Il Crotone esonera Stroppa, al suo posto arriva Cosmi

Il Crotone calcio ha esonerato Giovanni Stroppa.

A darne notizia, è la società pitagorica, in una nota nella quale si legge: "Si chiude così un percorso bello e intenso durato quasi tre anni, non privo di momenti difficili ma culminato nella straordinaria salvezza e ancor più nella seconda, storica, promozione in serie A. Il Presidente e la società tutta intendono augurare il meglio a mister Stroppa e al suo staff per il prosieguo della carriera".

Al posto di Stroppa arriva Serse Cosmi, 62 anni, la cui ultima esperienza risale alla scorsa stagione in B, al Perugia. Il tecnico umbro sarà nella sede della società questa sera per concludere l'accordo e mettersi subito al lavoro in vista della sfida di mercoedì a Bergamo contro l'Atalanta.

Auto si scontra con un camion e va a fuoco, due feriti

Crotone - Sono rimasti  feriti in maniera lieve, i conducenti  del camion e dell’auto che nel tardo pomeriggio di ieri si sono scontrati sul tratto della strada statale 106 che attraversa la località Passovecchio del comune di Crotone.

In seguito allo scontro, le cui cause sono in corso d’accertamento, l’automobile ha  preso fuoco.

Sul posto sono, quindi, intervenuti i Vigili del fuoco che hanno spento le fiamme e messo in sicurezza l’area del sinistro.

I due feriti sono stati soccorsi e trasferiti in ospedale dai sanitari del 118

La dinamica dell’incidente è al vaglio della Polizia stradale che ha effettuato i rilievi del caso.

Armi, droga e ricettazione: 13 misure cautelari nell’ambito dell’operazione “Orso”

Crotone - E’ scattata all’alba di oggi l’operazione denominata “Orso”, con la quale i Carabinieri della Compagnia di Crotone, con il supporto dei colleghi dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria” e del 14° Btg “Calabria”, hanno eseguito un’ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro, che dispone una misura cautelare nei confronti di 12 persone (di cui 9 in carcere e 3 agli arresti domiciliari) ed una misura dell’obbligo di dimora nei confronti di un altro indagato.

Per tutti l’accusa, a vario titolo, è di associazione armata finalizzata al traffico illecito di eroina, cocaina e marijuana; ricettazione e detenzione di armi da guerra.

Due degli indagati sono accusati, inoltre, di far parte alle cosche di ‘ndrangheta Vrenna-Corigliano-Bonaventura – Ciampa’ e Megna.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che il Procuratore Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro terrà alle 11 di  oggi, presso il Comando provinciale Carabinieri di Crotone.

Deturpano una collina per costruire villette, denunciati

Crotone - I finanzieri della Sezione operativa navale di Crotone, congiuntamente ai Carabinieri forestali della locale Stazione, sono intervenuti in un fondo agricolo nel territorio comunale della città pitagorica, dove era in corso lo sbancamento di una collina senza alcuna autorizzazione.

Da quanto emerso nel corso delle indagini, i lavori erano finalizzati alla realizzazione di villette, nonostante l’area interessata dalla costruzione avesse una destinazione agricola.

Pertanto, i militari hanno sequestrato sia la superficie che i due automezzi usati per eseguire i lavori.

A carico del proprietario del terreno e del rappresentante legale dell’azienda proprietaria dei mezzi è scattata la denuncia in stato di libertà, per violazione delle prescrizioni autorizzative in materia edilizia.

Come se non bastasse, durante l’attività è stato individuato anche un lavoratore in nero, peraltro beneficiario del reddito di cittadinanza.

  • Pubblicato in Cronaca

Operazione “Ikaros”: sgominate organizzazioni dedite al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Arresti in tutt’Italia

Ha preso il via  all’alba di oggi, un’operazione, denominata “Ikaros”, finalizzata a disarticolare due organizzazioni criminali dedite al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di richiedenti asilo politico.

In particolare, gli investigatori della Squadra mobile di Crotone, con il supporto dei colleghi di Bolzano, Catanzaro, Forlì, Lecce, Roma, Terni, del Reparto prevenzione Crimine di Siderno e Vibo Valentia, del Compartimento di Polizia postale e delle comunicazioni e del Gabinetto regionale di Polizia scientifica di Reggio Calabria, nell’ambito di un’ indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Crotone, hanno eseguito numerosi arresti e perquisizioni in tutta Italia nei confronti di decine di persone accusate di far parte di due associazioni dedite al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Tra gli arrestati figurano anche avvocati, pubblici ufficiali e due poliziotti in servizio alla Questura di Crotone.

I dettagli dell’operazione saranno illustrati in una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 presso la Questura pitagorica, alla presenza del procuratore della Repubblica, Giuseppe Capoccia, del sostituto Alessandro Rho e del questore di Crotone, Massimo Gambino.

Marijuana, 32enne finisce in manette a Crotone

Crotone - Un 32enne, L.C.P., è stato arrestato a Crotone dalla polizia di Stato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, l’uomo è stato sorpreso per strada con alcune dosi di marijuana.

E’ seguita, quindi, una perquisizione domiciliare, nel corso della quale sono stati trovati altri 170 grammi della stessa sostanza, due bilancini di precisione, materiale per il confezionamento della droga e denaro contante.

Dopo le formalità di rito, l'arrestato è rinchiuso nella locale casa circondariale.

Raffiche di vento nel Crotonese, diversi danni

Crotone - Insegne divelte, alberi sradicati e tetti scoperchiati.

Sono solo alcuni dei danni provocati della raffiche di vento che, da alcune ore, stanno sferzando il Crotonese. A contenere gli effetti della furia di Eolo, ci sono i Vigili del fuoco del Comando provinciale pitagorico, chiamati a rispondere alle molteplici richieste dei cittadini.

La situazione non sembra destinata a migliorare neppure nelle prossime ore, tanto che i pompieri invitano la popolazione alla prudenza, a limitare le uscite, a non sostare sotto alberi o insegne ed a prestare attenzione agli ingombri stradali improvvisi.

  • Pubblicato in Cronaca

Reddito di cittadinanza a condannato per mafia ed a parenti di ‘ndranghetisti, 14 denunce a Crotone

Crotone - Avrebbero percepito indebitamente il reddito di cittadinanza.

Per questo motivo, 14 persone sono state denunciate dalla Guardia di finanza di Crotone.

Tra i beneficiari del sussidio, figurerebbe anche un condannato in via definitiva nell’ambito delle indagini dell’operazione “Kyterion” nei confronti della cosca Grande Aracri.

Come se non bastasse, gli altri 13 denunciati sarebbero legati da  rapporti di parentela ad esponenti della ‘ndranghetra, già condannati per reati di mafia ed estorsione, traffico di stupefacenti e detenzione di armi a seguito delle operazioni “Eracles/Perseus”, “Filottete”, “Old Family” e “Kyterion” che hanno interessato le cosche di Crotone, Cutro e Petilia Policastro.

Complessivamente, l’importo indebitamente percepito, supera i 100 mila euro.

I destinatari del provvedimento sono stati segnalati all’Inps per il recupero delle somme illecitamente percepite.

Sottoscrivi questo feed RSS