Tonno Callipo, rimonta incompleta

B-CHEM POTENZA PICENA 3-2 TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA (25-23/  25-23/ 23-25/ 20-25/ 15-10)

Nel giorno delle donne la Tonno Callipo Vibo Valentia ripete la trama della partita di domenica scorsa, purtroppo però a ruoli invertiti. Potenza Picena si impone dopo una maratona di oltre 2 ore contro una squadra audace e combattiva, ma con gravi lacune nei fondamentali di seconda linea. I ragazzini terribili guidati da Graziosi trovano nella coralità e nell’organizzazione l’arma in più, proprio quello che manca alla Tonno Callipo. Si conferma in gran forma l’opposto vibonese Gavotto, che mette a segno ben 27 punti, anche se con percentuali non altissime. Al suo fianco Presta sfodera un’ottima prestazione a muro (ben 7)  ma non fa altrettanto in attacco poiché non servito con continuità da Sintini, per via di una lacunosa ricezione. Il resto della squadra è sull’altalena. Sintini è costretto a correre da una parte all’altra del campo: i ricettori raramente fanno arrivare palloni precisi dalle sue parti e lui fa quello che può. Il guerriero Zanuto senza infamia e senza lode, ma da lui ci si aspetta giustamente di più. Buoni gli ingressi dell’ucraino Korniienko al posto di uno spento Vedovotto, e di Paoli che sostituisce capitan Forni, artefice di una prestazione quasi vergognosa. Non sembra neanche un lontano parente di quello visto contro Alessano. I marchigiani, invece, rispettano in pieno le previsioni: una squadra quadrata, dove ognuno ha un compito preciso e lo svolge in modo eccellente. Moretti è la bocca da fuoco di Partenio, palleggiatore giovane, ma che centellina i suoi attaccanti con intelligenza e acume tattico. Spiccano le percentuali di Diamantini in attacco (78%) e di Polo a muro (6). Casoli e Bonami tengono bene in ricezione e difesa ed il gioco è fatto. Da elogiare dunque il lavoro fatto dalla società marchigiana nella costruzione della squadra, ma complimenti anche alla squadra di Monti, capace di rimontare 2 set di svantaggio con grande orgoglio e volontà; capace, oltretutto, di centrare l’ennesimo risultato utile da quando il tecnico lombardo è alla sua guida. Un punto utile per la classifica in vista degli scontri diretti contro Cantù e Corigliano, sperando che oltre al cuore, i giallorossi possano contare anche sulla tecnica.

B-CHEM POTENZA PICENA: Polo 12; Bonami L1;  Partenio 7;  Miscio 1;  Calistri; Moretti 23;  Tartaglione 16;  Diamantini 12;  Segoni;  Casoli 13;  n.e: Alikaj;  Gemmi;  Quarta. All. Graziosi.

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Sintini 1; Cesarini L1; Korniienko 15; Forni  3; Vedovotto 4;  Zanuto 13; Sardanelli L2; Paoli 7; Gavotto 27; Feroleto; Presta 13; n.e: Medic;  Ferraro. All. Monti.

Impegnativo match nelle Marche per la Tonno Callipo

Trasferta in terra marchigiana per i giallorossi, che nella nona giornata del girone di ritorno affronteranno Potenza Picena, una delle squadre più forti del campionato. Monti e i suoi cercheranno di sottrarre punti importanti ai terzi in classifica, in un match che si preannuncia molto equilibrato ed intenso. Le due squadre quest’anno si sono affrontate due volte, una nel girone di andata (vinta da Potenza)’ una in finale di Coppa Italia (vinta da Vibo). Quella di coach Graziosi è la squadra meglio costruita del campionato: alla base infatti c’è un progetto importante con i più interessanti giovani del panorama nazionale. La compagine marchigiana può poi contare sull’esperienza di Moretti e Casoli: giocatori di primo livello, con quest’ultimo che ha scritto pagine importantissime e memorabili della pallavolo italiana, giocando con squadre del calibro di Cuneo, Treviso e Modena. Tra gli altri titolari nessuno supera i 22 anni. Spiccano i nomi di Tartaglione, Diamantini, Partenio e Polo. I primi tre sono prodotti del vivaio di Macerata, con la quale hanno vinto i più prestigiosi trofei nazionali e non solo. Discorso diverso va fatto per Alberto Polo, alla prima esperienza in A2, dopo aver vinto lo scudetto under 19 con Trento. Già nel giro delle nazionali giovanili, tutti e quattro sono tenuti d’occhio dal Ct Mauro Berruto, che li ha iscritti nel progetto Rio 2016 (da ricordare, proprio con la nazionale giovanile, la conquista degli europei). In casa Tonno Callipo qualche grattacapo per Monti, che ha dovuto combattere con i problemi fisici di Zanuto e Archiani; quest’ultimo non utilizzabile domenica. Per il forfait del secondo palleggiatore è stato arruolato alla prima squadra il palleggiatore del settore giovanile Raffaele Ferraro. Nessun problema per Graziosi, che schiererà questa formazione: Partenio palleggiatore, Moretti opposto, di banda Tartaglione e Casoli, centrali Diamantini e Polo, libero Bonami. La Tonno Callipo invece scenderà in campo con Sintini e Gavotto a comporre la diagonale palleggiatore-opposto, Zanuto e Vedovotto schiacciatori, Forni e Presta al centro e libero Cesarini. Nel giorno delle donne, l’inizio della partita è fissato per le 18:00.

Sottoscrivi questo feed RSS