Chirillo (Confesercenti Catanzaro): ludopatia e racket affondano l'economia reale

“C'era una volta l'economia reale, quella sana e pulita, motore del Paese. Adesso gran parte di quei soldi, per miliardi di euro, scompaiono dai nostri territori e viaggiano da una parte all'altra del mondo, verso i paradisi fiscali. Fiumi di denaro, guadagni enormi che arricchiscono le mafie e impoveriscono le nostre imprese”.

Francesco Chirillo, presidente di Confesercenti Catanzaro, commenta così la recente indagine sulle scommesse online che ha portato all'arresto di 68 persone e a sequestri per un miliardo di euro, tra Puglia, Calabria e Sicilia.

Un tema particolarmente scottante, che verrà affrontato da Confesercenti il prossimo 28 novembre a Soverato, presso l'Istituto superiore “Malafarina”. “Usura, ludopatia e racket” il titolo dell'iniziativa in programma a partire dalle ore 11.

Interverranno, tra gli altri, il prefetto Domenico Cuttaia, commissario straordinario del Governo antiracket e antiusura, l'avvocato Roberta Ussia e l'avvocato Frank Mario Santacroce, mentre le conclusioni saranno dello stesso Francesco Chirillo.

“Se pensiamo che il giro d'affari delle scommesse legali e illegali supera ormai i 100 miliardi di euro all'anno, ci rendiamo perfettamente conto quale sia la zavorra che porta a fondo il Pil nazionale - aggiunge il presidente di Confesercenti Catanzaro. - Parliamo di risorse notevoli che si volatilizzano verso settori ben poco produttivi, se non addirittura criminali, con ripercussioni sulla società, l'economia, le famiglie, la salute delle persone. Argomenti che saranno discussi e approfonditi il 28 novembre a Soverato nel contesto di un incontro che auspico sia aperto e partecipato”.

Lsu e Lpu, una delegazione di Anci Calabria parteciperà alla manifestazione a Catanzaro

«Anci Calabria parteciperà con una propria delegazione alla manifestazione promossa dalle organizzazioni sindacali in favore del rinnovo dei contratti di Lsu e Lpu, condividendo in pieno motivazioni e obiettivi della mobilitazione».
 
Così il presidente di Anci Calabria, Gianluca Callipo, ha annunciato la partecipazione di una rappresentanza dei sindaci calabresi all’appuntamento in programma venerdì 16 novembre a Catanzaro, per sollecitare risposte urgenti ed esaustive alle istanze che riguardano il rinnovo dei contratti ai lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità. L’iniziativa, che prevede la consegna in Prefettura di un documento che sintetizza i motivi della protesta e le richieste avanzate dai sindacati, trova dunque il pieno appoggio dell’Associazione dei sindaci calabresi.
 
«In questa vicenda c’è una completa coincidenza di intenti con le organizzazioni sindacali – spiega Callipo -, perché condividiamo le stesse preoccupazioni non solo con riguardo al futuro di circa 4.500 famiglie, tante quanti sono gli Lsu e Lpu che lavorano nella Pa calabrese, ma anche con riferimento all’attività amministrativa degli enti che rappresentiamo, che in molti casi subirebbero una vera e propria paralisi qualora i contratti non potessero essere rinnovati».
 
Com’è noto, i nodi della questione sono sia economici che normativi. Per ora, non c’è traccia delle nuove risorse finanziarie (50 milioni di euro l’anno) che dovrebbero andare a integrare quelle regionali (circa 38 milioni di euro) per consentire il rinnovo dei contratti in scadenza il 31 dicembre 2018. Ma ciò che più preoccupa è la mancata previsione di deroghe normative alle leggi nazionali che possano consentire sia il rinnovo dei contratti che le stabilizzazioni, laddove già programmate.
 
«L’Anci è impegnata da molti mesi su questo fronte - continua Callipo -. Già nel gennaio scorso fu affrontata la questione con il prefetto di Catanzaro, in rappresentanza di tutte le Prefetture calabresi. Da subito abbiamo individuato nell’impossibilità di eludere i paletti normativi in materia di assunzione negli enti pubblici, il principale ostacolo alla stabilizzazione dei precari. In particolare, l’obbligo di rispettare il turnover con i dipendenti che vanno in pensione e la programmazione triennale del fabbisogno di personale, impediscono nei fatti il rinnovo dei rapporti di lavoro. Senza le deroghe a queste norme e senza ulteriori contributi legislativi regionali che possano incentivare i pensionamenti e favorire la mobilità tra enti, gli Lsu e Lpu resteranno senza contratto e i Comuni si troveranno in grandi difficoltà a causa dell’improvvisa mancanza di personale».
 
Problematiche sollevate con forza dall’Anci anche nell’assemblea organizzata sul tema a Lamezia, il 5 novembre scorso. In quell’occasione, all’incontro parteciparono anche il presidente della Regione e alcuni parlamentari, che accolsero l’appello dei sindaci a fare la propria parte, sollecitando ognuno per le proprie competenze l’accoglimento delle istanze di lavoratori, enti e sindacati.
«Ad oggi, però - conclude Callipo – non abbiamo ancora risposte concrete alle problematiche sollevate, e ormai manca solo un mese e mezzo alla scadenza dei contratti. Ecco perché anche Anci Calabria sarà alla manifestazione dei sindacati di venerdì, sostenendo con convinzione le motivazioni della protesta».
  • Pubblicato in Politica

Operaio precipita da balcone, è grave

Incidente sul lavoro nel quartiere Santa Maria di Catanzaro dove, nel pomeriggio di oggi, un cinquantatreenne ha perso l'equilibrio ed è precipitato da un balcone.

L'uomo, che stava eseguendo alcuni lavori in un’abitazione, ha riportato ferite gravi.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che, dopo aver prestato le cure del caso, hanno trasferito l'operaio in ospedale dove è stato ricoverato in codice rosso.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Scooter si scontra con un'auto, grave un ragazzo

Incidente stradale a Catanzaro dove, nella serata di ieri, un ragazzo alla guida di uno scooter si è scontrato con una Fiat Seicento.

Dopo essere stato soccorso dai sanitari del 118, il giovane è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Pugliese.

Ferite lievi, invece, per il conducente dell’auto.

  • Pubblicato in Cronaca

Cocaina e marijuana in casa, due persone in manette

Due persone residenti nel capoluogo di regione, sono state arrestate per detenzione di droga ai fini di spaccio, dai carabinieri di Catanzaro e delle Unità cinofile di Vibo Valentia.

A finire in manette è stato P.S., di 24 anni, il quale nel corso di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di 2 barattoli contenenti 40 grammi di marijuana e di un bilancino di precisione.

Stessa sorte è toccata a G.G., di 30 anni, che durante un controllo è stato sorpreso con 82 grammi di marijuana, 3 grammi di cocaina, due bilancini di precisione e oltre 500 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Al termine delle formalità di rito entrambi gli arrestati sono stati posti ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

S.S. "Dei Due Mari", terminati in anticipo i lavori di risanamento

Prosegue l’opera di manutenzione straordinaria della strada statale 280 “Dei Due Mari”, avviata da Anas al fine di migliorare le condizioni di sicurezza e il livello di servizio dell’infrastruttura.

Sono terminati  in anticipo rispetto al cronoprogramma lavori (13 novembre 2018) i lavori di risanamento profondo del corpo stradale - ricostruzione degli strati profondi della pavimentazione e realizzazione di nuovo asfalto drenante - lungo la strada statale 280 ‘Dei Due Mari’, tra il  km 26,200 e il km 28,400 e della rampa di ingresso - direzione Catanzaro - dello svincolo ‘Sarrottino – Martelletto’.

In considerazione dei disagi che i lavori  avrebbero comportato lungo la statale, Anas ha completato in tempi rapidissimi, eseguendo le attività anche in orario notturno.

Proseguono ora gli interventi di risanamento della pavimentazione stradale, dal  km 28,400 al km 30,200.

Per consentire tali attività,  fino alle ore 18:00 del 17 novembre 2017 sarà in vigore il restringimento della carreggiata in direzione Catanzaro.

Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148. 

Proseguono le ricerche dell'uomo disperso in mare

Su richiesta della capitaneria di porto di Catanzaro Lido, una squadra dei vigili del fuoco del Comando catanzarese, con il supporto del Nucleo sommozzatori di Reggio Calabria, è intervenuta per le operazioni di ricerca della persona dispersa nel tratto di mare antistante il quartiere Lido.

La ricerca è iniziata il 28 ottobre scorso, in seguito all'impatto di una imbarcazione contro il molo del porto di Catanzaro.

La capitaneria di porto  perlustrando con la motovedetta la zona antistante il molo ha rilevato oggi, attraverso l'utilizzo dell'ecoscandaglio, alcune sagome nei fondali che richiedevano ulteriori verifiche.

I sommozzatori dei vigili del fuoco giunti sul posto nelle prime ore del pomeriggio, hanno effettuato varie immersioni nei punti segnalati ma, le verifiche hanno dato esito negativo.

  • Pubblicato in Cronaca

Frontale tra due auto, quattro feriti gravi

È di sei feriti, quattro dei quali verserebbero in gravi condizioni, il bilancio dell’incidente stradale avvenuto questa mattina sulla Statale 280 "Dei due mari", nei pressi dello svincolo per Sarrottino, alle porte di Catanzaro.

L' impatto ha coinvolto due autovetture che si sono scontrate frontalmente.

Oltre ai vigili del fuoco, sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 ed un'eliambulanza.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS