Svaligiano una casa e si danno alla fuga, arrestati

I carabinieri della Stazione di Campo Calabro hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di Patrizio e Damiano Vincenzo Bevilacqua, rispettivamente di 33 e 37 anni, ritenuti responsabili dei reati di furto aggravato e furto in abitazione aggravato in concorso.

Damiano Vincenzo Bevilacqua è accusato, inoltre, di simulazione di reato, in concorso con sua figlia.

Il provvedimento trae origine da un’attività d’indagine condotta dai militari della Stazione di Campo Calabro, in seguito ad un furto in abitazione consumato nel primo pomeriggio dell'1 settembre scorso, nel corso del quale vennero sottratti monili in oro ed argento per un valore di circa 5 mila euro, oltre a mille euro in contanti.

Dopo aver messo a segno il colpo, i malviventi avevano rubato una Renault Clio con la quale erano riusciti a far perdere le loro tracce.

In seguito alle indagini, i militari hanno scoperto che i due presunti ladri avevano usato l'auto della figlia di uno di loro, salvo, in un secondo momento, denunciarne il furto per cercare di sviare gli investigatori.

Gli arrestati, al termine degli adempimenti di rito, sono stati associati presso la casa circondariale di Reggio Calabria.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Ruba dolciumi in un supermercato, 47enne finisce in manette

Una cittadina romena, Valentina Dobre, di 47anni è stata arrestata a Polistena (Rc), con l’accusa di furto aggravato.

A stringere le manette attorno ai polsi della donna, sono stati i carabinieri della locale Stazione che, in seguito ad una chiamata al 112, sono intervenuti presso un noto supermercato  della zona, dal quale la donna aveva cercato di portar via, senza pagarli, oltre 30 confezioni e barattoli di dolciumi.

Nonostante due rocamboleschi tentativi di fuga, la presunta ladra è stata bloccata e rinchiusa in camera di sicurezza.

Al termine dell’udienza di convalida,la 47enne è stata sottoposta all’obbligo di dimora nel comune di Reggio Calabria.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a rubare inerti dal greto di un fiume, arrestato

È stato colto in flagranza di reato mentre prelevava materiale inerte dal fiume Trionto, nel comune di Calopezzati (Cs).

Per questo motivo, i carabinieri forestale della Stazione di Rossano, coadiuvati dai militari della Stazione di Scala Coeli e del Norm della Compagnia rossanese, hanno tratto in arresto G.M., di 49 anni.

L’uomo, originario di Crosia, è stato sorpreso la notte scorsa, mentre, con una pala meccanica, prelevava inerti dal greto del fiume Trionto.

Una volta tratto in arresto il 49enne, gli uomini dell'Arma hanno sequestrato 600 metri cubi di materiale inerte appena prelevato, un camion ed una pala meccanica utilizzati per compiere il reato.

Al termine delle attività di rito, l'uomo è stato rimesso in libertà in attesa di giudizio.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a rubare un computer, arrestato

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Cosenza hanno arrestato in flagranza del reato di tentato furto, un 29enne originario del capoluogo bruzio.

In particolare, i militari hanno sorpreso l'uomo intendo a rubare un computer portatile da un'auto cui aveva forzato lo sportello con uno strumento d'effrazione.

Una volta bloccato, il 29enne è stato arrestato e posto ai domiciliari.

Sorpreso a rubare tubi in rame in un cantiere, arrestato

Un crotonese, M.G., di 51 anni è stato arrestato dai poliziotti della questura pitagorica, con l’accusa di furto aggravato.

L’uomo è stato sorpreso in un cantiere edile, mentre era intento a portar via tubi in rame per impianti termoidraulici.

Dopo le formalità di rito, il 51enne è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Furto in un supermercato, tre romeni in manette

Tre cittadini romeni, Viorel Menes, Leana Sefer ed Elena Dumitru, i primi due di 25 anni e la terza di 23, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Locri e della Stazione di Siderno, con l’accusa di furto aggravato in concorso.

In particolare, i tre sono stati sorpresi con un ingente quantitativo di generi alimentari, sottratto poco prima presso un noto supermercato di Siderno.

Per Menes, dopo l’udienza di convalida celebrata ieri, sono stati disposti gli arresti domiciliari; mentre per Sefer e Dumitru è scattato l’obbligo di dimora.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorprese a rubare vestiti in un centro commerciale, arrestate

Gli agenti della polizia di Stato in servizio presso il commissariato di Villa San Giovanni hanno arrestato in flagranza del reato di furto aggravato, S.D. e Q.N., rispettivamente di 49 e 38 anni.

Le due donne, residenti a Reggio Calabria, sono state fermate dai dipendenti di un negozio di abbigliamento ubicato in un centro commerciale, mentre cercavano di portar via abiti nascosti nelle rispettive borse.

Giunti sul posto in seguito ad una segnalazione, i poliziotti hanno proceduto all’arresto in flagranza, dopo aver constatando che le due donne avevano tentato di rubare 26 capi d’abbigliamento.

Durante il rito direttissimo, l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, mentre il personale della Divisione anticrimine della questura di Reggio Calabria ha notificato alle arrestate il foglio di via obbligatorio emesso dal questore, con divieto di far ritorno nel Comune di Villa San Giovanni per 3 anni.

  • Pubblicato in Cronaca

Tropea: furto in una gioielleria, in manette il presunto responsabile

Un carabiniere libero dal servizio, udite le urla dei passanti che davano l’allarme per un furto appena commesso in una gioielleria ubicata nel centro di Tropea, ha notato un uomo che si allontanava con in mano una borsa da donna.

Il militare ha quindi bloccato il sospettato, constatando che la borsa, nella quale sono stati trovati soldi e monili in oro, era appena stata rubata nella gioielleria.

I successivi accertamenti hanno permesso di scoprire che l'uomo, M.D., dopo aver rubato una Renault Clio parcheggiata sul lungomare di Tropea aveva raggiunto la zona centrale della cittadina per compiere il colpo nella gioielleria.

Pertanto, l'uomo è stato arrestato in flagranza con l'accusa di furto aggravato.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS