La musica giovane e coinvolgente dei The Kolors per la XIX Festa nazionale dello stocco

La musica giovane e coinvolgente dei The Kolors animerà la XIX Festa nazionale dello stocco.

La manifestazione, organizzata dalla Pro loco di Cittanova presieduta da Pino Gentile e dallo sponsor ufficiale "Stocco&Stocco" dell'imprenditore Francesco D'Agostino, anche quest'anno tornerà ad unire i sapori unici dell'enogastronomia d'eccellenza e le note di successo della musica italiana.

Un binomio vincente e consolidato, che trasformerà il suggestivo viale Campanella di Cittanova in un vero e proprio teatro a cielo aperto.

Accanto alla tradizionale ed attesissima Festa dello Stocco, il 2019 regalerà al territorio le note dei he Kolors, idoli indiscussi per le giovani generazioni. Un appuntamento ad ingresso gratuito, firmato Maurizio Senese.

I The Kolors, attivi dal 2010, conoscono il successo nel 2015, grazie alla vittoria della quindicesima edizione del talent show “Amici di Maria De Filippi”. Il gruppo napoletano, composto da Antonio Stash Fiordispino (voce e chitarra) Alex Fiordispino (batteria e percussioni) e Daniele Mona (sintetizzatore e percussioni), nel 2018 ha preso parte alla 68ª edizione del Festival di Sanremo con il brano “Frida”. Tra i singoli più conosciuti Everytime, Out, You.

Nel 2019 arriva la pubblicazione del singolo Pensare Male, con la partecipazione di Elodie, che diventa subito tormentone estivo.

Con questi ingredienti, la XIX Festa nazionale dello stocco si preannuncia un nuovo incredibile successo di qualità e partecipazione.

Il gusto dei piatti tipici a base di stoccafisso e baccalà abbinato ai grandi concerti che da anni infiammano l'estate reggina. Un evento storicizzato, dal forte richiamo turistico, divenuto veicolo privilegiato per la promozione del territorio, delle sue tradizioni e delle sue tipicità. Tra sapori unici, identità e cultura.

"Stiamo lavorando ad un appuntamento davvero di qualità e alla portata di tutti – ha affermato il presidente della Pro loco Pino Gentile – e siamo certi che anche il 2019 saprà regalare al variegato pubblico della Festa un'esperienza unica ed un'immagine positiva di Cittanova da esportare nel mondo. La sinergia straordinaria tra la Pro loco e l'azienda Stocco&Stocco è un segnale di collaborazione virtuosa che prosegue nel tempo e rafforza il valore di comunità che da anni contraddistingue uno degli eventi più significativi dell'agenda culturale della nostra regione".

Armi in casa e parti d'auto nei capannoni, agricoltore in manette

Furto aggravato, riciclaggio, possesso illegale di armi e smaltimento illecito di rifiuti. Queste le accuse con le quali i carabinieri hanno tratto in arresto Domenico Nasso, agricoltore 58enne di Cittanova.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari delle Stazioni di San Giorgio Morgeto e Cittanova, con il supporto dei Cacciatori di Vibo Valentia, hanno rinvenuto in un armadio della camera da letto un fucile calibro 16, mentre in un ripostiglio è stata trovata una pistola calibro 22 e 45 proiettili di vario calibro.

Inoltre, insieme a personale specializzato, gli uomini dell'Arma hanno scoperto che gli impianti elettrici dell’abitazione e di un capannone industriale ubicato nelle vicinanze, erano alimentati abusivamente tramite un bypass alla rete.

Come se non bastasse, in due capannoni di proprietà dell’arrestato i carabinieri hanno rinvenuto centinaia di componenti d'auto, di cui l’uomo non avrebbe saputo fornire una plausibile giustificazione.

Infine, nel terreno di proprietà di Nasso, i militari hanno individuato una discarica abusiva di circa 4 mila metri quadrati nella quale erano stati riversati, senza alcuna autorizzazione e con potenziale danno all’ambiente, inerti edilizi, plastiche, componenti di autovetture e altro materiale.

Pertanto, dopo l'arresto ed in seguito all'udienza di convalida il 58enne è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Cittanova, oggi l'inaugurazione del monumento alle vittime innocentini della mafia

Sarà inaugurato alle 16,30 di oggi, in piazza Amendola, a Cittanova il monumento dello scultore Domenico Papalia dedicato ad Antonio Bertuccio, Giacomo Catalano, Rosario Iozia, Michele Germanò, Giuseppe Giovinazzo, Francesco Longo, Giovanni Mileto, Michele Piromalli, Luigi Timpano, Giovanni Ventra, Francesco Vinci e a tutti i caduti nella guerra alla ‘ndrangheta e alle organizzazioni mafiose.

All’inaugurazione del monumento, voluto dall’Amministrazione comunale di Cittanova, parteciperanno il sindaco Francesco Cosentino, il vescovo di Oppido-Palmi, Francesco Milito, il referente di Libera per la Piana di Gioia Tauro, Pino Demasi, la vicepresidente nazionale di Avviso pubblico, Maria Antonietta Sacco, il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto e i rappresentanti dell’associazione Piana Libera.

L’evento sarà preceduto da un momento di riflessione e fede con la Santa Messa dedicata alle Vittime innocenti di mafia, alle ore 10 e 30 nella Chiesa matrice.

Il percorso di memoria voluto dall’Amministrazione comunale di Cittanova è stato avviato nel settembre 2016, con l’intitolazione del Polo della Legalità a Francesco Vinci, studente ucciso dalla ‘ndrangheta nel 1976, la cui vicenda portò in strada oltre 5.000 studenti in quella che è considerata la prima Marcia antimafia in Italia.

L’intitolazione del Polo ha avuto un significativo sviluppo, portando i Comuni di Cittanova e Vimodrone (Milano) a gemellarsi nel 2017, realizzando il percorso “Costruiamo strade di memoria” nel segno di Francesco Vinci e Lea Garofalo, con due importanti iniziative tenute in Lombardia e in Calabria.

Nel 2018, nei mesi di aprile e maggio, il percorso si è arricchito con un’altra fondamentale tappa: l’intitolazione delle sale del Polo della Legalità al vicebrigadiere Rosario Iozia, caduto nelle campagne di Cittanova, e ad altri nove cittanovesi che hanno versato il loro sangue innocente a causa della barbarie mafiosa: Antonio Bertuccio, Giacomo Catalano, Michele Germanò, Giuseppe Giovinazzo, Francesco Longo, Giovanni Mileto, Michele Piromalli, Luigi Timpano e Giovanni Ventra.

«Il percorso di Cittanova – spiega il sindaco Francesco Cosentino – come un filo indelebile che vuole legare la memoria dei nostri caduti all’impegno attuale della nostra Comunità, ci condurrà domenica prossima a inaugurare il Monumento dedicato alle Vittime innocenti di mafia. Si tratta di un passaggio fondamentale per una Comunità come la nostra, in una regione come la Calabria e in una provincia come quella di Reggio che hanno bisogno di simboli e di segni tangibili per intraprendere la strada del riscatto. Invito quindi i cittanovesi e tutti coloro che avvertono l’esigenza di un rinnovato impegno civile a essere presenti con noi in piazza, per un evento che partendo dall’esempio delle Vittime innocenti vuole riaffermare con forza i valori di democrazia, libertà e giustizia».

Violenza sessuale su un minore, arrestato 53enne

I carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Palmi, su richiesta della locale Procura, a carico di un 53enne di Cittanova, ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale aggravata ai danni di un minorenne.

Il provvedimento giunge al termine di un’attività investigativa avviata dall’Arma di Taurianova, in seguito alla denuncia con la quale il genitore di un ragazzo sedicenne, affetto da lieve infermità, ha raccontato che l’indagato, nel corso di una serata della scorsa estate, sfruttando il rapporto di conoscenza e fiducia, ha convinto il figlio a seguirlo nella sua abitazione con la scusa di dover prendere delle bevande.

L’uomo però, una volta in casa, avrebbe indotto il giovane a subire atti sessuali.

La delicata e articolata indagine condotta dai militari, supportata anche da attività tecnica e dall’ausilio di personale specializzato nell’ascolto di vittime di violenza, avrebbe consentito di trovare puntuali riscontri al racconto del minore e di conseguenza di raccogliere gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico dell’indagato.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato ristretto nel carcere di Reggio Calabria-Arghillà.

Tutto pronto per il Gran Carnevale Cittanovese

Tutto pronto per il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese. I prossimi 3 e 5 marzo, la kermesse di carri allegorici e gruppi in maschera si muoverà per le vie della cittadina pianigiana nel solco di una tradizione entusiasmante e suggestiva.

L’evento, interamente organizzato dall’Associazione “Nuovo Carnevale Cittanovese” con la collaborazione con il Comune di Cittanova, metterà in campo un programma coinvolgente, capace di dialogare con la voglia di puro divertimento di grandi e piccini.

La sfilata prenderà il via alle ore 15,00 dalla Villa Comunale di Cittanova e proseguirà fino a sera, animata da numerosi gruppi organizzati. Uno spiegamento notevole, composto da oltre seicento “personaggi” collegati ai temi trattati dai sei carri allegorici realizzati da mani sapienti di artisti locali. 

A conclusione delle due giornate, quindi, la grande festa in maschera in piazza Calvario. Il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese metterà insieme associazioni e cittadini, portando in strada migliaia di persone dell’intero territorio.

Una cartolina straordinaria e positiva per Cittanova e per la sua comunità. 

Tutto pronto per il Gran Carnevale Cittanovese

Tutto pronto per il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese. I prossimi 3 e 5 marzo, la kermesse di carri allegorici e gruppi in maschera si muoverà per le vie della cittadina pianigiana nel solco di una tradizione entusiasmante e suggestiva.

L’evento, interamente organizzato dall’Associazione “Nuovo Carnevale Cittanovese” con la collaborazione con il Comune di Cittanova, metterà in campo un programma coinvolgente, capace di dialogare con la voglia di puro divertimento di grandi e piccini.

La sfilata prenderà il via alle ore 15,00 dalla Villa Comunale di Cittanova e proseguirà fino a sera, animata da numerosi gruppi organizzati. Uno spiegamento notevole, composto da oltre seicento “personaggi” collegati ai temi trattati dai sei carri allegorici realizzati da mani sapienti di artisti locali. 

A conclusione delle due giornate, quindi, la grande festa in maschera in piazza Calvario. Il ritorno del Gran Carnevale Cittanovese metterà insieme associazioni e cittadini, portando in strada migliaia di persone dell’intero territorio.

Una cartolina straordinaria e positiva per Cittanova e per la sua comunità. 

A caccia senza licenza, 63enne finisce nei guai

Un uomo di 63 anni è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Cittanova, con l'accusa di porto abusivo d'arma comune da sparo in luogo pubblico.

In particolare, l'arresto è scattato quando i militari hanno trovato il 63enne, a caccia in contrada San Leone di Cittanova.

L'uomo, seppur sprovvisto della licenza di caccia, è stato sorpreso a sparare con un fucile calibro 12, regolarmente detenuto.

Per tale ragione è stato tratto in arresto in flagranza di reato 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Controlli dei CC del fine settimana: elevate sanzioni per circa 20mila euro

Durante lo scorso fine settimana i carabinieri della Compagnia di Taurianova hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio a Cittanova e Taurianova finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori, dei delitti in materia stupefacenti, delle condotte di guida in stato di alterazione psicofisica, nonché di contrasto al lavoro nero.

Il servizio svolto ha portato al deferimento all’Autorità Giudiziaria di 6 persone, per i reati di combustione illecita di rifiuti, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, guida in stato di ebbrezza, nonché ad elevare sanzionare amministrative per un totale di circa 19.000 euro.

In particolare, un giovane di Polistena M.F. di 28 anni, gravato da precedenti di polizia per stupefacenti, è stato fermato in auto e trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente. La perquisizione è stata estesa ad un casolare nella sua disponibilità ove, occultato in una intercapedine, sono stati rinvenuti ulteriori 15 grammi di marijuana.

Nel medesimo contesto tre persone, D.F. 35enne, F.C. di 19 anni e C.V. di 20 anni, tutti di Taurianova, sono stati sorpresi da militari della Stazione di San Martino di Taurianova in un fondo agricolo privato prossimo ad un corso d’acqua, mentre incendiavano un cumulo di rifiuti composto da pneumatici, parti di auto, cerchioni e vario materiale plastico.

Nel corso dei controlli stradali altre 4 persone sono state fermate in auto in evidente stato di alterazione, dovuta all’assunzione di alcolici. A tutti è stata ritirata la patente.

I carabinieri della Stazione di Cittanova, insieme ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Reggio Calabria, hanno svolto un controllo ispettivo ad una falegnameria di Cittanova. Nel corso della verifica sono stati sorpresi 3 lavoratori privi di un valido contratto di lavoro, e l’azienda è stata sanzionata di oltre 11.000 euro, nonché sottoposta a sospensione dell’attività imprenditoriale.

Nella rete dei controlli sono finiti infine anche cinque cacciatori, i quali sono stati sorpresi a praticare l’attività venatoria nelle immediate vicinanze di una strada carrozzabile di Cittanova, non rispettando le prescrizioni della legge che impone una distanza minima nello svolgimento della caccia, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità di terzi soggetti. I cinque sono stati sanzionati amministrativamente per oltre 1.000 euro.

Nel corso del servizio straordinario sono stati controllati complessivamente 102 persone e 68 mezzi, è stato verificato il rispetto delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria a 8 persone pregiudicate, già sottoposte a misure restrittive nel territorio, ed ispezionati 3 locali pubblici.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS