Coronavirus, Vibo: raccolta fondi del Rotary club per gli ospedali

Il Rotary club Vibo Valentia, presieduto da Sonia Lampasi, in questo momento di grande necessità, in ossequio ai principi di solidarietà fondamentali del sodalizio, sentita l'Asp locale, L'Ordine dei Medici e il personale sanitario impegnato in prima linea nella lotta alla pandemia di coronavirus, ha organizzato una raccolta fondi per acquistare materiale sanitario da donare ai presidi locali.

Servono: tute protettive, mascherine, guanti, dispenser, aspiratori. e tanto altro per attrezzare i nuovi reparti preposti in questa emergenza e il personale.

Chiunque può contribuire alla raccolta mediante versamento sul cc del Rotary club Vibo Valentia Iban IT42E0311142830000000008586 indicando come causale : emergenza coronavirus Asp Vibo Valentia.

Il Rotary, a richiesta, rilascerà ricevuta di versamento. Per iniziare, lo storico club vibonese già in questa settimana donerà del materiale sanitario all'ospedale di Vibo Valentia.

  • Pubblicato in Cultura

Coronavirus, Vibo: raccolta fondi del Rotary club per gli ospedali

Il Rotary club Vibo Valentia, presieduto da Sonia Lampasi, in questo momento di grande necessità, in ossequio ai principi di solidarietà fondamentali del sodalizio, sentita l'Asp locale, L'Ordine dei Medici e il personale sanitario impegnato in prima linea nella lotta alla pandemia di coronavirus, ha organizzato una raccolta fondi per acquistare materiale sanitario da donare ai presidi locali.

Servono: tute protettive, mascherine, guanti, dispenser, aspiratori. e tanto altro per attrezzare i nuovi reparti preposti in questa emergenza e il personale.

Chiunque può contribuire alla raccolta mediante versamento sul cc del Rotary club Vibo Valentia Iban IT42E0311142830000000008586 indicando come causale : emergenza coronavirus Asp Vibo Valentia.

Il Rotary, a richiesta, rilascerà ricevuta di versamento. Per iniziare, lo storico club vibonese già in questa settimana donerà del materiale sanitario all'ospedale di Vibo Valentia.

  • Pubblicato in Cultura

Coronavirus: Il Rotary club avvia una raccolta fondi per l’ospedale di Polistena

Le associazioni territoriali si mobilitano anche per l’Ospedale “Santa Maria degli Ungheresi” di Polistena: è stata infatti avviata dal Rotary Club di Polistena una raccolta fondi a sostegno del presidio ospedaliero, unico nel comprensorio della Piana di Gioia Tauro ad essere dotato di reparto rianimazione e terapia intensiva.

L’obiettivo, inizialmente promosso dai soci del Rotary cittadino e rapidamente avallato da altre associazioni e club presenti sul territorio, è quello di raccogliere una somma di 30 mila euro che sarà immediatamente messa a disposizione del presidio ospedaliero per l’acquisto dei beni necessari ad integrare le capacità operative della struttura in vista delle esigenze dei prossimi giorni, e per come sarà indicato direttamente dai responsabili dei reparti interessati.

Così i soci del Rotary Club Polistena: “Nell’ottica di una coesione generale a supporto dell’unica struttura ospedaliera presente in zona, abbiamo deciso come club di destinare tutte le somme che non impiegheremo per le attività sociali dei prossimi mesi in ragione delle limitazioni imposte dal DL Coronavirus (da oggi esteso in tutta Italia) al supporto dell’Ospedale che copre il nostro territorio. Riteniamo che in questo momento d’emergenza l’appello a fare la propria parte debba essere rivolto ai cuori ed alle coscienze di tutti, senza riserve! La nostra campagna si chiama #sosteniamopolistena e, al pari di altre iniziative analoghe avviate a supporto di tutte le strutture ospedaliere della Calabria, mira a dare un aiuto concreto ed immediato in vista del possibile aumento del regime di lavoro. Siamo in contatto con i responsabili dei reparti interessati e, non appena raggiunto l’obiettivo, chiederemo indicazioni sulla destinazione da dare alle somme per fornire il massimo supporto in concreto e nell’immediato. Vi chiediamo quindi di contribuire e di condividere l’iniziativa il più possibile!”

Per chi volesse partecipare con il proprio contributo, il link dove effettuare le donazioni è il seguente:

https://www.gofundme.com/f/s7wjg-sos-coronavirus-ospedale-di-polistena-rc

  • Pubblicato in Cultura

Felice Badolati raccontato dal Rotary

Oltre settecento soci all’hotel La Tonnara di Amantea per assistere alla celebrazione della cerimonia del 115^ anniversario dalla istituzione del Rotary International dedicata alla memoria di un illustre scomparso dell’associazione inaugurata da Paul Harris il 23 febbraio del 1905 a Chicago.

Un evento da guinnes quello ideato dal Rotary Club di Amantea per la presenza di quasi tutte le massime autorità del Distretto 2100, ivi compresi presidenti di club e dirigenti distrettuali, in un meeting carico di emozioni.

Per oltre tre ore la fiammella della speranza del Rotary che vuole cambiare è stata alimentata da un crescendo rossiniano di interventi, disciplinati dal presidente del club ospitante Francesco Iorio Gnisci, attorno ad un tema di straordinaria attualità: “Il Rotary nel pensiero e nell’azione del Past Governor Felice Badolati”, a quasi un anno dalla sua scomparsa.

È toccato al Past Governor Francesco Socievole, legato da profonda amicizia ed ispiratore di tanti progetti di caratura internazionale, raccontare, alla gremita assemblea, la storia rotariana di Felice Badolati, prima, durante e dopo il suo prestigioso governatorato nella stagione 1993/’94.

Una gestione di inimitabile cammino e successi – ha esordito Francesco Socievole – che ha lasciato il segno nello scenario della grande sfida che l’avvocato e scrittore calabrese ha lanciato al mondo dei sostenitori della cultura del servire al di sopra di ogni interesse. Ritenuto un genio dell’azione interna se è vero che ha costruito sulla qualità del fare e non sui numeri la sua strategia progettuale, Felice Badolati è stato tra i principali artefici della rivoluzione rotariana, portando spesso a casa il consenso internazionale della sua efficace missione che vedeva il Rotary avamposto della socialità. Si è fatto amare per la sua capacità interpretativa dei bisogni della società che soffre e si è fatto apprezzare per le sue doti non comuni nel panorama della formazione dei club, conquistandosi quasi sempre una funzione di tutto rispetto e che lo portava ad essere invocato consigliere speciale del Governatore di turno.

È stato campione di dignità della persona, nel rispetto dell’altro e nella giustizia sociale – ha aggiunto Francesco Socievole – oltre che un uomo mite e di forte intuizione culturale per il suo caparbio ed ineguagliabile impegno rotariano. Di forte tempra etica e morale, ritenuto un genio dell’azione interna ha incassato nel corso della sua formidabile strada del Rotary il consenso di tutti visto che gli era stata ampiamente riconosciuta la statura di “Signore del Rotary”.

Sulla appassionante relazione di Francesco Socievole non potevano non inserirsi gli interventi dell’attuale presidente del suo Club, Palmi, Ferdinando Perelli, dell’assistente del governatore Casimiro Giannuzzi, dei past governors Piero Niccoli, che ha portato il saluto del governatore attuale Pasquale Verre impegnato in Campania per motivi istituzionali e di Francesco Carlo Parisi, Marcello Fasano, Pasquale Sansalone, Natale Naso, Salvatore Iovieno, Luciano Lucania.

Prima delle conclusioni affidate ai figli Arcangelo e Leda, autori di racconti di vita familiare e non solo, spesso commoventi, lo stesso Francesco Socievole, latore di un caldo messaggio di saluto da parte del presidente dei past governors del distretto 2100, Vito Rosano, assente per motivi di salute, ha invitato il Governatore per il 20121/2022 Fernando Amendola a ripristinare la pubblicazione della rivista Calabria Rotary, edita dallo stesso Vito Rosano, nel 1987.

Proposta accolta dalla sala all’unanimità. Infine Arcangelo e Leda Badolati sono stati insigniti della nomina di soci onorari del Rotary Club di Amantea. 

  • Pubblicato in Cultura

Amantea, evento studio del Rotary dedicato a Felice Badolati

Sabato, 22 febbraio, alle ore 17, l’hotel “La Tonnara” di Amantea ospiterà uno dei più prestigiosi eventi promossi ed organizzati nella storia del locale Rotary Club, oggi presieduto da Francesco Iorio Gnisci.

E’ in programma la celebrazione del 115° anniversario della istituzione del Rotary International, voluto dal suo fondatore, il celebre Paul Harris.

L’evento verrà dedicato alla memoria di Felice Badolati, Governatore del Distretto 2100 nell’anno 1993/94, scomparso il 3 agosto dello scorso anno, a Palmi, all’età di 85 anni. L’evento studio avrà come tema centrale: “Il Rotary nel pensiero e nell’azione del PDG Felice Badolati”. Avvocato, scrittore e autore di testi teatrali, Felice Badolati è stato, tra l’altro, anche presidente onorario degli ex allievi della Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli, oltre ad aver assolto ad importanti incarichi nel Rotary International. Saranno presenti quasi tutti i Club della Calabria. Hanno, inoltre, preannunciata la loro partecipazione i Past Governor Franco Parisi, Pasquale Sansalone, Natale Naso, Marcello Fasano, Luciano Lucania e Salvatore Iovieno, il Governatore designato Fernando Amendola e probabilmente sarà dell’evento anche il Governatore per il 2020/2021 Massimo Franco.

Assente per pregressi impegni istituzionali rotariani l’attuale Governatore Pasquale Verre. In sua rappresentanza interverrà il suo vice Pietro Niccoli,. La macchina organizzativa è affidata al Past Governor Francesco Socievole, del Rotary Club di Amantea, ideatore dell’evento, legato da profonda amicizia a Felice Badolati, cui spetterà la relazione introduttiva dopo i saluti dello stesso Presidente Francesco Iorio Gnisci, del Presidente del Rotary Club di Palmi, Ferdinando Perelli e dell’Assistente del Governatore Casimiro Giannuzzi. Previsti anche gli interventi di Vito Rosano, Presidente dei Past Governor del Distretto 2100, e di altre autorità rotariane. Assicurata la partecipazione della moglie del mai dimenticato Felice Badolati, signora Maria Teresa ed i figli Arcangelo capo servizi della Gazzetta del Sud e Leda, le conclusioni verranno affidate a Piero Niccoli. Francesco Socievole nel presentare l’evento ha motivato la scelta sull’illustre uomo di cultura calabrese, ha detto, tra l’altro, che " la celebrazione del 115° Anniversario del Rotary International non avrebbe potuto avere tema migliore che ricordare la fulgida figura di Felice Badolati Governatore del Distretto 2100 nell’anno 1993-94 e passato alla storia come uno degli esempi più esaltanti dello straordinario percorso del Rotary Internazional.

Entusiasta ed innamorato del Rotary, paladino del Meridione, Felice Badolati – ha aggiunto Francesco Socievole - è stato una delle personalità più attente, intelligenti, capaci e amate del Rotary. Del resto la risposta entusiasta all’iniziativa del Club di Amantea da parte dei molti Rotary Club della Calabria, rappresenta la più tangibile dimostrazione di questa scelta e, nel contempo, dell’affetto e stima di cui godeva oltre ogni confine dell’associazione.” NB. Nella foto Felice Badolati Grazie. Cordiali saluti

  • Pubblicato in Cultura

Tutto pronto per lo spettacolo “Napoli abbraccia Amantea"

Il Rotary Club Amantea che, quest’anno, è presieduto da Francesco Iorio Gnisci, promuove una serata di raccolta fondi a favore della Fondazione Rotary, che si terrà sabato 30 novembre, alle ore 20, presso il “Teatro-Campus F. Tonnara” di Amantea.

L’evento musicale si intitola “Napoli abbraccia Amantea” ed è stato organizzato dalla Commissione Rotary Foundation del Club, presieduta da Francesco Socievole, Past Governor del Distretto 2100 del Rotary International, che si avvale della collaborazione dei soci del Rotary Club, del Rotaract e dell’Interact. Il mattatore dello spettacolo sarà il cantautore Ciro Sciallo, figlio verace della Città di Napoli che insieme ad altri cinque musicisti presenterà un percorso musicale di approfondimento della canzone napoletana in un viaggio tra tradizione ed innovazione, muovendo dal repertorio “classico” della canzone napoletana ed attraverso rielaborazioni musicali del cantautore, ci condurrà al pop d’autore.

“Abbiamo scelto il cantautore Ciro Sciallo – ha spiegato, tra l’altro, Francesco Socievole, una delle più autorevoli personalità del Rotary International – non solo per il suo straordinario talento musicale ma anche perché è persona molto sensibile al dono ed alla tutela dell’ambiente, tanto da meritarsi il premio giornalistico “Sentinella del creato”, dedicato a persone del mondo dell’arte che si sono distinte per la loro sensibilità ambientale.”

“La Fondazione Rotary, che da oltre 100 anni dà concreta visibilità all’azione solidaristica del Rotary International realizzando progetti sostenibili e capaci di cambiare in meglio la qualità della vita, ha ricevuto – ha, poi, aggiunto il Past Governor Francesco Socievole - notevoli e prestigiosi apprezzamenti per aver dimostrato una trasparente e virtuosa gestione dei fondi raccolti.”

L’evento, presentato da Ortensia Barone, presidente del Rotaract di Amantea, sarà preceduto dagli indirizzi di saluto e di ringraziamento del presidente Francesco Iorio Gnisci, del sindaco di Amantea Mario Pizzino e da un breve intervento dello stesso Francesco Socievole sulle azioni umanitarie intraprese dalla Fondazione Rotary.

A “Napoli abbraccia Amantea” che gode anche del patrocinio dell’Amministrazione comunale di Amantea, saranno presenti rappresentanti delle istituzioni, della politica, dell’associazionismo, cittadini. 

  • Pubblicato in Cultura

Soverato, successo per il torneo Rotary: fondi contro la poliomielite

Un'idea semplice, un grande risultato per un alto e nobile scopo umanitario. Successo per il torneo di beneficenza organizzato dal Rotary Club di Soverato, finalizzato a raccogliere fondi a sostegno della campagna internazionale per la eradicazione della poliomielite.

I locali del Circolo Velico si sono riempiti di soci e appassionati che, numerosissimi, hanno dato vita ad avvincenti sfide di burraco. Una partecipazione notevole che ha gratificato tutti, dal presidente, Domenico Scopelliti, alle socie Bianca Lopez e Fulvia Gioffré, che hanno coordinato gli aspetti organizzativi dell'evento.

“Il Rotary Club conferma la sua funzione sociale aggregante - ha commentato il presidente Scopelliti - ma anche e soprattutto l'impegno finalizzato a migliorare il contesto in cui viviamo. Da questo punto di vista, per i rotariani è da sempre particolarmente importante la campagna contro la poliomielite nel mondo, malattia contro la quale il Rotary è impegnato da oltre 30 anni”.

Il percorso per l'eradicazione della polio è stato lungo e difficoltoso, con il Rotary alla guida dello sforzo globale dal 1985.

Per passare da 350.000 casi di polio nel 1988 ai soli 10 casi di oggi c'è voluto  tempo, denaro, dedizione con migliaia di persone determinate a porre fine a questa malattia. “Grazie agli sforzi del Rotary e dei suoi partner - ha spiegato Scopelliti - oltre 16 milioni di persone sono in grado di camminare oggi, invece di essere paralizzate.

In totale, oltre 2,5 milioni di bambini sono stati vaccinati dal 1988”. In questi anni, gli operatori sanitari e i volontari del Rotary hanno scalato montagne, attraversato deserti e navigato per raggiungere isole remote, rischiando la vita per potare il vaccino ai bambini contro questa malattia.

Il Rotary ha finanziato l'acquisto di oltre 1.500 motociclette e 6.700 altri veicoli, oltre a 17 barche, per consentire questi viaggi. “Un impegno che continua” ha concluso Scopelliti, ringraziando tutti i presenti.

Soverato, al via la campagna ambientale del Rotary “Clean Up”

In questi giorni potrà capitarvi spesso di incontrare in spiaggia gruppi di volontari con maglietta e cappellino del Rotary. 

Èiniziata, infatti, la campagna “Clean Up”. Un progetto di tutela ambientale che il Rotary Club e l'Interact di Soverato hanno fatto proprio con grande entusiasmo e convinzione. L'obiettivo concreto è quello di ripulire i nostri lidi dalle dannose cicche di sigaretta che costituiscono un grave danno per la salute e per il mare.

A tale scopo vengono distribuiti, a centinaia tra i turisti, dei conetti posacenere lavabili e riciclabili.

I mozziconi sono un concentrato incredibile di agenti inquinanti. Come tali provocano danni serissimi all’intero ecosistema ed in particolare a fiumi e mari. I filtri delle sigarette sono fatti di acetato di cellulosa: una sostanza sintetica che impiega decenni a decomporsi. Assieme ad altri composti plastici, si dissolve nell'acqua ed entra nella catena alimentare. Attraverso il pesce, queste sostanze arrivano anche all'uomo. Ma c'è anche un intento più generale da parte del Rotary di Soverato ed è quello di sensibilizzare sui temi dell'amore e del rispetto per la natura.

“Basta un piccolo gesto per fare tanto” spiega il presidente del Club, Domenico Scopelliti.

Gli fa eco Giulio Carchidi, giovanissima guida dell'Interact: “Il nostro impegno serve per cambiare in meglio il mondo in cui viviamo”. Valori e ideali che si declinano in una serie di iniziative sul territorio. “Sono davvero poche le cause che hanno più conseguenze globali e di vasta portata della tutela ambientale - sottolinea Scopelliti, da poco insediato nella carica di presidente. - Dalle risposte al cambiamento climatico, che mette a rischio l'intero sistema alimentare, alla lotta all'inquinamento, proteggere il nostro ambiente è un compito davvero impegnativo e che ci coinvolge tutti, indistintamente. I Rotariani di Soverato e di tutto il mondo sono pronti alla sfida”.

Sottoscrivi questo feed RSS