Il forte vento fa volare via il tetto di un capannone

Danni e disagi in Calabria a causa del maltempo abbattutosi su tutta la regione.
 
Le conseguenze più serie sono state provocate dalle raffiche di vento che hanno divelto alberi e scoperchiato tetti.
 
A Catanzaro, ad esempio, il tetto di un capannone è letteralmente volato via a causa della furia dei venti.
Le lamiere di copertura sono finite sui binari della rete delle Ferrovie della Calabria e nel parcheggio di un attività commerciale.
 
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del locale Comando provinciale che hanno liberato la strada ferrata ed il parcheggio.
 
Per tutta la durata delle operazioni, peraltro rese difficoltose dalle forti folate di vento, la linea ferroviaria è stata chiusa al traffico.
 
 
  • Pubblicato in Cronaca

Maltempo in Calabria, frana sulla Strada provinciale 109

Prosegue senza sosta l'opera dei vigili del fuoco del comando di Catanzaro per far fronte ai danni provocati dal maltempo.
 
La squadra del distaccamento volontario di Taverna è intervenuta sulla strada provinciale 109 della Sila, tra i comuni di Taverna e Sorbo San Basile, per uno smottamento che ha parzialmente occupato la sede stradale.
 
L'intervento dei pompieri, che hanno rimosso il materiale franato e messo in sicurezza la zona, ha permesso di ripristinare la circolazione stradale.
 
Disagi anche sulla provinciale 25 "Arsanise-Catanzaro", dove i vigili del fuoco hanno dovuto rimuovere un albero caduto sulla sede stradale a causa del forte vento.

Incendio distrugge un'auto e una moto

Una Volkswagen Polo ed una moto, parcheggiate in via Antonio Broussard, a Catanzaro, sono andate in fumo intorno alle 22.50 di ieri.

Inoltre, il rogo ha danneggiato altre tre auto, le vetretate e l'insegna dell'ufficio postale.

Ad evitare che il bilancio fosse più pesante è stato il tempestivo intervento dei vigili del fuoco del locale Comando provinciale. 

Sul posto sono intervenuti anche gli agenti della polizia di Stato che hanno effettuato i rilievi del caso. 

Sono in corso gli accertamenti per determinare l'origine dell'incendio.

Al momento non viene esclusa nessuna ipotesi. 

Catanzaro, Chirillo su Striscia: “Difficile svegliare chi finge di dormire”

"Non c'è niente di più difficile: svegliare qualcuno che finge di dormire”.

Citando una nota frase dell'attivista sudafricano Desmond Tutu, il presidente di Confesercenti Catanzaro, Francesco Chirillo, commenta lo scalpore suscitato dal servizio televisivo di “Striscia la Notizia” sulle condizioni di degrado di viale Isonzo. 

“La nostra città oggi prova vergogna per quelle immagini? Eppure si tratta di situazioni ben note a tutti e non certo da ieri sera - sottolinea Chirillo. - La vera stranezza, il vero scandalo è la mancanza di interventi e soluzioni da parte della nostra classe politica. Quel servizio ha svelato non uno ma decenni di abbandono, nel silenzio colpevole di chi, una volta eletto, ha preferito girarsi dall'altra parte e nascondere la polvere sotto il tappeto”.

“Qualcuno, per anni, ha fatto finta di dormire - è l'affondo di Francesco Chirillo. - E adesso fa finta di svegliarsi. Ma è tempo che le responsabilità emergano e che qualcuno se ne faccia carico in prima persona”. “Il dramma vero - prosegue - è che qui gli imprenditori lottano strenuamente e con coraggio contro la crisi, i cittadini perbene si impegnano per migliorare anche da un punto di vista turistico e culturale la città, le forze dell'ordine difendono e proteggono con sforzi enormi (senza mezzi adeguati e senza supporto legislativo) la collettività, mentre dall'altro lato registriamo la distanza siderale della politica su tutti questi temi”.

“Una evidenza-assenza dalle conseguenze devastanti” secondo il presidente di Confesercenti Catanzaro che, concludendo la sua nota, invita tutte le parti in causa, “incluse forze sociali, politiche, culturali, associazioni e imprese a un salutare bagno di autocritica e a un rinnovato gioco di squadra che fissi priorità, obiettivi e strategie concrete”.

“Non più per noi, vista la grave condizione ereditata, ma almeno per i nostri figli” è la considerazione finale di Chirillo.

  • Pubblicato in Politica

Catanzaro, oggi l'iniziativa di Fratelli d'Italia: "Chi ama la Patria difende l’ambiente”

“Chi ama la Patria difende l’ambiente”.

Anche a Catanzaro militanti e simpatizzanti di Fratelli d’Italia si uniscono alle iniziative organizzate in tutta la Penisola per ribadire l’importanza del tema della difesa ambientale nelle politiche nazionali e internazionali -dalla lotta alla plastica, alla riconversione delle industrie, all’educazione dei giovani - ma anche per alzare l’attenzione, soprattutto in Calabria, sul ciclo dei rifiuti e sull’efficienza del sistema depurativo, al centro di numerosi interventi parlamentari del vice capogruppo alla Camera Wanda Ferro, commissario provinciale del partito.

Il luogo simbolo scelto da Fratelli d’Italia a Catanzaro è la pineta di Giovino.

Nel polmone verde del quartiere marinaro oggi (venerdì 27 settembre) alle ore 17, si terrà un'iniziativa di tutela ambientale nel ricordo, a quattordici anni dalla sua scomparsa, di Paolo Colli, il fondatore di Fare Verde, la prima associazione di tutela ambientale estranea alla rete della sinistra, nata nel 1986. I giovani della sezione catanzarese di Fare Verde, nei primi anni ’90, si resero protagonisti di numerose iniziative per sottrarre al degrado la pineta di Giovino e restituirla alla fruizione dei cittadini.  

  • Pubblicato in Politica

Precari del Pugliese-Ciaccio, Wanda Ferro (FdI) presenta un'interrogazione

La vertenza che riguarda i precari dell’azienda ospedaliera 'Pugliese-Ciaccio' è stata portata all’attenzione del governo nazionale dal deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro, che ha rivolto una interrogazione al presidente del Consiglio e al ministro della Salute.

L’on. Ferro ha evidenziato come l’adozione del cosiddetto Decreto “Calabria” in materia sanitaria da parte del governo ha generato una serie di gravi disfunzioni che hanno portato al collasso il già precario sistema sanitario calabrese. 

Negli scorsi l’azienda ospedaliera 'Pugliese Ciaccio' di Catanzaro ha notificato la cessazione del rapporto di lavoro a circa 20 lavoratori assunti a tempo determinato alcuni anni fa previa selezione pubblica ma che, in ragione dei vincoli disposti dal decreto, non possono essere ulteriormente prorogati.

“Il provvedimento di interruzione del rapporto lavorativo è stato comunicato, al momento, ad una ventina di precari dell’azienda ospedaliera di Catanzaro ma la vertenza coinvolge complessivamente oltre 200 tra medici, infermieri e Oss. La carenza di personale dovuta a tali licenziamenti – spiega Wanda Ferro - determinerà, entro la fine dell’anno, l’impossibilità oggettiva per l’azienda ospedaliera 'Pugliese-Ciaccio' di Catanzaro di garantire le prestazioni ospedaliere con grave pregiudizio per il diritto alla salute di tutti i cittadini calabresi”.

Per questo il deputato di Fratelli d’Italia ha chiesto al governo “quali iniziative urgenti intenda adottare per stabilizzare i lavoratori precari dell’azienda ospedaliera 'Pugliese – Ciaccio' garantendo il mantenimento del know how posseduto” e se “non ritenga opportuno avviare, immediatamente, una riflessione sui danni arrecati alla sanità calabrese dal decreto Calabria”

  • Pubblicato in Politica

A Catanzaro “Aspettando Atreju 2019”, si parlerà della "Forza delle idee contro i patti di potere"

Lunedì prossimo (16 settembre), alle ore 17, il deputato di Fratelli d’Italia Wanda Ferro, commissario provinciale del partito, parteciperà all’incontro “La forza delle idee contro i patti di potere, per cambiare la Calabria e l’Italia”.

L'iniziativa, organizzata nell’ambito di “Aspettando Atreju 2019”, si terrà presso il Salone delle bonifiche del Consorzio di bonifica Ionio catanzarese. 

Nel corso dell’incontro, al quale prenderanno parte dirigenti regionali e nazionali, sarà presentato il nuovo coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia. 

  • Pubblicato in Politica

Scioglimento Asp di Catanzaro, nominati i componenti della Commissione straordinaria

Sono stati nominati oggi, dal prefetto di Catanzaro, i componenti della terna commissariale che dovrà gestire l’Asp del capoluogo di regione. (Per leggere la notizia clicca qui)

Si tratta di Domenico Bagnato, Franca Tancredi e Salvatore Gullì.

La nomina della commissione straordinaria, che svolgerà le funzioni dell’organo di direzione generale, segue di un giorno lo scioglimento per infiltrazione mafiosa disposto, nella giornata di ieri, dal Consiglio dei ministri.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS