Pascolo abusivo in area protetta, denunciata un'allevatrice 77enne

 Un'allevatrice di 77 anni è stata denunciata a San Giorgio Morgeto (Rc), per abbandono d'animali in fondo altrui, pascolo abusivo e attentato alla sicurezza dei trasporti. 

La denuncia è scattata in seguito ad un'attività di controllo del territorio durante la quale i carabinieri della locale Stazione hanno notato dei bovini in località “Stallette”, nel perimetro del Parco nazionale d’Aspromonte e lungo la strada provinciale 35.

Attraverso l'auricolare di uno degli animali, i militari sono riusciti ad individuare la proprietaria, nei confronti della quale è scattata la denuncia.

  • Pubblicato in Cronaca

Costruisce abusivamente un forno in un'area protetta, denunciato

Nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, i militari della Stazione Parco di San Giorgio Morgeto hanno deferito in stato di libertà un trentacinquenne residente a Molochio, con l'accusa di aver realizzato abusivamente, in località “Monte Trepitò - Catorella”, di Molochio, all’interno del perimetro del Parco, una platea in calcestruzzo di circa 42 metri quadrati con due muri perimetrali in blocchi di cemento, un forno ed un barbecue.

Dopo aver sequestrato la costruzione abusiva, i carabinieri hanno denunciato l'uomo per violazione della legge quadro sulle aree protette.

  • Pubblicato in Cronaca

Discarica in area protetta, denunciato operaio 61enne

Nell’ambito di un servizio di controllo straordinario del territorio, coordinato dal Reparto carabinieri Parco nazionale d'Aspromonte di Reggio Calabria e finalizzato alla repressione dei reati ambientali, i militari della Stazione Parco di San Giorgio Morgeto hanno deferito in stato di libertà un 61enne idraulico forestale del luogo, per aver realizzato, in una faggeta di località “Ficaro” di San Giorgio Morgeto, all’interno del perimetro del Parco, una discarica abusiva di rifiuti.

Gli uomini dell’Arma, che pattugliano assiduamente l’area del Parco, hanno provveduto al sequestro della discarica ed al deferimento all'autorità giudiziaria del responsabile per occupazione abusiva di terreno pubblico e deturpamento di bellezze naturali.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpresi con i fucili in un'area protetta, denunciati

Durante un normale servizio di controllo, i carabinieri forestali della Stazione di San Giorgio Morgeto hanno deferito in stato di libertà, con l’accusa di aver introdotto armi all’interno del perimetro del Parco nazionale d'Aspromonte, R.S., di 36 anni, operaio residente a Rizziconi sorpreso in località “Piani di Zomaro” con fucile al seguito, e D.M., 71enne, originario del luogo, sorpreso con il fucile e due cani in località “Acqua delle fate”, nel territorio del Comune di San Giorgio Morgeto.

  • Pubblicato in Cronaca

Un morto ed un ferito in un incidente stradale che ha coinvolto due auto

Lo scontro fra due automobili, pera ragioni che sono al vaglio degli inquirenti,  è costato la vita ad un uomo di 76 anni nato a Cittanova, Vincenzo Savarese. L'impatto tra i veicoli è avvenuto in contrada Fraccarella, lungo l'arteria stradale che conduce da Polistena a San Giorgio Morgeto, nel Reggino. La vittima è deceduta pochi istanti più tardi rispetto all'arrivo in ospedale dove era stata accompagnato dai sanitari del 118. Nell'incidente è rimasta ferita una seconda persona.  

In preda all'alcol ingiuria e minaccia i Carabinieri: in manette un 47enne

I Carabinieri traevano in arresto un 47enne già noto alle forze dell'ordine per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Donato Avati, di San Giorgio Morgeto, secondo la ricostruzione degli inquirenti, nel corso di un controllo ad un esercizio pubblico del luogo, all’interno del quale l'uomo si trovava in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcolici, ha inveito ripetutamente contro i militari con frasi ingiuriose e minacciose, per poi dimenarsi allo scopo di sottrarsi al controllo.

Tragedia alla Festa della Montagna: è morto un bambino di 11 anni

E' una tragedia che lascerà il segno nell'intera comunità quella che ha avvolto nel lutto la Festa della Montagna che si stava svolgendo nella serata di sabato a San Giorgio Morgeto, nel Reggino. Un bimbo di appena undici anni è deceduto mentre, felice e spensierato, stava facendo un giro sul trenino turistico. Il piccolo si è sentito male all'improvviso ed è svenuto. Il trasporto urgente a bordo di un'ambulanza che lo ha accompagnato all'ospedale di Polistena non è bastato a salvargli la vita: il piccolo è spirato qualche ora più tardi. Lo sconforto che ha pervaso il paese ha naturalmente determinato l'interruzione dei festeggiamenti e l'annullamento del Festival Tarantellando. In queste ore sono stati mossi i primi passi utili ad accertare le ragioni del decesso. 

 

Sottoscrivi questo feed RSS