Gestione rifiuti, l'associazione Anas Calabria auspica un maggiore senso civico da parte dei cittadini

"Ambiente, rifiuti, vita. In questo inizio anno, ancora in preda alla pandemia, con una programmazione incerta delle future iniziative, abbiamo deciso di destinare le nostre attenzioni per sensibilizzare il territorio, al fianco delle Istituzioni, su alcuni temi fondamentali. Già stiamo lavorando per organizzare a marzo un evento in occasione della giornata nazionale dedicata ai disturbi elementari. Oggi invece vorremmo porre l’accento sulla questione ambientale ed in particolare sulla raccolta rifiuti nella Locride. Il tema è attuale in quanto, per l’ennesima volta, le discariche presentano problematiche e “stringendo l’imbuto” automaticamente i Comuni non possono sversare in tutto o in parte e quindi il territorio e la cittadinanza ne risentono. Anas oggi però vuole concentrarsi su un aspetto forse poco dibattuto. Non sulla questione politica legata alle discariche, nè alle eventuali efficienze dei Comuni o delle aziende preposte, bensì su noi cittadini. Perché è pur vero che i problemi accennati necessitano di una rapida e definitiva soluzione, ma è anche vero che noi siamo i primi attori in questo film. Ancora purtroppo non è abbastanza diffusa la cultura della differenziata; ancora troppi rifiuti in giro, discariche abusive in mezzo alle nostre meravigliose campagne, ancora troppe tonnellate di “indifferenziato” prodotte ogni giorno, che poi indifferenziato non è perché quantomeno carta, plastica, vetro e umido, se scartati con diligenza ed attenzione, ridurrebbero di una percentuale altissima la rimanenza che andrebbe nell’indifferenziato. Noi quindi siamo i principali artefici del nostro mondo, mondo che abbiamo solamente in prestito e che dovremmo lasciare migliore alle future generazioni. Le associazioni di promozione sociale come noi, ma aggiungo anche e sopratutto le istituzioni, i parroci ed i pastori, che sono riferimenti riconosciuti nelle loro comunità, dobbiamo tutti maggiormente insieme insistere su questo argomento. L’educazione civica, ambientale, stradale, l’amore ed il rispetto delle regole e del prossimo, sono “finanziamenti a fondo perduto” che non comportano costi per chi li applica, ma solo benefici per la popolazione. Confido che l’invito/appello giunga nei cuori di ognuno e che produca un’eco in grado di indirizzare ogni abitante del comprensorio ad un corretto comportamento nel rispetto del territorio e dell’ambiente. Noi ci siamo".

E'quanto si legge in una nota dell'associazione Anas, Calabria guidata dal presidente Gianfranco Sorbara.

Il serrese Francesco De Caria è il nuovo commissario provinciale dell’associazione Anas

L’A.N.A.S. (Associazione Nazionale di Azione Sociale), associazione di promozione sociale particolarmente attiva in Calabria, ha nominato un nuovo commissario per la provincia di Vibo Valentia al fine di istituire in quell’area calabrese una rete di sedi che possano seguire i progetti sociali che l’Ente del Terzo Settore sta portando avanti in tutto il territorio nazionale.

La scelta è ricaduta sul Francesco De Caria, consigliere nazionale del Centro Nazionale Sportivo Libertas, ente di promozione e diffusione sportiva riconosciuto dal Coni, il giovane manager sportivo ha riscontrato grande fiducia nei vertici dell’ente, considerando la sua attività nel campo sportivo e nel sociale.

Il presidente regionale, l’ardorese Gianfranco Sorbara si è dichiarato particolarmente soddisfatto della scelta, voluta fortemente dal portavoce nazionale dott. Antonio Lufrano:

“L’A.N.A.S., come ormai molti sanno, è un’Associazione Nazionale senza scopo di lucro iscritta al Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale. Costituita sin dal 2007 in Italia e dal 2012 in Calabria, è una rete associativa costituita da associazioni di promozione sociale, culturali, ricreative, comitati, cooperative sociali, imprese sociali, enti di mutuo soccorso e sportive. L’ente ha rapporti con tutte le forze politiche, religiose e sociali, senza alcuna discriminazione ed è presente sul territorio nazionale con oltre 1000 articolazioni territoriali costituite da presidenze regionali, provinciali, zonali e delegazioni territoriali. Oggi la Calabria cresce in qualità e quantità: l’arrivo di Francesco, e delle associazioni a lui collegate, daranno linfa vitale non solo a Vibo Valentia e provincia, ma a tutta la Calabria; già nei prossimi giorni abbiamo in programma un incontro operativo per poter dare subito seguito con i fatti a questa nomina. Questo è senza dubbio “l’anno” di ANAS, abbiamo costruito in questi anni un gruppo granitico di volontari motivati ed associazioni affiliate operative. Stiamo lavorando a progetti di respiro nazionale ed europeo che, se approvati, daranno impulso ed ossigeno in una regione che ha bisogno di rilanciarsi e di offrire ulteriori possibilità ai suoi cittadini, e De Caria sarà fondamentale in questo processo”.

Ardore, celebrato il 4 novembre

Riceviamo e pubblichiamo

"Le condizioni meteorologiche avverse non hanno impedito le celebrazioni in memoria dei caduti di tutte le guerre ad Ardore. Ringraziamo particolarmente il Commissario prefettizio dott.ssa Francesca Iannò per aver fortemente voluto e realizzato la cerimonia che l’ha portata ad Ardore a presenziare in questa giornata caratterizzata dal maltempo. Ringraziamo inoltre per la consueta presenza la polizia locale ardorese, l’Arma dei carabinieri rappresentata dalla locale Stazione, l’Associazione dei carabinieri in pensione e la Protezione civile. Un momento di condivisione e memoria storica che unisce la popolazione e resiste in questi tempi cupi di instabilità politica, sociale ed economica. La storia italiana è fondamentale per costruire il nostro futuro e dedicare il nostro tempo a ricordare e tramandare gli eventi passati è di fondamentale importanza. Per questi motivi rinnovo i miei più sinceri ringraziamenti alla fondazione che negli anni scorsi si è aperta ai discendenti in linea diretta dei mutilati ed invalidi di guerra, permettendo quindi a noi giovani di ricevere e passare il testimone di una gloriosa associazione che si pone l’obiettivo di mantenere vivo il ricordo delle migliaia di vittime di tutte le guerre esaltando il loro coraggio e il loro attaccamento alla Patria e contestualmente rimarcando come bisogna sempre lottare perché il mondo non ripeta gli errori del passato in modo che nessuno un giorno possa rivivere gli orrori della guerra".

Gianfranco Sorbara - Fiduciario per Ardore della Fondazione Anmig (Associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra)

Le idee di Diego Fusaro approdano nella Locride

Continua l' attività sociale e culturale dell'associazione ANAS Calabria presieduta dall'ardorese Gianfranco Sorbara.

In particolare, nei giorni scorsi, il sodalizio ha organizzato a Bianco la presentazione del volume scritto dal filosofo Diego Fusaro, "Pensare altrimenti".

Il dibattito, moderato dalla giornalista Maria Teresa D'Agostino è stato aperto dai saluti istituzionali del sindaco Aldo Canturi e dalla presentazione di ANAS da parte di Sorbara, che ha evidenziato come ormai il mondo del sociale è sempre più punto di riferimento non solo culturale, ma anche politico per i cittadini ed a tal proposito ha dichiarato: "Anas Italia, assieme ai salotti culturali Clemm ed ad altre realtà associazionistiche italiane sta lavorando ad un progetto socio politico innovativo che a breve si manifesterà ufficialmente".

Il vice sindaco Pasquale Ceratti ha invece "lanciato" l'ospite della serata tracciando il profilo del giovane filosofo che sta spopolando non solo in Italia, ma anche all'estero dimostrando conoscenza e passione per l’argomento.

Un pubblico selezionato ed interessato si è intrattenuto per circa due ore, fino a quando c'è stata la diretta su una rete tv nazionale che ha trasmesso proprio da Bianco.

La mattinata di venerdì è stata, invece, dedicata ai giovani dei licei locresi, in un cinema gremito di studenti, Fusaro ha proseguito il confronto e si è dimostrato attento ad ogni spunto ricevuto.

"Avevo sentito Diego nei mesi scorsi per programmare un incontro in Calabria", dichiara il presidente regionale Sorbara, "ed ho scelto la Locride perché oltre ad essere la mia terra d'origine era l'unica zona che ancora lui non aveva visitato, ma all'interno dei 40 comuni la scelta di Bianco è stata voluta fortemente perché con Pasquale Ceratti, oltre ad una antica amicizia ed ad una collaborazione in ANAS, ci legava la stessa stima per questo filosofo 2.0 che sta entusiasmando i cittadini di ogni fascia di età o classe sociale e che, in questo momento, rappresenta un riferimento culturale reale. Serviva quindi un organizzatore con la passione giusta per organizzare quale si è rivelato il vice sindaco di Bianco. Idee di sinistra e valori di destra: questa frase con la quale si autodefinisce Diego incarna il suo pensiero e a parer mio profila una nuova concezione della politica dei prossimi anni nella quale parecchi si ritroveranno." .

  • Pubblicato in Cultura

I mali di Forza Italia nel Reggino: “Niente meritocrazia, totale assenza del partito”

“Chi è impegnato in politica attivamente è obbligato ad un'analisi sul tanto atteso organo di governo provinciale di Forza Italia nato pochi giorni fa, specie dopo gli stimoli degli ultimi giorni provenienti da incontri e comunicati vari. La nota positiva che intravedo è il numero elevato di giovani, specie quelli che già rappresentano le amministrazioni locali". È la premessa di Gianfranco Sorbara, già dirigente provinciale del PDL e prima di AN, oggi portabandiera di FI ad Ardore, che aggiunge: "per molti di loro invece auspico che siano all'altezza del compito affidatogli; ma nel dare un giudizio complessivo a questo direttivo salta subito all'occhio, paradossalmente, la quasi totale assenza del partito! in parole povere chi è tesserato in FI, i pochi che ancora si raccolgono nei club e chi, ad esempio come il sottoscritto, organizza ancora convegni col simbolo di FI (tengo a ricordare che gli unici convegni col logo di FI promossi nella ionica nell'ultimo anno li abbiamo realizzati noi ad Ardore, uno con l'aiuto di Francesco Campisi e l'altro con Peppe Romeo) vengono puntualmente isolati e trascurati nei rari momenti in cui la meritocrazia dovrebbe prendere il sopravvento sugli interessi spiccioli di bottega; praticamente il messaggio che si manda è: ‘votate pure a singhiozzo a destra, non tesseratevi in FI, né organizzate manifestazioni esponendovi in prima persona, tanto la lealtà e la coerenza non pagano, ma invece siate bravi con sms ed aperitivi che con una buona raccomandazione sarete sicuramente ricompensati come e più degli altri’. Altro aspetto deprimente è dividere tutto e tutti in fazioni, a chi come me lavora tutti i giorni sui territori impegnandosi nel sociale e facendo fatti e, ove possibile, dando risposte, viene da ridere per la pochezza dei nostri rappresentanti. Non sono loro probabilmente persone libere e credono non lo sia nessuno. Tutti per forza devono essere o con uno o con l'altro... non puoi parlare con un esponente politico che sei subito etichettato come suo seguace senza possibilità di veduta propria, che tristezza. E infine mi sorge un interrogativo: perché un direttivo che aspettiamo da più di un anno nasce invece oggi a soli tre mesi dal congresso provinciale che dovrebbe vedere un direttivo eletto? Non bastavano i portabandiera per accompagnare i club ai congressi, come prescritto?". “Un ulteriore aspetto che demotiva - sostiene Roberto Marando, consigliere comunale di Ardore di FI - è che nessuno dei consiglieri comunali di minoranza ardoresi, probabilmente il gruppo più nutrito di consiglieri di FI della provincia, sia stato considerato in questo organo. Anche questo è demotivante: in un momento storico in cui FI è forse ad una cifra, ai pochi che ancora ci credono vengono continuamente chiuse le porte in faccia, sembra quasi che ci sia una volontà autolesionista. Non vorrei che Ardore subisse veti solo per aver in passato evidenziato semplicemente la verità”. Simili le conclusioni di Francesco Campisi di Bovalino, già vice presidente nazionale del CNSU e componente dell'opera universitaria messinese: "purtroppo nulla di nuovo all'orizzonte. La meritocrazia è morta e sepolta, chi si impegna sul territorio portando avanti il simbolo di FI (non quando essa governava dovunque, ma in un periodo in cui la sinistra governa a tutti i livelli) sembra quasi incutere timore ai maggiorenti del partito, i quali preferiscono figure anonime, che spesso non rappresentano né detengono neanche i voti dei propri familiari, ma che sono yes man e quindi funzionali. Con questo modo di intendere la politica, obsoleto e negativo, FI diventerà il partito dei pensionati e dello zero virgola, altro che forza di governo".

 

 

L’impegno nel sociale di Anas Calabria: il bilancio delle iniziative con Pippo Franco

È tempo di tirare le somme del tour calabrese di Pippo Franco organizzato dalla direzione nazionale di Anas Calabria e fortemente voluto dal portavoce nazionale Antonio Lufrano, che ha presenziato alle prime due serate. Cinque giorni di intensi dibattiti e simpatici spettacoli ai quali hanno partecipato migliaia di cittadini. Ogni serata ha lasciato il segno: Roghudi, con Antonio Marziale, garante per i diritti dell’infanzia, ed il sindaco Zavettieri, ha messo l’accetto sulla dispersione scolastica ed il disagio giovanile; a Platì è stato sottolineato come il riscatto del territorio possa passare anche dalla crescita economica e per questo si sono mossi i primi passi per la certificazione Deco del notorio pane di Platì; inoltre, da una proposta di Paolo Ferrara, colta dall’amministrazione d’intesa con Anas Calabria ed i panificatori locali, si è deciso di donare un carico di pane di locale ai terremotati (previsionalmente sarà fatto in autunno); Villa San Giovanni ha accolto Pippo Franco con il pubblico delle grandi occasioni, e gli interventi del sindaco Messina, del vicesindaco Siclari e dell’assessore Micari con delega appunto alle associazioni, hanno evidenziato come l’impegno nel sociale, la cultura e lo spettacolo di qualità, possono camminare sinergicamente per migliorare i servizi che la politica deve ai cittadini. Hanno chiuso il tour gli spettacoli Acconia di Curinga, presentati da Raffaele Fimiano, delegato regionale Anas e dall’assessore del luogo Giuseppe Frijia, e quello di Bruzzano Zeffirio che ha visto un interessante convegno sul tema della ludopatia promosso dalla sede zonale locale presieduta da Fortunato Sculli. Insomma un grande evento per la Calabria che oltre ad avere un artista di livello internazionale come Pippo Franco, ha sensibilizzato i cittadini su temi all’ordine del giorno nel nostro territorio. L’attività autunnale di Anas riprenderà con la collaborazione con la fondazione banco alimentare e con l’organizzazione di una serie di corsi di formazione sul territorio.

Grazie ad Anas Locride pomeriggio di festa in un centro anziani di Bovalino

Oggi Anas Locride ha concluso le manifestazioni del 2015 portando un sorriso (e tanti cioccolatini) alla coop sociale Aster di Bovalino che in silenzio rende un servizio lodevole agli anziani soli della comunità locridea. I volontari di Anas zonale Ardore centro storico e zonale Ardore Marina, travestiti da Babbo Natale e da Befana, hanno allietato il pomeriggio di alcuni anziani che risiedono a Villa Le Magnolie, giocando e cantando con loro. "Un modo per riscaldare i cuori di chi vive le festività e forse la quotidianità, in modo diverso da noi, se pur coadiuvato da personale specializzato, non più con il calore delle famiglie; sono questi gesti che mi rendono orgoglioso di rappresentare la comunità di Anas Italia a livello regionale", ha dichiarato il responsabile per la Calabria Gianfranco Sorbara. "Il volontariato è una fantastica esperienza che si rinnova ogni giorno perché dedicare parte del nostro tempo a chi vive accanto a noi, ma non ha le nostre stesse possibilità, è la più grande soddisfazione che una persona può avere; mi complimento con tutti i nostri soci per l'opera quotidiana che svolgono sul territorio", ha, invece, sottolineato, Carmen Lascala, la responsabile di Anas Ardore centro storico.

 

Piacevole serata di beneficenza organizzata da Anas Italia

Si ripete l'apericena di beneficenza organizzato dalle sedi Anas Italia (Associazione nazionale di azione sociale) della Locride. Questa volta nel ristorante "Benvenuti al Sud", a Bovalino, più di 150 persone hanno riempito il locale trascorrendo una serata in piacevole compagnia, col sottofondo musicale di "Ilenia Surace e Formazione Stabile" e contribuendo a lenire le angosce di molte famiglie ioniche, che attraverso i fondi raccolti nella serata, si vedranno recapitare a casa derrate alimentari e dolci per i loro bambini. Durante la serata il presidente regionale, Gianfranco Sorbara, ha inteso donare simbolicamente la tessera Anas 2015 a tre ospiti illustri: Giuseppe Barbaro, di Sinopoli, presidente regionale di Confagricoltura giovani Calabria; Angelo Politi, direttore provinciale di Confagricoltura REggio Calabria e Vincenzo Loiero, consigliere provinciale. "E' un modo" - ha dichiarato Sorbara - per allargare il proprio raggio d'azione e per farci ulteriormente conoscere sul territorio; confidiamo che gli enti e le istituzioni ci stiano vicini in questa nostra opera incessante di ausilio alle famiglie indigenti, attraverso tutti gli strumenti che lo Stato mette a disposizione ed assieme a quelli che si ingegnano quotidianamente i responsabili zonali. Siamo decisi a ripetere periodicamente queste manifestazioni perché abbiamo riscontrato che hanno forte presa sul territorio, inoltre questo mese natalizio abbiamo rafforzato la dotazione di derrate alimentari attraverso due azioni parallele alla cena di solidarietà: la raccolta alimentare del 28 novembre, realizzata assieme alla fondazione banco alimentare e la produzione di cesti natalizi, realizzati con prodotti di primissima qualità donati da aziende agricole locridee, che sono stati acquistati dai cittadini in prevendita con un numero di richieste superiore al doppio della nostra disponibilità! sintomo che la voglia di essere solidali è tanta e diffusa". In contemporanea a questo evento, Anas Italia, con la sua sede di Locri, è stata presente alla due giorni di Locri on Ice, manifestazione organizzata in piazza a Locri dall'Amministrazione comunale, con un proprio stand espositivo.

Sottoscrivi questo feed RSS