Incidente nel Vibonese, un ferito

I vigili del fuoco del distaccamento di Ricadi sono intervenuti intorno alle 18.50 di ieri sulla ex Ss 522, in prossimità dell'incrocio per Parghelia, per un incidente stradale che ha provocato il ferimento di una persona.
 
Una volta giunti sul posto i pompieri hanno messo in sicurezza e recuperato la vettura che si è schiantata contro un guard rail.
 
  • Pubblicato in Cronaca

Ricadi, attivato il distaccamento dei vigili del fuoco

È stato attivato ieri (27 luglio) il Distaccamento permanente dei vigili del fuoco di Ricadi (Vv).

Il nuovo distaccamento, la cui apertura è stata sancita con  decreto del Ministero dell’Interno del 2 dicembre scorso, ha sede in via Solis, presso l’ex scuola materna, adeguata alle esigenze del caso dal Comune di Ricadi.

La sede è stata concessa in comodato d’uso gratuito per un periodo di novantanove anni.

Ai fini dell’espletamento dell’attività di soccorso tecnico urgente il territorio ricadente sotto la  competenza del distaccamento di Ricadi è quello dei seguenti comuni : Ricadi, Parghelia, Zungri, Tropea, Nicotera, Joppolo, Spilinga, Drapia e Limbadi.

Il distaccamento disporrà di mezzi idonei ad effettuare tutti gli interventi di competenza del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

La presenza di questo nuovo presidio in una posizione strategica consentirà di raggiungere con brevi percorrenze i comuni ricadenti nel territorio di competenza che nel periodo estivo sono densamente popolati per  la presenza di molteplici strutture ricettive.

Per le richieste di soccorso provenienti dal territorio il numero da comporre è sempre il 115, sarà poi la sala operativa del Comando provinciale a smistare la richiesta al Distaccamento più vicino al luogo dell’evento.

Ricadi, cade l’Amministrazione comunale. Tassone: “Vicino a Giulia Russo, grave l’atto di sfiducia soprattutto in questo momento”

“Esprimo la mia vicinanza istituzionale e personale, oltre che come compagno di partito, all’avvocato Giulia Russo, unica donna sindaco del Partito democratico nel Vibonese, che ha dovuto subire la sospensione (e poi lo scioglimento) del Consiglio comunale di Ricadi a causa delle dimissioni contestuali di 7 consiglieri comunali che si sono assunti la responsabilità politica, voluta da una regia a tutti nota, di togliere la guida amministrativa ad un centro importante, soprattutto dal punto di vista turistico, in un momento storico cruciale”.

È quanto afferma il consigliere regionale Luigi Tassone che sottolinea le qualità amministrative di Russo che ha “sempre gestito con ordine, lungimiranza e senso del dovere, ponendo le basi per un solido processo di sviluppo e portando avanti un’azione decisa per riaffermare e rafforzare la legalità in un Comune che, in passato ha avuto difficoltà, sotto questo aspetto”.

“Ritengo grave – conclude Tassone – quanto è accaduto, anche perché far cadere un Comune così rilevante proprio in questo frangente storico significa anteporre l’interesse politico a quello della comunità”.

  • Pubblicato in Politica

Ricadi, Incoronato (Lega): "Lega primo partito. In Calabria nuova era politica”

 Roberto Incoronato, coordinatore cittadino della Lega a Ricadi (Vv) esprime grande soddisfazione per i risultati ottenuti dal partito alle scorse elezioni regionali.

Il movimento di Salvini, nella cittadina turistica è stato il primo partito col 10,74% dei voti.

Per il coordinatore leghista "a Ricadi, come in tutta la Calabria, vi è un cambio di mentalità politica degli elettori che bocciano sonoramente e con chiarissima indicazione di voto il non lavoro svolto dal Pd e dall’ex governatore Mario Oliverio nei precedenti cinque anni di consiliatura regionale".

Incoronato, poi, aggiunge: “Con Oliverio abbiamo perso cinque anni di preziosissimo tempo e la nostra splendida Calabria è diventata la regione più povera d’Europa. Il gap economico calabrese da recuperare rispetto alle altre regioni è un dato veramente allarmante, non passa giorno che i nostri giovani ed anche meno giovani abbandonano la nostra terra e migrano verso il nord Italia e verso altri stati in cerca di lavoro. Abbiamo chiesto fiducia ai calabresi e per la prima volta nella storia politica della Calabria la Lega entra in consiglio regionale. A Ricadi vince la buona ed onesta politica leghista: il ministero degli Interni, quando a capo vi era il nostro Matteo Salvini, stanziò nel decreto Spiagge Sicure prima la cifra di 50mila euro e poi altre 42mila euro per la nostra cittadina ricadese per l’assunzione a tempo determinato di agenti di Polizia Locale e l’eventuale acquisto di nuove attrezzature per debellare il fenomeno presente nelle nostre spiagge dell’abusivismo commerciale e la contraffazione durante il periodo di massima affluenza turistica. I nostri concittadini - conclude Incoronato - hanno evidentemente apprezzato l’investimento di fondi per il rilancio della nostra principale risorsa economica: il turismo. Contemporaneamente viene bocciata la politica locale del Pd, come viene bocciata la ricandidatura dei referenti politici regionali del partito democratico, i ricadesi si sono risvegliati dal torpore e dal sonno in cui la sinistra li aveva fatti piombare per decenni. Con la forte presenza della Lega, a Ricadi e in Calabria, possiamo affermare che è l’inizio di una nuova era politica”.

  • Pubblicato in Politica

Abitazione danneggiata da un incendio nel Vibonese

Un incendio, divampato poco dopo le 21 di ieri, ha danneggiato una casa ubicata nella frazione Lampazoni, a Ricadi (Vv).

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia, che hanno domato le fiamme.

Il rogo, che ha interessato un appartamento ad uso estivo al momento disabitato, ha mandato in fumo parte dell'arredo ed il controsoffitto in legno di due camere.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Costruisce una barriera frangiflutti su un'area demaniale, 47enne denunciata nel Vibonese

Un’operatrice turistica, D. M. N.,47 anni, di Drapia, è stata denunciata dai carabinieri della Stazione di Spilinga per deturpamento di bellezze naturali.

In particolare, durante  un controllo effettuato in località Tono della frazione San Nicolò di Ricadi, i militari hanno scoperto un cantiere attivo in una struttura ricettiva di proprietà della donna, nel quale era in corso di realizzazione una barriera frangiflutti, costruita, con grossi massi in pietra e calcestruzzo, su un’area demaniale marittima sottoposta a vincolo paesaggistico.

Constato che i lavori, eseguiti su una superficie di circa 300 metri quadrati, erano stati effettuati senza autorizzazione, gli uomini dell'Arma hanno proceduto al sequestro dell'area. 


Nelle scorse settimane, nella zona di Ricadi si era registrato un caso simile e ad essere denunciato a piede libero per gli stessi reati era stato un operatore turistico, V. C., 70 anni di Santa Domenica di Ricadi, sorpreso ad effettuare lavori per la creazione di un passaggio pedonale per l’accesso alla spiaggia e la collocazione di grossi massi di pietra su un'area demaniale nei pressi della propria struttura ricettiva.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Lavoratore in nero in un'azienda agricola del Vibonese, sanzionato il titolare

Intervenuti in seguito alla segnalazione per la protesta inscenata da una di una decina di lavoratori impegnati nella coltivazione della cipolla di Tropea in un'azienda agricola di Ricadi, i carabinieri della Stazione di Spilinga hanno individuato un lavoratore in nero.

In particolare, dopo aver constatato che la mobilitazione dei lavoratori era stata determinata dall’inadeguatezza delle retribuzioni, gli uomini dell'Arma hanno chiesto l'intervento dei colleghi del Nucleo ispettorato del lavoro di Vibo Valentia.

Dopo aver scoperto la presenza di un operaio senza regolare contratto di lavoro, i carabinieri hanno elevato una sanzione amministrativa a carico del titolare dell'azienda.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Auto rubata, un fucile e munizioni nascosti in un garage. Denunciati due coniugi

Durante una perquisizione a casa di una coppia d'incensurati di Ricadi, i carabinieri della Stazione di Spilinga hanno rinvenuto in un garage, numerosi beni risultati rubati in alcune abitazione del circondario.

Trovati, inoltre, una Fiat 500, un fucile tipo doppietta, modificato a canne mozzate ed oltre 280 munizioni di diversi calibri.

Dopo aver sequestrato il materiale rinvenuto, gli uomini della Benemerita hanno denunciato i due coniugi, in stato di libertà, per i reati di ricettazione e detenzione abusiva di arma.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS