Valle dell’Angitola, una nuova cartellonistica segnalerà gli itinerari turistici

La Consulta delle associazioni Valle dell’Angitola, la cui sede è a Monterosso Calabro, che vede raggruppati i sodalizi culturali di 9 comuni, comincia a portare a casa i primi risultati.

Dopo il convegno dello scorso mese di agosto sulle infrastrutture borboniche organizzato nel centro Angitolano, oggi un altro tassello sta per essere inserito al mosaico per la promozione del territorio.

Negli uffici del Parco regionale delle Serre, il presidente Antonio Parisi e il vice Bruno Congiustì hanno, infatti, presentato al commissario Pino Pellegrino un progetto per segnalare i monumenti e gli itinerari turistici attraverso una cartellonistica che riguarderà i 9 comuni che fanno parte del comprensorio.

Un’idea che il commissario del Parco delle Serre ha sposato fin da quando era stata proposta, in occasione del convegno di agosto.

Il Parco delle Serre si assumerà l’onere della stampa e della messa in opera di 5 cartelli madre che racconteranno la Valle dell’Angitola e suoi tesori e saranno posti in punti strategici, come le usciti autostradali e le vie di accesso alla valle.

Il pannello descrittivo sarà stampato sia italiano che in inglese, mentre alle varie diramazioni stradali saranno istallati i 9 itinerari turistici, di vario interesse.

Si partirà con l’itinerario naturalistico di Polia per visitare gli antichi mulini ad acqua e la felce preistorica Woodwardia radicans.

L’itinerario Bizantino – Medievale di Francavilla Angitola sarà da apripista per quello illuministico e archeologico di Filadelfia – Castelmonardo.

Lungo l’ex Ss110, già via Regia, si incontreranno gli itinerari: Borbonico, con il Santuario di Mater Domini e Il Balcone delle Calabrie di San Nicola da Crissa; il Faunistico - archeologico con l’oasi dell’Angitola; i ruderi di Rocca Angitola e la Piana degli Scrisi di Maierato; il polo museale di Monterosso Calabro; lo Storico – Artistico con Nicastrello e gli affreschi attribuiti a Renoir, a Capistrano; il Religioso – Paesaggistico di Vallelonga, con i quadri di Andrea Cefali e la Basilica Minore di Monserrato e quello Basiliano e la macchia Mediterranea del bosco Fellà di Filogaso.

Al termine dell’incontro il presidente della Consulta delle associazioni Valle dell’Angitola, Antonio Paris, ha dichiarato:"L’incontro con il Commissario Pino Pellegrino è stato molto produttivo quanto entusiasmante. Le nostre idee sono state ascoltate e spero che da oggi in poi si comincerà a pensare in maniera positiva in questo territorio. I panelli e le indicazioni faranno capire che anche nell’entroterra esistono dei beni culturali che vanno valorizzati. Insieme alle associazioni che hanno preso parte a questa sfida, stiamo stilando un programma che avrà molta visibilità anche all’estero sfruttando le nostre piattaforme. Ringrazio quanti hanno lavorato a questo progetto e ci hanno messo passione come il Commissario Pellegrino che fin da subito ha creduto nell’iniziativa".

Abusivismo nelle Preserre: sequestrata una costruzione, denunciate due persone

I carabinieri forestale della Stazione di Polia, durante un controllo effettuato in collaborazione con il personale del servizio tecnico comunale, in località “Controponia”, nel comune di Monterosso Calabro (VV), hanno denunciato in concorso, due persone, rispettivamente committente e direttore dei lavori, per aver realizzato un manufatto senza il necessario titolo abilitativo.

Inoltre, al termine del controllo, i militarti hanno sequestrato la struttura.

  • Pubblicato in Cronaca

Polia: rinvenute 120 munizioni per fucile, denunciato 42enne

I carabinieri della Stazione di Polia, della Compagnia di Serra San Bruno e dei cinofili del 14° Battaglione di Vibo Valentia hanno rinvenuto 120 munizioni nascoste in un'abitazione. 

In particolare, durante il controllo, i militari, grazie al fiuto del cane "Enno", hanno trovato 120 munizioni per fucile di vario calibro e tipologia, illegalmente detenute.

Dopo aver sequestrato i proiettili, gli uomini dell'Arma hanno denunciato un 42enne originario di Lamezia Terme, ma residente a Polia.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Nascondeva semi di canapa in una chitarra, 21enne denunciato nel Vibonese

Un ventunenne di Polia (Vv) è stato denunciato, perché trovato in possesso di marijuana. 

In particolare, durante una perquisizione domiciliare, i carabinieri della Stazione di Polia e dell'unità cinofili di Vibo Valentia, grazie al cane antidroga “Manco”, hanno rinvenuto sette grammi di marijuana.

La ricerca e poi proseguita, fino al ritrovamento di una bustina, nascosta in una chitarra, con all'interno una trentina di semi di canapa.

Il giovane, pertanto, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme. 

Maltempo nel Vibonese, proseguono gli interventi dei vigili del fuoco

Il Gos (Gruppo operativo speciale) movimento terra dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia ha effettuato una serie di operazioni per rimuovere frane e detriti nel territorio comunale di Polia.  

Complessivamente, nella giornata di ieri, i vigili del fuoco hanno eseguito 18 interventi elle zone colpite dal maltempo (Polia, Monterosso e Francavilla), di cui 6 per verifiche di frane e stabilità e 12 per rimozione detriti, frane e alberi.

  • Pubblicato in Cronaca

Emergenza maltempo, Polia: evacuata una famiglia

Intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Vibo Valentia che, a causa di una frana, la notte scorsa hanno dovuto procedere allo sgombero di un'abitazione nella frazione "Lia" del comune di Polia.

Nel corso dell'attività, i pompieri hanno portato al sicuro due anziani coniugi ed un loro figlio. I tre  sono stati trasferiti in una abitazione di proprietà di un loro congiunto.

Intrappolato dopo un incidente stradale, automobilista messo in salvo nel Vibonese

Incidente stradale a Polia, nel Vibonese, dove nella serata di ieri (11 settembre), per cause in corso d'accertamento, un automobilista è finito fuori strada.
 
Il malcapitato è riuscito a lanciare l'allarme, prima che il telefonino smettesse di funzionare. Durante la chiamata al 112, l'uomo ha comunicato di essere rimasto intrappolato nella sua auto, in seguito ad un incidente avvenuto lungo l'arteria che collega Polia a Pizzo Calabro. 
 
Le ricerche, condotte dai militari, da due squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia e da alcuni volontari, hanno permesso d'individuare il punto in cui si trovava la vettura, a circa sette chilometri da Polia.
 
I vigili del fuoco hanno, quindi, estratto dall'abitacolo il conducente che, fortunatamente, ha riportato solo qualche contusione.

Capistrano, sequestrato un laboratorio per la lavorazione del marmo

I militari delle Stazioni carabinieri forestali di Vallelonga e Polia hanno denunciato  una persona ritenuta responsabile del reato di smaltimento illecito di rifiuti.

In particolare, nel corso di un servizio di controllo del territorio, in località Centofontane del Comune di Capistrano (VV), i militari hanno trovato diversi metri cubi di scarti di lavorazione del marmo nelle vicinanze di un vecchio casolare.

Da quanto accertato, il materiale proveniva da un laboratorio per la lavorazione del marmo, ubicato nelle vicinanze.

Il titolare avrebbe ammesso le proprie responsabilità, dichiarando la proprietà del luogo in cui sono stati rinvenuti gli scarti delle lavorazioni.

I carabinieri forestali hanno, quindi, posto sotto sequestro sia l’area interessata dalla discarica, che l’opificio.

I titolare della marmeria  è stato segnalato all’Autorità giudiziaria e dovrà rispondere per la violazione alla normativa sui rifiuti, nonché per violazione al vincolo paesaggistico-ambientale.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS