Conferenza dei sindaci, Tassone risponde a Limardo: “Convocazione imminente, contatti con Cotticelli subito dopo Ferragosto”

“Subito dopo Ferragosto provvederò a contattare il commissario Saverio Cotticelli al fine di stabilire una data per lo svolgimento della Conferenza dei sindaci nella quale sviscerare tutti i problemi della sanità vibonese ed individuare le soluzioni più opportune”.
 
Il sindaco di Serra San Bruno e presidente della Conferenza dei sindaci Luigi Tassone risponde a stretto giro di posta al sollecito del primo cittadino di Vibo Valentia Maria Limardo sostenendo che alla riunione “prenderanno parte anche la deputazione nazionale, i consiglieri regionali ed i rappresentanti sindacali”.
 
“La Conferenza dei sindaci – precisa, però, Tassone – per come è stata correttamente e tempestivamente informata il sindaco Limardo, non ha avuto luogo nel mese di luglio per l’indisponibilità del commissario Cotticelli, la cui autorevole presenza, proprio alla luce della complessità della situazione, è da ritenersi assolutamente necessaria. Ribadisco che la nostra attenzione verso la tematica sanitaria è elevata: il diritto alla tutela della salute per noi è sempre stato al primo posto”.

 

  • Pubblicato in Politica

Malore per una dottoressa al pronto soccorso di Serra, Tassone: “Chi è in prima linea va tutelato”


“Chi è in prima linea nel campo della tutela della salute, soprattutto in momenti storici particolarmente delicati quali quello attuale, deve avvertire tutta la vicinanza delle Istituzioni e della comunità, perché è grazie a chi compie una vera e propria missione che diritti fondamentali vengono preservati”.

Il sindaco Luigi Tassone esprime il suo sostegno alla dottoressa Maria Domenica Schiavello, costretta a massacranti turni successivi in Pronto Soccorso che hanno probabilmente causato il malore con conseguente sospensione del servizio, e ribadisce l’esigenza di effettuare investimenti per rafforzare i presidi di salvaguardia della salute.

“Questo caso - sottolinea Tassone – è l’emblema dei disagi che scaturiscono da una sanità colpita dal Piano di rientro e che, come altri settori rilevanti della vita collettiva, ha bisogno di un recupero di credibilità che deve passare necessariamente dalla disponibilità di personale e delle strumentazioni, ma anche da un rinnovato senso di responsabilità di tutti coloro che sono componenti del sistema”.

“Ringrazio – conclude il primo cittadino – i medici e gli operatori sanitari per la professionalità che ogni giorno dimostrano e confermo che l’Amministrazione comunale si batterà con tutti i mezzi legali a disposizione per far sì che alle Serre sia data la giusta attenzione

Ospedale di Serra, Tassone conferma: "In settimana arriverà l’equipaggio della seconda ambulanza”.

"Apprendo con stupore che ci sono state strumentalizzazioni politiche operate a seguito del non puntuale arrivo dell’ambulanza sul luogo in cui è caduta una signora, che avrebbe riportato la frattura del femore. Devo pertanto ribadire che, per come ha precisato il direttore generale reggente dell’Asp di Vibo Valentia Elisabetta Tripodi, che ringrazio per aver dato seguito a quanto promesso, in settimana arriverà l’equipaggio della seconda ambulanza”.
 
Ad affermarlo è il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, che puntualizza come “la reperibilità degli infermieri era già stata disposta” e che condanna “le azioni di sciacallaggio politico”.

“Dopo diversi anni – sostiene il primo cittadino – Serra San Bruno avrà una seconda ambulanza funzionante. Spiace davvero per quanto accaduto alla signora, alla quale auguriamo una pronta guarigione, ma non possiamo permettere che, a causa di un disagio ormai solo temporaneo, possa essere ribaltata una notizia positiva, che è quella della seconda ambulanza, con prese di posizioni politiche che non hanno certo l’obiettivo di fare l’interesse della città, ma quella di alimentare polemiche e tensioni per farle diventare permanenti. Dal canto nostro – conclude Tassone – continueremo ad impegnarci al massimo per far rispettare gli impegni ed agiremo per far valere il sacrosanto diritto alla tutela della salute”.

  • Pubblicato in Politica

Serra, Tassone dà il benvenuto agli studenti canadesi

"Cari ragazzi, l’amministrazione comunale di Serra San Bruno è lieta di darvi il benvenuto nella nostra città e speriamo che questa esperienza possa rappresentare un momento di confronto, di crescita umana e sociale. Il vostro arrivo coincide con l’incontro di due comunità che oggi hanno prospettive e visioni diverse, ma che condividono valori di fondo e che riconoscono nella valorizzazione delle diversità un’occasione per migliorare e migliorarsi. Qui, in Calabria, troverete tanto calore e tanti luoghi che scaldano il cuore. Soprattutto troverete lo spirito delle vostre radici culturali e riscoprirete il gusto delle tradizioni che sono state portate avanti anche dai vostri parenti. Serra San Bruno si sente legata a voi, ai vostri genitori, ai vostri nonni. Questo contatto consente di dare seguito ad una proficua collaborazione da salvaguardare e rafforzare, di conoscerci meglio, di avvicinare due società che vogliono camminare insieme. Nelle nostre strade, nelle nostre piazze, nei nostri luoghi simbolo non dovrete sentirvi ospiti: siete piuttosto parte di questa cittadina a cui potete dare un contributo in termini di freschezza ed entusiasmo. Serra è felice della vostra presenza e vi considera come figli che ritornano nella propria casa. Consentiteci infine di ringraziare il Centro Scuola e Cultura italiana di Toronto che trova nel professor Domenico Servello un ottimo interprete di questa partnership che da anni consolida questo ponte ideale tra le Serre e la comunità d’oltreoceano. È un legame prezioso che, insieme, faremo diventare fonte di occasioni positive. Buona permanenza".

Questo il messaggio con il quale il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone ha dato il benvenuto agli studenti canadesi arrivati nella cittadina della Certosa per l'annuale soggiorno studio.

  • Pubblicato in Politica

Serra, pullman invadono l’area di Santa Maria. Tassone: “Atteggiamento inaccettabile, pronte le sanzioni”

“In riferimento alla manovra dei pullman che hanno superato le catene di delimitazione dell’area di Santa Maria del Bosco andando ad invadere la piazza antistante il laghetto di San Bruno preciso che l’Amministrazione comunale adotterà senza dubbio gli interventi del caso”.

Il sindaco Luigi Tassone prende posizione in merito a quanto accaduto nel luogo santo e specifica che sarà riaffermata la linea del pugno duro.

“Gli operatori della cooperativa che gestisce in questo periodo i parcheggi di Santa Maria del Bosco – sostiene Tassone – hanno ben specificato i comportamenti ammessi indirizzando i pullman nell’apposita zona di parcheggio ad essi riservata. È evidente che c’è stato poco rispetto verso queste indicazioni e ciò non è accettabile”.

Il primo cittadino sottolinea che “la Polizia municipale effettuerà gli accertamenti del caso ed applicherà le sanzioni previste. Per noi – conclude Tassone – la spiritualità bruniana ed i luoghi che la incarnano rappresentano dei punti di riferimenti da tutelare e preservare. Non ammettiamo atteggiamenti prevaricatori né forzature: ci sono delle regole e certamente le faremo rispettare”.

  Serra, rimane a terra in attesa dell’ambulanza. Tassone: “Inaccettabile, l’Asp si svegli e mantenga le promesse”

 
“Nonostante le nostre continue sollecitazioni, nonostante i nostri innumerevoli richiami, nonostante le ripetute rassicurazioni dei vertici dell’Asp di Vibo Valentia, siamo costretti ad assistere a fatti gravissimi che non possono trovare giustificazioni. Tutto ciò è inaccettabile”.
 
Il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, interviene in merito all’incidente che ha visto coinvolto un uomo rimasto per circa 40 minuti a terra in attesa dell’ambulanza e afferma che “non si tratta certo del primo caso di questo tipo che accade”.
 
“Ci era stato promesso l’arrivo in tempi celeri di un’automedica 4x4 e, invece, a distanza di mesi – sostiene Tassone – siamo ancora in attesa. I vertici dell’Asp non possono continuare a temporeggiare e a nascondersi dietro altre responsabilità: c’è una comunità che ha bisogno di risposte concrete e non di parole e dilazioni. Stiamo parlando di servizi indispensabili e non si può dormire mentre la gente vive sulla propria pelle esperienze traumatiche. Pretendiamo azioni ed anche velocemente”.
 
Quanto alla più generale situazione della sanità nel Vibonese, Tassone annuncia la convocazione “in settimana della Conferenza dei sindaci per riesaminare le diverse problematiche e proporre ulteriori interventi”.
  • Pubblicato in Politica

Passaggio di consegne al Priorato della Certosa di Serra, Tassone: “Comunità sempre grata all’Ordine certosino”

“Soprattutto in una comunità come la nostra, fortemente legata alla tradizione ed alla spiritualità bruniana, è importante dare forza al cammino di fede, coltivando giorno dopo giorno gli insegnamenti donati da San Bruno, custoditi e tramandati dall’Ordine certosino. Proprio per questo, a nome dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità, porgo il più sentito ringraziamento a dom Basilio Trivellato per il lavoro svolto in questo senso negli ultimi anni”.
 
Il sindaco Luigi Tassone esprime la gratitudine della popolazione al Priore uscente della Certosa per aver proseguito nel processo di rafforzamento del legame fra i serresi e i certosini e porge il saluto al nuovo Priore.
 
“A dom Ignazio Iannizzotto - aggiunge il primo cittadino – va il più sincero augurio di buon lavoro. L’Amministrazione comunale sarà sempre disponibile alle più opportune forme di collaborazione nell’ottica della valorizzazione di una storia millenaria che ha insegnato a ricercare i valori più puri”.

Serra, Tassone: “Il governo dia certezze ai lavoratori ex Lsu/Lpu,”

“Gli incontri tra Regione Calabria e ministeri competenti possono rappresentare un importante momento di confronto, ma, considerando la situazione ed alla luce del troppo tempo trascorso, è ora che si producano risultati concreti”. 
 
Il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, chiede passi in avanti significativi nella consapevolezza che “la vertenza degli ex Lsu/Lpu va risolta con celerità perché i nostri lavoratori meritano di essere trattati con rispetto e devono rappresentare una priorità per un Governo che, purtroppo, sembra porre la questione in secondo piano anteponendo altre questioni”.
 
“Si tratta – sostiene Tassone – di figure che vengono impiegate negli Enti da 23 anni, che hanno acquisito specifiche competenze, che sono divenute fondamentali per l’espletamento dei servizi. Parliamo di circa 4.500 persone, molte delle quali con famiglie a carico, che hanno dedicato parte della loro vita per svolgere delle funzioni essenziali e che, però, ancora vedono il loro destino in bilico. E nell’incertezza non possono programmare il proprio futuro e quello dei propri figli”.
 
“La deputazione parlamentare calabrese – aggiunge Tassone – deve agire con decisione e pretendere quelle risposte tangibili che, finora, sono mancate”.
 
Il primo cittadino chiede, in particolare, al governo di porre in essere “le deroghe ai fabbisogni” e di procedere con “la storicizzazione delle risorse nazionali” in modo da consentire “la risoluzione definitiva della questione con la stabilizzazione dei lavoratori”.
Sottoscrivi questo feed RSS