I carabinieri trovano 2 lavoratori in nero in una carrozzeria, sanzionato il titolare

I militari della Stazione di Mesoraca, del Nucleo ispettorato del lavoro di Crotone e Catanzaro e dei carabinieri forestali, durante un controllo presso un’autocarrozzeria, hanno accertato la presenza di due lavoratori non assunti con regolare contratto.

Al titolare dell’esercizio, un sessantacinquenne del luogo, è stata irrogata una sanzione amministrativa di 7.200 euro.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Contrasto al lavoro nero, sanzioni e denunce

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Reggio Calabria hanno ispezionato 82 aziende attive in provincia in diversi settori produttivi.

Durante le attivita sono stati individuati 72 lavoratori “in nero” e 35 «irregolari», mentre 22 aziende sono state temporaneamente sospese per aver impiegato manodopera irregolare in misura superiore al 20% del totale dei lavoratori regolarmente assunti.

In alcuni casi, la percentuale di lavoratori “in nero” impiegata è stata pari all’80.

In virtù delle irregolarità riscontrate, i militari hanno contestato, complessivamente, 410 mila euro tra sanzioni amministrative e ammende.

 Per 24 imprenditori è scattata la denuncia all’autorità giudiziaria per mancato rispetto dell'obbligo di sorveglianza sanitaria dei lavoratori dipendenti, che peraltro avevano tentato di attestare falsamente, con la complicità di compiacenti professionisti, segnalati anch’essi all’autorità giudiziaria.

Altri 6 datori di lavoro sono stati, invece, segnalati alle competenti Procure, per aver impiegato e sfruttato lavoratori presenti in maniera clandestina sul territorio nazionale.

In questi ultimi casi gli accertamenti condotti hanno evidenziato che gli indagati, hanno sfruttato e sottopagato i lavoratori, approfittando del loro stato di bisogno.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Lavoratore in nero in un'azienda agricola del Vibonese, sanzionato il titolare

Intervenuti in seguito alla segnalazione per la protesta inscenata da una di una decina di lavoratori impegnati nella coltivazione della cipolla di Tropea in un'azienda agricola di Ricadi, i carabinieri della Stazione di Spilinga hanno individuato un lavoratore in nero.

In particolare, dopo aver constatato che la mobilitazione dei lavoratori era stata determinata dall’inadeguatezza delle retribuzioni, gli uomini dell'Arma hanno chiesto l'intervento dei colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro di Vibo Valentia.

Dopo aver scoperto la presenza di un operaio senza regolare contratto di lavoro, i carabinieri hanno elevato una sanzione amministrativa a carico del titolare dell'azienda.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Dodici lavoratori in nero in un'azienda agricola del Vibonese, scatta la "maxisanzione"

I finanzieri della Tenenza di Tropea (Vibo Valentia) hanno eseguito un intervento nel comune di Briatico (VV), presso un campo di raccolta della “Cipolla Rossa di Tropea” coltivato da un’azienda agricola della zona.

L’intervento ha permesso di riscontrare la presenza di 12 lavoratori di nazionalità bulgara “in nero”, ovvero impiegati nella coltivazione in assenza di un regolare contratto di lavoro e pertanto senza adeguate garanzie, anche sotto il profilo della tutela della salute e della sicurezza.

Nei confronti dell’imprenditore sarà elevata la cosiddetta “maxisanzione”, ovvero il pagamento di una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 36 mila euro, in aggiunta alle altre violazioni tributarie accertate.

  • Pubblicato in Cronaca

Vibo, scoperti 4 lavoratori in nero

Nel corso di un controllo, i finanzieri del neo istituito Gruppo di Vibo Valentia, hanno scoperto 4 lavoratori in nero impiegati in un noto ristorante della frazione Marina del capoluogo.

Durante l'attività, i militari hanno individuato nel locale alcuni ragazzi intenti a svolgere le mansioni di cameriere, in assenza di un regolare contratto di lavoro.

Al termine dell’intervento, le fiamme gialle hanno elevato sanzioni amministrative per circa 7 mila euro nei confronti del titolare dell’attività, il quale ha successivamente proceduto alla regolarizzazione delle posizioni lavorative.

  • Pubblicato in Cronaca

Serre: scoperti 6 lavoratori in nero, denunciato titolare di una ditta boschiva

Durante un controllo effettuato a carico di un'azienda boschiva di Fabrizia, i carabinieri della locale Stazione e del Nucleo ispettorato del lavoro di Vibo Valentia (Nil), hanno individuato sei lavoratori in nero.

In particolare, durante un sopralluogo in due cantieri dell'azienda, i militari hanno identificato gli operai al lavoro.

L'attività ispettiva ha permesso di scoprire la presenza di sei lavoratori senza regolare contratto, di cui uno minorenne. 

Dai successivi accertamenti è emersa, inoltre, l'assenza della documentazione relativa alla visita di controllo.

Al termine delle verifiche, oltre ad elevare sanzioni amministrative per 25 mila euro, gli uomini dell'Arma hanno sospeso l'attività lavorativa della ditta.

Il proprietario della società, un trentatreenne originario di Chiaravalle Centrale, è stato invece deferito alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia.

Controlli nelle Serre, scoperti 4 lavoratori in nero in un cantiere a Fabrizia

I carabinieri della locale Stazione e del Nucleo ispettorato del lavoro di Vibo Valentia hanno sottoposto a controllo il cantiere di un’azienda boschiva di Fabrizia.

Durante l'attività, i militari hanno individuato 4 operai in “nero”, senza, cioè, un regolare contratto di lavoro.

Pertanto, il titolare dell'azienda ha ricevuto sanzioni per un importo fino a 18 mila euro. 

L'attività lavorativa è stata sospesa.

Controlli contro il lavoro nero, scoperti 21 lavoratori irregolari

Sono 21i lavoratori irregolari scoperti dai finanzieri del Comando provinciale di Cosenza, nel corso di una serie di servizi di controllo svolti nella Sibaritide.

Le attività, che vanno dalla ristorazione all'edilizia, nelle quali sono stati individuati i lavoratori in nero, sono state sanzionate e “diffidate” a regolarizzare le posizioni riscontrate.

I lavoratori dovranno, pertanto, essere assunti per almeno 3 mesi.

Sottoscrivi questo feed RSS