Va a cercare funghi, ma finisce in un burrone: morto un 57enne

Perde la vita durante un'escursione alla ricerca di funghi.

È accaduto nella tarda mattinata di ieri in località Arietta, nel comune di Petroná (Cz).

La vittima è un uomo di 57 anni che si era incamminato da solo lungo un sentiero alla ricerca di funghi.

Per cause in corso d'accertamento è scivolato finendo in un burrone.

All'arrivo dei soccorsi il malcapitato era già deceduto.

La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco del distaccamento di Sellia Marina.

 

'Ndrangheta, il Governo scioglie 5 Comuni calabresi

Cinque consigli comunali calabresi sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose.

Il provvedimento, assunto durante la riunione del Consiglio dei ministri svoltasi oggi, ha interessato il Comuni di: Lamezia Terme, Cassano allo Jonio, Marina di Gioiosa Jonica, Isola Capo Rizzuto e Petronà.

Per il Comune di Lamezia quello di oggi è il terzo scioglimento. Gli altri erano avvenuti nel 1991 e nel 2003.

Cose di Calabria: anche Acquavona vuole la sua "Brexit"

Se la Gran Bretagna è uscita dall’Europa, a noi, gente di Calabria, la notizia ci fa solo un baffetto, e manco ne discutiamo per passare il tempo: ben altro è l’exit che c’interessa, ben altro; è l’Acquexit, il referendum in cui la popolazione della metropoli presilana di Acquavona ha preso la millenaria, l’epocale decisione di ribellarsi all’oppressione belcastrese, e cercare la libertà, la gloria, il progresso e la gioia sotto le bandiere e seguendo le magnifiche sorti e progressive di Petronà. Questo significa fare la storia del III millennio, altro che Londra! D’ora in poi, Acquavona sarà frazione di Petronà e non più di Belcastro.  “Nella frazione o località di Acquavona risiedono duecentosette abitanti, dei quali centouno sono maschi e i restanti centosei femmine”, così leggiamo. Questa foltissima popolazione ha deciso di accrescere la già immane popolazione di Petronà, che, con loro, raggiungerà persino le 2.869 anime invece delle attuali 2.662! Formalocchiu! Belcastro invece scenderà a 1.192. Per carità, gli Acquavonesi avranno certo ottimi e molti motivi per la secessione. Però, consentitemi di eccepire che diventa sempre più urgente una legge volta ad accorpare e conurbare i comuni, minimo diecimila abitanti. Aspettate, ora che ci penso: a quando un referendum per liberare Piscopio da Vibo e uno per Papanice da Crotone?

  • Pubblicato in Diorama

Piante di canapa indiana sul balcone di casa: arrestato 26enne

Un giovane di 26 anni è stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Perquisendo il suo domicilio, i Carabinieri di Petronà hanno rinvenuto, dentro alcuni vasi collocati sul balcone, cinquantotto piante di canapa indiana di medio fusto. La Procura della Repubblica di Catanzaro ha ordinato che E.M., 26 anni, di Catanzaro, fosse ristretto agli arresti domiciliari.

Sottoscrivi questo feed RSS