Vittime e superstiti calabresi del naufragio del Maria P

Vittime

Squillace Giuseppe fu Gaetano, di anni 37, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), vaticale.

 Basile Maria di Francesco, di anni 49, nata a Fuscaldo (Cosenza), filatrice.

Mazzei Anna Maria (figlia), d'anni 14, nata a Fuscaldo (Cosenza).

Francesco (figlio), di anni 7, nato a Fuscaldo (Cosenza).

Varano Ilario Cosmo fu Domenico, di anni 33, nato a Roccella Jonica (Reggio Calabria), fuochista.

Dario Caterina (maglie), nata a Roccella Jonica, (Reggio Calabria).

Elvira (figlia), di anni 3, nata a Roccella Jonica (Reggio Calabria).

Scofani Antonio fu Pietro, di anni 54. nato a Fascaldo (Cosenza), giornaliera.

Varano Domenico, di mesi 11, nato a Roccella Ionica, (Reggio Calabria).

Davoli Carmela, di anni 44, nata a Taverna, (Catanzaro), filatrice.

Cosentino Umberto, (figlio), di anni 14, nato a Taverna, (Catanzaro) e Rosa, (figlia), di anni 0, nata a Taverna, (Catanzaro).

Schiripa Alfonso, di anni 47. nato a Gioiosa Jonica (Reggio Calabria), contadino.

 Pelleg:ino Carmine fu Domenica, di anni 43, nato a Campana (Coseaza) contadino.

Angieri Agesilao, di anni 28, nato a Lattarico, contadino.

Amberti Filomena, di anni 35, nata a Fiumefreddo (Cosenza), domestica.

Marino Amalia, di anni 57, nata a Paola (Cosenza), contadina.

Gerlando Giovanni, di anni 32, nato a Paola (Cosenza), contadino

Graziadio Angelo, di anni 23,nato a Castrovillari,contadino.

Mancini Luigi. di anni 40, nato a Castrovillari, contadino

Bastardo Santo, di anni 22. nato ad Acri, sarto.

Giannitello Antonio. di anni 13, nato a Castrovillari. contadino.

Giannitello Leonaro, di anni 16, nato a Castrovillari contadino

Balzimo Pasquale, di anni 28, nato a Lungro, contalino.

De Luca Marietta, di anni 13, nata a Lungro, contadina.

Scida Antonio, di anni 23, nato a Tropea, contadino.

Villani Giuseppe, di anni 21. nato a Scalea, contadino.

Barrillà Salvatore, d'anni 43, nato a Spilinga, contadino

marco ambrosio, di anni 33 firmo, Cosenza

Pistininzi tommaso di anni 13, Arena

Pistininzi Giuseppe. di anni 41 nata ad Arena domestico.

Martellotta Pietro, di anni 23, nato ad Acquappesa, calzolaio.

Ferrari Camillo, di anni 13, nato al Acquappesa, calzolaio.

 

Passeggeri superstiti

 

Tomeo Giuseppe di Andrea, di anni 24, nato a Nicotera

Ferraro Francesco di Antonio, di anni 27, nato a Nicotera

Tomeo Damenico, di Andrea di anni 22, nato a Nicatera

De Felice Fortunato di Fortunato, di Anni 26. nato a Nicotera

Tarsi Damenico di Saverio,di anni 24 nato a Scalea

Provenzano Giuseppe di Salvatore, di anni 32, nato a Paola

Garofalo Antonino di Ignoti, di anni 17, nato a Guardia Piemontese

Buonasorte Giuseppa, di Raffaele, di anni 52, nato a Tropea

Mosacchi Raffaele, di Agastino, di anni 41, nato a Falconara Albanese

 

Marinai superstiti

Ciccarello Leonardo, nato 175, Matricola 7673, di Pizzo.

Lavalle Roberto, classe 1905, Matricola 7321, di Pizzo.

  • Pubblicato in Sport

Sorpreso in auto con 4 fucili rubati, arrestato

I carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica hanno arrestato Antonio Larosa, di 27 anni, accusato di detenzione illegale di armi comuni da sparo e ricettazione.

Fermato ad un posto di controllo, il giovane ha ignorato l'alt cercando di darsi alla fuga.

Raggiunto e bloccato all’altezza del bivio che conduce alla frazione Focà di Caulonia, Larosa è stato trovato in auto con un sacco nero, al cui interno sono stati rinvenuti 4 fucili in ottimo stato di conservazione, rubati nell'ottobre del 2017 a Fara Sabina, in provincia di Rieti. 

L’uomo, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso il carcere di Locri su disposizione dell’autorità giudiziaria.

  • Pubblicato in Cronaca

Finisce con lo scooter contro un muro, giovanissimo centauro muore sul colpo

Un operaio ventunenne, V. P., di Gioiosa Jonica, è morto questa mattina in seguito a un incidente stradale avvenuto in un tratto della Statale 106, a Roccella Jonica, nella Locride.

Il giovane si trovava alla guida del suo scooter, quando, forse a causa del manto stradale reso viscido dalla pioggia, ha perso il controllo del mezzo ed è andando a sbattere violentemente contro il muro di un'abitazione posta a ridosso della carreggiata.

Inutile l'intervento dei sanitari del 118 che, intervenuti sul posto, non hanno potuto far altro che constatare il decesso dello sfortunato centauro.

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana e materiale esplodente, fruttivendolo in manette

I carabinieri delle Stazioni di Roccella Jonica e Caulonia Marina e dei Cacciatori di Calabria, hanno arrestato Antonio Cursaro, di 30 anni, fruttivendolo di Roccella, accusato di detenzione di materiale esplodente e sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto, in un sottoscala, due detonatori a miccia, mentre in un vano chiuso con un lucchetto in prossimità della porta di ingresso sono stati trovati 40 involucri ed una busta in cellophane con all’interno circa 600 grammi di marijuana.

Durante la perquisizione è stata rilevata, inoltre, un’anomalia all’impianto elettrico ed i successivi accertamenti hanno permesso di riscontrare la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica.

Il trentenne, pertanto, è stato posto agli arresti domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana e materiale esplodente, fruttivendolo in manette

I carabinieri delle Stazioni di Roccella Jonica e Caulonia Marina e dei Cacciatori di Calabria, hanno arrestato Antonio Cursaro, di 30 anni, fruttivendolo di Roccella, accusato di detenzione di materiale esplodente e sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell'uomo, i militari hanno rinvenuto, in un sottoscala, due detonatori a miccia, mentre in un vano chiuso con un lucchetto in prossimità della porta di ingresso sono stati trovati 40 involucri ed una busta in cellophane con all’interno circa 600 grammi di marijuana.

Durante la perquisizione è stata rilevata, inoltre, un’anomalia all’impianto elettrico ed i successivi accertamenti hanno permesso di riscontrare la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica.

Il trentenne, pertanto, è stato posto agli arresti domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Escavatore distrutto da un incendio nella Locride, indagano i carabinieri

Un escavatore di proprietà di una ditta di Mistretta (Me) è andato distrutto, la notte scorsa, a causa di un incendio doloso avvenuto a Roccella Ionica, nel Reggino.

Il mezzo era custodito in un cantiere allestito sul lungomare cittadino, dove sono in corso i lavori di riqualificazione del waterfront. 

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Siderno ed i carabinieri della locale compagnia.

 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Calabria: fermato veliero con 55 migranti a bordo, arrestati tre scafisti ucraini

Sono 55 i migranti di nazionalità iraniana ed irachena soccorsi dai mezzi navali ed aerei del Reparto operativo aeronavale della guardia di finanza di Vibo Valentia unitamente ai mezzi navali della Guardia Costiera di stanza a Roccella Ionica.

L’intervento di due velivoli Dash-8 impegnati nella missione “Triton 2017” sotto l’egida dell’Agenzia europea Frontex, coordinati dall’International coordiantion centre di Pratica di Mare (ente di coordinamento nazionale del dispositivo Frontex antimmigrazione)  e di un’unità navale della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Roccella Ionica in coordinamento con un’unità della guardia costiera, ha permesso d’intercettare e fermare un veliero carico di migranti che era diretto verso Punta Stilo (RC). L’imbarcazione, denominata “Hydra”, proveniente dalla Turchia e battente bandiera americana, sembrava un normale natante da diporto.

A mettere in allarme i finanziari è stata la linea di galleggiamento del veliero particolarmente bassa, segno della presenza di numerose persone a bordo.

Una volta salite sull’imbarcazione, le fiamme gialle hanno trovato tre  presunti scafisti di nazionalità ucraina e numerosi migranti irregolari tra cui alcune donne e bambini, tutti stipati sottocoperta in condizioni disumane.

Il veliero fermato, con a bordo i 3 presunti responsabili dell’illecita attività di traffico di migranti, è stato condotto verso il porto di Roccella Ionica, unitamente ai migranti giunti in sicurezza a bordo delle unità della capitaneria di porto e della guardia di finanza.

Contestualmente gli investigatori della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Roccella Ionica, hanno tratto in arresto i tre ucraini per il reato di favoreggiamento aggravato all’immigrazione clandestina. Dalle loro stesse dichiarazioni, infatti, è stato accertato che i migranti erano stati imbarcati in Turchia alla volta dell’Italia a fronte del pagamento di circa 5 mila dollari cadauno.

I tre ucraini sono stati condotti presso la casa circondariale di Locri a disposizione dell’Autorità giudiziaria che sta dirigendo e coordinando le indagini.

  • Pubblicato in Cronaca

Controlli dei Carabinieri: denunciate due persone, trovate 60 munizioni

Nell'ambito dei servizi predisposti per dare attuazione al "Focus 'ndrangheta", due individui sono stati denunciati dai Carabinieri della Compagnia di Roccella Ionica. Nel primo caso, un uomo di 44 anni, di Gioiosa Ionica, deteneva un coltello lungo quasi diciotto centimetri. L'arma era custodita nel cruscotto dell'automobile di sua proprietà. Nella seconda circostanza, un ragazzo di 19 anni, di Grotteria, è stato beccato mentre, pur non avendo conseguito la patente, stava guidando uno scooter. Nel contesto della medesima attività di controllo del territorio, i militari dell'Arma, supportati da unità cinofile del Gruppo Finanza di Locri, hanno scoperto in un casolare diroccato quasi sessanta proiettili da caccia calibro 60. 

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS