha contribuito alla buona e sicura riuscita della "festa" .

Nella preghiera ha, poi, ricordato gli ammalati, quanti soffrono, i medici, gli infermieri, le forze dell'ordine e tutti quelli che, quotidianamente, si trovano in prima linea nella lotta contro il Covid 19 .

Quella di quest'anno è stata ovviamente una "festa" anomala e insolita, senza bancarelle, giostre, serate musicali e senza la folla che si raduna in attesa del concerto e dello spettacolo pirotecnico.

Tuttavia, pur in assenza delle consuete manifestazioni civili e delle restrizioni determinate dalle norme anti covid, fedeli e pellegrini provenienti da ogni parte dell'entroterra calabrese, non hanno rinunciato a manifestare l'amore e la fede per la Madonna della Consolazione.

Coronavirus, due persone in quarantena a Brognaturo

Il sindaco di Brognaturo, Cosmo Tassone ha emesso due ordinanze con le quali ha disposto la misura della quarantena a carico di altrettante persone.

I provvedimenti sono stati emanati oggi, rispettivamente, su segnalazione dell’Asp di Vibo Valentia e della Regione Calabria.

In particolare, una delle misure è indirizzata ad una persona rientrata a Brognaturo nei giorni scorsi

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS