Fucile e munizioni nascosti nella mangiatoia della stalla, arrestato 63enne

Con l’accusa di detenzione illegale di armi clandestine, questa mattina, i carabinieri della Compagnia di Taurianova e dello Squadrone Cacciatori “Calabria” hanno arrestato Antonio Sorbara, 63enne di Cittanova.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell’uomo, i militari hanno rinvenuto, occultati tra la rete ed il materasso di una camera da letto, due borse contenenti circa 170 munizioni calibro 12 e 2 fucili.

Una volta esteso il controllo ad un terreno di proprietà dell’arrestato, i carabinieri hanno individuato, nella mangiatoria di una struttura adibita a stalla, altre 30 cartucce calibro 20 ed un fucile.

I tre fucili e le 200 munizioni sono stati posti sotto sequestro, in attesa di ulteriori accertamenti; mentre l’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Grande successo per la XVIII edizione della Festa nazionale dello stocco a Cittanova

Un nuovo, straordinario successo. La XVIII Festa nazionale dello stocco ha rinnovato l’annuale appuntamento tra il grande pubblico dell’estate calabrese e i sapori unici dell’enogastronomia d’eccellenza.

Tra tradizione, cultura e identità. Un traguardo importante, quello centrato dalla manifestazione cittanovese, che ha raggiunto i diciotto anni di vita nel solco di un binomio vincente e ampiamente riconosciuto: il gusto dei piatti a base di stocco e baccalà, preparati da chef qualificati secondo le ricette più autentiche della cucina calabrese, e le grandi note della musica italiana.

La sagra, da una parte, ad incantare i palati e gli occhi di migliaia di degustatori nel suggestivo viale Campanella; il concerto di Piero Pelù, dall’altra, a far cantare almeno due generazioni di fans.

A vincere, come sempre, l’idea di valorizzazione di una terra stupenda, capace di coniugare bellezza, accoglienza e vitalità. Ha vinto Cittanova, insomma. Ancora una volta, abbracciando il passato, il presente e il futuro della Calabria migliore.

La serata dell’11 agosto ha regalato emozioni ed esperienze importanti. Su tutte, la squisitezza di un prodotto che non perde mai la sua brillantezza. Le pietanze a base di stoccafisso hanno ricucito secoli di tradizione culturale ed enogastronomica del territorio.

I numeri incredibili fatti registrare dalla sagra hanno certificato il successo indiscusso di questo evento. La XVIII Festa nazionale dello stocco è un evento storicizzato, organizzato e promosso dall’Associazione turistica “Pro loco” di Cittanova e dallo sponsor ufficiale Stocco&Stocco di Francesco D’Agostino, con il patrocinio del comune di Cittanova e del Consiglio regionale della Calabria. 

«Abbiamo centrato un nuovo successo - ha commentato il presidente della Pro loco Giuseppe Gentile – e siamo orgogliosi per quello che la Festa è ormai diventata per la Calabria. Il nostro binomio continua a vincere e a convincere migliaia di persone, tra cittadini, appassionati, turisti. La qualità premia sempre. Un grazie al Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio, che ha presenziato all’evento, unendosi agli organizzatori per la premiazione del cantautore Piero Pelù. Siamo certi – ha concluso Gentile – che ancora una volta da Cittanova è stata spedita una cartolina autentica e straordinaria, raffigurante la Calabria migliore».

 

Tutto pronto per la festa dei 400 anni di Cittanova

Il 12 agosto 1618 Girolamo Grimaldi, principe di Gerace e possessore dell’immenso feudo che si estendeva da Gerace a Radicena, emanò il bando con cui fece confluire i superstiti dei villaggi rasi al suolo da peste e terremoti tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento. Aveva chiesto ed ottenuto l’assenso del re di Napoli e di Spagna di edificare il “Nuovo Casal di Curtuladi”, poi Casalnuovo: a quella data risale la nascita della cittadina al margine sud-orientale della Piana di Gioia Tauro, sulla destra del Torrente Serra, che nel 1852, per decreto reale di Ferdinando II di Borbone, assunse l’attuale denominazione di Cittanova.

I quattrocento anni di Cittanova non sono privi di ferite, come quelle lasciate dal violento sisma del 5 febbraio 1783 denominato “il flagello”. Ma ad ogni tragico evento gli abitanti hanno risposto con forza e amore, facendo risorgere e rifiorire il comune porta d’Aspromonte. Sono tanti i cittanovesi illustri che hanno portato e continuano a portare alta la storia di “Cittanova Città Gentile”. A loro ed a tutti i cittadini è dedicata la festa di compleanno per cui l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Cosentino ha allestito un calendario estivo intensissimo, di grande forza attrattiva e turistica.

Dopo la serata speciale di STARtalk con Nicola Gratteri, Procuratore di Catanzaro, che ha riempito piazza Calvario, è in corso la XVIII Festa nazionale dello Stocco, che si concluderà proprio sabato 11 agosto con il concerto di Piero Pelù, ma sono ancora vive le serate di “Cittanova4Century”, rassegna di musica, cinema e spettacolo che ha ospitato in città il Premio Oscar Gianni Quaranta insieme a grandi ospiti.

Continua la rassegna “Estate Bambina”, che da luglio allieta i più piccoli con cinema, artisti di strada e animazioni per i più piccoli, e sono previsti tanti altri appuntamenti fino a settembre, tra teatro, musica e spettacoli, come il “Tradizionandu Etnofest” (18 e 19 agosto) e lo spettacolo di Nino Frassica & Los Plaggers Band (sabato 25 agosto) che chiude idealmente l’estate, aprendo agli appuntamenti di settembre, tra Piana Eco Festival e festeggiamenti in onore del Santo Patrono, San Girolamo.

Ma l’attenzione si sposta su domenica 12 agosto, giorno del compleanno all’insegna di musica e teatro. I festeggiamenti partono alle 9 per le vie cittadine con la sfilata della Banda comunale di Cittanova diretta dal maestro Gianni Romano. Dopo la Santa Messa per i 400 anni celebrata dal parroco Giuseppe Borelli nella Chiesa Matrice l’appuntamento è nella Villa Comunale con la Concert band di Melicucco diretta dal maestro Maurizio Managò, che nel pomeriggio continuerà a sfilare suonando per le cittadine per passare poi il testimoneall’Orchestra giovanile di fiati di Delianuova diretta dal maestro Gaetano Pisano, in concerto nella Villa Comunale.

La sera tutti in piazza San Rocco per assistere a “Nascita e resurrezione di Cittanova”, produzione teatrale originale per i 400 anni di Giuseppe Manfridi, con la regia di Antonio Salines. A mezzanotte gran finale con lo spettacolo di giochi pirotecnici al tempo di musica.

 

XVIII Festa nazionale dello stocco, il programma

«La Festa nazionale dello stocco rappresenta uno straordinario veicolo di promozione e valorizzazione per Cittanova e per l’intero territorio calabrese».

È quanto dichiarato dal presidente dell’associazione turistica Pro loco di Cittanova Giuseppe Gentile in apertura della conferenza stampa di presentazione della XVIII Festa nazionale dello stocco. All’interno della sala convegni della biblioteca comunale “V. De Cristo”, la manifestazione è stata spiegata nei dettagli, a partire dal programma di attività culturali che prenderà il via domani.

Presenti al tavolo di presidenza, insieme a Gentile, anche l’imprenditore Francesco D’Agostino e il vicesindaco di Cittanova Anselmo Ladelfa.

“Questo straordinario evento compie diciotto anni – ha ricordato Giuseppe Gentile – e la maturità culturale, sociale e logistica raggiunta è per tutti noi motivo di orgoglio. Oggi, con le nuove e stringenti norme per lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche, è molto più complesso che in passato realizzare format di questo genere. E tuttavia, grazie ad una straordinaria macchina organizzativa e alla sinergia positiva creata tra tutti i soggetti coinvolti, è possibile superare le tante difficoltà presenti lungo il percorso. Un grazie, allora, lo intendo rivolgere allo sponsor ufficiale Francesco D’Agostino, titolare dell’azienda “Stocco&Stocco”, per il supporto continuo e appassionato. Un grazie all’Amministrazione comunale per il fattivo contributo, al Consiglio regionale per il patrocinio e a tutti coloro i quali si adoperano affinché la Festa diventi sempre migliore e sempre più importante. Alle spalle abbiamo un passato suggestivo e gratificante – ha concluso il Presidente dell’Associazione “Pro loco” – ma la nostra attenzione è già rivolta al futuro, sempre più consapevoli del ruolo culturale e sociale di questa manifestazione”.

Quindi le parole dell’imprenditore Francesco D’Agostino, titolare dell’azienda “Stocco&Stocco”, sponsor ufficiale della festa.

«Ricordo con esattezza le emozioni vissute il 13 agosto del 2001 – ha esordito – quando iniziò questo cammino incredibile. L’artista di punta, allora, si chiamava Mino Reitano, uomo di Calabria ed esempio positivo di amore e dedizione per questa terra. Da allora la sfida si ripete, anno dopo anno, e noi siamo felici di affrontarla, con passione ed entusiasmo. La Festa Nazionale dello Stocco è un format vincente, coinvolgente, costruito su un binomio consolidato. Da una parte l’enogastronomia d’eccellenza, dall’altra le grandi note della musica italiana. Anche la 18ª edizione muoverà da questa struttura complessiva, affidando la riuscita della serata conclusiva dell’11 agosto all’abilità di importanti chef e alla carica eccezionale di Pierò Pelù, protagonista indiscusso del rock italiano». «La mia azienda – ha aggiunto ancora D’Agostino – è orgogliosa di essere parte integrante di questo progetto. Un progetto sano, lungimirante, che sta facendo conoscere Cittanova e la Calabria in giro per l’Italia e per il mondo, esaltandone i valori positivi».

In sala, tra gli ospiti della conferenza, anche Francesco Morano, progettista dell’evento, cui è stato rivolto un particolare ringraziamento.

Ulteriore elemento qualificante della XVIII Festa nazionale dello Stocco sarà la premiazione dell’artista Pierò Pelù da parte dell’associazione Pro loco, dell’azienda “Stocco&Stocco”, della Regione Calabria e dell’amministrazione comunale di Cittanova.

A lui verrà conferito il premio “Calabria nel Cuore”, alla luce dello sforzo costante profuso per le battaglie sociali e culturali riguardanti la regione calabrese.

In chiusura di conferenza l’intervento del vicesindaco di Cittanova Anselmo Ladelfa. «Porto i saluti del Sindaco Francesco Cosentino – ha affermato – ed esprimo l’immenso piacere di prendere parte a questo momento di condivisione di un percorso virtuoso. Sappiamo bene come alle spalle di un evento del genere ci sia un lavoro straordinario, sacrificante e complesso, da parte di tanti. Tuttavia, proprio questo sforzo consente il raggiungimento di un obiettivo importante per la promozione e la valorizzazione di questa città e del suo territorio, fornendo nuovi strumenti di riflessione sul futuro della Calabria. L’amministrazione comunale è al fianco di questi percorsi d’eccellenza e lavora affinché questi possano crescere e raccontare sempre nuove storie positive. Nell’anno del quattrocentesimo compleanno di Cittanova, tra l’altro, questi sentimenti assumo un valore ancora più intenso e coinvolgente».

La XVIII Festa nazionale dello stocco è organizzata e promossa dalla Pro loco e dallo sponsor ufficiale Stocco&Stocco di Francesco D’Agostino, con il patrocinio del comune di Cittanova e del Consiglio regionale della Calabria.

IL PROGRAMMA COMPLETO

7 agosto - L’inizio domani pomeriggio, alle ore 18,00, con la conferenza stampa di presentazione della XVIII Festa Nazionale dello Stocco presso la biblioteca comunale “V. De Cristo” di Cittanova – Piazza Calvario. A seguire la visita alla Villa Comunale “Carlo Ruggiero”, monumento nazionale, e la visita allo stabilimento dell’azienda “Stocco&Stocco”.

8 agosto – Mercoledì, un intero pomeriggio dedicato alla Villa Comunale “Carlo Ruggiero”. Alle 18,00 l’inaugurazione della mostra fotografica “I borghi di Calabria” a cura di Enzo Galluccio; alle ore 19,00 la visita guidata al “salotto verde” di Cittanova, con l’installazione di schede illustrative; alle 22,00 lo spettacolo di balli e musica del gruppo Majorettes “Città di Cittanova”.

9 agosto – La giornata di giovedì mette in programma la mostra d’arte contemporanea dell’artista Pino Caminiti, con apertura alle ore 18,00 presso la biblioteca comunale di Piazza Calvario. Sempre in biblioteca, alle ore 18,30, l’inaugurazione di una seconda mostra, curata dall’Associazione Pro Loco, questa volta dedicata all’artigianato della tradizione cittanovese. Poi, alle ore 18,30 in via San Rocco e in Villa Comunale, la distribuzione di materiale illustrativo sui Flag dello Stretto. In chiusura di giornata, alle ore 21,30, concerto di artisti locali in piazza Garibaldi, con l’esibizione finale di Louis Manno e la sua band.

10 agosto – Venerdì prossimo, alle ore 21,30 presso la biblioteca comunale “V. De Cristo”, la presentazione del progetto “I casali scomparsi e le bellezze del territorio”, con proiezione di immagini e video. Nel pomeriggio, visita guidata ai luoghi della cultura cittanovese, con raduno presso la Villa Comunale alle ore 18,00, ed esposizione delle eccellenze regionali alle ore 18,30 in viale San Rocco.

11 agosto – In attesa del grande atto conclusivo della Festa, in mattinata l’escursione lungo l’itinerario naturalistico – archeologico dello Zomaro, a cura dell’Associazione Gente in Aspromonte e del referente Giuseppe D’Amico. Raduno alle ore 9,00 presso la Villa Comunale “Carlo Ruggiero”. In serata, infine, la Sagra dello Stocco a partire dalle ore 19,00 in viale Campanella, e il concerto di Piero Pelù a partire dalle 21,30.

 

 

Nicola Gratteri torna a Cittanova, appuntamento l’8 agosto

Nicola Gratteri, Procuratore di Catanzaro, uno dei magistrati italiani più importanti e conosciuti del mondo per i risultati raggiunti nella lotta alla mafia ed al narcotraffico internazionale, è l’atteso ospite della rassegna Star Talk, organizzata dall’associazione Incroci, nell’ambito delle celebrazioni per i 400 anni di Cittanova.

L’appuntamento è per domani, mercoledì 8 agosto, alle ore 22, nella suggestiva cornice di piazza Calvario.

Nicola Gratteri, che torna per la seconda volta a Cittanova, sarà intervistato dalla giornalista Paola Bottero.

Terzo di cinque figli, Gratteri è nato a Gerace (Rc), nella Locride. Laureato in giurisprudenza all’Università di Catania, due anni dopo entra in magistratura. Da sempre in prima linea contro la ‘ndrangheta, vive sotto scorta dall’aprile del 1989. Nel 2009 è nominato procuratore aggiunto della Repubblica a Reggio Calabria. Dal 21 aprile 2016 è il Procuratore della Repubblica di Catanzaro.

Oltre al lavoro interno alla Dda, Gratteri viene chiamato dalle istituzioni per aiutare nella lotta contro la criminalità organizzata. Nel 2013 il Presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta lo nomina componente della task force per l’elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata. Nel febbraio 2014 è data per certa la sua nomina a Ministro della giustizia per il nuovo Governo Renzi, che invece andrà ad Andrea Orlando. Pochi giorni dopo la presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, annuncia la nomina di Gratteri come consigliere della commissione. Ad agosto 2014 il Presidente del Consiglio Matteo Renzi lo nomina Presidente della commissione per l’elaborazione di proposte normative in tema di lotta alle mafie. Nel giugno 2017 il ministro degli Esteri Angelino Alfano lo sceglie per rappresentare l’Italia nell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce).

Gratteri trova anche il tempo per coltivare il suo orto e per scrivere saggi di approfondimento con l’amico e docente Antonio Nicaso: ad oggi 14 titoli, tutti di successo, tra i quali si ricordano: Fratelli di sangue (Pellegrini 2007), La Malapianta (Mondadori 2010), Dire e non dire. I dieci comandamenti della ‘ndrangheta nelle parole degli affiliati (Mondadori 2012), Acqua santissima. La Chiesa e la ‘ndrangheta. Storie di potere, silenzi e assoluzioni (Mondadori 2013), Oro Bianco. Storie di uomini, traffici e denaro dall’impero della cocaina (Mondadori 2015), Padrini e padroni. Come la ‘ndrangheta è diventata classe dirigente (Mondadori 2016), L’inganno della mafia. Quando i criminali diventano eroi (Rai-Eri 2017), Fiumi d’oro. Come la ‘ndrangheta investe i soldi della cocaina nell’economia legale (Mondadori 2017).

“Cittanova4Century”: da venerdì grandi protagonisti per tre giorni di cinema, musica, cultura e spettacolo

Un grande fine settimana di musica, cinema, spettacolo e cultura per Cittanova.

Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 agosto il suggestivo scenario di piazza Calvario, a partire dalle ore 21:30, farà da cornice a “Cittanova4Century”, la rassegna con grandi ospiti che rappresenta una vera e propria narrazione identitaria in occasione dei 400 anni del centro pianigiano, una delle porte dell’Aspromonte e crocevia di importanti suggestioni culturali.

La rassegna, fortemente voluta dall’amministrazione comunale di Cittanova guidata da Francesco Cosentino, è stata ideata e sarà condotta dai giornalisti Paola Bottero e Alessandro Russo.

Ospite d’onore per tutte è tre le serate sarà Gianni Quaranta, vincitore del Premio Oscar per la scenografia per “Camera con vista” di James Ivory, che ha lavorato con i grandi del cinema italiano e internazionale: solo per citarne alcuni, oltre ad Ivory, Franco Zeffirelli (“Fratello sole, sorella luna”, “Gesù di Nazareth”, “Otello”), Bernardo Bertolucci (“Novecento”), Lina Wertmüller (“Tutto a posto e niente in ordine”) e Gérard Corbiau (“Farinelli voce regina”, per il quale si è aggiudicato il César).

Tre temi, uno per serata – radici, donne e amore – saranno sviluppati attraverso prestigiosi ospiti, in un alternarsi di esibizioni e di interviste che porteranno al finale con la proiezione di tre importanti film: “Tutti i soldi del mondo” di Ridley Scott, che parla del rapimento di Paul Getty junior e della stagione dei sequestri in Aspromonte che “marchiò” in negativo la Calabria a livello mondiale; “Ninna nanna”, di due giovani registi, il calabrese Enzo Russo e Dario Germani (entrambi presenti a Cittanova), che offrirà lo spunto per parlare di maternità e universo femminile; “Bismillah”, cortometraggio del giovane regista calabrese Alessandro Grande (presente con il produttore Luca Marino), vincitore del David di Donatello 2018, un’opera pluripremiata che senza retorica si immerge con semplicità nel mondo di una famiglia normale di migranti e che aiuterà a riflettere sul significato della parola amore.

La musica offrirà forti emozioni con tre protagonisti assoluti: Francesco Loccisano, maestro di chitarra battente con collaborazioni nazionali e internazionali; Marinella Rodà (accompagnata da Alessandro Calcaramo alla chitarra e da Rocco Camera alla fisarmonica), una delle voci più belle della nostra terra; Fabio Macagnino, voce e chitarra irriverenti e talentuose, che ha portato una ventata di novità nel panorama musicale calabrese.

Due giovani attori calabresi saranno tra i mattatori delle prime due serate: Alessio Praticò, uno dei protagonisti della serie Tv Sky di Niccolò Ammanniti “Il miracolo” (girata in parte a Cittanova), che ha al suo attivo ruoli importanti in film come “Lea” di Marco Tullio Giordana e “Antonia”, prodotta da Luca Guadagnino, e partecipazioni rilevanti a fiction e serie come “Solo” e “Il cacciatore”; Annalisa Insardà, che è approdata al cinema con “L’ospite segreto” di Paolo Modugno, “Lettere dalla Sicilia” di Manuel Giliberti e “Un battito di vita” di Virginia Barrett, lavorando anche in fiction televisive di successo come “Vivere”, “Ricominciare”, “Carabinieri”, “Un caso di coscienza”.

Il mondo della cultura e dell’informazione avrà tre importanti momenti con la corrispondente Rai da Bruxelles nonché vicedirettore della Tgr Rai nazionale, Giuseppina Paterniti, e con gli scrittori Mimmo Gangemi e Gioacchino Criaco, tra i più alti rappresentanti della narrativa calabrese, proiettati con le loro opere a livello internazionale.

Il mondo dell’imprenditoria sarà rappresentato da Antonella Dodaro, amministratore di Finedit (già società editrice del Quotidiano della Calabria), mentre per le istituzioni saranno presenti il presidente del Parco d’Aspromonte Giuseppe Bombino e il presidente del Consiglio regionale della Calabria Nicola Irto.

Nella serata conclusiva della rassegna, domenica 5 agosto, dopo il successo della scorsa estate tornerà a Cittanova Gerardo Sacco, il maestro orafo che il mondo ci invidia e che mostrerà alcune delle sue opere e ritroverà il Premio Oscar Gianni Quaranta con il quale ha collaborato per alcune opere di Franco Zeffirelli.

La rassegna, organizzata dall’Associazione culturale Incroci, ha il patrocinio della Calabria Film Commission.

Piero Pelù alla Festa nazionale dello stocco di Cittanova

La Festa nazionale dello stocco, per la sua 18ª edizione, mette in cartellone l’unica data calabrese del “Warm Up Tour” di Piero Pelù.

Un evento straordinario, ad ingresso libero, che riconferma la caratura nazionale dell’evento cittanovese.

Il prossimo 11 agosto, il cantante toscano, anima e voce storica dei Litfiba, calcherà il palco di viale Campanella a Cittanova, regalando una serata eccezionale alle decine di migliaia di persone presenti per la celebre kermesse organizzata dalla associazione “Pro Loco” del presidente Pino Gentile e dell’Azienda “Stocco&Stocco” di Francesco D’Agostino, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Cittanova.

Un vero e proprio regalo per i 400 anni dalla nascita del comune di Cittanova, che rinnoverà il binomio vincente marchio di fabbrica delle Festa nazionale dello stocco, ovvero i sapori autentici dell’enogastronomia d’eccellenza calabrese, uniti alle note della grande musica italiana.

Il concerto di Piero Pelù, che vede la collaborazione di Esse Emme Musica, sarà gratuito e chiuderà, in crescendo, la tradizionale Sagra dello Stocco.  

L’artista fiorentino, vera icona rock italiana, poterà sul palco un live show energico e coinvolgente, che ripercorrerà la sua carriera solista proponendo tutte le sue hit, da Toro Loco a Prendimi Cosi, da Dea Musica a Io Ci Sarò, da Tribù a Viaggio, senza dimenticare alcuni brani classici del repertorio dei Litfiba. Otto date dedicate ai tantissimi fans di Piero Pelù che percorreranno l’Italia, dal Friuli alla Sicilia, passando per Cittanova. 

 

 

'Ndrangheta: catturato elemento di spicco di una cosca. Era latitante da due anni

I carabinieri del Gruppo di Gioia Tauro e dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria, con il supporto del Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno catturato ii latitante Girolamo Facchineri, di 52 anni.

L'uomo, ritenuto elemento di spicco dell'omonima cosca operante a Cittanova e nelle zone limitrofe, era latitante dal luglio 2016, quando si era sottratto all’esecuzione del fermo di indiziato di delitto emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, poiché accusato di aver favorito la latitanza di due esponenti di vertice delle cosche operanti nell’area tirrenica reggina.

La cattura di Facchineri rappresenta l'epilogo di un' articolata indagine avviata nell'ottobre del 2017, con il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

Gli investigatori del Gruppo di Gioia Tauro, con l'ausilio dei Cacciatori di Calabria, hanno sviluppato le prime informazioni e monitorato le persone vicine al 52enne.

I militari hanno, così, individuato l’impervia area aspromontana, tra Cittanova e San Giorgio Morgeto, in cui, tra la fitta vegetazione, era stato allestito un casolare abbandonato che dava rifugio al ricercato.

Una volta bloccato dai carabinieri, l'uomo non ha opposto alcuna resistenza.

Nel casolare, ubicato in contrada Longo di Cittanova, sono stati rinvenuti visori notturni, binocoli, ricetrasmittenti, una pistola scacciacani, un boiler per l’acqua calda e pannelli solari per la produzione di energia elettrica.

Già condannato in primo grado nell’ambito del procedimento che ha originato l’odierno arresto, Faccineri è imputato in secondo grado di giudizio per i reati di associazione di tipo mafioso e favoreggiamento personale aggravato e dovrà attendere l’esito del processo in carcere.

 

Sottoscrivi questo feed RSS