Ripristino ex Statale 110, i sindaci di Monterosso e San Nicola da Crissa a colloquio con Anas

 Si è tenuto oggi, presso la sede Anas del Coordinamento territoriale Calabria a Catanzaro, un incontro finalizzato a fare il punto sulla programmazione dei primi interventi lungo la strada provinciale 93 (ex Ss 110), passata in gestione ad Anas.

Alla riunione hanno preso parte, il responsabile dell’Area compartimentale Calabria Marco Moladori, il responsabile Anas strutture tecniche e realizzazione lavori Domenico Curcio, il responsabile Anas del Centro di manutenzione Silvio Baudi e i sindaci di di Monterosso Calabro e San Nicola da Crissa, Antonio Lampasi e Giuseppe Condello.

Durante l’incontro, sono state affrontate le problematiche riguardanti la statale che percorre i territori comunali di Monterosso Calabro e San Nicola Da Crissa, in provincia di Vibo Valentia,  che grazie agli investimenti di Anas e ad un programma focalizzato al potenziamento generale della viabilità calabrese, potranno essere programmati degli interventi finalizzati a recuperare il grave deficit manutentivo accumulato negli anni.

L’obiettivo di Anas è quello di rispondere alle esigenze del territorio e di partire con gli interventi nel più breve tempo possibile, ripristinare livelli adeguati di viabilità ed innalzare gli standard di sicurezza e comfort degli automobilisti.

Questo è solo il primo di una serie di incontri che vedranno  Anas e i Comuni interessati dal passaggio della gestione delle strade, finalizzati alla  definizione del quadro delle priorità degli interventi secondo un programma condiviso con i rappresentanti dei territori.

  • Pubblicato in Cronaca

Comitato Trasversale, Pungitore chiude il suo mandato. Schiavello guiderà il sodalizio fino alla prossima assemblea

Si sono chiusi i tre anni di presidenza di Francesco Pungitore alla guida del Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”.

Il passaggio delle consegne è stato ratificato a San Nicola da Crissa, presso la sede di Palazzo Mannacio, dove si è svolto un direttivo del sodalizio, allargato alla partecipazione di attivisti e simpatizzanti.

Subentra temporaneamente nella carica più alta il socio fondatore Fioravante Schiavello che avrà come suo vice Giovanni Sgrò.

Entro fine gennaio verrà convocata una ulteriore riunione a Serra San Bruno per determinare eventuali nuovi ingressi e la composizione definitiva di un nuovo direttivo. Nel lasciare la presidenza, Pungitore ha sottolineato la forte valenza simbolica dell'incontro.

“Abbiamo scelto San Nicola - ha rimarcato - per testimoniare concretamente la nostra vicinanza nei confronti di un territorio che rischia una pesante condizione di isolamento dopo il crollo della ex 110”. “Chiudo questa esperienza - ha aggiunto - dopo tre anni intensi, proficui, nel corso dei quali sono state tante le iniziative promosse e realizzate dallo Jonio al Tirreno”.

Nel salutare i presenti, Pungitore ha rivolto un pensiero ai sindaci del comprensorio: “Dovrebbero essere anche e soprattutto loro i protagonisti della battaglia contro l'abbandono delle nostre aree interne”. Schiavello, nell'assumere l'incarico, ha sottolineato la temporaneità della sua presidenza, auspicando “l'allargamento del direttivo ad una maggiore e più larga partecipazione” fin dalla prossima assemblea di gennaio. Sulla Trasversale non sono mancate le durissime critiche nei confronti dell'Anas “che non ha rispettato il cronoprogramma in base al quale, a fine dicembre, avrebbe consegnato il nuovo tratto di Monte Cucco”.

Il presidente onorario, Ulderico Nisticò, ha ribadito l'impegno di tutto il Comitato nella direzione di un unico e solo obiettivo: realizzare la superstrada nella sua interezza, dallo Jonio al Tirreno.

Piena sintonia anche negli interventi di Ferruccio Codeluppi e Alfredo Barillari. Il sindaco di San Nicola, Giuseppe Condello, ha infine rimarcato “l'importanza del Comitato per gli importanti risultati raggiunti e la continua presenza sul territorio”.

  • Pubblicato in Politica

Devono scontare una pena definitiva, due arresti a Serra e Dinami

I carabinieri delle Stazioni di Dinami e Serra San Bruno hanno dato esecuzione a due distinte ordinanze di esecuzione pena, emesse dall’autorità giudiziaria di Vibo Valentia.

In particolare, i militari di Dinami hanno arrestato Filippo Tavella, di 81 anni, perchè condannato ad una pena di 2 anni e 5 mesi, da scontare agli arresti domiciliari, per il reato, commesso nel 2009, d'indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato.

A Serra San Bruno, invece, gli uomini dell'Arma hanno tratto in arresto il venticinquenne Domenico Marchese. Il giovane è stato condannato ad una pena residua di 3 anni, da scontare presso la casa circondariale di Vibo Valentia, per una rapina aggravata in concorso, compiuta nel 2017 a San Nicola da Crissa.

Una volta terminate le formalità di rito, i militari hanno accompagnato i due presso i rispettivi luoghi di detenzione.

San Nicola da Crissa: il sindaco consegna al ministro Lezzi un dossier sui danni alluvionali

Il sindaco di San Nicola da Crissa, Giuseppe Condello, in occasione della recente visita del ministro Barbara Lezzi in Calabria ha consegnato all'esponente di governo un dossier sui danni alluvionali di ottobre nel comprensorio dell'Angitolano.

“A nome di tutti i miei colleghi - ha spiegato Condello - ho voluto condividere con il ministro un rapporto dettagliato sulla grave situazione che si è determinata, in particolare, nel settore della viabilità provinciale. Servono interventi urgenti e risolutivi, perché l'intera dorsale risulta isolata”. Lo stesso primo cittadino ha rivolto un appello a tutti i parlamentari eletti in Calabria “per l'inserimento in Manovra di appositi emendamenti e misure” atti allo scopo.

Tra le priorità, il ripristino della ex statale 110, travolta da un lungo fronte di frana. Ma non solo. “L'intero comparto viario vibonese – ha concluso Condello - è ai limiti del collasso. Complici anche le difficoltà finanziarie ereditate dall'ente intermedio.

Sul tema c'è l'impegno del presidente neo eletto della Provincia, Salvatore Solano, che nei prossimi giorni incontrerà tutti i sindaci per concordare opportune iniziative su tutto il territorio di competenza”. 

  • Pubblicato in Politica

San Nicola da Crissa, il Museo del Crocefisso ha aderito alla Giornata regionale dei musei

In occasione della prima giornata regionale dei Musei, la confraternita del Crocifisso di San Nicola da Crissa, ha aperto le porte del proprio museo, accogliendo i ragazzi delle scuole elementari e medie.

La professoressa Maria Teresa Galati ha illustrato agli alunni il significato e la provenienza dei numerosi reperti esposti. I ragazzi si sono dimostrati molto interessati e particolarmente colpiti da alcuni oggetti usati in passato durante le processioni.

Quello del Crocifisso, infatti, è un museo vivo che, accanto alle testimonianze della storica devozione alla Confraternita, conserva e custodisce opere d’arte, paramenti e oggetti sacri ancora utilizzati durante le funzioni religiose.

Particolare interesse ha suscitato nei piccoli visitatori il Crocifisso del ‘500, la storia della sudorazione del 1939 e quella del restauro ad opera del maestro Giuseppe Mantella.

  • Pubblicato in Cultura

Trasversale delle Serre, apertura dello svincolo di Vazzano: la soddisfazione del sindaco di San Nicola da Crissa

“A nome dei sindaci dell'Angitolano, promotori dell'incontro con l'Anas del 16 ottobre scorso, esprimo viva soddisfazione per il rispetto degli impegni presi in quella sede”.

Lo dichiara, in una nota, il primo cittadino di San Nicola da Crissa (Vv), Giuseppe Condello.

“Oggi - sottolinea il sindaco - viene aperto al transito dei veicoli lo svincolo autostradale di Vazzano della Trasversale delle Serre. Gli operai, nel frattempo, hanno preso possesso del cantiere di Monte Cucco, perfettamente in linea con il cronoprogramma concordato con il responsabile territoriale di Anas. Nei giorni scorsi, è stato realizzato un intervento sull'asfalto della Vazzano-Vallelonga, richiesto dal collega sindaco di Serra San Bruno e anch'esso prontamente accolto dall'azienda”.

“In breve - afferma Condello - tutte le nostre istanze sono state soddisfatte”.

“Questo clima di positiva collaborazione - spiega il sindaco di Sa Nicola - è frutto di una intelligente strategia, mirata a portare risultati immediati e concreti. Per questo motivo, dobbiamo soprattutto ringraziare il Comitato Trasversale delle Serre e la senatrice Silvia Vono per l'impegno quotidiano al servizio del territorio. Così come ringraziamo anche chi, in passato, ha lavorato per la Trasversale delle Serre, come l'ex deputato Bruno Censore. I risultati arrivano se il fronte dei sindaci, della politica e dei cittadini resta unito, e i fatti lo dimostrano”.

“Vigileremo costantemente - conclude Condello - affinché l'area centrale della Calabria torni ad essere tale in termini di servizi, infrastrutture e sviluppo”.

  • Pubblicato in Politica

San Nicola da Crissa “paese isolato”, il sindaco chiede aiuto al Comitato

“Il mio è un paese isolato”. È il grido d'aiuto che il sindaco di San Nicola da Crissa, Giuseppe Condello, ha voluto condividere in queste ore con il Comitato “Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”.

L'alluvione dei giorni scorsi ha spazzato via chilometri di strade provinciali nel Vibonese. E soprattutto ha cancellato un'arteria strategica per quel territorio: la ex SS 110. Un fronte franoso di circa duecento metri, tra Capistrano e Filogaso, ha inghiottito nel fango l'intera sede viaria.

Per la comunità di San Nicola da Crissa un colpo durissimo. Raggiungere Vibo, Lamezia e la costa tirrenica in generale, in questo momento, è praticamente impossibile. Qualche autovettura, sfidando i divieti, percorre la “San Nicola-Filogaso”, ma si tratta di una strada ufficialmente chiusa e, comunque, non sicura, oggetto di frane e restringimenti di carreggiata.

Da qui l'appello di Condello: “Chiedo al Comitato di rendersi promotore di un incontro urgente presso la direzione Anas, fissando due punti all'ordine del giorno: la statalizzazione immediata della ex SS 110, che va ricostruita con dispendio di fondi non alla portata dell'ente Provincia, e l'accelerazione dei lavori di completamento della Trasversale tra Vazzano e Vallelonga”.

“Proprio la Trasversale delle Serre diventa, a questo punto, ancora di più, una speranza concreta di uscire dall'isolamento per le aree interne del Vibonese” la risposta del Comitato “che si farà carico di sostenere in tutte le sedi le richieste del sindaco Condello”.

Per la Trasversale diventano fondamentali tre interventi già inseriti nel Contratto di Programma 2016-2020: 1) superamento del cimitero di Vazzano, per un importo finanziato (fondi Anas) di 6,42 milioni di euro. Progetto preliminare approvato nel 2013 e verifica di assoggettabilità alla Via; 2) superamento del Colle Scornari, per un importo finanziato con fondi Apq Calabria e Contratto di Programma per un importo complessivo di 14,4 milioni di euro. Il progetto preliminare è stato approvato nel 2017, sono in corso le relative procedure autorizzative; 3) il Tronco II della Trasversale, lotto unico da Vazzano a Vallelonga, importo finanziato a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione per 128,45 milioni di euro. Progetto preliminare approvato nel 2013 e verifica di assoggettabilità alla Via. 

  • Pubblicato in Politica

Serre, maltempo: decine d'interventi dei carabinieri

Sono state decine gli interventi condotti dai presidi dei carabinieri presenti sul territorio, durante la forte ondata di maltempo che si è abbattuta su tutta l’area montana delle Serre Vibonesi.

Durante la notte, le linee del 112 sono state intasate da numerose richieste d'aiuto. 

In molti casi, il tempestivo intervento dei militari si è rivelato fondamentale per sgomberare abitazioni rimaste isolate a causa degli smottamenti

In particolare, a Polia e Monterosso Calabro gli uomini dell'Arma e dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia, sono riusciti a raggiungere zone impervie per liberare le uniche vie di accesso e permettere ai vari nuclei familiari di abbandonare le abitazioni.

Anche a Filadelfia, i militari della locale Stazione, sono intervenuti presso l’abitazione di due anziani che era stata bloccata da una frana. La coppia è stata quindi soccorsa ed allontanata dai militari che, in seguito, hanno verificato che l'abitazione era stata rasa al suolo dal fango e dalla caduta di un grosso albero.

In altri casi, come a San Nicola da Crissa e Capistrano, altre persone sono rimaste intrappolate nelle proprie autovetture a causa di esondazioni di torrenti.

Anche in questi casi, sono state soccorse altre 3 persone che, in preda al panico, erano rimaste completamente bloccate.

Infine, a Capistrano, nei pressi del torrente Recchia i militari, servendosi di una corda, sono riusciti ad agganciare ed a mettere in salvo un'automobilista, la cui vettura era stata ribaltata dalla forte corrente del fiume.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS