Balneazione nel Vibonese, l'Arpacal sollecita i Comuni a reprimere l'abbandono di rifiuti sull'arenile

La campagna di monitoraggio delle acque di balneazione in Calabria prosegue a cura dell’Arpacal secondo il calendario stilato con Regione e Ministero della Salute. I diversi interventi sul territorio dei tecnici dei dipartimenti provinciali dell’agenzia ambientale calabrese, per prelevare i campioni da sottoporre ad analisi nei laboratori, permettono anche di accertare lo stato dei luoghi, ed in particolare delle spiagge, individuando potenziali criticità provocate da abbandono di rifiuti sull'arenile o sversamenti abusivi a mare.

Questo è successo nei giorni scorsi a Nicotera e Pizzo Calabro, in provincia di Vibo Valentia, quando i tecnici dell’Arpacal, proprio in occasione delle date in calendario per il prelievo dei campioni per la campagna di balneazione, hanno riscontrato la presenza massiccia e non controllata di rifiuti sulle spiagge.

Per questo motivo, il direttore del Dipartimento di Vibo Valentia dell’Arpacal, dr. Clemente Migliorino, ha scritto ai comuni interessati per sollecitare alla loro attenzione la responsabilità che hanno non solo nel vietare l’abbandono di rifiuti sulla spiaggia, ma anche di provvedere alla pulizia delle stesse.

Ciò non soltanto per un fatto prettamente estetico, ma anche e soprattutto perché la presenza di rifiuti, come quelli trovati generalmente nell’alveo delle fiumare, è causa successiva di inquinamento delle acque marine.

Nel Vibonese due giornate dedicate alla prevenzione oncologica

 Il Centro unico di riferimento aziendale screening oncologici, diretto dalla Dr.ssa Teresa Landro, ha organizzato due giornate dedicate alla prevenzione oncologica finalizzate a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità della prevenzione.

Martedì 14 luglio presso l’ambulatorio della Struttura Sanitaria di Soriano e giovedì 16 luglio presso la Struttura Sanitaria di Nicotera sarà presente, a tale scopo, personale specializzato.

Per l’occasione tutte le donne con età compresa tra i 25 e i 59 anni che non hanno mai eseguito il Pap Test o che lo abbiano eseguito da almeno tre anni, possono effettuarlo gratuitamente. Per prenotazioni e/o ulteriori informazioni è possibile telefonare ai seguenti numeri: 0963 962655–962959–962660.

Coronavirus, tutti negativi i tamponi dei contatti del docente di Nicotera

Sono tutti negativi i 160 tamponi fatti alle persone venute a contatto con il docente di Nicotera (Vv) risultato positivo al coronavirus.

La seconda tranche di esami, al pari della prima, ha dato esito negativo.

La notizia ha permesso di tirare un sospiro di sollievo anche a Pizzo, dove il docente insegna presso l'istituto nautico.

Balneazione: punto non conforme nel Vibonese

Il servizio tematico Acque del Dipartimento provinciale di Vibo Valentia dell’Arpacal ha trasmesso questa mattina al sindaco del Comune di Nicotera l'esito delle analisi delle acque di balneazione effettuate il 9 giugno scorso che ha dato esito di non conformità rispetto ai parametri previsti dal decreto legislativo 116 del 2008.

Il punto interessato dalla non conformità è denominato “200 metri a destra Fiume Mesima” ed è appunto ricadente nel comune di Nicotera. I valori riscontrati indicano uno sforamento del parametro Escherichia coli pari a 1550 UFC/100 ml. (valore limite 500) e degli Enterococchi intestinali a 580 UFC/100 ml. (valore limite 200).

“Sebbene l’area risulti essere sottoposta ad ordinanza di divieto n. 32 del 04.07.2013 – aggiunge il Dipartimento di Vibo dell’Arpacal nella lettera inviata al Comune di Nicotera, Regione Calabria ed al Ministero della Salute - si richiama alla gestione delle acque di balneazione ai sensi della normativa vigente in materia, adottando anche adeguate misure nel caso di rifiuti con riferimento a quanto previsto dalla parte IV del D.lgs. 152/2006 e s.m.i.”.

Coronavirus, Nicotera: il Rotary "Medma" ringrazia gli operatori in prima linea con una colomba

I soci del Rotary club di Nicotera Medma hanno voluto ringraziare gli operatori in prima linea nella battaglia contro il coronavirus, ovvero forze dell’ordine, vigili urbani,  farmacisti, Protezione civile, medici di base, parroci e suore di Nicotera, consegnando loro una colomba artigianale realizzata dalla pasticceria Garruzzo, con una lettera di accompagnamento, nella quale è stata manifestata vicinanza ed affetto.

Un segno semplice che, però, tende a comprovare come l’associazione sia vicina a tutte le persone che operano per il bene della collettività, anche a rischio della propria vita.

In un momento così difficile e drammatico e con limitazioni pesanti nei movimenti, l’unico modo per sostenere coloro che hanno operato ed operano per garantire il rispetto della legge e per dare conforto alla popolazione allarmata e impaurita, è la prossimità.

Un modo semplice per stare accanto a persone che concorrono attivamente al mantenimento dell’ordine pubblico, al sostegno delle fasce deboli, alla salvaguardia della fede e della speranza.

A tali persone il Rotary  club di Nicotera Medma, con il suo presidente Antonina Marrari e tutti i soci, ha voluto esprimere il massimo affetto con un forte gesto significativo sia sotto l’aspetto morale che umano.

Violazione delle norme anti contagio, raffica di denunce nel Vibonese

Nell'ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione del contagio da coronavirus, i carabinieri della Compagnia di Tropea hanno denunciato tre persone che, senza un valido motivo nè impellenti necessità, si trovavano a passeggiare tra le vie della Perla del Tirreno.

Controlli a tappeto anche nella zona del Poro, nella fattispecie, nel comune di Rombiolo dove i militari dell'Arma hanno fermato altre tre persone che pensavano bene di muoversi liberamente lontano dalla propria abitazione giusto per passare il tempo libero.

Non è andata in modo diverso ad un cittadino di Ricadi bloccato mentre scendeva dalla sua auto senza alcuna certificazione che ne attestasse le ragioni.

Addirittura otto persone sono state fermate dai carabinieri a Nicotera.

In questo caso, si tratta di cinque italiani e tre stranieri, nella fattispecie bulgari, beccati a girare nella cittadina tirrenica, senza alcuna meta precisa.

Per tutti, i militari hanno proceduto al deferimento in stato di libertà per violazione violazione di provvediemnti dell'autorità.

  • Pubblicato in Cronaca

Coronavirus, nuovo caso nel Vibonese

È un uomo di Nicotera ritornato nei giorni scorsi dalla Valle d'Aosta, il settimo contagiato dal coronavirus nel Vibonese.

Una volta rientrata nel paese d'origine, la persona in questione sarebbe rimasta in quarantena nel proprio domicilio, dove si trova tuttora.

Il nuovo caso di Covid -19 si va quindi ad aggiungere a quelli dei coniugi di Filandari, dei tre componenti della famiglia di Piscopio e dell'uomo di Briatico.

Tutti i casi finora riscontrati sono riconducibili a persone rientrate nei giorni scorsi dal Nord Italia.

Intanto è salito a 60 il numero dei calabresi che hanno contratto il coronavirus.


Rifiuti in fiamme nel Vibonese, interessati anche i contatori del gas

Poteva avere conseguenze preoccupanti, l'incendio di un cumulo di spazzatura avvenuto intorno alle 12.50 di oggi, in via Barriera, a Nicotera (Vv).

Le fiamme, innescate per cause in corso d'accertamento, si sono propagate ad una catasta di legna depositata su un terreno privato e ad alcuni contatori del gas metano.

Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia ha permesso di domare le fiamme, impedendo la fusione delle tubazioni di polietilene con successiva fuoriuscita di gas metano.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS