Marijuana in casa, 28enne in manette

I carabinieri della Stazione di Roccella Jonica (Rc) hanno arrestato un cittadino pakistano A.M.K.M, di 28 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 

In particolare, durante un controllo in contrada Calcinara, i militari, insospettiti dall'insolito movimento di persone, hanno deciso di perquisire la casa dell'extracomunitario, nella quale hanno rinvenuto 14 dosi di marijuana, 340 euro presumibilmente derivanti dall’attività di spaccio, due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in stato d’arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Incendio devasta azienda che produce infissi

Incendio in un'azienda di Roccella Ionica, attiva nella lavorazione del legno e nella produzione d'infissi. Le fiamme, divampate, intorno alle 6 di ieri mattina, hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco di Siderno, Bianco e Polistena.
 
Le operazioni di spegnimento si sono rivelate piuttosto complesse, tanto più che il rogo, sviluppatosi al terzo piano di un immobile, ha reso necessario il ricorso ad 
un'autoscala e ad un carro bombole, per i ricambi delle bombole d’aria indispensabili per permettere ai pompieri d'avvicinarsi alle aree invase dal fumo. 
 
L’intenso lavoro condotto dai vigili del fuoco ha permesso di confinare l’incendio al terzo piano, dove i danni sono stati notevoli, evitando, comunque, che le fiamme si 
propagassero agli altri due piani nei quali i macchinari ed i materiali presenti non hanno subito danni.
  • Pubblicato in Cronaca

Pistole e vespe di dubbia provenienza, un fioraio finisce nei guai

 I carabinieri della locale Compagnia e dei Cacciatori di Calabria hanno arrestato Domenico Marrapodi, 39 anni, fioraio di Roccella Jonica (Rc), accusato di porto e detenzione illegale d'armi.

In particolare, nel corso di un servizo di controllo, i militari hanno fermato un furgone in transito in una stradina di campagna, in località "Franciullo" di Roccella Jonica.

Al momento del controllo, il conducente del veicolo non è riuscito a trovare valide risposte alle domande poste dai carabinieri che hanno deciso di perquisire il mezzo.

I sospetti degli uomini dell'Arma si sono rivelati fondati, infatti, sotto uno dei sedili è stata trovata una pistola Browning Arms Compamy calibro 22, con 15 proiettili calibro 7,65.

I carabinieri hanno, quindi, deciso di perquisire anche l’abitazione di Marrapodi, rinvenendo, in una stalla, poggiata su un tavolo da lavoro, una pistola Police calibro 8, priva di matricola e smontata in più parti.

Inoltre, in un garage in uso alla famiglia del 39enne sono state trovate 5 Vespe Piaggio d’epoca, di cui: tre di proprietà di un 54enne, sprovviste di targhe e documenti e pertanto di dubbia provenienza, una di proprietà di un 26enne e una di proprietà dello stesso Marrapodi, entrambe con telaio punzonato.

Pertanto, dopo l'arresto con l’accusa di ricettazione, porto e detenzione illegale di armi da sparo, per il fioraio si sono aperte le porte del carcere di Locri .

  • Pubblicato in Cronaca

Vittime e superstiti calabresi del naufragio del Maria P

Vittime

Squillace Giuseppe fu Gaetano, di anni 37, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), vaticale.

 Basile Maria di Francesco, di anni 49, nata a Fuscaldo (Cosenza), filatrice.

Mazzei Anna Maria (figlia), d'anni 14, nata a Fuscaldo (Cosenza).

Francesco (figlio), di anni 7, nato a Fuscaldo (Cosenza).

Varano Ilario Cosmo fu Domenico, di anni 33, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), fuochista.

Dario Caterina (maglie), nata a Roccella Jonica, (Reggio Calabria).

Elvira (figlia), di anni 3, nata a Roccella Jonica (Reggio Calabria).

Scofani Antonio fu Pietro, di anni 54. nato a Fascaldo (Cosenza), giornaliera.

Varano Domenico, di mesi 11, nato a Roccella Ionica, (Reggio Calabria).

Davoli Carmela, di anni 44, nata a Taverna, (Catanzaro), filatrice.

Cosentino Umberto, (figlio), di anni 14, nato a Taverna, (Catanzaro) e Rosa, (figlia), di anni 0, nata a Taverna, (Catanzaro).

Schiripa Alfonso, di anni 47. nato a Gioiosa Jonica (Reggio Calabria), contadino.

 Pelleg:ino Carmine fu Domenica, di anni 43, nato a Campana (Coseaza) contadino.

Angieri Agesilao, di anni 28, nato a Lattarico, contadino.

Amberti Filomena, di anni 35, nata a Fiumefreddo (Cosenza), domestica.

Marino Amalia, di anni 57, nata a Paola (Cosenza), contadina.

Gerlando Giovanni, di anni 32, nato a Paola (Cosenza), contadino

Graziadio Angelo, di anni 23,nato a Castrovillari,contadino.

Mancini Luigi. di anni 40, nato a Castrovillari, contadino

Bastardo Santo, di anni 22. nato ad Acri, sarto.

Giannitello Antonio. di anni 13, nato a Castrovillari. contadino.

Giannitello Leonaro, di anni 16, nato a Castrovillari contadino

Balzimo Pasquale, di anni 28, nato a Lungro, contalino.

De Luca Marietta, di anni 13, nata a Lungro, contadina.

Scida Antonio, di anni 23, nato a Tropea, contadino.

Villani Giuseppe, di anni 21. nato a Scalea, contadino.

Barrillà Salvatore, d'anni 43, nato a Spilinga, contadino

marco ambrosio, di anni 33 firmo, Cosenza

Pistininzi tommaso di anni 13, Arena

Pistininzi Giuseppe. di anni 41 nata ad Arena domestico.

Martellotta Pietro, di anni 23, nato ad Acquappesa, calzolaio.

Ferrari Camillo, di anni 13, nato al Acquappesa, calzolaio.

 

Passeggeri superstiti

 

Tomeo Giuseppe di Andrea, di anni 24, nato a Nicotera

Ferraro Francesco di Antonio, di anni 27, nato a Nicotera

Tomeo Damenico, di Andrea di anni 22, nato a Nicatera

De Felice Fortunato di Fortunato, di Anni 26. nato a Nicotera

Tarsi Damenico di Saverio,di anni 24 nato a Scalea

Provenzano Giuseppe di Salvatore, di anni 32, nato a Paola

Garofalo Antonino di Ignoti, di anni 17, nato a Guardia Piemontese

Buonasorte Giuseppa, di Raffaele, di anni 52, nato a Tropea

Mosacchi Raffaele, di Agastino, di anni 41, nato a Falconara Albanese

 

Marinai superstiti

Ciccarello Leonardo, nato 175, Matricola 7673, di Pizzo.

Lavalle Roberto, classe 1905, Matricola 7321, di Pizzo.

  • Pubblicato in Sport

Sorpreso in auto con 4 fucili rubati, arrestato

I carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica hanno arrestato Antonio Larosa, di 27 anni, accusato di detenzione illegale di armi comuni da sparo e ricettazione.

Fermato ad un posto di controllo, il giovane ha ignorato l'alt cercando di darsi alla fuga.

Raggiunto e bloccato all’altezza del bivio che conduce alla frazione Focà di Caulonia, Larosa è stato trovato in auto con un sacco nero, al cui interno sono stati rinvenuti 4 fucili in ottimo stato di conservazione, rubati nell'ottobre del 2017 a Fara Sabina, in provincia di Rieti. 

L’uomo, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso il carcere di Locri su disposizione dell’autorità giudiziaria.

  • Pubblicato in Cronaca

Finisce con lo scooter contro un muro, giovanissimo centauro muore sul colpo

Un operaio ventunenne, V. P., di Gioiosa Jonica, è morto questa mattina in seguito a un incidente stradale avvenuto in un tratto della Statale 106, a Roccella Jonica, nella Locride.

Il giovane si trovava alla guida del suo scooter, quando, forse a causa del manto stradale reso viscido dalla pioggia, ha perso il controllo del mezzo ed è andando a sbattere violentemente contro il muro di un'abitazione posta a ridosso della carreggiata.

Inutile l'intervento dei sanitari del 118 che, intervenuti sul posto, non hanno potuto far altro che constatare il decesso dello sfortunato centauro.

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana e materiale esplodente, fruttivendolo in manette

I carabinieri delle Stazioni di Roccella Jonica e Caulonia Marina e dei Cacciatori di Calabria, hanno arrestato Antonio Cursaro, di 30 anni, fruttivendolo di Roccella, accusato di detenzione di materiale esplodente e sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto, in un sottoscala, due detonatori a miccia, mentre in un vano chiuso con un lucchetto in prossimità della porta di ingresso sono stati trovati 40 involucri ed una busta in cellophane con all’interno circa 600 grammi di marijuana.

Durante la perquisizione è stata rilevata, inoltre, un’anomalia all’impianto elettrico ed i successivi accertamenti hanno permesso di riscontrare la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica.

Il trentenne, pertanto, è stato posto agli arresti domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana e materiale esplodente, fruttivendolo in manette

I carabinieri delle Stazioni di Roccella Jonica e Caulonia Marina e dei Cacciatori di Calabria, hanno arrestato Antonio Cursaro, di 30 anni, fruttivendolo di Roccella, accusato di detenzione di materiale esplodente e sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto, in un sottoscala, due detonatori a miccia, mentre in un vano chiuso con un lucchetto in prossimità della porta di ingresso sono stati trovati 40 involucri ed una busta in cellophane con all’interno circa 600 grammi di marijuana.

Durante la perquisizione è stata rilevata, inoltre, un’anomalia all’impianto elettrico ed i successivi accertamenti hanno permesso di riscontrare la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica.

Il trentenne, pertanto, è stato posto agli arresti domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS