Successo per la seconda giornata del Carnevale ardorese

Dopo più di quindici anni ritorna una competizione tra le contrade di Ardore. Allora era il palio dei cavalli realizzato in estate sul lungomare, sempre da chi oggi l’ha immaginato per i carri carnevaleschi.

Ben sette carri hanno competuto nella prima edizione del carnevale ardorese.

Una manifestazione, a detta unanime, mai vista ad Ardore con un folla che invidiava quella della festa di paese. Sette carri a rappresentare sei contrade e probabilmente tutti i bambini di Ardore con le loro famiglie in piazza ed ad invadere la Ss106.

Una manifestazione gestita egregiamente dalle forze dell’ordine e da oltre venti volontari forniti dalla sede regionale Anas che ha organizzato.

Soddisfatto Gianfranco Sorbara, presidente associazione nazionale di azione sociale, che ha affermato: “L’ho dichiarato più volte e lo ribadisco: io sentivo che il paese era pronto a reagire dallo stato di apatia in cui sembrava si trovasse, è l’aver coinvolto le contrade è stata la ricetta giusta perché ha creato comunità e competizione sana tra gli ardoresi, che comunque poi si sono ritrovati tutti uniti in piazza a festeggiare. Quest’anno il trofeo è andato alla contrada schiavo con il carro che simboleggiava il “circo”; secondo posto ex aequo alla contrada Marina con l’unico carro di satira politica che ha mischiato lo sfottò a Lucano e Salvini con un messaggio d’integrazione che è stato ripreso in positivo  perché considerato di buon gusto ed educativo.

E poi c’erano i carri di Ardore centro e di contrada Potito, l’originalità è l’auto ironia dei primi, il cuore di un padre che negli ultimi giorni per onorare la sua contrada e i suoi figli ha approntato da solo i propri mezzi agricoli. Un grande esempio. Infine, ma non certo ultimi, i carri delle contrade Pantano e Giudeo, i primi con praticamente tutta la contrada in festa al seguito dimostrando di aver centrato il pensiero degli organizzatori, e poi l’eleganza e la storia del carro del gelsomino. Insomma come prima edizione non si poteva immaginare di meglio.

Ora si conclude oggi con una festa grande e gratuita per adulti e piccini: ai bimbi doneremo coriandoli e trombette ed agli adulti la sagra delle polpette, il tutto ascoltando uno dei comici calabresi più famosi in Italia, il catanzarese Piero Procopio.”

Serra: la soddisfazione della Pro loco per la "Sfilata delle Serre"

Riceviamo e pubblichiamo

"Anche quest’anno siamo lieti di aver contribuito insieme all’amministrazione comunale di Serra San Bruno e ad altre associazioni presenti sul territorio, all’organizzazione e all’ottima riuscita del Carnevale Serrese. Ma siamo rimasti oltremodo soddisfatti della “Sfilata delle Serre”, un evento nell’evento, da noi fortemente voluta e curata. Proprio per questo teniamo a ringraziare pubblicamente tutti coloro che con il loro impegno hanno contribuito affinché la “Sfilata delle Serre” come partecipazione e territorialmente abbia potuto superare i confini della nostra cittadina. Dì seguito quindi ringraziamo l’amministrazione comunale di Spadola, l’associazione Momò di Mongiana, l’associazione T.W.O. , la scuola Media Statale I. Larussa di Serra San Bruno, la parrocchia Santa Maria di San Sostene, la cooperativa sociale “Stella del Sud”, l’Asilo nido Topolinia, l’Asilo nido “il Piccolo Principe”, l’A.S.D Sogno Latino, La new Gymnasium e tutti coloro che singolarmente o a gruppi hanno dato il loro contributo. La Sfilata delle Serre alla sua prima edizione ha registrato la partecipazione e la realizzazione di ben sette carri ed ha attraversato i territori comunali di Spadola e Serra San Bruno. Confidiamo nei prossimi anni di ripetere l’iniziativa e di allargare la partecipazione anche ad altri paesi. Non da poco conto è stato poi costruire il nostro carro l’arca di Noè senza una sede, al freddo e al buio. Ciò, se ce ne fosse ancora il bisogno di dirlo, la dice tutta sull’attaccamento e l’amore che la nostra associazione ha per la nostra terra".

Pro Loco di Serra San Bruno

Tutto pronto per il Gran Carnevale Cittanovese

Tutto pronto per il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese. I prossimi 3 e 5 marzo, la kermesse di carri allegorici e gruppi in maschera si muoverà per le vie della cittadina pianigiana nel solco di una tradizione entusiasmante e suggestiva.

L’evento, interamente organizzato dall’Associazione “Nuovo Carnevale Cittanovese” con la collaborazione con il Comune di Cittanova, metterà in campo un programma coinvolgente, capace di dialogare con la voglia di puro divertimento di grandi e piccini.

La sfilata prenderà il via alle ore 15,00 dalla Villa Comunale di Cittanova e proseguirà fino a sera, animata da numerosi gruppi organizzati. Uno spiegamento notevole, composto da oltre seicento “personaggi” collegati ai temi trattati dai sei carri allegorici realizzati da mani sapienti di artisti locali. 

A conclusione delle due giornate, quindi, la grande festa in maschera in piazza Calvario. Il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese metterà insieme associazioni e cittadini, portando in strada migliaia di persone dell’intero territorio.

Una cartolina straordinaria e positiva per Cittanova e per la sua comunità. 

Tutto pronto per il Gran Carnevale Cittanovese

Tutto pronto per il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese. I prossimi 3 e 5 marzo, la kermesse di carri allegorici e gruppi in maschera si muoverà per le vie della cittadina pianigiana nel solco di una tradizione entusiasmante e suggestiva.

L’evento, interamente organizzato dall’Associazione “Nuovo Carnevale Cittanovese” con la collaborazione con il Comune di Cittanova, metterà in campo un programma coinvolgente, capace di dialogare con la voglia di puro divertimento di grandi e piccini.

La sfilata prenderà il via alle ore 15,00 dalla Villa Comunale di Cittanova e proseguirà fino a sera, animata da numerosi gruppi organizzati. Uno spiegamento notevole, composto da oltre seicento “personaggi” collegati ai temi trattati dai sei carri allegorici realizzati da mani sapienti di artisti locali. 

A conclusione delle due giornate, quindi, la grande festa in maschera in piazza Calvario. Il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese metterà insieme associazioni e cittadini, portando in strada migliaia di persone dell’intero territorio.

Una cartolina straordinaria e positiva per Cittanova e per la sua comunità. 

Caulonia, Carnevale 2019: ritornano i carri allegorici

Torna a Caulonia, dopo alcuni anni di assenza, l’appuntamento con la sfilata dei carri allegorici per le vie del centro storico, l’evento clou delle manifestazioni carnevalesche in programma nel fine settimana dall'1 al 5 marzo.

Il ricco cartellone è stato realizzato grazie alla sinergia tra l'amministrazione comunale e le associazioni cittadine, con il coinvolgimento anche degli alunni delle scuole.

Si parte venerdì 1 marzo alle ore 21.00 con la farsa carnevalesca, rappresentazione brillante a cura dell’Associazione “Il sorriso”, in programma all’Auditorium “Angelo Frammartino" e in replica poche ore dopo (sabato 2 marzo alle 10:00) nella stessa location riservato agli studenti. In serata poi l’attesissimo ballo in maschera in piazza Seggio, con l’animazione dello staff di Radio Fantasy e l’esposizione di dolci tipici carnevaleschi.

A seguire, la sfilata dei carri allegorici il 3 marzo, con partenza da piazza Municipio alle ore 15:15 e la possibilità di usufruire della navetta da Caulonia Marina a Caulonia Centro.

In conclusione, martedì grasso 5 marzo, la sfilata delle scuole cittadine in piazza Bottari.

«Da sempre - ha sottolineato il primo cittadino - il Carnevale è sinonimo di allegria. A Caulonia è anche sinonimo di aggregazione. In tutto il paese c’è un fermento positivo a conferma che, lavorando con il giusto spirito di collaborazione, si riescono ad ottenere le cose migliori per il nostro amato paese. Siamo ben felici di poter riproporre i carri allegorici e regalare ai tanti bambini, e non solo, ed ai visitatori che verranno a trovarci un evento unico, in linea con la nostra grande tradizione artistica. Si tratta di un programma a cui si è lavorato da tempo in sinergia con le associazioni, a cui va il mio più grande ringraziamento - rimarca il Sindaco- per l’impegno profuso,  dimostrando sempre più, l'amore per il nostro paese».

Carnevale: a Caulonia due giorni di musica, spettacoli e divertimento

Come vuole la tradizione, il Carnevale è una festa dedicata ai bambini e ai grandi, sinonimo di divertimento, allegria, colore e musica.

Gli appuntamenti Cauloniesi coniugano il recupero di questa bella tradizione, che fa parte della storia del nostro Paese con momenti di aggregazione e partecipazione.

Un programma ricco di eventi ed iniziative, promosso dall'amministrazione comunale, in sinergia con le associazioni cittadine.

Si parte domani domenica 11 febbraio in piazza Bottari alle ore 15, con il raduno di maschere e le animazioni per i bambini, accompagnate dai dolci tipici della tradizione carnascialesca. 

Domani sera alle 19:30, spazio alla farsa carnevalesca in due atti “Carnalavari ‘ndebitatu”, scritta da Cosimina Leuzzi e messa in scena dall'Associazione teatrale "Amici Felici", in programma all’Auditorium “Casa della Pace Angelo Frammartino”. 

Gran finale martedì grasso, alle ore 21, con il tradizionale ballo in maschera nella suggestiva cornice di piazza Seggio a Caulonia Centro.

 

Migliaia di prodotti di carnevale pericolosi sequestrati dalla Guardia di finanza

In concomitanza del carnevale, la Guardia di finanza di Crotone ha intensificato l’attività a tutela dei consumatori con particolare riguardo alla sicurezza delle merci.

Nel corso di un' operazione, i dai baschi verdi della Compagnia di Crotone hanno sequestrato 80 mila articoli pericolosi o contrafffatti.

Grazie ad un’articolata attività info-investigativa volta all’individuazione di articoli merceologici commercializzati in violazione delle disposizioni normative imposte sulla sicurezza dei prodotti e sulla contraffazione dei marchi registrati, i militari hanno potuto riscontrare la sussistenza di una serie di fattori di rischio per la possibilità che gli articoli immessi sul mercato avrebbero potuto nuocere alla sicurezza dei consumatori e, in particolare, dei bambini.

Infatti, in dermatologia si sottolinea, in questi casi, il rischio di dermatiti o, addirittura, di altre patologie più gravi che si possono verificare al contatto dell’epidermide con i prodotti non a norma contenenti sostanze tossiche e nocive per la salute. Il blitz ha portato al sequestro di circa 80 mila articoli, tra vestiti di carnevale, maschere, parrucche, pistole “spara coriandoli”, confezioni di bolle di sapone, trucchi, articoli di bigiotteria non riportanti alcuna indicazione sulla provenienza e sui materiali utilizzati per la loro realizzazione, nonché, riproducenti in maniera contraffatta, noti marchi per bambini quali “Disney” e “Minions”.

La titolare della ditta che rischia una sanzione amministrativa per l’importo di oltre 25 mila euro è stata anche denunciata all’Autorità Giudiziaria per ricettazione, contraffazione e frode in commercio.

 

A Gerocarne un Carnevale all’insegna dell’unità

"È stato un carnevale, quello appena passato, come raramente se ne sono visti a Gerocarne, dove il divertimento, l’unità e lo stare insieme hanno fatto da collante per una manifestazione - afferma Vitaliano Papillo, sindaco di Gerocarne - senza dubbio riuscita con successo, a dimostrazione che quando si partecipa in tanti e si fa gruppo le iniziative sono capaci di coinvolgere la collettività, che diventa un corpo unico rivolto alla realizzazione di quanto più importante per essa vi sia: la promozione del bene comune. Sono rimasto davvero colpito nel vedere una partecipazione così massiccia, sia da parte dei residenti a Gerocarne centro sia da parte dei cittadini di tutte le frazioni i quali, ognuno per ciò che ha potuto fare, hanno tutti contribuito a rendere unico questo momento di stare insieme, palesando le grosse potenzialità che può avere il paese di Gerocarne, il quale può davvero rinascere se si agisce per il suo bene e per quello di tutti noi". "Certamente - commenta il Primo Cittadino - una grossa parte del successo va attribuita alla presenza dei carri allegorici, che quest’anno hanno brillato per bellezza, fantasia e magistrale fattura: un grosso grazie, quindi, va rivoto ai gruppi che si sono impegnati con passione nella loro realizzazione, invitandoli ad essere così creativi e partecipativi in ogni occasione che si possa immaginare durante tutto il corso dell’anno. Ma il successo della manifestazione lo si deve anche agli addobbi che sono stati realizzati e che hanno trasformato il paese in una simpatica e variopinta bomboniera. Un grazie, poi, ai parroci delle nostre parrocchie per il loro prezioso apporto. Ai genitori, che con il loro impegno sono stati un significativo esempio che mi auguro sia da futuro stimolo per i loro figli e nipoti, affinché possano dare vita ad una nuova generazione attiva e fattiva nella riproposizione di eventi così belli e coinvolgenti. Ed il carnevale gerocarnese 2016 è stato anche una delizia dei palati, grazie ai tanti dolci tipici preparati da numerose volontarie, che hanno saputo rendere più completa la manifestazione anche dal punto di vista culinario. Insomma, sono stati tre giorni veramente piacevoli, in cui tante piccole cose ed il contributo di ognuno hanno contribuito a rendere ancor più grande un evento, vissuto intensamente da grandi e piccini". "Hanno contribuito a rendere ancor più grande un paese, che quando vuole - sostiene infine Papillo - sa dimostrare la sua reale tempra. Dovremmo farlo più spesso!"

 

Sottoscrivi questo feed RSS