Rogo nella tendopoli di San Ferdinando, un morto

Un senegalese di 29 anni è morto questa notte, nell'ennesimo incendio che ha colpito la tendopoli di San Ferdinando (Rc).

A domare le fiamme, che hanno distrutto una quindicina di baracche, sono stati i vigili del fuoco.

Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri, che stanno indagando per far luce sull'origine del rogo, che dai primi accertamenti sembrerebbe essere stato innescato da uno dei tanti fuochi accesi dai migranti per riscaldarsi.

Per fare il punto sulla situazione, il prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari ha convocato una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, nella sede del municipio di San Ferdinando.

Rogo alla tendopoli di San Ferdinando, cittadino gambiano muore carbonizzato

Un uomo originario del Gambia è morto la notte scorsa, in un incendio sviluppatosi nella tendopoli di San Ferdinando (Rc).

La vittima è morta carbonizzata, mentre dormiva in una delle due baracche divorate dalle fiamme.

Secondo la prima ricostruzione, pare che ad innescare l'incendio sia stato il fuoco acceso da qualcuno per riscaldarsi.

Quello di questa notte non è il primo tragico rogo che devasta la tendopoli di San Ferdinando.

In un altro incendio, infatti, il 27 gennaio scorso, una donna nigeriana perse la vita ed altre due persone rimasero ferite.

Sottoscrivi questo feed RSS