Focus 'ndrangheta, rinvenute armi e cocaina

Durante un servizio di controllo effettuato nel quartiere Ciccarello di Reggio Calabria nell'ambito del piano di contrasto alla criminalità denominato “Focus ‘ndrangheta”, gli uomini della polizia di Stato e dei carabinieri hanno trovato due pistole, un fucile e 30 munizioni di vario calibro, nascosti nel sottotetto di una palazzina.

In un furgone abbandonato, non lontano dal luogo del rinvenimento, gli uomini delle forze dell'ordine hanno scoperto, invece, circa 150 grammi di cocaina.

Una volta sequestrato quanto rinvenuto, poliziotti e carabinieri hanno avviato le indagini per individuare i responsabili degli occultamenti. 

Borsone con decine di munizioni rinvenuto in una cabina Enel

Nel corso di controlli effettuati nell’ambito del piano "Focus ‘ndrangheta", i poliziotti della questura di Reggio Calabria e del Reparto prevenzione crimine “Calabria Meridionale” di Siderno, hanno rinvenuto, in una cabina Enel, ubicata nel quartiere "Ciccarello" della città dello Stretto, un borsone con diverse munizioni di vario calibro ed una centralina elettrica per autovettura.

In particolare, nel borsone sono state trovate 12 cartucce calibro 9x19, 6 cartucce calibro 38 special ed un centinaio di munizioni per fucile calibro 12.

Dopo aver sequestrato il materiale rinvenuto, gli agenti hanno avviato le indagini per risalire al responsabile dell'occultamento. 

 

Focus 'ndrangheta, sequestrato autolavaggio

Nell’ambito dei servizi predisposti nel piano d'azione denominato “Focus ‘ndrangheta area tirrenica”, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di Palmi, unitamente a personale della Capitaneria di porto e dell’Ispettorato del lavoro hanno condotto un'attività finalizzata al contrasto del lavoro nero, al controllo delle attività commerciali ed ai detentori di armi.

Al termine dei numerosi controlli svolti a Palmi, è stata sottoposta a sequestro penale, in quanto priva di autorizzazione per le acque reflue industriali, un’attività di autolavaggio, il cui titolare è stato anche denunciato in stato di libertà, per aver installato un sistema di videosorveglianza senza la prescritta autorizzazione.

Contestualmente, nel comune di Taurianova, i poliziotti del locale Commissariato hanno sottoposto a controllo un esercizio pubblico, presso il quale erano stati installati apparecchi da gioco, al fine di verificare il rispetto della normativa a tutela dei minori e per l’accertamento del possesso dei titoli autorizzativi.

Gli agenti hanno, infine, controllato quattro abitazioni nelle quali risiedono detentori di armi per verificare l’idoneità dei luoghi di detenzione e la regolarità delle armi e munizioni detenute.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Focus 'ndrangheta: un arresto, dieci denunce e numerose sanzioni

Nell’ambito del Piano d'azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, elaborato in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, la Polizia di Stato ha effettuato numerosi servizi di controlli nei rioni Marconi e Ciccarello di Reggio Calabria.

Nello specifico, gli uomini della Squadra Mobile, dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, del Reparto prevenzione crimine “Calabria Meridionale” di Siderno e delle unità cinofile hanno controllato 625 veicoli e 342 persone, 96 delle quali pregiudicate.

Gli agenni hanno effettuato, inoltre, 35 posti di controllo e numerosi servizi di vigilanza dinamica che, grazie al sistema Mercurio, hanno consentito di analizzare in tempo reale numerose targhe di veicoli in transito e ricondurli ai relativi intestatari. Durante le attività, 12 automobilisti sono stati sanzionati per infrazioni al Codice della strada.

Inoltre, a carico di pregiudicati, sono state effettuate 29 perquisizioni personali e veicolari e 12 domiciliari; tutte finalizzate alla ricerca di armi e sostanze stupefacenti.

Nei vari contesti operativi, dieci persone sono state deferite all’Autorità giudiziaria per il reato di furto aggravato di energia elettrica.

Infine, un uomo è stato arrestato per i reati di porto abusivo di arma da fuoco, ricettazione, minacce gravi e lesioni personali.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Focus 'ndrangheta: sanzioni per 12 mila euro

Nell’ambito del Piano d'azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, elaborato in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, la Polizia di Stato ed i carabinieri forestali hanno effettuato numerosi controlli nei territori dei comuni di Bovalino, Ardore ed Africo.

In particolare, sono state sottoposte a controllo 25 persone, tra cui due detenute ai domiciliari

Durante le verifiche effettuate in tre bar e in un circolo privato, sono state contestate sanzioni amministrative per circa 12 mila euro, per violazioni della tracciabilità degli alimenti, omessa esposizione degli ingredienti ed irregolare tenuta del registro Haccp.

Sequestrati, inoltre, 11 chili di prodotti di pasticcieria.

Sanzionata, infine, una cittadina romena dedita stabilmente ad attività di meretricio, nei confronti della quale è stato disposto un ordine d’allontanamento.

  • Pubblicato in Cronaca

Vendeva capi d'abbigliamento contraffatti, denunciato titolare di un noto negozio

Nell’ambito del piano d’azione nazionale e transnazionale “Focus ‘ndrangheta”, stabilito in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di Palmi ed i finanzieri della locale Compagnia della guardia di finanza hanno denunciato in stato di libertà un commerciante 50enne del posto.

L'uomo, titolare di un noto negozio di abbigliamento, è stato trovato in possesso di 30 capi d'abbigliamento contraffatti che sono stati posti sotto sequestro.

Focus 'ndrangheta, controlli a tappeto a Reggio Calabria

Facendo seguito a quanto concordato nel tavolo tecnico tenutosi in Questura con i rappresentanti dei comitati dei quartieri Ciccarello e Arghillà di Reggio Calabria, prosegue il dispositivo cosiddetto “Focus ‘ndragheta”.

Nel corso delle attività, gli agenti delle volanti hanno arrestato, per lesioni personali aggravate e resistenza a pubblico ufficiale, un cittadino romeno di 39 anni.

L’uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato individuato nei pressi della Stazione Centrale mentre aggrediva un suo connazionale con una bottiglia di vetro. La vittima, che ha riportato ferite da taglio, è stata accompagnata in pronto soccorso.

Complessivamente, durante i controlli sono state identificate 340 persone, di cui 103 pregiudicate.

Eseguiti, inoltre, sei controlli domiciliari ed elevati 20 verbali per violazioni al Codice della strada.

Nel quartiere Arghillà è stato denunciato un uomo accusato di furto aggravato di energia elettrica.

Infine, in piazza De Nava la squadra cinofili ha rinvenuto un involucro contenente 10 grammi di marijuana.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Furto aggravato, in manette 57enne

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi svolti dai militari della Compagnia di Palmi, in occasione del piano di azione “Focus ‘ndrangheta”, nel corso del quale sono state controllate circa 50 persone, 20 mezzi e sono state svolte verifiche su 6 attività commerciali, i carabinieri di Sinopoli hanno arrestato il 57enne Antonio Alvaro.

L'uomo è accusato di furto aggravato, poichè nella sua abitazione, i militari hanno rinvenuto un collegamento abusivo a monte del misuratore di consumo, che consentiva l’illecita erogazione di energia elettrica.

Sul posto è stato fatto intervenire personale tecnico dell’Enel, che ha confermato i sospetti dei militari.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto con l’accusa di furto aggravato di corrente elettrica.

Nel corso dello stesso servizio, i carabinieri di Seminara hanno denunciato una donna G.I., di 31 anni del posto, responsabile della violazione degli obblighi imposti dalla libertà vigilata cui era sottoposta.

 

 

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS