Vacantiandu 2018: due serate musicali con Pierluigi Virelli alla scoperta dei suoni arcaici della Calabria

Al via la seconda edizione del progetto “Vacantiandu” con la direzione artistica di Diego Ruiz, Nico Morelli e la direzione amministrativa di Walter Vasta.

Il progetto “Vacantiandu 2018”, finanziato dalla Regione Calabria per il triennio 2017-2019 nell’ambito degli interventi tesi a valorizzare i luoghi di interesse storico e archeologico e promosso dall’Associazione teatrale “I Vacantusi” di Lamezia Terme, apre la stagione estiva con due concerti di Pierluigi Virelli.

Gli appuntamenti, con inizio alle ore 21.00, avranno luogo l’1 agosto nel Castello di Savuto a Cleto con un percorso degustativo enogastronomico e il  2 agosto a Nocera Terinese nel seicentesco Convento dei Cappuccini.

“Un viaggio sonoro millenario tra mito e storia alla scoperta della Calabria”, questa la proposta musicale di Pierluigi Virelli, cantante e polistrumentista, ricercatore etnografico e promotore della cultura calabrese più arcaica. Dopo le tante esperienze all’estero e numerose collaborazioni con artisti internazionali, Virelli è tornato in Calabria con l'obiettivo di recuperare e promuovere i “suani” antichi e obliati della regione. La sua ricerca musicale si svolge vivendo a stretto contattocon il mondo agro-pastorale calabrese e questo gli consente non solo di apprenderne il repertorio ma anche le tecniche di costruzione degli strumenti e la loro funzione sociale.

I suoi concerti eseguiti con gli strumenti della tradizione quali la pipita, il marranzano, la zampogna surdulina, la frischettara e la chitarra battente diventano, così, non solo imperdibili occasioni di ascolto ma anche di narrazione.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle Centrale, musica per la pace con i maestri indiani Bhatt e Khan

Due grandi maestri internazionali, Rashmi Bhatt e Sageer Khan, saranno tra i protagonisti dell'estate chiaravallese. Merito della Consulta comunale della Cultura che il 14 agosto proporrà l'evento "Musica per la pace".

Una iniziativa che ha già ricevuto il patrocinio dell'Ambasciata dell'India in Italia e si colloca nel contesto delle celebrazioni per i settanta anni delle relazioni diplomatiche tra il Paese asiatico e l'Italia. Scenario d'eccezione sarà il chiostro del convento dei padri cappuccini di rione Cona, nell'ambito di una giornata interamente dedicata alla riscoperta del centro storico chiaravallese e dei suoi scorci più suggestivi.

Sageer Khan è uno tra i più eminenti maestri di sitar di tutto il mondo. Rashmi Bhatt è un percussionista di straordinario talento, già al seguito della pop star Skakira. Il richiamo del loro nome porterà sicuramente a Chiaravalle appassionati da tutta la regione che potranno così apprezzare sia l'ospitalità della città delle Preserre che la buona musica dei due maestri indiani. La manifestazione sarà arricchita dalla lettura di brani recitati del Cantico delle Creature di San Francesco d'Assisi, a cura di Caterina Menichini.

"Si conferma il ruolo particolarmente importante della Consulta della Cultura quale strumento e volano di valorizzazione del territorio, con iniziative mirate, contributi e sollecitazioni capaci di mettere in luce le peculiarità storiche, artistiche e ambientali di Chiaravalle Centrale" ha commentato il vicesindaco e assessore alla Cultura, Pina Rizzo.

"Sarà, dunque, una giornata di musica e valori - ha dichiarato il presidente della Consulta, il giornalista Francesco Pungitore - con l'obiettivo non secondario di una riscoperta turistica dello storico sito religioso del convento cappuccino di Chiaravalle, edificato nel XVI secolo e, ancora oggi, attivo e operoso riferimento spirituale della vasta provincia monastica calabrese". 

Il Cantagiro riparte con il patrocinio di Unicef Italia

Tutto pronto per l'edizione 2018 del Cantagiro, la manifestazione nata nel 1962 con l'intento di scoprire giovani talenti della musica italiana.

Forte del suo radicamento sul territorio nazionale, la kermesse è entrata nella fase organizzativa che porterà alla realizzazione di oltre 150 eventi provinciali e regionali, preludio delle finali nazionali in programma nella prima settimana di ottobre, nella sede storica della splendida città termale di Fiuggi.

Cinquantasei anni di storia, di emozioni, di opportunità, che rappresentano un vero patrimonio della musica italiana.

Ideato da Ezio Radelli nel 1962, e vinto quell’anno da Adriano Celentano, Il Cantagiro fu la prima manifestazione canora itinerante, con la sua carovana come fosse il Giro d’Italia, e vide protagoniste le grandi voci italiane come quelle, tra le tante, di Claudio Villa, Massimo Ranieri, Gianni Morandi, Domenico Modugno, Gino Paoli e Lucio Dalla, Renato Zero e Gianna Nannini.

Nel 2005 patron della manifestazione diventa Enzo De Carlo. Si avvia così una seconda primavera de Il Cantagiro che, in pochissimo tempo, torna ad essere uno dei concorsi canori più importanti d’Italia. De Carlo ha conservato lo spirito itinerante della manifestazione, toccando anche i piccoli centri delle province italiane con, in gara, cantanti emergenti e nomi conosciuti, per bellissimi spettacoli di piazza con l’avvincente e genuina partecipazione del pubblico.

 Il Cantagiro, quest’anno, ha ottenuto anche l’importante patrocinio del Comitato Italiano per Unicef: musica e solidarietà per sostenere i diritti dell’infanzia.

“È per noi motivo di orgoglio - afferma Enzo De Carlo, patron de Il Cantagiro - sostenere nell’ambito dei nostri eventi i messaggi, i progetti, le campagne sociali di Unicef”. 

Durante le serate d’estate, nei piccoli e grandi centri italiani, saranno tante le attività che si attiveranno a sostegno di Unicef, anche attraverso una raccolta fondi effettuata nelle piazze che ospiteranno la manifestazione canora, alla quale partecipano – grazie alla collaborazione degli agenti regionali de Il Cantagiro - tantissimi giovani cantanti e autori.

"Giovani artisti che si sfidano a suon di musica davanti un pubblico vero - conclude Enzo De Carlo - in un concorso che rappresenta un valore aggiunto per la musica italiana, capace di stimolare la produzione di nuove canzoni, nuove idee, nuovi modelli musicali”.

 

Caulonia: musica e solidarietà, amministrazione comunale e Airc insieme per la ricerca.

In occasione della Festa della Mamma, in programma domenica 13 maggio, l’amministrazione comunale di Caulonia guidata dal sindaco Caterina Belcastro, ha organizzato un concerto a scopo benefico in collaborazione con l’Airc (Associazione italiana ricerca cancro), eseguito dall’orchestra giovanile di flauti e cori giovanili ed infantili in Italia Magna Graecia flute choir basic, con la partecipazione straordinaria del coro Pueri cantores, diretto dal maestro Maria Sgrò.

Il concerto si terrà all’Auditorium “Casa della Pace Angelo Frammartino” alle ore 19.

Dopo i saluti dell'assessore alla cultura e salute Domenico Campisi, l’introduzione al tema della giornata sarà affidata all'oncologo Giovanni Condemi.

L’ingresso è gratuito, ma sarà possibile sostenere la ricerca sul cancro offrendo un contributo volontario all’Airc.

 

Caulonia, l'Orchestra sinfonica della Calabria chiuderà il programma delle festività natalizie 

Sarà l’orchestra sinfonica giovanile della Calabria, diretta dal maestro Ferruccio Messinese, a chiudere il programma delle festività natalizie a Caulonia.

L'appuntamento è in programna per sabato 6 gennaio (ore 21) all’auditorium “Casa della Pace Angelo Frammartino”.

L’ensemble, composto da circa 60 giovani provenienti da diverse province della Calabria, nel corso della sua attività ha partecipato a più di 150 esibizioni in diverse regioni d'Italia.

Ha partecipato, inoltre, a numerosi concorsi nazionali ed internazionali di musica, conseguendo ben 10 primi premi tra cui il premio assoluto al Concorso internazionale giovani musicisti di Paola (2013 - 2015) ed 1° premio assoluto al 15° Concorso internazionale “Paolo Barasso” Caramanico Terme  (PE).

Nel mese di agosto 2014, all’Orchestra ed al suo presidente è stato assegnato il “Premio Sant’Ippolito 2014 e, recentemente, il “Premio Speciale” dall’Associazione nazionali artisti e letterati

Il repertorio è vasto ed eterogeneo e comprende brani della tradizione classico-sinfonica, arrangiamenti di musica per film e brani di musica napoletana e leggera americana.

Per assistere allo spettacolo il costo del biglietto è di 5 euro.

 

Chiaravalle Centrale, un Natale all'insegna della musica classica

Sarà un Natale all'insegna della musica classica a Chiaravalle Centrale.

Due i concerti programmati per il 30 dicembre e il 5 gennaio, presso il Teatro Impero.

Un evento fortemente sostenuto dalla Consulta della Cultura, con il patrocinio dell'amministrazione comunale e il supporto dell'associazione Agorà, che vedrà come protagonisti tanti bravi musicisti chiaravallesi.

Il programma del 30 dicembre prevede: “The amazing guitar trio” e “DinamicaMente Duo”. Il 5 gennaio: “Violoncello e pianoforte”, “Soprano e pianoforte”, “Ensemble dei musicisti classici chiaravallesi”. Le offerte raccolte per le serate saranno utilizzate per l'acquisto di un pianoforte a coda da donare al Comune di Chiaravalle.

Per informazioni sulle prevendite: 347.7735166, 328.9523806.

Pizzo, questa sera il concerto di Eman

È il pezzo forte del cartellone estivo allestito dall’Amministrazione comunale di Pizzo. Sale l’attesa per il concerto a ingresso gratuito del cantautore catanzarese Eman, in programma questa sera, giovedì 24 agosto, alla Marina, con inizio alle 21. Un appuntamento sul quale sta lavorando da tempo il consigliere con delega al Turismo, Sharon Fanello, che in queste ore sta mettendo a punto gli ultimi dettagli organizzativi in vista dell’appuntamento di questa sera. Suo anche l’appello di raggiungere a piedi o con i mezzi pubblici il luogo del concerto, evitando di utilizzare le auto private.

«Parcheggiate nelle aree di sosta disponibili in città e approfittatene per una passeggiata fino alla Marina – ha esortato Fanello -. Sicuramente ci sarà tanta gente che vorrà assistere all’esibizione di Eman, quindi per evitare ingorghi e disagi è meglio rinunciare all’auto per arrivare nei pressi del palco».

All’anagrafe Emanuele Aceto, classe 1983, nato a Catanzaro, Eman è considerato un astro nascente nella musica italiana, capace di fondere reggae, cantautorato classico, dark ed elettro-pop. Ma sono anche i suoi testi e la musicalità travolgente dei suoi pezzi a colpire. Cresciuto tra le difficoltà del sud Italia, pone un’attenzione particolare su temi sociali, dove richiami storici e parallelismi fanno da cornice ad argomenti di denuncia.

Scoperto e seguito con passione dalle nuove generazioni, oggi Eman ha fatto breccia anche in un pubblico più maturo, capace di apprezzare il suo talento indiscusso.

«Siamo orgogliosi di ospitare il suo concerto - ha sottolineato il sindaco di Pizzo Gianluca Callipo -. La voce si è sparsa subito e molti giungeranno anche dalle altre provincie calabresi per non perdersi questa occasione. Un vero e proprio evento di respiro regionale che catalizzerà l’attenzione sulla nostra città e contribuirà ad animare l’estate napitina che è ancora ricca di appuntamenti».

 

 

Stasera il secondo appuntamento con la musica di "Serra suoni 2017"

Si chiama "Serra suoni 2017", la due giorni di musica che ha preso il via ieri sera in piazza Azaria Tedeschi, a Serra San Bruno.

Ad aprire la manifestazione, che rientra nell’ambito degli appuntamenti previsti dal programma “SeRRestate”, è stata Ginger Brew. 

Questa sera, invece, alle 21,30, sarà la volta di Giovanni De Sossi (Basso) e Vince Abbracciante (Fisarmonica) con il loro “Two views of a secret”.

«Vince Abbracciante è la stella nascente della fisarmonica in Italia, dotato di una tecnica notevole, un senso profondo del blues e dello swing. Padroneggia la fisarmonica come pochi e suona con talento qualsiasi genere musicale», si legge nel Dizionario del Jazz Italiano di Flavio Caprera (Feltrinelli, 2014).

"Dopo il successo in termini di pubblico riscontrato durante i primi 15 giorni di agosto - si legge in una nota del  sindaco Luigi Tassone -, l’amministrazione comunale, attraverso questo genere di iniziative, intende dare visibilità a Serra in modo da attirare un numero più alto di turisti che, già in questi giorni, si sono recati in massa per ammirare le bellezze storiche, artistiche e culturali di un paese che ha davvero tanto da offrire". 

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS