“Catanzaro e la Seta - la storia, i luoghi, gli splendidi manufatti”, un’iniziativa dell’associazione CulturAttiva per “nutrire” la mente in tempo di Covid

Catanzaro - Domenica prossima (14 marzo) l'associazione CulturAttiva propone il tour guidato “Catanzaro e la Seta - la storia, i luoghi, gli splendidi manufatti”.

Protagonista dell’iniziativa è, quindi, la seta.

Introdotta dai bizantini, fondatori della città e sviluppatasi al punto da rendere Catanzaro rinomata in tutta Europa, costituì per secoli la principale fonte di benessere economico per la popolazione.

Durante la passeggiata culturale, si andrà alla scoperta degli antichi quartieri dove la seta veniva lavorata e commercializzata; i luoghi-simbolo che raccontano quando profondo fosse il legame con il tessuto socio-economico e religioso in una società molto diversa da quella attuale.

Infine, accompagnati dal professor Sandro Scumaci, dell'Arciconfraternita del SS. Rosario, i partecipanti potranno ammirare gli splendidi manufatti custoditi nell’omonima chiesa, uno dei luoghi-simbolo della storia della seta a Catanzaro.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con il Bar One, che offrirà un “coffee break”, ovviamente secondo le normative anti-Covid in vigore, ragione per cui l’evento è a numero chiuso e per partecipare è necessaria la prenotazione.

Infoline: 339 6574421

IL PROGRAMMA COMPLETO – DOMENICA 14 MARZO

Ore 10.00: Ritrovo dei partecipanti in Piazza del Rosario davanti all’omonima chiesa ed accoglienza

Ore 10.15: Inizio tour e visita alla Chiesa e all’oratorio del SS. Rosario con focus sui meravigliosi paramenti sacri in seta custoditi all’interno della sagrestia.

Ore 11.00: Visita al quartiere Maddalena

Ore 11.30: Coffee break a cura del Bar One

Ore 12.00: Visita al quartiere Grecìa

Ore 12.30: Piccola sosta all’antico Largo Santa Chiara

Ore 12.45: Visita alla “Giudecca”, antico quartiere ebraico cittadino con il suo Vico dell’Onda.

Ore 13.00: Conclusione tour e saluti

  • Pubblicato in Cultura

Incendio in una scuola in disuso a Catanzaro, non si esclude l’ipotesi dolosa

Catanzaro - Incendio in una  scuola in disuso nel quartiere Aranceto, a Catanzaro.

Le fiamme si sono sviluppate intorno alle 17,40 di ieri, in una stanza nelle quale erano stati accatastati rifiuti di vario genere.

Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco che hanno anche interdetto l’accesso alla struttura, in vista di accertamenti tecnici finalizzati alla verifica delle condizioni di agibilità.

Per quanto riguarda le cause del rogo, al momento non viene esclusa l’ipotesi dolosa.

Sul posto sono intervenuti anche un funzionario dell'ufficio tecnico comunale e gli agenti della  polizia di Stato.

  • Pubblicato in Cronaca

A Catanzaro un San Valentino all’insegna della riscoperta del territorio e degli amori del passato con l’associazione CulturAttiva

Catanzaro - Si è svolta ieri, domenica 14 febbraio, l’iniziativa culturale dal titolo “Catanzaro, storie d’amore lungo l’antica via Mesa”, promossa dall’associazione CulturAttiva in collaborazione con il bar Colazione da Tiffany.

Scopo dell’iniziativa, proposta sotto forma di tour guidato, è stato quello di proporre la riscoperta del territorio nella giornata dedicata agli innamorati, che si è rivelata un ottimo pretesto per raccontare gli amori tumultuosi che videro come teatro la città di Catanzaro nei secoli scorsi e riscoprire la storia e le preziose “perle nascoste”che la città custodisce.

Una valida occasione per ritrovarsi in una luminosa e fresca domenica di febbraio anche durante la pandemia, che impone il rispetto delle misure di sicurezza, ma per fortuna non ci impedisce di vivere dei piccoli momenti di socializzazione all’aria aperta e alla giusta distanza.

Durante la passeggiata culturale lungo l’antica strada, denominata via Mesa, che congiungeva la porta di terra alla porta di mare e corrispondeva grosso modo all’odierno Corso Mazzini, insieme alla storia dei luoghi, è emerso dunque il racconto di passioni travolgenti consumatesi tra inganni, guerre e soprusi, come quello tra Antonio Centelles ed Enrichetta Ruffo; di amori giovanili incuranti delle rivalità politiche tra le proprie famiglie come quello che coinvolse Rachele de Nobili e Saverio Marincola. L’attenzione, però, si è focalizzata anche su alcuni dei luoghi-simbolo della città: la chiesa di San Giovanni, edificata con le pietre del castello normanno diroccato dagli stessi catanzaresi, nel XV secolo e custode di preziose tracce di arte e di fede; la chiesa di Sant’Omobono, preziosa testimonianza della Catanzaro medievale, in ottimo stato di conservazione, benché molto diversa da come appariva nel XII secolo, periodo della sua edificazione.

Poi, lungo il percorso verso sud, altri luoghi significativi della città come l’antico Real Liceo, oggi Convitto Nazionale “P. Galluppi”, dove si formarono ed insegnarono molti illustri calabresi e si coltivarono gli ideali liberali ed antiborbonici; l’antico Palazzo Morano, oggi sede della Prefettura e la Basilica dell’Immacolata, custode di numerose opere d’arte di grande pregio, come gli “Scarabattoli”, meravigliose sculture in cera realizzate agli inizi del ‘700 dalla suora napoletana Caterina de Julianis e raffiguranti quattro tematiche: “Il Tempo”, “Il Compianto su Cristo”, “La Natività” e “L’Adorazione dei Magi”. Le opere, fra le più suggestive del barocco meridionale, hanno affascinato i partecipanti al tour guidato, i quali hanno però notato che sono sprovviste di illuminazione e di apposite didascalie, elementi che contribuirebbero ad esaltare il grande fascino di opere davvero uniche.

Protagonista del tour guidato anche il tema dell’amore per gli ideali di libertà a cui hanno dedicato la vita molti patrioti, figli della nostra terra, i cui volti sono stati immortalati nei busti scolpiti da Francesco e Vincenzo Jerace e custoditi all’interno di Villa Margherita, il più antico giardino pubblico di Catanzaro. Lungo la passeggiata si sono volute ripercorrere anche le orme di George Gissing, intellettuale e scrittore inglese che si innamorò della nostra città, delle sue atmosfere, dei suoi paesaggi e anche dell’ospitalità dei suoi abitanti.  

Durante il tour affidato ad Angela Rubino, guida certificata e presidente dell’associazione CulturAttiva, c’è stato anche un momento dedicato al ristoro, curato dallo staff del bar Colazione da Tiffany, che ha coccolato il piccolo gruppo di partecipanti con ottimi dolcetti a tema.

L’iniziativa, come sempre, si è svolta nel pieno rispetto delle normative di sicurezza per contrastare il contagio da Covid19. 

  • Pubblicato in Cultura

Incidente stradale a Catanzaro, due feriti

Catanzaro - E’ di due feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto intorno alle 5.30 di oggi, sulla Ss 280 Dir, in prossimità della Cittadella Regionale di Catanzaro.

Nell’impatto sono rimaste coinvolte una Peugeot 206 ed una Ford Fiesta, i cui conducenti sono stati soccorsi e trasferiti in ospedale dai sanitari del 118.

La zona in cui è avvenuto lo scontro è stata messa in sicurezza dai vigili del fuoco, mentre i poliziotti della Stradale hanno effettuato i rilievi necessari a chiarire la dinamica del sinistro.

  • Pubblicato in Cronaca

Emily, la storia della neonata salvata dagli “angeli” dei reparti neonatale e chirurgia pediatrica dell’ospedaliera “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro

Riceviamo e pubblichiamo la testimoniana di una pagina di buona sanità calabrese.

A raccontarla, due genitori: Agazio Staglianò ed Alessia Bonifacio, residenti nel Catanzarese, che ringraziano gli “angeli” dei reparti Neonatale e Chirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro per aver salvato la vita alla loro piccola Emiliy.

«Emily è nata a Catanzaro lo scorso 15 luglio. Aveva 27 settimane. Pesava 1,130 kg.

Era una bambina fortemente prematura. Nonostante tutti ciò eravamo già i genitori più felici di questo mondo.

Portata subito in Terapia Intensiva, Emiliy è stata sottoposta a ventilazione invasiva per le prime 48 ore di vita mentre  nei successivi tre giorni le è stato praticato lo svezzamento dall’ossigeno.

Uno dei primi traguardi era stato raggiunto. Immediatamente cominciava la terapia antibiotica. I medici ci dicevano che sarebbe stata necessaria tanta pazienza e che con il passare del tempo tutto sarebbe andato bene e saremmo riusciti a “vedere” qualche buon risultato.

Tutto procedeva in modo stazionario.  Il 16 settembre accade quello che non ti aspetti: Emily all’improvviso peggiora. Ci sono segni evidenti di sepsi.

I medici ci dicono che la bambina deve essere operata. Non c’è altra soluzione. Ci crolla il mondo addosso  ma per fortuna l’intervento è andato bene. Trascorse le fatidiche 48 ore, tutto sembrava procedere bene fino a quando, dopo una settimana, ci si ripresenta davanti lo spettro di un nuovo intervento operatorio.

Ci siamo guardati in faccia senza sapere se fossimo stati in grado di sopportare di nuovo quello strazio. Ce l’abbiamo fatta. Emiliy ce l’ha fatta. Una vittoria magnifica ottenuta grazie agli “angeli in camice bianco”, dai medici al personale infermieristico fino agli Oss, dei reparti di Neonatologia e Chirurgia Pediatrica dell’ospedale “Pugliese – Ciaccio” di Catanzaro.

Un’equipe straordinaria, un gruppo di lavoro carico di sconfinata umanità e professionalità. Ci sono stati vicini sin dal primo giorno, la loro forza è stata la nostra forza. A loro va tutta la nostra gratitudine, stima e riconoscenza per averci svegliato da un incubo dal quale pensavamo di non uscirne mai più.

Invece l’angoscia si è trasformata in felicità senza freni.

 Se oggi siamo una famiglia gioiosa lo dobbiamo alla straordinaria vicinanza dimostrataci dal primario della Neonatale Maria lucente: una persona splendida che è stata con la nostra Emily per tutto il tempo dell’intervento.

Grazie di cuore a dottori, dottoresse, infermiere, infermieri e Oss  per il sostengono,  per le belle parole e per tutte le volte che ci avete confortato aiutandoci a risollevarci.

Grazie di cuore anche a medici e personale tutto della Chirurgia Pediatrica, reparto splendidamente rappresentato dal chirurgo Giuseppe Stranieri, dal dottor Capillo Stellario e dal Domenico Salerno, per aver tenuto in vita la nostra piccola stella con tutto l’impegno e l’amore che avevano nel cuore.

Li terremo per sempre nei nostri ricordi più indelebili,  non finiremo mai di ringraziarli.

Ma adesso che, dopo i cinque mesi trascorsi in ospedale sin dalla nascita, Emiliy  è a casa dove tra l’altro ha trascorso uno splendido Natale da cui non potevamo avere “regalo” più magnifico,  sentiamo che dobbiamo farlo pubblicamente.

Lo impongono il nostro cuore e la nostra mente. Sentiamo il dovere di per far sapere al mondo intero che qui a Catanzaro, all’Azienda Ospedaliera “Pugliese – Ciaccio”, ci sono i reparti di Neonatale e di Chirurgia Pediatrica che rappresentano il top dell’eccellenza.

Dei veri “angeli in camice bianco”».

 

Coronavirus, un positivo nel gruppo squadra del Catanzaro

“La società US Catanzaro 1929 comunica che, nel corso dei controlli previsti dai protocolli anti covid, è emersa la positività al virus di un elemento del gruppo squadra, che è asintomatico ed è stato posto in isolamento, secondo le direttive federali e ministeriali. La squadra prosegue il lavoro programmato nel rispetto delle disposizioni attualmente in vigore”.

E' quanto si legge in una nota diramata dall'Unione sportiva Catanzaro Calcio.

Catanzaro, Giovanna Cavaliere è il nuovo presidente dell’Ordine degli infermieri

L’Ordine delle Professioni lnfermieristiche di Catanzaro ha scelto i nuovi organi dirigenziali.

Nel pieno rispetto delle norme anti – Covid, lo ha fatto durante le elezioni celebrate in terza convocazione nei giorni 7, 8 e 9 dicembre scorsi.

La consultazione ha premiato la lista “Essere Infermiere” (l’unica in corsa) guidata da Giovanna Cavaliere, eletta presidente. Prende il posto dell’uscente Concetta Genovese.

Oltre alla neo presidente, il Consiglio Direttivo è composto anche dal vicepresidente Vincenzo Lacroce, dalla segretaria Ilaria Grande e dal tesoriere Leonardo Maiolo.

Completano l’organismo direttivo i consiglieri Ettore Alcaro, Santo Angotti, Michele Camera Fabiani, Loredana Carvello, Antonio Ciambrone, Pasquale Costantino, Emilia Cutullè, Giovanni Guarascio, Alessandro Pugliese, Luca Torcasio e Francesco Zinni.

Rinnovata pure la Commissione d’Albo Infermieri. Ne fanno parte Concetta Genovese (presidente), Antonino Rappoccio (vicepresidente), Angelo Bonaddio (segretario) e i consiglieri Caterina Capellupo, Gilda Ciacci, Isabella Corea, Antonello Gigliotti, Caterina Mercuri e Silvio Sabatino.

Nuova anche la Commissione d’Albo Infermieri Pediatrici formata dalla presidente Assunta Ranieri, dalla vicepresidente Gioconda Gentile, dalla segretaria Daniela Musco e dai consiglieri Pietro Paolo Muraca e Rossella Scalise.

Completa gli organi dirigenziali il Collegio dei Revisori dei Conti. I membri effettivi sono Mariarita Ciciarello e Davide Ranieri, mentre il supplente è Francesco Cisternino.

Perde il controllo dell’auto e finisce contro un muro, ferita una donna di 86 anni

Incidente stradale su via Indipendenza, a Catanzaro, dove, questa mattina, una Hyundai Atos, per cause in corso d’ accertamento, ha finito la sua corsa contro un muro. 

A bordo dell’auto viaggiava solo la conducente - una 86enne - che, dopo essere stata estratta dall'abitacolo dai vigili del fuoco, è stata affidata al personale sanitario del Suem118 per le cure del caso ed il successivo trasferimento in ospedale.

Nell’impatto, la malcapitata ha riportato la rottura di entrambe le gambe.

Sul posto, oltre ai sanitari ed ai vigili del fuoco, sono intervenuti gli uomini della polizia di Stato e della polizia locale.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS