Calabria, doppia scossa di terremoto nella notte

Una scossa di terremoto di magnitudo ML 3.0  è stata rilevata alle 4.40 della notte scorsa nel mar Jonio, al largo della costa calabrese.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno individuato l'ipocentro ad una profondità di quaranta chilometri.

Pochi minuti prima, alle 3.37, un altro sisma, di magnitudo M.L 2.8, era stato localizzato, ad otto chilometri di profondità, a Santa Sofia d'Epiro, nel Cosentino.

Doppia scossa di terremoto in Calabria

Doppia scossa di terremoto, nella giornata di ieri, in Calabria.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia si sono attivati, una prima volta, alle 18,10 quando, in un tratto del mar Tirreno compreso tra Rosarno e Gioia Tauro hanno registrato un sisma di magnitudo ML 2.5.

L'evento si è sviluppato ad una profondità di 136 chilometri, in una zona particolarmente attiva sotto il profilo sismico.

Più forte, invece, la seconda scossa, di magnitudo 3.1, rilevata alle 21,17 a Luzzi, in provincia di Cosenza.

In questo caso il terremoto, il cui epicentro è stato riscontrato a soli 10 chilometri di profondità, è stato avvertito distintamente dalle popolazioni residenti nei centri di Luzzi, Bisignano, Acri, Rose, Santa Sofia d'Epiro e San Demetrio Corone.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana e hashish in casa: in manette un 47enne

Perquisendo l'abitazione di un uomo di 47 anni, i Carabinieri hanno trovato vari recipienti in cui erano stati sistemati 330 grammi di marijuana ed un grammo di hashish. Le sostanze stupefacenti sono state poste sotto sequestro, mentre il quarantasettenne R.A., è stato tratto in arresto dai militari della Stazione di Santa Sofia d'Epiro, in provincia di Cosenza. L'uomo, che in passato era già stato interessato da altri procedimenti penali, è stato ristretto ai domiciliari con l'accusa di detenzione illecita di sostanza stupefacente. 

Sottoscrivi questo feed RSS