Serra: successo per la prima edizione della Festa della musica, la soddisfazione di Maria Rosaria Franzè

Una serata trascorsa all'insegna del divertimento e della spensieratezza. Il tutto, contornato da una bella cornice di pubblico, che ha certamente apprezzato ciò che è stato il senso e il valore dell'iniziativa.

Si è svolta ieri a Serra San Bruno la prima edizione della “Festa della musica 2017”, manifestazione che si svolge il 21 giugno di ogni anno in molte città europee

Grazie al prezioso lavoro svolto dall'Aipfm (Associazione italiana per la promozione della festa della musica), dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dalla Siae, anche quest'anno in Italia hanno aderito più di 500 città, con oltre 34mila artisti iscritti.

"Come delegata alla Cultura e al Turismo – ha affermato il presidente del Consiglio comunale, Maria Rosaria Franzè – mi ritengo molto soddisfatta e orgogliosa per essere riusciti nell'intento di far entrare la nostra bellissima cittadina nel circuito europeo di questa importante manifestazione. Sono stati tanti gli artisti che si sono esibiti gratuitamente di fronte ad un vasto pubblico, tutti legati da un unico filo conduttore: la passione e l'amore per la musica".

"Un ringraziamento particolare - ha aggiunto Franzè- lo vorrei rivolgere agli artisti, i protagonisti di questa meravigliosa serata: Folk Voice, Caterina Pastore, Luigi Rizzo, i ragazzi dell'Istituto comprensivo “Azaria Tedeschi”, Jonic Sound, Scutternash, Tfr Band, Complesso Bandistico “Città di Serra San Bruno”, Not Only Blue Grass e Parafonè. Un sentito e doveroso grazie anche a tutti coloro i quali si sono prodigati per la riuscita dell'evento: Ac Audio Service di Angelo e Fernando Carrera; Ok Service di Brunello Gallè; tutto lo staff di Radio Serra 98, che ha trasmesso in diretta dalle 18 in poi; i ragazzi della Proloco che hanno abbellito le piazze coinvolte e, ma non per ultimi, il sindaco e tutta l'amministrazione comunale, che hanno condiviso e sostenuto questa importante iniziativa".  

 

  • Pubblicato in Cultura

A Tropea il concerto dell’orchestra sinfonica del conservatorio Torrefranca di Vibo Valentia

Un'occasione da non perdere quella in programma per le ore 19, di sabato prossimo (27 maggio), nella sala dell’ex chiesa di Santa Chiara di Tropea, dove si esibirà l’orchestra sinfonica del conservatorio Fausto Torrefranca di Vibo Valentia.

Nel corso della serata, saranno eseguiti temi di Bethoven –Coriolano ouverture op.62, di Strauss concerto per corno ed orchestra n.1 op.11 in Mi b maggiore allegro andante allegro e di Mendelsson-Bartholdy la sinfonia n.4 in la maggiore op.90 allegro vivace, andante con moto, con moto moderato saltarello (presto).

Al corno ci sarà il solista Maestro Vincenzo Carlo Schiavello che ha collaborato con le più importanti orchestre nazionali.

L’orchestra, composta da 55 elementi, sarà diretta dal Maestro Michele Santorsola che vanta un curriculum di fama internazionale.

L’orchestra sinfonica del conservatorio di musica F.Torrefranca di Vibo Valentia  è nata con lo scopo di fornire una formazione professionale agli studenti; il progetto “Un orchestra per il conservatorio” ha debuttato con la sua prima produzione nell’aprile 2014. L’orchestra è considerata dagli addetti ai lavori una vera e propria eccellenza.

La realizzazione di alcuni eventi di musica classica nella città di Tropea è resa possibile dalla collaborazione, avviata nel 2014, fra il Conservatorio vibonese e l’Associazione Tropeaeventi .

  • Pubblicato in Cultura

La “Junior Band Gemelli” di Filadelfia si esibisce nell'auditorium del carcere di Vibo

Riceviamo e pubblichiamo

"L’Associazione 'Diapason-Gemelli' in tutti gli anni della sua attività musicale e culturale, si è contraddistinta anche per il suo impegno nel sociale, con la partecipazione a manifestazioni ed iniziative che assumono un significato che va oltre l’aspetto artistico. In questa ottica il concerto tenuto in data 5 aprile scorso, presso l’Auditorium della Casa Circondariale di Vibo Valentia, dalla “Junior Band Gemelli”, orchestra giovanile della stessa associazione, assume un significato fortemente educativo e formativo. Organizzato grazie alla collaborazione e sensibilità del direttore della casa circondariale, Antonio Galati, del comandante della polizia penitenziaria Domenico Montauro e dai suoi collaboratori Antonio Tringale e Nazzareno Iannello, il concerto si è tenuto in una sala gremita di persone che hanno apprezzato l’omaggio che i nostri ragazzi hanno voluto offrire a chi in questo momento si trova in una particolare situazione di restrizione. Una esperienza significativa anche per tutti i nostri ragazzi, i maestri Massimo Campisano e Francesco Conidi, i loro tutor, Angela Marrella, Vito Torchia e Bruno Bartucca, il direttivo dell’associazione, il presidente Bruno Caruso Bruno, vice presidente Francesca De Nisi e il coordinatore Pasquale Masdea. Il programma musicale offerto è stato di notevole spessore e l’esecuzione brillante e suggestiva; brani di Nino Rota, Badelet & Zimmer, Vangelis, Trevor Jones, di importanti colonne sonore e autori per orchestra di fiati, il tutto incastonato nelle suggestioni di una esperienza unica e formativa. Le parole di apprezzamento espresse dal direttore Galati sono il giusto premio per i sacrifici che i nostri ragazzi e i loro maestri e tutor fanno per prepararsi artisticamente. Galati si è soffermato, infatti, su alcune considerazioni di carattere generale affermando che la musica, l’impegno artistico e culturale, allontanano i ragazzi dalla strada e quindi dalle devianze e che il loro esempio è da traino per tanti giovani che altrimenti potrebbero imboccare percorsi negativi; aggiungendo infine che, se le persone recluse avessero, nella loro vita, potuto frequentare percorsi culturali ed artistici come quelli dei nostri ragazzi, magari qualcuno non avrebbe intrapreso strade negative. Il concerto si è concluso tra gli applausi dei presenti. ‘Un’esperienza da ripetere’, ha commentato il sotto commissario Iannello alla fine della esecuzione, magari nel periodo natalizio del prossimo anno".

Bruno Giovanni Caruso - Presidente Associazione culturale musicale "Giovanni Gemelli" - Filadelfia

  • Pubblicato in Cultura

Filadelfia rende omaggio al jazz

Con il concerto del Vito Procopio Quartet, tenutosi domenica 26 marzo 2017, sono partiti gli eventi jazz in scena all’Auditorium comunale di Filadelfia. I concerti, proposti dall’Associazione musicale Filagramma ed inseriti nel cartellone Ama Eventi, andranno avanti fino al prossimo 14 maggio.

Soddisfatta per la collaborazione con Ama Calabria, il presidente dell’Associazione Maria Rosa Capomolla che ha evidenziato come la rassegna rappresenti “una buona occasione,  per  gustare dal vivo un po’ di musica jazz”.

Il primo evento ha registrato la presenza di Vito Procopio (alto sax), Ferruccio Messinese (piano), Francesco Leone (bass), Alessandro Benincasa (drums). Nel corso della serata, sono stato eseguiti brani tratti dalla letteratura jazz, come Summertime (Gershwin), In a Sentimental Mood (Ellington), Black Orpheus (Bonfa), Straight No Chaser (Monk) ed altri.

Gli appuntamenti riprenderanno martedì 25 aprile: di scena sarà Domenica Lentini con il suo Smooth Jazz&Bossa Project 5tet (feat Interim Jazz Trio & Vito Procopio). In programma brani di diversa estrazione proposti in uno stile jazz/bossa leggero ed accattivante.

La mini rassegna chiuderà domenica 14 maggio. In programma il Live Vocal Swing with Rino Napoli & his Friends, un concerto basato sul repertorio swing e riletture proposte nello stile.

Tutti gli eventi avranno inizio alle ore 18,30 e si terranno all’Auditorium comunale di Filadelfia.

  • Pubblicato in Cultura

"Voci e Colori" a Zaccanopoli

Si svolgerà domani, con inizio alle 17,30, presso la sala convegni del Centro culturale di Zaccanopoli la manifestazione “Voci &colori – Poesia donna”. Giunta all’ottava edizione, la rassegna organizzata dall’associazione culturale “Tropea: Onde Mediterranee”, si svolgerà per la prima volta nel centro del Poro.

La manifestazione, patrocinata dal Comune, rappresenta “un omaggio alla poesia nella sua più alta espressione artistica e alla narrativa al femminile, soprattutto alla poetessa Romina Candela, di Cessaniti, che, con le sue poesie, scritte in vernacolo calabrese con buon ritmo compositivo e buona forma espressiva, riporta il pensiero a situazioni e luoghi per come vissuti dalla gente dei nostri paesi; alla poetessa e scrittrice Teresa Averta di Vibo Valentia, che, di grande sensibilità umana e artistica con spiccati interessi culturali in molteplici campi, sicuramente assurgerà ad alti livelli soprattutto per la spiritualità della sua poesia semplice, impegnata e divulgativa, e per l’accattivante scrittura favolistica per l’infanzia; alla poetessa e scrittrice Sara Rodolao di Imperia, che, con la sua opera poetica e letteraria, giustamente si impone nell’universo della cultura nazionale, per la forte incisività del verso, per la strutturazione dinamica e moderna delle sue liriche, e per le numerose pubblicazioni in prosa che, partendo dall’oggi, con fatti e storie del passato, riportano l’attenzione ad un mondo in evoluzione”.

 Durante la kermesse il coro di Pizzo "La Voce del Silenzio", guidato da Tiziana Ceravolo Villella, intratterrà il pubblico con intermezzi musicali e canti tradizionali.

Le liriche, invece, saranno declamate dagli stessi autori e da Valeria Valente.

 Non mancherà, infine, uno spazio dedicato alle arti figurative. Nel corso della serata sarà possibile ammirare, fra gli altri, i dipinti di Silvana Dell'Ordine e di Italo Cosenza, nonché le opere dello scultore Tonino Gaudioso.

  • Pubblicato in Cultura

Vibo: ritorna in scena il musical "Dall'amore la vita"

Oltre quaranta personaggi tra cantanti, attori e comparse, un grande lavoro di preparazione alle spalle ed un successo quasi annunciato. Torna a gran richiesta, dopo l'ottima accoglienza dello scorso anno, il musical "Dall'amore la Vita", ideato e organizzato da Stella Sorrentino ed Ivana Ventura.

Si tratta di un lavoro teatrale nuovo, fresco incentrato sulla passione di Gesù Cristo. La lotta tra il bene e il male si intreccia nella vita e nella storia di alcuni personaggi: Pietro, Giuda, Tommaso, Pilato e Claudia. Il potere, la forza, il dolore, il tradimento, la fede e l'amore si alternano in questo lavoro teatrale composto da atto unico con musiche incalzanti e scene cariche di pathos. Un evento straordinario, anche per l'eccezionale impegno organizzativo e per la bellezza dello spettacolo che, l'anno scorso, ha riscosso un grande successo di pubblico.

Quest'anno le ideatrici Ivana Ventura e Stella Sorrentino, nel riprendere in mano il lavoro, hanno deciso di riconfermare l’intero cast, a fronte della rielaborazione del copione.

"Dall'amore, la Vita" andrà in scena nello straordinario scenario dell'auditorium dello Spirito Santo a Vibo Valentia. Sono previste tre rappresentazioni: sabato 8 aprile alle 19 e alle 21 e domenica 9 aprile alle 21.

  • Pubblicato in Cultura

Tutto pronto per il concerto dell’Interim Jazz Trio a Gioia Tauro

Si terrà sabato 19 novembre presso Sala Fallara di Gioia Tauro, il concerto dell’Interim Jazz Trio. Interim Jazz Trio è un complesso presente sul territorio da qualche anno. Ha al suo attivo numerosi eventi ed è la “resident band” degli eventi Ama Jazz Notes de La Tavernetta (Pianopoli - CZ). Composto da Ferruccio Messinese (piano), Francesco Leone (bass), Fabio Tropea (drums), ha un repertorio che spazia dal jazz alla riproposizione di classici italiani e stranieri in stile. Ospite dell’evento sarà il sassofonista Vito Procopio. 

L’evento è organizzato da A.M.A. Calabria (Lamezia Terme - CZ) in collaborazione con Musica Insieme, Associazione Culturale Musicale Giovanile della Piana (Gioia Tauro - RC).Qualche nota biografica sugli artisti che si esibiranno. 

Ferruccio Messinese ha compiuto numerosi percorsi accademici, tra cui quelli relativi al pianoforte, alla composizione ed al jazz. Vincitore di numerosi premi in ambito jazz (tra cui il Concorso di Arrangiamento e Composizione per Orchestra Jazz “Riscritture” - Catania 2012) è attivo in numerose formazioni musicali. Docente presso il Conservatorio di Musica di Vibo Valentia, ha insegnato pianoforte nella Scuola Secondaria di Primo Grado e nel Liceo Musicale S. Guzzi. Ha collaborato inoltre con i Conservatori di Reggio Calabria e Rovigo e tiene regolarmente Corsi autorizzati dal Miur (dir. 90/2003) inerenti gli ambiti del jazz. 

Francesco Leone ha conseguito il Diploma di contrabbasso (previgente ordinamento e II Livello) presso il Conservatorio S.Pietro a Majella (Na). Ha preso parte in qualità di contrabbassista a numerosi concerti tenuti dall’Orchestra del Conservatorio S.Pietro a Majella (Na), dall’Orchestra Filarmonica della Calabria  e dall’ Ensemble di chitarre Melos. Ha frequentato diversi corsi (seminari, masterclass) ed ha studiato basso elettrico presso la scuola “Percentomusica” in Roma. Si esibisce regolarmente in formazioni che vanno dal trio al combo. 

Fabio Tropea si è diplomato in percussioni al conservatorio "F. Torrefranca" di Vibo Valentia, ha studiato percussioni moderne presso l'accademia "PercentoMusica" di Roma e si è perfezionato con vari maestri facendo seminari e workshop. È batterista jazz incline alla world music, collabora con diverse compagnie teatrali come musicista e compositore di musiche "descrittive" per teatro, lavorando con Michele Monetta per le musiche de “L'Arlecchino di Eucalione”. Ha all'attivo 4 produzioni musicali di cui una da solista. Ad oggi è percussionista dell'ensemble musicale Parafonè, batterista del progetto "Interim jazz trio" e collabora a nuove produzioni con la compagnia teatrale "Teatrop". 

Vito Procopio, diplomato in Sassofono e Musica Jazz, ha rappresentato l'Italia presso l'Orchestra d'Armonia dei Giovani della Comunità Europea. Ha fondato il Quartetto di Sassofoni "Sator" rappresentato l'Italia al congresso mondiale del sassofono. Ha partecipato a numerosi jazz festival (Catanzaro Jazz Festival, Jazz e Vento, Rumori Mediterranei, Peperoncino Jazz Festival, etc...) ed ha suonato in alcuni dei maggiori teatri italiani (Bari, Chieti, L'Aquila,  Cosenza, etc...). Vincitore di numerosi premi vanta numerose collaborazioni con musicisti di chiara fama. È docente di sax nella scuola pubblica.

Nell’arco della serata verranno eseguiti standard e riletture (The Chicken, On green Dolphin Street,  My favorite things, Footprints, Tu si ‘na cosa grande, Besame Mucho, etc…).

L’evento avrà inizio alle ore 18,30.

A Milano importanti riconoscimenti per il tenore calabrese Raffaele Tassone

Tappa lombarda ricca di soddisfazioni per il tenore spadolese Raffaele Tassone, protagonista, nei giorni scorsi, in due manifestazioni svoltesi nel capoluogo meneghino.

Dopo essere entrato a far parte del novero dei 13 finalisti, provenienti da tutto il mondo, al Concorso lirico internazionale “Salvatore Licitra”, Tassone è stato premiato insieme ad altri quattro concorrenti. L’appezzamento da parte della giuria gli è valsa, inoltre, la possibilità di interpretare la parte di Riccardo, il protagonista dell’opera “Un ballo in maschera” di Giuseppe Verdi che sarà rappresentata prossimamente a Parma.

Grandi soddisfazioni, anche, nell’altra manifestazione svoltasi nella “Casa Verdi” di Milano. Nel luogo in cui aveva esordito con la “Messa da Requiem”, il tenore calabrese ha affiancato due artisti del calibro di Armando Ariostini (Baritono)  e Anna Laura Longo (soprano).

 L'esibizione musicale,  svoltasi nel salone d'onore dei musicisti, ha suscitato l’entusiasmo dell’esigente pubblico milanese che ha manifestato grande soddisfazione per l’esecuzione di alcune delle più belle romanze del Novecento italiano.

 Nel corso della serata, al talento di Raffaele Tassone è stato conferito un importante riconoscimento da parte dell'associazione "Lions Club Milano Casa della Lirica".

 Tuttavia, il premio più significativo, molto probabilmente, è stato quello tributato dal tenore Angelo Loforese che, al termine del concerto, ha voluto rivolgere le sue congratulazioni all'indirizzo del giovane artista spadolese.

  • Pubblicato in Cultura
Sottoscrivi questo feed RSS