Furto in un supermercato, tre romeni in manette

Tre cittadini romeni, Viorel Menes, Leana Sefer ed Elena Dumitru, i primi due di 25 anni e la terza di 23, sono stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Locri e della Stazione di Siderno, con l’accusa di furto aggravato in concorso.

In particolare, i tre sono stati sorpresi con un ingente quantitativo di generi alimentari, sottratto poco prima presso un noto supermercato di Siderno.

Per Menes, dopo l’udienza di convalida celebrata ieri, sono stati disposti gli arresti domiciliari; mentre per Sefer e Dumitru è scattato l’obbligo di dimora.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorprese a rubare vestiti in un centro commerciale, arrestate

Gli agenti della polizia di Stato in servizio presso il commissariato di Villa San Giovanni hanno arrestato in flagranza del reato di furto aggravato, S.D. e Q.N., rispettivamente di 49 e 38 anni.

Le due donne, residenti a Reggio Calabria, sono state fermate dai dipendenti di un negozio di abbigliamento ubicato in un centro commerciale, mentre cercavano di portar via abiti nascosti nelle rispettive borse.

Giunti sul posto in seguito ad una segnalazione, i poliziotti hanno proceduto all’arresto in flagranza, dopo aver constatando che le due donne avevano tentato di rubare 26 capi d’abbigliamento.

Durante il rito direttissimo, l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, mentre il personale della Divisione anticrimine della questura di Reggio Calabria ha notificato alle arrestate il foglio di via obbligatorio emesso dal questore, con divieto di far ritorno nel Comune di Villa San Giovanni per 3 anni.

  • Pubblicato in Cronaca

Tropea: furto in una gioielleria, in manette il presunto responsabile

Un carabiniere libero dal servizio, udite le urla dei passanti che davano l’allarme per un furto appena commesso in una gioielleria ubicata nel centro di Tropea, ha notato un uomo che si allontanava con in mano una borsa da donna.

Il militare ha quindi bloccato il sospettato, constatando che la borsa, nella quale sono stati trovati soldi e monili in oro, era appena stata rubata nella gioielleria.

I successivi accertamenti hanno permesso di scoprire che l'uomo, M.D., dopo aver rubato una Renault Clio parcheggiata sul lungomare di Tropea aveva raggiunto la zona centrale della cittadina per compiere il colpo nella gioielleria.

Pertanto, l'uomo è stato arrestato in flagranza con l'accusa di furto aggravato.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Vanno a denunciare un furto con documenti falsi, arrestati

Due persone sono finite in manette, perché trovate in possesso di documenti falsi.

Tutto ha avuto inizio, quando tre uomini di 37, 26 e 20 anni si sono presentati negli uffici della polizia ferroviaria di Villa San Giovanni (RC) per denunciare il furto di carte di credito ed effetti personali contenuti nella tracolla del trentasettenne che era stata lasciata incustodita nella sala d’attesa della stazione.

La visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza ed alcune contraddizioni emerse nel racconto dei tre hanno insospettito gli agenti, che hanno deciso di approfondire gli accertamenti, effettuando un controllo sui loro bagagli.

È così che i poliziotti hanno ritrovato il cellulare, le carte di credito ed i documenti di cui poco prima era stato denunciato il furto.

Per i tre è scattata la denuncia per concorso in simulazione di reato e per due di loro anche l’arresto, dal momento che i documenti rivenuti sono risultati contraffatti.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Compiono un furto, ma vengono messi in fuga dall'intervento della polizia

Una pattuglia di poliziotti motociclisti del dispositivo Athena, è intervenuta in via Aschenez, a Reggio Calabria, dove era stato segnalato un furto su un'autovettura.

L'immediata attivazione del dispositivo di sicurezza ha costretto i malviventi ad allontanarsi dalla zona centrale della città a bordo di uno scooter, per rifugiarsi nel quartiere Ciccarello, dove hanno abbandonando il motociclo che era stato rubato il 19 aprile scorso nei pressi dello stadio cittadino.

Il mezzo sarà restituito al proprietario, una volta completati gli accertamenti di polizia scientifica per la rilevazione di impronte.

I poliziotti hanno, quindi, acquisito le immagini delle telecamere del centro storico per cercare d'individuare gli autori del reato.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso a tagliare un albero nella pineta comunale, denunciato

Un settaduenne è stato denunciato a Cirò Marina, perché sorpreso dai carabinieri nella pineta comunale, mentre era intento a tagliare con un’ascia, il tronco di un albero caduto per cause naturali .

Per il pensionato è quindi scattata la denuncia per furto aggravato.

  • Pubblicato in Cronaca

Arrestato per furto, 49enne romeno aggredisce i poliziotti

Un cittadino romeno, T.L., di 49 anni è stato tratto in arresto dagli agenti della questura di Cosenza, con l'accusa di tentato furto aggravato continuato in abitazione, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

L'arresto è scattato in seguito ad una chiamata al 113, con la quale un cittadino ha segnalato la presenza di una persona intenta a forzare la porta d'ingresso della sua abitazione.

Giunti sul posto, gli agenti hanno appreso che il ladro, prima di allontanarsi, aveva cercato d'entrare anche in una seconda abitazione.

Grazie alle testimonianze rese dalle vittime dei tentati furti, i poliziotti sono riusciti a rintracciate il presunto responsabile, il quale ha reagito colpendo gli agenti con calci e sputi.

Pertanto, al termine delle formalità di rito, il quarantanovenne è stato tratto in arresto, in attesa del processo per direttissima.

Forzano la saracinesca di un negozio, ma riescono a portare via solo 300 euro

Furto da poco più di 300 euro allo Stock Ingross Cash & Carry di Reggio Calabria, dove, approfittando dell'oscurità della notte, persone allo stato ignote hanno forzato una saracinesca e si sono introdotte nei locali che ospitano l'attività commerciale.

Una volta entrati nel negozio, i malviventi hanno aperto tre registratori di cassa dai quali hanno portato via circa 330 euro.

A fare la scoperta sono stati due dipendenti del negozio che, giunti sul posto al momento dell'apertura, hanno trovato la serranda aperta con lo sportello del tasto di sollevamento manomesso.

Sul posto sono quindi intervenuti i poliziotti delle locale questura, che hanno avviato le indagini per cercare d'individuare i responsabili.

 

Sottoscrivi questo feed RSS