Chiaravalle Centrale, grandi applausi per il concerto di Natale a teatro

Uno spettacolo di altissimo livello artistico ha inaugurato il doppio appuntamento con i concerti di Natale a Chiaravalle Centrale.

Il teatro Impero ha ospitato la straordinaria performance musicale dell'Amazing guitar trio (Danilo Bonazza, Vincenzo Macrì, Mattia Pirrone) e del DinamicaMente duo più duo (Giampaolo Macrì, Stefano Zinetti, Vincenzo Macrì e Mattia Pirrone) che hanno deliziato la platea con una ricchissima proposta di brani.

Nella prima parte di serata, il trio di chitarre composto da Danilo Bonazza, Vincenzo Macrì e Mattia Pirrone ha eseguito: “Slow snow” di Guy Bergeron, “Rumores de la Caleta” di Isaac Albeniz, “Trio op. 12” di Filippo Gragnani, “Ciaccona e Giga” di Silvius Leopold Weiss, “Danze spagnole n. 2 e 10” di Enrique Granados, “Triptuk” di Guy Bergeron, “Danza spagnola n. 5” di Enrique Granados. La seconda parte ha visto esibirsi Giampaolo Macrì al flauto, Stefano Zinetti al clarinetto, Vincenzo Macrì e Mattia Pirrone alle chitarre, nel “Quartetto op. 8” di Filippo Gragnani (allegro, adagio, minuetto, rondò).

Oltre un'ora di spettacolo, condotto da Caterina Menichini nelle vesti di presentatrice, che ha suscitato i ripetuti e convinti applausi del pubblico presente. L'evento, promosso dall'Associazione dei musicisti chiaravallesi, in collaborazione con la Consulta della Cultura e il patrocinio dell'amministrazione comunale, avrà un suo seguito il prossimo 5 gennaio con nuove esibizioni di violoncello e pianoforte, soprano e pianoforte e un ensemble dei musicisti classici chiaravallesi.

La vendita dei biglietti è finalizzata all'acquisto di un pianoforte a coda che verrà, successivamente, collocato nella sede di Palazzo Staglianò e sarà messo a disposizione dell'intera comunità per lo svolgimento di concerti, manifestazioni e spettacoli. Un impegno che nasce da una specifica esigenza espressa negli anni a causa degli alti costi di affitto dello strumento.

 

 

Chiaravalle Centrale, un Natale all'insegna della musica classica

Sarà un Natale all'insegna della musica classica a Chiaravalle Centrale.

Due i concerti programmati per il 30 dicembre e il 5 gennaio, presso il Teatro Impero.

Un evento fortemente sostenuto dalla Consulta della Cultura, con il patrocinio dell'amministrazione comunale e il supporto dell'associazione Agorà, che vedrà come protagonisti tanti bravi musicisti chiaravallesi.

Il programma del 30 dicembre prevede: “The amazing guitar trio” e “DinamicaMente Duo”. Il 5 gennaio: “Violoncello e pianoforte”, “Soprano e pianoforte”, “Ensemble dei musicisti classici chiaravallesi”. Le offerte raccolte per le serate saranno utilizzate per l'acquisto di un pianoforte a coda da donare al Comune di Chiaravalle.

Per informazioni sulle prevendite: 347.7735166, 328.9523806.

Vibo: Maria Teresa ed Andrea Ionadi protagonisti del concerto "Note di Natale"

Andrà in scena alle 18,30 di oggi, presso la chiesa dell’Arciconfraternita Maria SS del Rosario di Vibo Valentia, il concerto “Note di Natale”.

Protagonisti dello spettacolo: la soprano Maria Teresa Ionadi ed il chitarrista Andrea Ionadi.

 

A Vibo il concerto "Sulle ali della musica"

Si svolgerà sabato prossimo (16 dicembre), presso la Biblioteca comunale di Vibo Valentia, il secondo appuntamento di "Spazio giovani", la serie di eventi culturali realizzata, a cadenza mensile, dall'associazione Valentia.

Dopo il successo del primo appuntamento, con il convegno "Denunce e proposte per migliorare il Sud", i ragazzi dell'associazione hanno deciso di proporre una serata musicale.

Quindi, a partire dalle 18 di sabato, prenderà il via il concerto "Sulle ali della musica". Lo spettacolo sarà animato da: Naomi Borello (soprano); Benedetta La Rosa (soprano e flauto); Matteo Torcasio (baritono); Giovanni De Luca  (sax); Domenica Franzè (violino); Francesco Silvestri  (pianoforte); Cosimo Renda (fisarmonica).

Al termine del concerto, l'associazione Valentia offrirà ai partecipanti un momento conviviale nel corso del quale verranno formulati gli auguri di buon  Natale.

Filadelfia. Concerto di Capodanno, l’Orchestra “Gemelli” incanta la platea

Grandissimo successo ed un Auditorium strapieno – tanto che non sono potute accedere alla sala decine di persone – ha accompagnato il capodanno 2017, con la esibizione dell’Orchestra di Fiati “G. Gemelli” di Filadelfia.

Preceduta dall’esibizione della “Junior Band Gemelli”, orchestra giovanile della stessa Associazione, formata tutta da giovanissimi che hanno eseguito un piccolo ma entusiasmante concerto di apertura, diretti, nell’occasione, dai Maestri Massimo Campisano, Giovanni Rondinelli e Giovanni Bartucca, con l’ausilio dei Tutor: Maestri Francesco Conidi e Angela Marrella, Bruno Bartucca e Viro Torchia, Giovanni Bartucca e Andrea Carchedi; di seguito l’Orchestra Gemelli diretta dai Maestri Francesco Conidi e Massimo Campisano, ha eseguito un programma interamente rinnovato, così come nella sua tradizione, frutto di passione e meticolosa preparazione.

Alla manifestazione, assente giustificato il sindaco Maurizio De Nisi, neo papà, a cui tutta la platea a riservato un affettuoso saluto, erano presenti il vicesindaco Antonio Carchedi, gli assessori Rosalba Galati e Concetta Raimondi, i neo consiglieri provinciali Franco Gugliotta e Pino Pellegrino, la consigliera Stefania Mazzotta; Carmelo Nobile anche in rappresentanza del sindaco di Francavilla Angitola, il capitano Rosario Masdea della Guardia di Finanza, la dirigente scolastica Franca Viscone, la segretaria Adriana Avventura, presidenti di associazioni presenti sul territorio; a tutti i partecipanti il presidente Bruno Caruso ha espresso il saluto di tutti e l’augurio di un sereno nuovo anno, sottolineando il grande lavoro che tutti hanno svolto per raggiungere il traguardo artistico ormai consolidato. Calatasi nei panni di brillante presentatrice, la dottoressa Angela Mancari, ha dato il via al repertorio dell’Orchestra Gemelli che ha eseguito come primo brano la Carmen di G. Bizet, diretta dal M° Giovanni Rondinelli; di seguito, dirette dai Maestri Francesco Conidi e Massimo Campisano: Queen’s Park Melody di J. De Hann, A Song For Japan, Fulget Dies, Pagina D’Album, The Lord Of The Rings, Moondance e per chiudere Knockin’On Heavens Door di Bob Dylan. Da sottolineare le grandi performance dei solisti: M° Domenico Umbro I° clarinetto dell’Orchestra; prossimo M° Andrea Carchedi al Trombone; M° Giovanni Bartucca alla Tromba, oltre a tutti gli splendidi sessanta musicisti dell’Orchestra Gemelli. Tra gli applausi scroscianti della platea tutta in  piedi, è stato concesso il bis della Carmen diretta da Giovanni Rondinelli, accompagnata dal battito cadenzato degli ascoltatori che hanno apprezzato in maniera particolare la brillante esecuzione del programma.

Filadelfia, grande attesa per il Concerto di Capodanno

Anche quest’anno si rinnova il tradizionale Concerto di Capodanno organizzato dall’Associazione “Diapason - Giovanni Gemelli” di Filadelfia, che è divenuto, ormai, un appuntamento culturale  fisso e  richiama tanti appassionati da tutta la regione. L’Orchestra di Fiati  “Gemelli”, con un repertorio completamente rinnovato ed accattivante, frutto del quotidiano lavoro dei Maestri Francesco Conidi e Massimo Campisano e di tutti i musicisti, la gran parte dei quali già diplomati o diplomandi al Conservatorio, rinnoverà gli entusiasmanti appuntamenti delle passate edizioni.

Con una grande novità, l’esordio, ad apertura di concerto della Junior Band Gemelli; una orchestra composta da soli giovani e giovanissimi che si è già esibita presso le scuole di Filadelfia, grazie alla disponibilità dei dirigenti scolastici e che ha trascinato l’uditorio con esecuzioni di grande livello. Un nuovo progetto per aprire le porte della musica e della cultura a tutti i ragazzi/e della nostra cittadina, contribuendo alla crescita civile di Filadelfia e ad allontanare dalla strada i ragazzi che con entusiasmo si avvicinano al mondo della musica. L’Associazione Gemelli quindi, continua nella sua attività altamente culturale, nel solco delle grandi iniziative intraprese in questi anni: ricordiamo tra le altre cose, la Prima Nazionale della Missa di Santa Cecilia del celebre compositore olandese Jacob de Hann, nell’ambito del Festival Europeo di Musica di Filadelfia, eseguita anche a Scilla, unitamente al Coro di Reggio Calabria;  per passare al Concorso di Unteragere in Svizzera del maggio 2015, dove l’Orchestra ha partecipato  rappresentando l’Italia e la Calabria, classificandosi seconda su venti gruppi orchestrali; alla collaborazione con il M° Laserra Ingrosso della Banda della Guardia di Finanza; alle prestigiose collaborazioni con strumentisti di fama internazionale.

Tornando al Concerto di Capodanno, sarà eseguito un repertorio completamente rinnovato, con brani originali per banda, cover di musica pop e rock, grandi classici. Per un inizio d’anno di grande musica e cultura augurando a tutti un 2017 pieno di sorrisi.

Referendum. Lunedì a Soverato concerto "per dire no alle trivelle nel nostro mare"

"Domani lunedì 11 aprile dalle ore 19 appuntamento in piazza Maria Ausiliatrice a Soverato per sostenere il SI al referendum del prossimo 17 aprile, per cancellare - si legge in una nota inviata dal Comitato No triv del Basso Jonio - la norma (contenuta nell'ultima Legge di Stabilità) che consente alle società petrolifere di cercare ed estrarre gas e petrolio entro 12 miglia dalle coste italiane senza limiti di tempo. Il Comitato No Triv del Basso Jonio ha scelto non casualmente Soverato per l'evento centrale della campagna referendaria, che continua a ritmi serrati su tutto il territorio costiero e dell'entroterra. A Soverato, infatti, abbiamo la fortuna di avere uno dei più tratti belli della costa jonica". "Ed è proprio per tutelare e difendere il nostro mare dai rapaci tentacoli delle multinazionali del settore energetico, le uniche a guadagnarci nel business delle trivellazioni nel mare italiano, che - secondo il Comitato - occorre votare SI alla consultazione del 17 aprile. All'evento informativo in piazza a Soverato, dopo i saluti del sindaco Ernesto Alecci, interverranno Arturo Bova (delegato del Consiglio regionale per il referendum) e Stefania Giglio (Centro studi cetacei), oltre ad un referente dello stesso Comitato organizzatore. Dopo gli interventi che spiegheranno le ragioni del SI, seguirà un concerto che vedrà la partecipazione di numerosi artisti del territorio che, esibendosi gratuitamente, hanno accettato di sposare la causa referendaria. Saliranno sul palco Stone Plane, Not Only Blue Grass, Antigua, Taranta Jonica, Insolite acustiche, Svago e tanti altri". Non mancheranno - fanno sapere dal Comitato - cibo e bevande, per l'evento musicale che sostiene il SI al referendum del 17 aprile.

 

Chiaravalle, successo per il concerto “Musica Liberamenti, note e parole senza confine”

Grande successo al Teatro Impero di Chiaravalle Chiaravalle per il concerto “Musica Liberamenti, note e parole senza confine”. Un concerto organizzato come momento di riflessione su quanto sta accadendo nel mondo dai fatti di Parigi a tutti i conflitti che impediscono la pace dei popoli e investono di paura la vita di ognuno. La musica che si unisce al grido contro ogni tipo di violenza. Una lettura come scenario di apertura  “La musica, linguaggio universale che unisce i popoli”  Di P. Ferraro (Fondazione Migrantes) letta da Emanuela Neri ideatrice e presentatrice dell’evento. Nelle parole del testo il senso della serata “la musica è un linguaggio universale, una realtà che consente di comunicare, di gettare ‘ponti’  verso gli altri, di esprimere se stessi, i diversi sentimenti e momenti della propria vita e della propria anima. Un linguaggio senza tempo, senza territori, né confini, è la voce di tutta l’umanità, di qualsiasi tempo e luogo. In un mondo, poi, in cui sono diventate universali parole che esprimono valori negativi come: guerra, odio, vendetta, razzismo e persecuzione, non solo il linguaggio prettamente musicale, che sicuramente viaggia più velocemente e arriva prima all’animo delle persone, ma le stesse parole utilizzate nella musica ci possono aiutare a comunicare valori positivi che devono ispirare le nostre azioni quotidiane”. A fare da sfondo ai tanti contributi musicali momenti di poesia, letture di brani e proiezioni  video tutti aventi come sfondo la non violenza, la pace, il no ad ogni tipo di guerra . Ad un parterre di eccellenza è stato affidato il compito di scaldare gli animi. Ad aprire lo spettacolo musicale i Dinamicamente Duo a seguire due interpreti Francesca Staglianò e Bruno Maiolo e ancora un cambio di genere con le Insolite Acustiche. In un crescendo di suoni salgono sul palco i  Not Only Bluegras , Caputo Tribute Band, Tiziana Bertuca accompagnata da Caputo band e ancora  Agazio Martins Band con due inediti, Stone Plain, Michele Grenci accompagnato da Stone Plain e il finale lasciato ai Parafonè importante gruppo calabrese  di musica tradizionale. In un intreccio di generi, suoni e strumenti diversi  la serata si è conclusa con un momento molto emozionante che ha  visto tutti i musicisti e  gli organizzatori sul palco ad intonare assieme  “Imagine” e  “Hey jude” dei Beatles. Tutto il pubblico unito in un inno alla pace nella speranza di un mondo che vive in armonia senza guerre e senza violenza. Tutto lo staff organizzativo ha espresso grande soddisfazione per la riuscita dell’evento e ringrazia tutti coloro che con il loro contributo hanno reso possibile la realizzazione di questo importante momento di cultura. 

Sottoscrivi questo feed RSS