In treno senza biglietto, aggredisce i poliziotti e viene arrestato

E’ stato arrestato con l’accusa di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale un extracomunitario che ha aggredito e ferito gli agenti della polizia Ferroviaria di Catanzaro Lido che lo avevano sorpreso a viaggiare in treno senza biglietto.

L’episodio è accaduto a bordo di un convoglio ferroviario diretto a Locri (Rc).

In particolare, i poliziotti sono intervenuti su richiesta del controllore che aveva segnalato la presenza del passeggero sprovvisto di titolo di viaggio.

Al cospetto degli uomini in divisa, il passeggero non ha sentito ragioni ed all’invito di lasciare il treno, li ha colpiti dandosi alla fuga. 

L’extracomunitario, peraltro già noto per episodi analoghi, è stato infine rintracciato ed arrestato dagli agenti della Polfer di Locri.

I poliziotti aggrediti sono stati, invece, costretti a ricorrere alle cure dei sanitari che hanno formulato una prognosi di sette giorni.

  • Pubblicato in Cronaca

Estorce denaro ad un addetto alle pulizie: arrestato

Gli agenti della Polizia ferroviaria di Reggio Calabria hanno tratto in arresto un uomo originario di Palermo, accusato di aver estorto denaro ad un addetto alle pulizie della stazione ferroviaria della città dello Stretto.

L’arresto è scattato in seguito alla denuncia presentata dalla presunta vittima, la quale, durante un servizio appositamente predisposto, è stata vista dai poliziotti consegnare il denaro all’arrestato.   

Per l’estorsore si sono, quindi, aperte le porte della locale casa circondariale.

  • Pubblicato in Cronaca

Controlli della polfer in Calabria: due persone arrestate, rintracciata una minorenne

Settimana di controlli intensificati da parte della Polizia Ferroviaria calabrese che ha messo in campo 240 pattuglie di cui 19 a bordo treno e 26 lungo la linea ferroviaria.

L’attività svolta ha portato all’identificazione di 1595 persone, al controllo di 52 veicoli, all’arresto di due individui ed al rintraccio di una minorenne.

In particolare, durante i controlli in stazione a Reggio Calabria, è stato intercettato un cittadino extracomunitario ricercato in quanto destinatario di un mandato di arresto europeo. L’uomo, individuato e sottoposto a controllo, è ritenuto responsabile di reati contro la persona ed il patrimonio, per i quali in Germania rischia sino a 10 anni di reclusione. Dopo le formalità di rito, è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto.

Durante un altro servizio svolto a bordo di un treno, gli uomini del Posto Polfer di Catanzaro Lido hanno rintracciato e arrestato una passeggera di nazionalità romena, ricercata in quanto condannata in via definitiva per furto.

A Crotone, invece, personale del Posto Polfer ha rintracciato una dodicenne residente a Cirò Marina (Kr) priva di documenti, che si era allontanata da casa per incontrare un amico conosciuto tramite un social network. Gli agenti della Polfer l’hanno notata e con le dovute cautele condotta presso gli Uffici di Polizia dove, esperiti gli opportuni accertamenti del caso, è stata affidata ai familiari.

  • Pubblicato in Cronaca

Si nasconde in un vagone ferroviario e cerca di aggredire due poliziotti, arrestato

Un cittadino extracomunitario di 33 anni è stato arrestato dagli agenti della polizia ferroviaria nella stazione di Reggio Calabria.

In particolare, l'uomo, alla vista dei poliziotti impegnati in un servizio di controllo, ha cercato di nascondersi in un vagone dismesso.

Una volta scoperto, il 33enne avrebbe cercato di aggredire i poliziotti con una piccozza.

L’arrestato, con numerosi precedenti penali, è stato quindi tradotto nella camera di sicurezza della Questura di Reggio Calabria in attesa di giudizio. Giudicato con rito direttissimo, è stato infine rinchiuso nella locale casa circondariale.

  • Pubblicato in Cronaca

Imbratta con un pennarelo il finestrino di un treno, denunciato

Gli agenti Polfer di Reggio Calabria hanno denunciato in stato di libertà un minorenne ritenuto responsabile dei reati di vilipendio, deturpamento e imbrattamento.

Il ragazzo è stato sorpreso da un dipendente di Trenitalia mentre tracciava con un pennarello la scritta Acab sul finestrino di una carrozza ferroviaria.

In seguito alla denuncia sono state acquisite e visionate le immagini dell’impianto di videosorveglianza ritraenti il gesto incivile e, anche grazie alla preziosa collaborazione di un cittadino, l’autore della scritta è stato identificato e denunciato in stato di libertà.

  • Pubblicato in Cronaca

Attraversano i binari, sanzionati

Nell’ambito dei controlli volti ad evitare l’indebito attraversamento dei binari da parte delle persone, il Compartimento Polfer per la Calabria, unitamente al Posto Polfer di Locri, ha predisposto, durante lo scorso fine settimana, una serie di controlli sulla tratta Brancaleone - Bovalino, teatro negli scorsi anni di incidenti ferroviari mortali.

Durante tali servizi sono stati sanzionati 5 utenti, i quali preferivano utilizzare un varco abusivo per accedere in spiaggia e non il previsto e prescritto sottopassaggio. 

  • Pubblicato in Cronaca

Ricercato per un furto viene arrestato in Calabria

Gli uomini del posto di polizia ferroviaria di Paola hanno arrestato un algerino, T.M., di 50 anni.

L’uomo, arrivato nella città di san Francesco con un treno proveniente da Sapri, era stato inizialmente fermato e sanzionato, perché trovato senza documenti e privo della dichiarazione necessaria per poter effettuare lo spostamento.

Effettuati i controlli del caso, gli agenti hanno scoperto l’identità del 50enne che è risultato destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Trento per furto aggravato.

Pertanto, l’uomo è stato arrestato e trasferito nella locale casa circondariale.

  • Pubblicato in Cronaca

Raggiunto da un'ordine di cattura, viene arrestato su un treno in Calabria

Nell’ambito dei controlli predisposti dal Compartimento della polizia ferroviaria di Reggio Calabria, gli agenti della polfer di Villa San Giovanni hanno arrestato un cittadino italiano di 58 anni gravato dal provvedimento restrittivo degli arresti domiciliari emesso dalla Corte d'Appello di Catania per il reato di atti persecutori.

L’uomo è stato fermato e controllato a bordo del treno Ic 724 in partenza da Villa San Giovanni e diretto a Napoli.

Condotto negli uffici di polizia, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso il proprio domicilio dove dovrà scontare la pena residua di 2 anni e 8 mesi. 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS