Compiono un furto, ma vengono messi in fuga dall'intervento della polizia

Una pattuglia di poliziotti motociclisti del dispositivo Athena, è intervenuta in via Aschenez, a Reggio Calabria, dove era stato segnalato un furto su un'autovettura.

L'immediata attivazione del dispositivo di sicurezza ha costretto i malviventi ad allontanarsi dalla zona centrale della città a bordo di uno scooter, per rifugiarsi nel quartiere Ciccarello, dove hanno abbandonando il motociclo che era stato rubato il 19 aprile scorso nei pressi dello stadio cittadino.

Il mezzo sarà restituito al proprietario, una volta completati gli accertamenti di polizia scientifica per la rilevazione di impronte.

I poliziotti hanno, quindi, acquisito le immagini delle telecamere del centro storico per cercare d'individuare gli autori del reato.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a tagliare un albero nella pineta comunale, denunciato

Un settaduenne è stato denunciato a Cirò Marina, perché sorpreso dai carabinieri nella pineta comunale, mentre era intento a tagliare con un’ascia, il tronco di un albero caduto per cause naturali .

Per il pensionato è quindi scattata la denuncia per furto aggravato.

  • Pubblicato in Cronaca

Arrestato per furto, 49enne romeno aggredisce i poliziotti

Un cittadino romeno, T.L., di 49 anni è stato tratto in arresto dagli agenti della questura di Cosenza, con l'accusa di tentato furto aggravato continuato in abitazione, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L'arresto è scattato in seguito ad una chiamata al 113, con la quale un cittadino ha segnalato la presenza di una persona intenta a forzare la porta d'ingresso della sua abitazione.

Giunti sul posto, gli agenti hanno appreso che il ladro, prima di allontanarsi, aveva cercato d'entrare anche in una seconda abitazione.

Grazie alle testimonianze rese dalle vittime dei tentati furti, i poliziotti sono riusciti a rintracciate il presunto responsabile, il quale ha reagito colpendo gli agenti con calci e sputi.

Pertanto, al termine delle formalità di rito, il quarantanovenne è stato tratto in arresto, in attesa del processo per direttissima.

Forzano la saracinesca di un negozio, ma riescono a portare via solo 300 euro

Furto da poco più di 300 euro allo Stock Ingross Cash & Carry di Reggio Calabria, dove, approfittando dell'oscurità della notte, persone allo stato ignote hanno forzato una saracinesca e si sono introdotte nei locali che ospitano l'attività commerciale.

Una volta entrati nel negozio, i malviventi hanno aperto tre registratori di cassa dai quali hanno portato via circa 330 euro.

A fare la scoperta sono stati due dipendenti del negozio che, giunti sul posto al momento dell'apertura, hanno trovato la serranda aperta con lo sportello del tasto di sollevamento manomesso.

Sul posto sono quindi intervenuti i poliziotti delle locale questura, che hanno avviato le indagini per cercare d'individuare i responsabili.

 

Rubano uno scooter e compiono due furti, recuperata la refurtiva

Gli agenti delle Volanti sono intervenuti a Reggio Calabria in seguito alla segnalazione del furto di uno scooter.

Messisi sulle tracce del motociclo grazie alla centrale operativa Viasat che gestisce il dispositivo di localizzazione satellitare di cui era dotato lo scooter, i poliziotti sono riusciti ad intercettare i malviventi, che nel frattempo avevano rubato due borse da altrettante auto in sosta.

Giunti nella zona del quartiere Ciccarello, gli agenti hanno inseguito i ladri che, dopo aver lasciato lo scooter, si sono dileguati in un complesso di palazzine, abbandonando a terra la refurtiva.

 Una volta recuperate, le borse sono state restituite alle legittime proprietarie.

  • Pubblicato in Cronaca

Furti e rapine in Calabria e Sicilia, disarticolate due bande

È scattato all'alba di oggi a LameziaTerme (CZ), Cosenza, Corigliano (CS), Seminara(RC), Catania, Venezia ed in Paesi dell'area Schengen, un blitz con il quale i carabinieri del Gruppo di Lamezia Terme, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale lametino, nei confronti di 11 indagati, di cui 4 italiani e 7 romeni, appartenenti a due distinti gruppi, ritenuti responsabili di furti e rapine consumati ai danni di uffici postali ed esercizi commerciali.

Le indagini, iniziate nell’aprile 2018, hanno permesso di scoprire l’esistenza di un primo sodalizio criminale, costituito dai 4 italiani, attivo in varie località della Sicilia e della Calabria, specializzato nella commissione di rapine ai danni di uffici postali.

Parallelamente i militari hanno documentato l’esistenza di un secondo gruppo criminale, composto da 7 romeni, che effettuava rapine e furti ad aziende ed attività commerciali calabresi, con il metodo della cosiddetta “spaccata”.

Furti e rapine nel Vibonese, due persone in manette

 Svolta nelle indagini sui furti in appartamento e rapine in abitazione avvenuti nel Vibonese.

Nel corso di un'operazione eseguita la notte scorsa a Vibo Valentia e Cessaniti, i carabinieri della locale Compagnia hanno, infatti, eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di altrettante persone di Cessaniti e San Costantino.

Le indagini sono state condotte dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia e della Stazione di San Costantino Calabro.

I dettagli delle operazoni saranno resi noti durante la conferenza stampa, che si terrà alle ore 11:00, nell’aula magna del Comando provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia.

Rubano merce in un supermercato, tre donne romene finiscono in manette

Tre donne di nazionalità romena, residenti a Reggio Calabria, sono state arrestate dai carabinieri della Stazione di Polistena, con l'accusa di furto aggravato.

Allertati in seguito ad un furto consumato in un supermercato del luogo, i militari hanno immediatamente avviato le ricerche dei responsabili.

Durante un posto di controllo, gli uomini dell'Arma hanno fermato un'auto, a bordo della quale viaggiavano: Elena Dumitreu, di 31 anni, Mariana Costica, di 37 anni e Valentina Lucia Dobre di 47 anni.

Alla luce dei precedenti delle tre donne, i carabinieri hanno deciso di perquisire il veicolo.

Durante l'ispezione sono stati rinvenuti alcolici, cosmetici, dolci, prodotti per la casa, bevande ed alimenti, rubati in due supermercati di Polistena e Rosarno.

La refurtiva, del valore di oltre mille euro, è stata restituita ai legittimi proprietari.

Le arrestate, al termine delle formalità di rito, sono state ristrette presso le camere di sicurezza della Compagnia di Taurianova, in attesa del giudizio di convalida.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS