Serra, Festa del fungo: la soddisfazione della Pro loco

"Il giorno dopo la nostra ottava edizione della Festa del Fungo, è il momento di tirare i conti. Siamo estremamente soddisfatti di questa edizione che ha avuto la caratteristica di esaltare l’aspetto micologico della festa stessa. La decisione di organizzare una festa che potesse allo stesso momento evitare assembramenti e quindi la possibile proliferazione del Covid-19 è stata da noi presa durante le numerose riunioni che hanno preceduto l’organizzazione della stessa: riunioni necessarie per avere sempre aggiornati i contagi e di conseguenza decidere come meglio organizzare la festa. Infatti la pubblicizzazione della stessa è avvenuta in ritardo rispetto alle scorse edizioni ma nonostante ciò il successo c’è stato, è tangibile, è incontrovertibile!
Abbiamo cercato di valorizzare l’aspetto naturalistico mediante le escursioni micologiche, sotto la guida esperta di Giuseppe Mangiardi, che hanno visto una partecipazione eccezionale, superiore ad ogni aspettativa. Escursionisti di ogni dove ci hanno raggiunto, infatti registriamo persone provenienti dalla Sicilia e da ogni parte della Calabria nonché un gruppetto di persone provenienti dalla Sardegna che si trovavano in Calabria e, attirati dalla manifestazione, hanno deciso di partecipare. Tantissimo entusiasmo al ritorno dall’escursione sia per l’organizzazione e sia per la bellezza dei magnifici boschi che ci circondano di cui noi, forse, siamo maledettamente abituati. Ed ecco, a seguire, l’aspetto gastronomico curato dall’azienda Serfunghi Calabria di Calabretta Luigi che ha colpito il palato dei partecipanti i quali hanno così avuto modo non solo di vedere i funghi, ma soprattutto di degustarli. Dopo aver appagato il palato, si è dato spazio alla didattica: catalogazione ad opera della micologa Ester Di Giuseppe del gruppo micologico A.M.B. Buda di Siracusa che con la sua gentilezza e
competenza ha illustrato il fantastico mondo dei funghi esaltando la nostra biodiversità grazie alla quale le nostre montagne sono un patrimonio micologico di inestimabile valore. Abbiamo evitato di allestire la fiabesca mostra per evitare che si creassero assembramenti in posto chiuso. Inoltre va evidenziata la presenza di numerosi visitatori che hanno preso d’assalto i ristoranti con noi convenzionati dimostrando l’importanza che ha acquisito in questi anni la Festa, e che si presenta, anche quest’anno, come uno strumento idoneo a creare economia in un territorio che ha bisogno. E’ doveroso ringraziare chi ha creduto in noi. Ringraziamo l’Amministrazione comunale di Serra San Bruno, il Parco naturale regionale delle Serre e il Corpo dei Carabinieri Forestali in persona dell’Isp. Domenico Minichini nonché il neo Sindaco del Comune di Brognaturo Rossana Tassone. Un caloroso abbraccio all’Associazione Brognaturo nel Cuore e alla neo costituita Associazione Culturale e Ricreativa &20 per la fantastica collaborazione. Grazie di cuore all’azienda Serfunghi Calabria di Calabretta Luigi e alla Serfunghi di Calabretta Bruno. Al prossimo anno con la speranza che si possa di nuovo tornare alla normalità!".

E' quanto si legge in un comunicato della Pro loco di Serra San Bruno.

Serra, ritorna la Festa del fungo

"Come già anticipato sulla nostra pagina ufficiale Facebook, la nostra ormai famosa Festa del Fungo, riparte ma con moderazione".

E' quanto si legge in una nota della Pro loco di Serra San Bruno.

"Dopo uno 'stop' pandemico, a causa del quale lo scorso anno ci siamo limitati ad un contest fotografico, l’ottava edizione della Festa del Fungo - prosegue  la nota - (la seconda a marchio registrato) si svolgerà interamente in montagna. Sarà caratterizzata da due escursioni micologiche che si terranno giorno 9 e giorno 10 ottobre durante le quali, dopo aver battuto due zone delle nostre fantastiche montagne (Zona A - Loc. Santa Maria e Zona B - Loc. Lacina) e aver raccolto tutte le tipologie di funghi che si troveranno lungo il cammino accompagnati da esperte guide e esperti micologi, il gruppo si ritroverà in un’area attrezzata. Lì, vi sarà una degustazione di prodotti a base di funghi a cui seguirà una fantastica catalogazione nella quale i micologi spiegheranno il fantastico mondo dei funghi".

"Saranno giornate fantastiche - si legge ancora nel comunicato- in cui chiunque vorrà partecipare potrà prenotarsi ai numeri riportati sui volantini e manifesti. Inoltre, nei giorni 9 e 10, numerosi ristoranti della zona cucineranno piatti tipici a base di funghi e ai quali si potrà accedere tramite prenotazione".

“La pandemia ci ha costretti ad uno stop di un anno - afferma il presidente della Pro loco, Franco Giancotti - ma la voglia di ripartire è tanta! Quest’anno abbiamo proposto un’edizione più limitata perché il senso di responsabilità ci induce ad essere cauti. Non vi saranno le solite manifestazioni su Corso Umberto I, i fantastici mercatini gastronomici e la fiabesca mostra micologica ma nonostante ciò abbiamo messo su un’edizione di tutto rispetto con l’augurio che chi vorrà raggiungerci possa comunque divertirsi e scoprire un patrimonio naturalistico di grande valore! Ci tengo a ringraziare l’Amministrazione Comunale di Serra San Bruno per il sostegno e il supporto nonché il Parco Naturale Regionale delle Serre per la sensibilità che ha sempre avuto nell’accogliere le nostre idee. Ringrazio per la collaborazione, inoltre, l’Associazione Brognaturo nel Cuore e la neo costituita Associazione Culturale Ricreativa “&20”. Raggiungeteci e non ve ne pentirete. Chianu Chianu, 'con moderazione'”.

Serra: causa covid, quest'anno niente Festa del Fungo

"A causa del nuovo aumento di contagi da coronavirus, la nostra associazione ha deciso di rinviare i consueti festeggiamenti per la Festa del Fungo al prossimo anno".

E'quanto si legge in una nota del direttivo della Pro loco di Serra San Bruno.

"Siamo fortemente dispiaciuti - si legge nel comunicato - in quanto la nostra festa nel corso degli ultimi anni ha dato una boccata d’ossigeno non indifferente alle diverse attività commerciali coinvolte, ma siamo anche coscienti che l’emergenza coronavirus ci impone scelte difficili e responsabili, improntate soprattutto alla salvaguardia e alla tutela della salute pubblica. Nel frattempo siamo lieti di annunciare che la nostra“Festa del Fungo” in data 2 settembre è stata insignita del marchio registrato. In ogni caso per festeggiare sua maestà il Fungo e vista la situazione sanitaria, la settima edizione si limiterà ad un contest fotografico che presto lanceremo sui nostri canali social avente per oggetto il nostro meraviglioso mondo micologicodotato di unicità per numero dispecie e caratteristiche organolettiche".

Serra: Festa del fungo, la soddisfazione della Pro loco

"Nonostante il tempo non sia stato dei migliori, non possiamo che ritenerci soddisfatti. La sesta edizione della Festa del Fungo ha confermato il trend positivo che la sta caratterizzando. Più anni passano e sempre più gente ci raggiunge. Abbiamo lavorato duramente per creare una tre giorni attraente, attrattiva e ricca di eventi per poter attrarre un target sempre più completo di persone. Abbiamo cercato di curare ogni aspetto, ogni minimo angolo per rendere confortevole oltre che piacevole la festa. Purtroppo la situazione meteo ci ha penalizzato non potendo dar vita a quanto di bello era stato organizzato, ma nonostante ciò possiamo affermare che molta più gente dell'anno scorso ci ha raggiunto. E' una formula che funziona, cha dà vita ad una economia in un periodo in cui le attività commerciali ne hanno bisogno. Però, questa, è una formula che, oltre a creare un indotto economico importantissimo, non tralascia l'aspetto culturale e che valorizza l'enorme patrimonio naturalistico e religioso che ci circonda. Questa sarà un'edizione che passerà alla storia anche per la fantastica mostra che oltre a richiamare i nostri fantastici boschi, fa un richiamo a quell'industria che non c'è più e che non va dimenticata e che va valorizzata. Abbiamo ospitato nel “Bosco Sospeso 3.0” un fungo di circa 34 kg nonché una specie che emana un forte odore simile al cocco e che sarà inviata a Bologna per poter essere studiata. Abbiamo fatto coincidere la nostra Festa con i festeggiamenti in onore del nostro Santo Patrono Bruno per far vivere a chi ci ha raggiunto, una tradizione tutta serrese. Obbiettivo raggiunto perché in tanti, tra le tante domande, ci hanno chiesto il perché del lancio dei confetti sulla statua in processione. Ma anche fitwalking a cura della A.S.D. Calabria per far conoscere i nostri vicoli, esibizioni musicali e di danza, stand gastronomici presi d'assalto. Vorremmo ringraziare tutte quelle associazioni che ci hanno aiutato, tutte le attività commerciali che ci hanno sostenuto, il commissario del Parco delle Serre Dott. Pellegrino e l'assessore De Caria per l'aiuto, la New Gimnasium e Sogno Latino, il Lions Club di Serra San Bruno nonché tutte le persone che ci hanno raggiunto, alle quali rinnoviamo l'invito all'anno prossimo e alle quali porgiamo le nostre scuse qualora, qualcosa, non sia andata nella direzione giusta. Siamo alla sola sesta edizione ma abbiamo raggiunto ottimi risultati che per noi saranno un punto di partenza per l'anno che verrà. Attendiamo questo fine settima per fare una stima di quanti ci hanno raggiunto in quanto, anche sabato e domenica, alcuni ristoranti aderenti continueranno ad offrire il loro menù del fungo alla modica cifra di 20 euro. Quindi, per il palato, la festa continua".

È quanto scrive in una nota il direttivo della Pro loco Serra San Bruno.

Serra: Festa del fungo, il programma completo

Al via la sesta edizione della “Festa del Fungo”. La manifestazione, organizzata dalla Pro loco di Serra San Bruno, con il patrocinio dell'amministrazione comunale, in collaborazione con il Parco naturale regionale delle Serre, si terrà nelle giornate del 4-5-6 ottobre.

Come da consuetudine, la festa inizierà ufficialmente il 4 ottobre con la classica escursione micologica guidata da esperti micologi, durante la quale saranno raccolti i funghi destinati ad essere  esposti nella mostra in programma a Palazzo Chimirri.

Il programma della manifestazione prevede: alle 10 di sabato 5, l’inaugurazione della mostra micologica. Nel pomeriggio, il mercatino gastronomico ed artigianale nel centro storico della cittadina, con diversi eventi, tra i quali spiccano in serata il concerto in piazza Monsignor Barillari e lo spettacolo pirotecnico.

Entrambi gli eventi sono curati dalla Pro loco, dalle congreghe della cittadina e dalla parrocchia San Biagio.

Il 6 ottobre, oltre alla mostra micologica ed ai mercatini artigianali e gastronomici che si protrarranno per tutta la giornata, vi saranno, nel primo pomeriggio, vari concertini ed esibizioni, tra le quali quelle delle “street band”, degli artisti di strada e delle scuole di ballo.

Il programma strizza l’occhio anche ai più piccoli, per i quali sarà predisposta un'apposita area gratuita di intrattenimento con diverse mascotte.

Al fine di agevolare il traffico e per rendere più veloce lo spostamento verrà offerto un servizio d'accompagnamento tramite trenino, che porterà i visitatori presso i ristoranti che cureranno il “Menù del Fungo”, ovvero il menù che i numerosi ristoranti aderenti proporranno ad un prezzo modico, a quanti desidereranno assaporare il gustosissimo fungo serrese, re indiscusso della festa.

Infine, in piazza mercato sarà allestita un’area destinata ai camper.

Serra, fervono i preparativi per la Festa del fungo

 Quasi tutto pronto per la sesta edizione della “Festa del fungo”.

La manifestazione, organizzata dalla Pro loco di Serra San Bruno con il patrocinio dell'amministrazione comunale e in collaborazione con il Parco naturale regionale delle Serre, si terrà nelle giornate del 4-5-6 ottobre.

Come consuetudine la festa inizierà ufficialmente giorno 4 ottobre con la classica escursione micologica guidata da esperti micologi, durante la quale saranno raccolti i funghi destinati alla mostra che si terrà presso Palazzo Chimirri nei giorni 5 e 6.

Sempre nel pomeriggio del 5 ad allietare i visitatori il riuscitissimo mercatino gastronomico ed artigianale nel centro storico della cittadina.

Mostra micologica e mercatino saranno poi allestiti anche per giorno 6, ultimo giorno della festa.

Durante le giornate, a rendere estremamente piacevole il soggiorno dei visitatori numerose attrattive, con diversi concerti e spettacoli lungo il corso principale.

Cornice importante dell’evento il “Menù del fungo” che i numerosi ristoranti aderenti, come ogni anno, offriranno ad un prezzo modico a tutti coloro che vorranno assaporare il gustosissimo fungo serrese.

Il programma completo verrà comunque poi reso noto in una conferenza stampa e verrà aggiornato costantemente nella pagina facebook della nostra associazione. «Manca solo qualche dettaglio – è la dichiarazione del presidente Francesco Giancotti – e la Festa del fungo è pronta. Quest’anno il nostro obbiettivo è migliorare quanto di stupefacente abbiamo fatto negli anni passati. Per questo abbiamo già in programma grandi sorprese. Inoltre, cosa non di poco conto, sappiamo che la raccolta di funghi nella nostra zona è iniziata benissimo, e le stime per i prossimi giorni sono altrettanto ottimistiche».

Serra, Festa del Fungo: la soddisfazione della Pro loco

Riceviamo e pubblichiamo

"E' giunto il momento di fare un resoconto in merito alla “Festa del Fungo 2018” organizzata dalla nostra associazione. Innanzitutto è doveroso ricordare come nonostante i drammatici eventi meteo questa edizione ha raggiunto numeri inimmaginabili in termini di partecipazione. Abbiamo abbondantemente superato i dati dello scorso anno e l'aver organizzato questa edizione proprio nei giorni in cui un ricorre la festa del nostro Patrono San Bruno è stata un'accoppiata vincente. Il successo è sotto gli occhi di tutti e questo rappresenta un dato incontrovertibile. Altro dato inconfutabile è l’impatto economico. Difatti sabato 6, ma sopratutto domenica 7 ottobre, i ristoranti aderenti all'iniziativa, sono stati letteralmente presi d'assalto dai turisti, giunti da tutta Italia per degustare il re incontrastato della nostra montagna: il fungo. Di tale iniziativa hanno avuto beneficio anche tutti i ristoranti della zona che sono stati indirettamente coinvolti dall'invasione di turisti che ha preso d'assalto la nostra zona. Non possiamo che ritenerci soddisfatti del risultato ottenuto, ma il maggiore motivo di orgoglio è stato per noi vedere la nostra Serra viva in un periodo dell'anno in cui, senza la nostra festa, sarebbe stata economicamente morta. Siamo riusciti a dimostrare che grazie alla volontà, all’intelligenza, alla competenza, all’amore per la nostra cittadina, Serra San Bruno può emergere. Il ringraziamento va a tutte le associazioni che hanno deciso di collaborare con noi per raggiungere insieme questo prestigioso traguardo. Ringraziamento particolare va alla Serfunghi di Calabretta Bruno, sempre presente nella nostra Festa del Fungo e in ogni nostra manifestazione. E’ opportuno, però ricordare che il nostro lavoro non si ferma mai, infatti, stiamo già lavorando alla prossima Festa del Fungo, a tal proposito, sono già in cantiere numerose idee che renderanno l’edizione del prossimo anno più attrattiva. Coscienti e consapevoli che il risultato raggiunto quest'anno per noi deve essere un punto di partenza".

 Direttivo Pro loco Serra San Bruno

Serra, la Festa del Fungo si svolgerà regolarmente

Nonostante i forti disagi causati dall'ondata di maltempo, il programma della Festa del Fungo di Serra San Bruno non subirà alcuna variazione. 

In una nota diffusa degli organizzatori si legge: "teniamo ad informare che la quinta edizione della "Festa del Fungo" si svolgerà normalmente e come programma nelle giornate di sabato e domenica considerato, che le condizioni atmosferiche sono in via di netto miglioramento".

Subscribe to this RSS feed