Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 983

Serra, De Caria (In alto volare) entra in giunta e lascia il coordinamento cittadino di Forza Italia

“Ho sempre ritenuto che fare politica significhi assumersi grandi responsabilità, metterci la faccia, fare sacrifici, non tirarsi indietro nei momenti difficili. E di momenti difficili nel corso degli anni ne abbiamo vissuto tanti e li abbiamo sempre superati. Io sono fatto così: accetto le sfide, accetto le responsabilità perché in gioco non c’è l’interesse di una persona ma quello della comunità”.

È quanto scrive in una nota, Francesco De Caria, indicato dal movimento "In alto volare" a far parte della squadra che comporrà la nuova giunta comunale serrese. 

“Il gruppo ‘In alto volare’ – spiega De Caria - ha fatto il mio nome per l’entrata in giunta. Ho riflettuto su tante cose, soprattutto sulla mia lunga militanza nella cosiddetta squadra dei salerniani e sulle tante battaglie per lo sviluppo del territorio e ho scelto di accettare questo gravoso compito. Nell’amministrazione comunale rappresenterò tutti quegli elettori che si riconoscono nelle nostre posizioni, che vogliono un impegno reale, quotidiano, per la gente. Impegno e risposte concrete, che devono arrivare con celerità e senza titubanze. Condividerò questo cammino nell’esecutivo con Jlenia Tucci, che per questo gruppo si è sempre spesa con dedizione e competenza”.

De Caria poi aggiunge: “Rappresenterò un gruppo civico, del quale vado orgoglioso. Forza Italia non c’entra, è una scelta personale, civica, di gruppo, ma non di partito. Anzi, per dedicare tutte le mie forze al governo della città, ho provveduto a rassegnare le mie dimissioni da coordinatore cittadino del partito, che così avrà modo di riorganizzarsi in tutta serenità. Ringrazio il senatore Giuseppe Mangialavori per la fiducia che mi ha accordato ed al quale, per correttezza, ho immediatamente comunicato questa mia intenzione”.

Quanto al ruolo che andrà ad occupare, De Caria sostiene che “tutti conoscono il mio impegno nel sociale e nel mondo dello sport, settori che amo e che traducono una mia innata passione”.

Serra, De Caria (Fi) esprime preoccupazione per la chiusura del punto di cottura dell’ospedale

"La notizia della chiusura del punto cottura dell’ospedale di Serra San Bruno, che secondo quanto affermato dal direttore del dipartimento Prevenzione dell’Asp di Vibo Cesare Pasqua sarebbe da intendersi come definitiva, rappresenta motivo di seria riflessione e preoccupazione".

E' quanto afferma in una nota, il coordinatore cittadino di Forza Italia Serra San Bruno, Francesco De Caria.

"È chiaramente necessario garantire elevati standard di qualità nell’erogazione dei pasti agli ammalati ed i controlli in tal senso - aggiunge De Caria - costituiscono iniziative senz’altro positive, ma privare in maniera irreversibile il nostro ospedale di questo servizio può tradursi in un nuovo momento decisivo del processo di ridimensionamento. Nell’attesa che venga chiarito ogni aspetto di questa vicenda, auspichiamo come Forza Italia che l’Asp adotti decisi provvedimenti correttivi senza però incidere sulle speranze degli abitanti del comprensorio di riavere un ospedale degno di tale nome. Chiediamo al sindaco la massima vigilanza sulla questione ed ogni azione utile a difendere il diritto alla salute. Noi siamo pronti a fare la nostra parte promuovendo iniziative popolari e partecipando a tutte le attività che possono servire a far sentire la voce del popolo. Invochiamo una svolta netta in grado di rivoluzionare l’organizzazione della sanità che - conclude la nota - sin dai tempi del governatore Loiero, ha conosciuto solo involuzioni e privazioni per gli utenti".

  • Pubblicato in Politica

Serra: Francesco De Caria nominato coordinatore cittadino di Forza Italia, la soddisfazione di Mangialavori

"La nomina di Francesco De Caria a coordinatore cittadino di Serra San Bruno è una soluzione che va nella direzione del consolidamento di Forza Italia nel Vibonese. Tale nomina è stata sorretta dalle indubbie capacità politiche del neo coordinatore che si segnala per la capacità relazionale e per la sua ricca passione politica. Il cambiamento, quello reale, è possibile. E si fonda sulla politica e sulla sua capacità di costruire, a partire dai territori, una rete di competenze capaci di analisi e di proposta. Perché, i tempi sono tali da richiedere una rigenerazione della programmazione politica che comporta sacrificio e dedizione alla causa dell’interesse pubblico. L’area di Serra San Bruno, per la sua storia e per le sue potenzialità, ricopre una particolare importanza, per cui un rafforzamento dell’iniziativa Azzurra sarà certamente foriera di positivi risultati".

È quanto scrive in una nota, il Senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori

 

Istituita la Scuola di formazione sportiva della Libertas Calabria, Francesco De Caria nominato direttore

Arrivano notizie positive per il mondo dello sport calabrese. Su proposta del presidente del Centro nazionale sportivo Libertas, Luigi Musacchia, è stata approvata l’istituzione della Scuola regionale di Formazione sportiva. Si tratta di un’implementazione delle attività dell’area formativa che sono finalizzate “alla creazione di una rete di iniziative progressive e concrete, inserite in un processo di trasformazione pedagogica e didattica”.  

Nello specifico, verranno organizzati corsi di 1° e 2° livello, corsi per ufficiali di gara e corsi per docenti che saranno rivolti a tecnici, dirigenti sportivi e giudici di gara. È in via di costituzione il corpo docente: i corsi prenderanno il via a settembre ed avranno luogo in via itinerante nei diversi Coni point, al fine di favorire la partecipazione. Il tutto sotto il coordinamento del manager sportivo Francesco De Caria che è stato nominato direttore.

Il progetto – che ha come obiettivo quello di fornire le competenze necessarie per esercitare al meglio le funzioni previste per ciascun ruolo – nasce dall’assunto secondo cui “lo sviluppo del fenomeno sportivo ha determinato negli ultimi anni una sempre maggior richiesta di professionalizzazione degli operatori del settore. La formazione e l’inquadramento dei tecnici rappresenta un passaggio obbligato verso tale professionalizzazione che assicura una maggiore qualità dei servizi offerti dalle organizzazioni sportive”.

“Il settore Formazione – ha spiegato De Caria che ha accolto l’incarico con entusiasmo – si evolve con le esigenze di nuove professionalità in ambito sportivo. Lo sport rappresenta una risorsa economica importante nelle politiche del lavoro: le figure professionali sono in crescita. Per questo motivo abbiamo deciso di dare alla formazione una struttura duplice che formi i tecnici e prepari i futuri formatori”.

  • Pubblicato in Sport

Libertas, il bilancio del presidente Francesco De Caria: “Ente in forte crescita, tantissime soddisfazioni”

Anche per il Centro provinciale Sportivo Libertas è tempo di bilanci. L’ente, ormai protagonista indiscusso per quanto concerne la promozione e diffusione della pratica sportiva in tutta la provincia di Vibo Valentia ed in particolare nella zona del comprensorio delle Serre, continua a crescere costantemente.

“Indubbio merito – secondo quanto rileva il presidente Francesco De Caria - va alle diverse iniziative in ambito sportivo e in ambito formativo promosse in tutto il territorio provinciale durante l’anno trascorso. Infatti, ampio spazio è stato dato alla formazione, con particolare attenzione alle pratiche di primo soccorso e l’utilizzo del defibrillatore e alla figura del dirigente sportivo, ma non sono mancati i momenti culturali, come la presentazione del libro dell’ex ministro degli Interni Enzo Scotti intitolato ‘Pax mafiosa o guerra’ svoltosi nella sala conferenze di Palazzo Chimirri a Serra San Bruno l’8 aprile”.

Certamente, “il settore trainante è stato lo sport con le manifestazioni e gli eventi promossi ed organizzati direttamente dal Centro provinciale o dalle associazioni ad esso affiliate”. Fra i tanti eventi meritano un cenno particolare il torneo di tennis da tavolo, svoltosi nella cittadina della Certosa in estate in collaborazione con l’associazione ‘Sport e turismo’ e la Pro Loco, oltre ai vari tornei di calcio a 5 e alle attività di pallavolo svolte in tutta la provincia e rivolte a tutte le età”. Successo, poi, per La prima edizione del Fantacalcio Libertas organizzato dalla Libertas Serra San Bruno.

“Non possiamo che essere soddisfatti ed orgogliosi – dichiara De Caria - per quanto fatto e quanto stiamo continuando. A fare la differenza è stato il gioco di squadra. Al 31 dicembre 2015 – rammenta - al Centro provinciale Sportivo Libertas di Vibo Valentia, influenzato da un lungo periodo commissariale, erano affiliate 5 associazioni. Oggi, grazie alla costanza e alla passione dei nostri dirigenti, gente che ama lo sport e crede fermamente nei suoi valori e nei suoi principi, sono ben 23 le associazioni affiliate all’ente dislocate in tutta la provincia con un conseguente aumento del numero degli associati e tante altre associazioni si affilieranno nel mese di gennaio.

Un anno ricco di soddisfazioni – continua De Caria - in cui siamo cresciuti enormemente. Attualmente il Centro provinciale Sportivo Libertas di Vibo Valentia, al fine di facilitare i rapporti con le varie associazioni e i vari associati e atleti, dispone di 2 sedi operative. Una sede a Serra San Bruno e una nel centro di Vibo Valentia, quest’ultima ottenuta grazie all’interessamento del maestro Maurizio Migliaccio, componente della commissione ginnastica artistica, e alla generosità e alla disponibilità del dottor Francesco Belsito, presidente e responsabile della neonata associazione sportiva dilettantistica Motus Gym”.

Positive appaiono inoltre le prospettive, anche perchè “sempre più stretti sono divenuti i rapporti con il Coni sia a livello provinciale che a livello regionale: non a caso, il Centro provinciale Sportivo Libertas di Vibo Valentia, grazie alla fattiva collaborazione del tecnico Bruno Battaglia, è stato protagonista del progetto Coni Luoghi di Sport svoltosi a Soriano Calabro. Con l’affiliazione della Prociv Augustus Vibo Valentia il Centro provinciale Sportivo Libertas ha un settore Protezione civile, e il presidente Nicola Maria Nucera è in procinto di ricevere direttamente dal direttivo nazionale la nomina di responsabile del settore protezione civile Libertas per tutto il Centro Sud. Con l’affiliazione della Polisportiva Gerocarne, e le prossime affiliazioni riguardanti associazioni di Vazzano, Fabrizia, Arena, San Nicola  che hanno già manifestato l’intento di prendere parte ai campionati giovanili di calcio, è cresciuto enormemente il settore calcio. È stato nominato il responsabile del settore ciclismo nella persona di Domenico Giamborino, presidente dell’associazione sportiva dilettantistica J.P. Luxury, che si è subito si è adattato al nostro modo di fare e sta già lavorando per organizzare eventi legati al ciclismo”.

De Caria volge lo sguardo aI problemi del territorio e alle azioni promosse precisando che “diverse sono le strutture sportive completamente abbandonate o non utilizzate che siamo riusciti nell’intento di riattivarle e far praticare sport all’interno di esse. Inoltre – puntualizza - stiamo collaborando con la FIBa (Federazione Italiana Badminton) provinciale e regionale, in particolare con il delegato provinciale Bruno Nardo e con il delegato regionale Adelino Liuzzi, per promuovere e divulgare il Badminton. Si è costituita la Commissione Politiche sociali con componenti di livello quali la dottoressa Raffaella Zangari, la dottoressa Rosa Scidà e la dottoressa e vicepresidente del Centro provinciale Assunta Tassone. Con l’affiliazione dell’associazione officina degli eventi e dei mestieri della presidente Fede Anna Molinari, promotrice ed organizzatrice di diversi eventi ultimo fra tutti il Santa Claus Village svoltosi a Brognaturo il 22 dicembre 2016, si è dato il via alla costituzione della commissione spettacolo.

Per quanto concerne il 2017 – sostiene De Caria - ritengo importante continuare sulla strada imboccata. È molto importante sfruttare al meglio le nostre potenzialità ed in particolare le convenzioni nazionali, a partire dalla convenzione sottoscritta con l’Avis su cui stiamo lavorando già da diverso tempo e che ha portato l’Avis comunale di Serra San Bruno ad aggregarsi a noi. Ma vi è anche la convenzione sottoscritta con la Uil che porterà ad uno sportello informativo a Vibo Valentia e la convenzione con la ConfCommercio su cui lavoreremo già nel mese di gennaio. Nella prossima settimana vi sarà la riunione tecnica in merito ai campionati sportivi giovanili di calcio con le varie associazioni. Grazie al nostro interessamento e ala collaborazione del Centro Sportivo Giovanile Catanzaro Lido – aggiunge - si svolgerà a Serra San Bruno il progetto Coni-Ragazzi. Un progetto sociale, sportivo ed educativo, promosso da Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute e Coni rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni che ha come finalità l’avvicinamento di questi alla pratica sportiva”.

De Caria conclude “ringraziando di vero cuore tutti coloro i quali collaborano giornalmente con l’ente e ribadendo il fatto che il Centro è aperto a tutti coloro i quali vogliono collaborare per raggiungere gli obiettivi dell’ente”.

  • Pubblicato in Sport

Referendum, De Caria esulta: “E adesso SI! Cambiamo l'Italia. Davvero”

“Considerando il dato elettorale che si delinea, credo sia ora doveroso affrontare le emergenze e le urgenze economico sociali che affliggono i cittadini italiani,  in particolare modo nel mezzogiorno del Paese, e ripartire per un cammino serio, partecipato e condiviso per delle riforme istituzionali e costituzionali che, solo l'elezione di un'assemblea costituente eletta dai cittadini e la contestuale celebrazione dei tre referendum di indirizzo possono garantire”.

È quanto afferma il presidente del Comitato “Riformisti per il No – Noi della Grande Riforma- Serre calabre” Francesco De Caria che spiega: “vista l'inutilità del 138 a produrre forme organiche resta questa l'unica via per innovare il nostro sistema democratico e l'unica via per un'uscita ordinata dalla crisi italiana! È fallito così, miseramente, il tentativo di Renzi di dare il via ad un ventennio di potere e di gestione. È una vittoria contro le lobby economiche e finanziarie che volevano un governo che tenesse sotto scacco un paese che qualcuno vuole agli ordini, in barba ad ogni legittimazione democratica! 

Grande lavoro – precisa ancora De Caria – è stato portato avanti dal Comitato ‘Riformisti per il NO - Noi della Grande Riforma - Serre Calabre’ che ho avuto l'onore di presiedere che ha contribuito in maniera determinante all'ottimo risultato elettorale del NO nella nostra zona lavorando con costanza fra la gente e attraverso i vari mezzi di comunicazione.

Una volta acquisito il risultato elettorale del Comprensorio delle Serre – conclude - non esiterò ad analizzarlo con attenzione e serietà”.

  • Pubblicato in Politica

Soverato. Referendum: i motivi del No secondo De Caria, Montisano, Lollo, Carnovale, Daniele, Zavettieri

Sono tutti decisi a contrastare “una riforma che deforma”. Per questo gli esponenti del fronte del No hanno deciso di approfondire ed esporre al pubblico, con l’ausilio giuridico dei docenti dell’Università Magna Graecia di Catanzaro Andrea Lollo e Vittorio Daniele, le ragioni della loro decisione.

Una scelta, quella del No, che non è sinonimo di “conservazione”, ma di “cambiamento vero”. E quest’ultimo può essere raggiunto solo con “una grande riforma”.

La manifestazione, promossa appunto dai “Riformisti per il No – Noi della Grande Riforma” e che sarà moderata dal giornalista Rai Pietro Melia, si svolgerà nella sala consiliare del Comune di Soverato e vedrà la partecipazione dei presidenti dei Comitati delle Serre, Francesco De Caria, e del Comprensorio chiaravallese, Sergio Montisano, del dirigente della Fondazione Craxi, Nicola Carnovale, e dell’ex assessore regionale Saverio Zavettieri.

  • Pubblicato in Politica

L’Avis comunale di Serra San Bruno si affilia al Cns Libertas

Parte dalla cittadina della Certosa l'importante collaborazione fra il Centro regionale Sportivo Libertas Calabria e la l’Avis Calabria facendo seguito alla convenzione nazionale fra i due enti sottoscritta nel maggio 2015 e alla convenzione regionale sottoscritta nel settembre 2016.

L’Avis comunale di Serra San Bruno è infatti il primo organismo Avis in Calabria ad affiliarsi al Centro nazionale Sportivo Libertas attraverso l’intervento del Centro provinciale Sportivo Libertas Vibo Valentia. Già in passato L’Avis di Serra e il Centro provinciale Sportivo Libertas Vibo Valentia avevano collaborato per la realizzazione di eventi e manifestazioni sportive rivolte ai giovani, ultima fra tutte la “Baby soccer cup Vibo Valentia” svoltasi nella cittadina della Certosa nell’ottobre scorso.

Soddisfazione  è stata espressa da parte del presidente del Centro provinciale Sportivo Libertas Vibo Valentia nonché responsabile regionale del settore sport e formazione Francesco De Caria: “puntiamo molto – ha infatti affermato - sulla fattiva collaborazione fra questi 2 enti che da tempo portano avanti valori positivi e sani principi come l’altruismo e la solidarietà. A questa prima affiliazione a breve faranno seguito quelle di altri centri comunali in tutta la provincia di Vibo Valentia ed in tutta la Calabria. Abbiamo già messo in cantiere una serie di iniziative che verranno promosse ed organizzate nella stagione in corso.  Sono sicuro – ha concluso De Caria - che i due enti creeranno un veicolo sociale di notevole importanza andando ad unire sport, cultura, formazione e sociale per il bene comune”.

Sottoscrivi questo feed RSS