Vibo, l’eroina del Rotary Hipponion

Nel vasto “arcipelago dell’aiuto” del sud del Madagascar da anni viene alimentata una missione, quella di Santha Teresa di Nosy Be, dove cresce, tra l’altro, una piantina del Rotary International.

E’ quella innestata nel terreno della speranza da una eroina italiana che ha deciso di spendere la sua vita, la sua vacanza ed il suo tempo libero nel più utile impegno legato a dare una mano a non far morire i bambini più afflitti e colpiti da malattie che spesso non lasciano scampo. 

L’eroina è Maria Teresa Rosano, Segretario esecutivo del Rotary Hipponion di Vibo Valentia, che sentitasi ispirata dal progetto internazionale ideato dal suo fondatore Paul Harris, da oltre un decennio supera l’Oceano per andare ad incontrare e assistere  la Congregazione affidata a Suor Melinda ed altre consorelle  che ospita 900 bambini dall’asilo alla 5 elementare.

Impegnata ad assicurare l’esistenza senza far mancare loro istruzione ed educazione, catechesi ed attività all’aperto.

Maria Teresa Rosano  continua a spendersi tantissimo per questa delicata iniziativa tanto che nel gotha del volontariato è additata a straordinaria benefattrice della Missione.

Maria Teresa Rosano dirige il Centro Polispecialistico e Diagnostico cardiologico e per malattie cardiovascolari “ViGi” di Vibo Valentia, ha deciso di esternare questo suo articolato impegno  spalancando le porte alla partecipazione e lanciando un invito a rotariani e non a visitare la realtà di Nosy Be senza essere intimoriti dalla bandiera più derelitta di quella esistenza: la povertà, respingendo l’idea che essa possa condurre alla delinquenza, ai fenomeni del crimine.

Il suo felice e straordinario rapporto con Suor Melinda l’ha aiutata a fare una precisa scelta di campo: schierarsi con chi lotta per la sopravvivenza dei bambini nella speranza di un avvenire vivibile e la sua crescente esperienza con la Missione le ha suggerito di divulgare la sua  bandierina e farla diventare  rotariana. 

Qualche sera fa sulla piattaforma Zoom, in una delle pagine più apprezzate dell’attività del Rotarty Club Hipponion ha preso tutti di contropiede ed ha raccontato il suo splendido romanzo d’ amore con la Missione di Suor Melinda a Nosy Be.

Guidata da un collaudato skipper del web Franco Petrolo e presentata da Maria Giovanna Irene Fusca, Presidente del Club e coordinatrice delle tante storie presentate dai soci e  che arricchiscono settimanalmente la vita del sodalizio, Maria Teresa Rosano, attraverso video, foto e messaggi che hanno il sapore di un contatto che aiuta anche a ridurre le distanze,  ha spianato la strada ad un incontro più approfondito tra la missione di Suor Melinda ed i Rotary Club Hipponion.

“E’ stato uno spaccato, quello raccontato da Maria Teresa Rosano – ha commentato la Presidente del Rotary Club Hipponion – che ha colto di sorpresa un pò tutti perchè svolge questo impegno in perfetto silenzio e nella grande capacità di coinvolgimento di chi deve e può integrarsi in un’opera così di forte rilevanza sociale.

Dedicarsi e donare aiuti di ogni tipo ed esigenza non è facile ma Maria Teresa Rosano riesce a farlo con ammirevole disinvoltura ma anche tanti sacrifici fisici e organizzativi.

La sua idea diventa idea anche del Club.”

C’è già piena condivisione. A muovere i primi passi Cinzia Ieracitano, prefetto del RC Hipponion, che firma per prima la campagna di adesione.  

Vaccino Covid, iniziativa dei volontari dei Rotary Club Hipponion di Vibo Valentia e Tropea

Il Rotary intensifica la sua partecipazione alla campagna programmata per combattere la emergenza pandemica provocata dal Covid 19.

In prima fila sin dai momenti iniziali della diffusione dei contagi, il Rotary  oggi è più che mai in campo anche per offrire il suo spontaneo contributo in risposta a quella che può essere definita una “urgente chiamata” e che riguarda l’aiuto  nella somministrazione del vaccino anti Covid 19 sui territori calabresi.

L’associazione fondata da Paul Harris insiste nella sua silenziosa ed efficace opera ed a corredo di quanto già realizzato mette a disposizione degli organismi istituzionali calabresi preposti i suoi iscritti ed i mezzi adeguati di cui dispone.

 E’ di queste ultime ore la proposta inviata al management dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia  sulla ufficiale disponibilità, da parte dei Rotary Club Hipponion di Vibo Valentia e del Rotary Club di Tropea, di medici e amministrativi “volontari” rotariani.    

I rispettivi presidenti dei due Club, Maria Giovanna Irene Fusca e Giuseppe Romano hanno, infatti, trasmesso al managment dell’Asp un elenco di professionisti  rotariani, contenente nomi e coordinate di contatto, in grado di assolvere al proprio impegno durante l’arco della campagna vaccinale anti Covid 19.     

Il team rotariano verrà guidato  dal  Franco Petrolo, nelle vesti di Referente coordinatore.

Vice Presidente del Rotary Club Hipponion e rotariano di intensa esperienza distrettuale, Franco Petrolo nella sua qualità di Presidente Provinciale e coordinatore della Lilt, la Lega Italiana Lotta ai Tumori, metterà, altresì, a disposizione della struttura dell’Asp la sede della Lilt ed  un Camper utile per essere adattato anche alle operazioni di somministrazione del vaccino sul territorio della provincia vibonese. Adesso si attende la risposta dell’Asp. 

L’iniziativa del Club Hipponion di Vibo Valentia e del Rotary Club di Tropea è una derivazione  del Progetto Distrettuale Calabria “End Covid Now”, ideato dal Past Governor Francesco Socievole, che ha iniziato il suo percorso nei mesi scorsi al termine di una affollata e qualificata assemblea dei Club calabresi che ha approvato all’unanimità la proposta,  e che ad oggi annovera l’adesione oltre che dei due Club vibonesi anche quelli della provincia di Catanzaro ( Lamezia Terme compresa) ed un gruppo della provincia di Cosenza.

Ed i Rotary della Calabria che si apprestano a conoscere dal 1 luglio prossimo, sotto la guida del Governatore Fernando Amendola, una nuova autonomia distrettuale con il Distretto Calabria 2101 sono, dunque, in sintonia sul progetto “End Covid New” perché l’iter disegnato da Francesco Socievole è nella strategia del Rotary che cambia e cresce nel prestigioso consenso associativo internazionale.  

“Il Rotary spinge in direzione di una rivoluzione socio culturale e politica ( non partitica) – continua a sostenere nei suoi vari interventi sulla piattaforma Zoom Vito Rosano, prestigiosa autorità del Rotary International e attuale Presidente del Consiglio dei Past Governor del Distretto 2100 – nella consapevolezza che il conseguimento del bene comune, che passa attraverso un sempre  più avanzato cammino del Rotary che va incontro al futuro, sia l’obiettivo di tutti i rotariani impegnati a difendere la dignità e l’orgoglio del proprio territorio puntando alla evoluzione di una società che deve conoscere nella imminente riforma del sistema rotariano il Club come legittimo portatore di autonomie e processi di sviluppo”.     

Sottoscrivi questo feed RSS