Evade dai domiciliari, arrestato

I carabinieri della Stazione di Scandale (Kr) hanno tratto in arresto un 35enne del luogo, ritenuto responsabile del reato d'evasione.

Nello specifico, l'uomo, ancorché detenuto ai domiciliari, è stato sorpreso fuori dal suo domicilio.

  • Pubblicato in Cronaca

False dichiarazioni per ottenere i buoni spesa, 14 denunciati

I carabinieri della Stazione di Scandale (Kr) hanno denunciato in stato di libertà 14  persone del luogo, ritenute responsabili d’indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato.

In particolare, i militari hanno scoperto che gli indagati, al fine di ottenere i buoni spesa erogati in occasione dell’emergenza coronavirus, avrebbero dichiarato falsamente di non percepire il reddito di cittadinanza, inducendo quindi in errore il Comune che ha proceduto all’assegnazione dei buoni spesa.

  • Pubblicato in Cronaca

Ai domiciliari, ma incassa il reddito di cittadinanza: denunciato

I carabinieri della Stazione di Scandale (KR) hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone un 41enne del luogo, ritenuto responsabile di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

In particolare i militari, al termine di specifici accertamenti, hanno appurato che l’uomo, al fine di ottenere il reddito di cittadinanza, avrebbe omesso di dichiarare la misura cautelare degli arresti domiciliari cui era sottoposto, elemento impeditivo al rilascio ed al mantenimento del beneficio.

Il danno arrecato alle casse erariali è stato stimato in circa 4 mila euro.

  • Pubblicato in Cronaca

Pensionato uccide un cane a colpi di pistola, denunciato

I carabinieri della Stazione di Scandale (Kr) hanno denunciato in stato di libertà, un 86enne del luogo per uccisione di animale e omessa custodia di armi.

In particolare, durante un controllo alla circolazione stradale, i militari hanno bloccato l’uomo, sorpreso a trasportare un cane appena ucciso a colpi d’arma da fuoco.

Inoltre, i carabinieri hanno contestato al pensionato anche l’omessa custodia di una pistola calibro 9 e di un caricatore per pistola con 13 cartucce dello stesso calibro.

L’arma usata per uccidere l’animale è stata sequestrata.

  • Pubblicato in Cronaca

Incendio in un fienile, in fumo migliaia di balle

Un capannone, con all'interno oltre 1500 balle di fieno, è andato a fuoco in località Corazzo di Scandale (Kr).
 
L'inteso calore spigionatosi dall'incendio ha reso inagibile la struttura, rendendo difficoltose le operazioni di spegnimento. 
 
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone.
 
Sulle cause del rogo indagano i carabinieri di Scandale.

Armi e furto di energia elettrica, 45enne finisce in manette

Un uomo di 45 anni di Scandale è stato arrestato dai carabinieri del luogo, della Stazione di Crotone e del Battaglione "Calabria" di Vibo Valentia.

In particolare, durante una perquisizione a casa del 45enne, i militari hanno rinvenuto: un fucile Franchi calibro 12, con matricola abrasa; un fucile ad aria compressa Diana modello 35, con matricola abrasa; 15 cartucce calibro 12 e 750 pallini per aria compressa.

Nel prosieguo del controllo, dopo aver sequestrato le armi e le munizioni, gli uomini della Benemerita hanno scoperto un collegamento abusivo alla rete elettrica.

L’arrestato, una volta espletate le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. 

  • Pubblicato in Cronaca

Trentasettenne ucciso a colpi d'ascia, un fermo

Un trentasettenne, Giovanni Lucante, è stato ucciso a colpi d'ascia in località Sant'Anastasia, nella frazione Corazzo del Comune di Scandale.

Il cadavere dell'uomo, di cui non si avevano notizie dal pomeriggio di ieri, è stato trovato questa mattina.

A colpire la vittima sarebbe stato un trentenne, G.V., che stamane avrebbe guidato i carabinieri sul luogo del delitto.

Secondo una prima ricostruzione, pare che l'omicidio sia stato consumato al culmine di una lite, scoppiata per motivi passionali.

Dopo il fermo, il presunto assassino è stato trasferito presso la Casa circondariale di Crotone.

  • Pubblicato in Cronaca

Sequestrati 450 Kg di materiale esplodente

Gli agenti della Squadra mobile di Crotone e del Nucleo regionale artificieri di Catanzaro, hanno arrestato M.D. e C.T., rispettivamente di 30 e 34 anni.

I due uomini sono accusati di violazioni della normativa in materia di esplosivi.

In particolare, M.D. al momento dell'intervento, effettuato a Le Castella di Isola Capo Rizzuto, è stato trovato all'interno di un edificio adibito a deposito-laboratorio clandestino di materiale esplodente.

In un ambiente, gli agenti hanno trovato oltre 450 chili di materiale esplodente, una parte dei quali custoditi sotto un letto matrimoniale.

C.T., invece, è stato sorpreso in località "Corazzo" di Scandale mentre si apprestava a far brillare mediante quattro "mortai", sei manufatti pirotecnici dall'elevato potenziale esplosivo.

L'uomo è stato, quindi, arrestato per detenzione, porto illegale in luogo pubblico e omessa denuncia di materiale esplodente.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS