Auto finisce fuori strada e si ribalta, ferito un 21enne

Un ragazzo di 21 anni è rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto intorno alle 3.10 della notte scorsa, sul tratto della Ss 106 compreso tra i comuni di Isca sullo Ionio e Badolato (Cz).

L’auto con a bordo il giovane, per cause in corso d’accertamento, è finita contro un guardrail prima di ribaltarsi nelle vicinanze di un casolare.

Per estrarre il ferito dall’abitacolo nel quale era rimasto incastrato si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Il malcapitato è stato, infine, affidato alle cure dei sanitari del 118 che hanno proceduto al trasferimento in ospedale.

La dinamica del sinistro è al vaglio dei carabinieri che hanno proceduto con i rilievi del caso.

  • Published in Cronaca

Statale 106 Saccomanno (Lega): "Anas e Stato devono rispondere delle tante morti"

"Cambiano i Governi, cambiano i partiti di maggioranza, cambiano i Presidenti, cambiano i Ministri, cambiano i dirigenti Anas, ma nulla è mutato! Rimane solo la vergogna di Stato di tante passerelle e nessuna soluzione concreta. Vi è una sola amara certezza: tanti giovani che hanno perso la vita per una strada maledetta e che continuerà a mietere dolore e vittime. Sono oltre 30 anni che si parla continuamente della sistemazione della “strada della morte”, ma finora solo passerelle, finte inaugurazioni, flotte di ministri e parlamentari. Una vergogna planetaria! Ha ragione Don Francesco Carlino quando, nel celebrare i funerali di Davide e Gabriele, le ultime giovani vittime di appena 29 anni, ha tuonato contro le istituzioni “fermate questa strage”, si tratta “di un omicidio di Stato”, “svegliatevi politici”. Tanto solidarietà e vicinanza ai familiari per l’atroce dolore. Ma, perdere tanti giovani per una strada pericolosa e denominata oramai della “morte” è molto significativo. Ma nessuno è intervenuto, se non le solite passerelle! Mi domando e domando alle Autorità che dovrebbero controllare: ma questa strada è a norma? Si può percorrerla? Vi sono responsabilità dei progettisti, dei Direttori dei Lavori, degli appaltatori, dei responsabili dell’Anas, di tutti coloro che consentono di utilizzarla e di alimentare le morti di tanti giovani? Perché nessuno interviene e sulle morti, dopo qualche giorno, cade un silenzio più che omertoso? Forse è, veramente, il momento di svegliarci tutti e di chiedere a gran voce, anche con azioni eclatanti, di stanziare tutte le somme necessarie per completare la “strada della morte” e mettere fine a questo disastro, a questa vergogna di Stato. I calabresi non ne possono più di tante vittime, di tanti giovani che stroncano di dolore le proprie famiglie. Questo sud abbandonato, questo sud incapace, questo sud gestito per anni da incompetenti. Qui non si riesce a costruire una semplice strada in pianura, nelle altre regioni fioccano le superstrade, le autostrade, le gallerie! Questione meridionale o questione di evidente incapacità di una classe politica che ha distrutto questa meravigliosa terra.Bisogna muoversi subito e chiedere a gran voce a tutti di fare il proprio dovere e dare risposte ai calabresi. La Lega lo ha fatto, ma da oggi griderà sempre di più nei tavoli che contano". 

Lo scrive in un comunicato, il ​commissario Regionale della Lega, Francesco Saccomanno.

 

  • Published in Politica

Statale 106, per Fratelli d'Italia "Necessaria una discussione in Consiglio regionale per impegnare il governo”

"Necessario avviare una discussione nella prossima seduta del Consiglio affinché, la politica calabrese faccia fronte comune per chiedere al governo nazionale all’interno della sua agenda politica, di rendere prioritario il tema dell’ammodernamento della Statale 106.

Aprire un confronto nella massima Assise calabrese risulta improrogabile, perché oltre ad affrontare una questione di sicurezza stradale, la discussione certamente offrirebbe un’occasione di approfondimento di una prospettiva strategica per l’intera infrastrutturazione della Regione Calabria.

Un lungo elenco di vittime ha drammaticamente segnato la storia della strada statale 106, che si aggiunge ad un’atavica inadeguatezza infrastrutturale che non garantisce ai cittadini una mobilità sicura e scorrevole.

Dati che impongono purtroppo, ancora una volta, l’esigenza di considerare interventi mirati in Consiglio regionale. Perché è impensabile che nessuna grande opera infrastrutturale calabrese venga finanziata con il Pnrr, e dunque la riqualificazione di un’arteria fondamentale come la Statale 106, per l’intera tratta calabrese, resterebbe ancora un obiettivo da raggiungere.

Condividiamo come gruppo consiliare Fratelli d’Italia, insieme al Consigliere Assessore Fausto Orsomarso e all’assessore Filippo Pietropaolo, la convinzione del Governatore Roberto Occhiuto, che, per far fronte alle criticità relative alla sicurezza stradale e alla percorribilità della 106, è indispensabile porre le condizioni affinché tutta la Statale Jonica sia progettata e realizzata come strada a due carreggiate, e dunque a quattro corsie.

Ma i costi complessivi di tale ammodernamento ammonterebbero a più di 4 miliardi di euro; risorse purtroppo che non saranno neanche parzialmente attingibili dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Il Capogruppo Giuseppe Neri, ha sentito il Presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso, a cui ha espresso l’ intenzione di orientare un confronto nella massima Assise calabrese, che abbia connotati pragmatici e risolutivi, e dalla quale possa nascere un impegno politico ed istituzionale, affinché un intervento atteso da quasi un secolo, possa avere una definizione concreta per quella che rappresenta a tutti gli effetti un’emergenza infrastrutturale che riguarda la vita di migliaia di cittadini calabresi”.

Lo scrivono in una nota, i consiglieri regionali di ‘Fratelli d’Italia’, Giuseppe Neri, Antonio Montuoro, Luciana De Francesco.

  • Published in Politica

Auto si ribalta in galleria sulla Ss 106, un ferito

Incidente stradale nella galleria Bellino della Ss 106 Var/A nei pressi di Catanzaro, dove, alle 7.30 di oggi, una Renault Kangoo si è ribaltata sulla sede stradale dopo aver impattato il guardrail.

A bordo del veicolo viaggiava solo il conducente, il quale è stato soccorso e trasferito in ospedale dai sanitari del 118.

L’area in cui è avvenuto il sinistro è stata messa in sicurezza dai Vigili del fuoco.

La dinamica dell’incidente è al vaglio della Polizia stradale che ha effettuato i rilievi del caso.  

  • Published in Cronaca

Scontro auto – moto sulla Ss 106, un morto e un ferito grave

Incidente stradale mortale sulla Ss 106, in località Bocale di Reggio Calabria dove, nella serata di martedì scorso, un 56enne alla guida di una moto ha perso la vita dopo uno scontro con una Fiat Punto condotta da un 49enne.

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, l’auto stava percorrendo la Ss 106 in direzione Ta-Rc quando, per cause in corso di accertamento, è entrata in collisione con la moto sulla quale, insieme alla vittima, viaggiava anche un 49enne. A seguito dell’impatto, i passeggeri della due ruote sono  stati trasportati dall’ambulanza del 118 presso il locale nosocomio, mentre il conducente dell’autovettura non ha riportato lesioni.

Nonostante il tempestivo intervento dei soccorritori, il 56enne è deceduto in ospedale a causa delle gravi lesioni riportate. Prognosi riservata, invece, per il passeggero della moto

Sul luogo del sinistro sono intervenuti gli agenti della Polizia Stradale di Reggio Calabria, che hanno  effettuato gli accertamenti del tasso alcolemico, riscontrando la positività dell’automobilista al volante della Punto.

Terribile schianto sulla Ss 106, morti due giovani

Terribile incidente stradale sul tratto della Ss 106 “Jonica” che attraversa il comune di Rossano, dove due giovani di 17 e 23 anni hanno perso la vita alle prime luci dell’alba di oggi.

Le vittime viaggiavano a bordo di una 500 Abarth che, per cause in corso d’accertamento, si è scontrata con un suv Bmw.

Nell’impatto è rimasto gravemente ferito anche l’uomo al volante della Bmw il quale, dopo le prime cure nel locale nosocomio, è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale di Cosenza.

La dinamica del sinistro è al vaglio dei Carabinieri che hanno effettuato i rilievi del caso.

Furgone impatta con un'auto sulla SS 106, due feriti

Due persone che viaggiavano a bordo di un furgone e di una Fiat punto sono rimaste ferite questa mattina, in seguito ad un incidente stradale avvenuto a Simeri Mare, sulla Ss 106.

Nell’impatto il veicolo commerciale si è ribaltato sulla sede stradale.

Ad avere la peggio è stato proprio l’uomo  al volante del furgone, per il quale si è reso necessario il trasferimento in ospedale. Ferite meno gravi, invece, per l’altro automobilista che è stato curato sul posto dai sanitari del 118.

L’area interessata dal sinistro è stata messa in sicurezza dai Vigili del fuoco, mentre Polizia stradale e carabinieri hanno effettuato le attività di loro competenza.

In attesa che le operazioni di soccorso venissero completate, la strada è stata chiusa al traffico con inevitabili rallentamenti alla circolazione.

 

  • Published in Cronaca

Frontale sulla Ss 106, due feriti

Un uomo e una donna sono rimasti feriti a causa di un incidente stradale avvenuto questo pomeriggio sulla strada statale 106 “Jonica”, nei pressi di Crotone. 

I due automobilisti viaggiavano su una Fiat Bravo e una Fiat 500 che, per cause in corso d’accertamento, si sono scontrate frontalmente.

Per consentire le operazioni di soccorso, la strada è stata temporaneamente chiusa in entrambi i sensi di marcia.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i Vigili del fuoco la Polizia stradale e il personale Anas. 

  • Published in Cronaca
Subscribe to this RSS feed