Serra, Tassone annuncia la soluzione per la scuola di Terravecchia: “Le lezioni saranno solo di mattina”

Il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, rende noto che è stata individuata una soluzione per evitare le lezioni pomeridiane degli alunni del plesso scolastico “Azaria Tedeschi”, che sarà sottoposta a lavori per la sistemazione e messa in sicurezza.

“Gli alunni – spiega Tassone – saranno ripartiti fra il plesso ‘Nazzareno Carchidi’ ed il plesso ‘Ignazio Larussa’. In tal modo, tutti i discenti frequenteranno la scuola solo nelle ore mattutine. Ho sottoposto questa opzione al vaglio del dirigente scolastico Giovanni Valenzisi che ha provveduto a verificare, con esito positivo, la fattibilità. Nei prossimi giorni, insieme al dirigente, incontreremo i genitori per illustrare nel dettaglio le modalità esecutive di questa soluzione pensata per limitare i disagi dei bambini e delle famiglie. Il nostro lavoro – conclude - va infatti nella direzione di offrire servizi sicuri e sempre migliori ai nostri ragazzi, i cui interessi vanno messi al primo posto".

  • Pubblicato in Politica

Serra, sedie e banchi nuovi per gli studenti della "A.Tedeschi"

Banchi e sedie nuovi per i discenti dell’Istituto comprensivo 'Azaria Tedeschi'.

A curare la consegna, fatta nella giornata di ieri, è stata l’assessore all’Istruzione Brunella Albano.

"Sin dal nostro insediamento – hanno dichiarato il sindaco Tassone el'assessore Albano – abbiamo inserito fra le priorità dell’azione amministrativa la reale vicinanza agli studenti tanto sotto il profilo della disponibilità nei confronti delle richieste provenienti dalla dirigenza e dai docenti quanto sotto quello della tempestività nel fornire risposte concrete rispetto alle esigenze emerse. Il nostro obiettivo è quello di fornire ai ragazzi condizioni migliori in termini di ambienti adibiti alla fase dell’apprendimento e, più in generale, di contesto socio-culturale. La soddisfazione degli alunni – hanno concluso - rappresenta per noi un’importante gratificazione per il lavoro svolto”.

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, oltre 6 milioni di euro per la scuola elementare

L'amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale ha ottenuto un finanziamento regionale di 6.315.042,58 euro (importo complessivo) per i lavori di adeguamento sismico della scuola elementare “Centro” di via Martelli.

L'intervento rientra nei progetti di cui alla legge regionale 48/2018, art. 3. Sarà adesso compito degli uffici procedere, entro e non oltre lunedì prossimo, alla definizione completa del cronoprogramma che già prevede l'approvazione del progetto esecutivo entro la data del 31 marzo 2019 e l'affidamento dei lavori entro il 31 luglio.

“Un finanziamento di importanza straordinaria - commenta il sindaco, Mimmo Donato, in una nota. - Ancora una volta dimostriamo, con i fatti, la concretezza di questa amministrazione che sta operando sia nell'analisi dei tanti problemi ereditati che nella risoluzione degli stessi. Nel caso dell'edilizia scolastica, in particolare, l'azione di questa maggioranza è stata incisiva, rapida ed efficace. E lo certifica questo ennesimo progetto che già nel mese di luglio vedrà l'affidamento dei lavori”. Complessivamente, entro la fine dell'anno “a Chiaravalle partiranno cantieri per oltre 20 milioni di euro”.

“Un obiettivo di crescita che - sottolinea il sindaco - include l'aspetto infrastrutturale, in termini di ammodernamento di edifici, strade, reti e servizi, ma anche e soprattutto quello occupazionale”. Per la città delle Preserre, infatti, si prefigura un indotto notevole. Per l'amministrazione comunale guidata da Mimmo Donato, dunque, “si chiude positivamente questo primo step programmato che il prossimo 18 gennaio entrerà ufficialmente nella seconda fase con il preannunciato turn-over di giunta”.

Entreranno a far parte dell'esecutivo i consiglieri che, finora, erano rimasti fuori dagli incarichi assessorili: Elisa Fera, Stefania Fera, Bruno Santoro, Gianfranco Corrado. Per gli uscenti è, comunque, prevista la conferma di specifiche deleghe e competenze.  

  • Pubblicato in Politica

Pizzo, avviate le verifiche di vulnerabilità sismica delle scuole

Avviate le verifiche di vulnerabilità sismica sulle scuole di Pizzo.
 
È quanto comunica l’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco Maria Pascale, che rende noto l’avvio dei controlli ingegneristici in quattro istituti - Marina, Marinella, via Nazionale e piazza della Repubblica - grazie alla fruizione di un finanziamento statale di 34mila euro finalizzato proprio ad effettuare prove specifiche sui materiali da costruzione e verificare la vulnerabilità degli edifici in caso di scosse telluriche.
 
«Inoltre – spiega Pascale – è già stato approvato, sempre a favore di Pizzo, un finanziamento di 250mila euro per la progettazione dei lavori che dovranno essere effettuati in base alle verifiche che verranno fatte in questi giorni. Un nuovo bando statale, infine, assegnerà le risorse per gli interventi così determinati».
 
 

 

  • Pubblicato in Politica

Serra, maltempo: domani le scuole rimarranno chiuse

Con un'ordinanza pubblicata oggi, il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone ha disposto per domani la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale.

Il provvedimento è stato assunto in ragione dell'allerta meteo diramata dall'Arpacal e delle "intense piogge che stanno causando notevoli disagi alla popolazione".

 Pertanto, si legge nell'ordinanza: "al fine di scongiurare il pericolo per la pubblica incolumità" si dispone "a titolo precauzionale, la sospensione delle attività didattiche e la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, ricadenti nel territorio comunale per giorno 29.10.2018, riservandosi di adottare ulteriori provvedimenti in relazione all'andamento delle condizioni meteo".

  • Pubblicato in Cronaca

Serra, primo giorno di scuola: il messaggio del sindaco Tassone e dell'assessore Albano ai bambini di prima elementare

Di seguito pubblichiamo il messaggio che il sindaco, Luigi Tassone e l'assessore con delega all'Istruzione, Brunella Albano, hanno indirizzato ai bambini di prima elementare, in occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico

"Cari Bambini,
benvenuti a Scuola! Inizia oggi per voi un percorso sicuramente ricco di soddisfazioni a fianco di tanti nuovi amici. Tante saranno le novità per voi: la campanella che scandisce le ore di lezione, il banco da condividere con il compagno e, giorno dopo giorno, le lettere che diventano parole. Non abbiate paura di ciò che non conoscete, imparate più che potete, fate tesoro di quanto i vostri bravissimi insegnanti vi spiegheranno, e non dimenticate mai di divertirvi e di coltivare le vostre passioni.
Siamo sicuri che in questo primo anno scolastico saprete impegnarvi con buona volontà, interesse ed intelligenza. Sappiamo anche che qualche volta, come è già accaduto a noi ed ai vostri genitori, sembrerà difficilissimo dover studiare e imparare nuove cose, ma sicuramente saprete superare tutte le difficoltà perché per voi si aprirà un mondo nuovo ed incredibile fatto di storie, di parole e di racconti che arricchiranno la vostra vita. 
Qualche volta questo viaggio vi sembrerà faticoso, ma sarà grande la soddisfazione, come anche quella dei vostri genitori, quando, alla fine dell’anno scolastico i risultati raggiunti saranno positivi.
La Scuola è la culla delle vostre aspirazioni. Ogni progetto parte da lì: dal fermento inarrestabile della cultura. Lo studio vi rende liberi e vi apre le strade dell’avvenire affinché quello che voi desiderate divenga realtà concreta e bellissima; ma perché questo accada è necessario il sacrificio quotidiano, lo studio sistematico, la ricerca, l’apprendimento dei temi. 
La Scuola, come la vostra famiglia, ha il compito di insegnarvi tante cose nuove e di farvi diventare cittadini liberi di pensare e capaci di affrontare le sfide della vita; essa è anche un po’ come la vostra seconda casa e per questo dovrete imparare a rispettare tutto quello che c’è dentro sapendo che altri bambini lo utilizzeranno dopo di voi.
La Scuola vi insegnerà a ragionare sempre con la vostra testa e a dire quello che pensate, ma anche a sapere ascoltare gli altri. Siate curiosi del mondo, domandate, chiedete quando non capite, fatevi aiutare se ne avrete bisogno e al tempo stesso aiutate i vostri compagni se li vedrete in difficoltà. 
Rispettate gli insegnanti che fanno un lavoro bellissimo trasmettendovi la conoscenza e tirando fuori la vostra parte migliore: perché questo vuol dire educare.
Quello che è importante è che riusciate sempre a non perdere il sorriso anche quando le cose vi sembreranno difficili o magari noiose: in questi momenti pensate che state costruendo il vostro futuro e che sarete voi a scegliere cosa “fare da grande”.
A voi bambini un sincero augurio e un grande in bocca al lupo per l’inizio di questa nuova e meravigliosa avventura".

Pizzo, il comune ultima gli interventi di manutenzione nelle scuole cittadine

"Con il nuovo anno scolastico al via, il comune di Pizzo ha effettuato numerosi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria negli istituti di propria competenza, al fine di migliorare la sicurezza, la pulizia e fruibilità degli edifici che ospitano i plessi".
 
A darne notizia è il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici, Maria Pascale, che rende noto nel dettaglio quanto realizzato.
 
I lavori più impegnativi sono stati portati avanti nella scuola elementare San Sebastiano, dove è stato completamente rifatto il tetto per eliminare le infiltrazioni che avevano determinato la chiusura di alcune aule nel maggio scorso. In particolare, è stato rifatto il massetto ed è stata sostituita la guaina impermeabilizzante, mentre dall’interno sono state riparate e nuovamente intonacate le controsoffittature. Inoltre, sono stati realizzati diversi lavori di riparazione di porte e finestre, con sostituzione dei vetri dove era necessario, e di sostituzione delle pluviali e pieno ripristino dei bagni.
 
Sistemazione dei servizi igienici e riparazioni degli infissi anche alla scuola media, dove è stata anche creata una rete idrica autonoma. In particolare, al posto dell’unica linea idrica esistente che serve i tre corpi di fabbrica da cui è composta la scuola, sono stati realizzate tre diverse linee idriche, una per ogni blocco, collegate direttamente all’autoclave comunale, in modo da consentire di eliminare i disagi registrati in passato a causa dello scarso approvvigionamento idrico. I lavori, in fase di ultimazione, saranno completati nei prossimi giorni.
Interventi similari anche per l’asilo nei pressi del Comune e quello della Marinella.
 
Da segnalare, poi, che le due classi dell’asilo della scuola della Marina sono state trasferite al piano terra della scuola di piazza della Repubblica, da qui la necessità di sostituire i sanitari per adeguarli alla nuova utenza scolastica.
Infine, Pascale precisa che, con riguardo al plesso della Marina, nuovi lavori sono già programmati per il prossimo mese di novembre.
 
Contestualmente agli interventi di manutenzione degli edifici, l’assessorato all’Ambiente, guidato da Fabrizio Anello, ha predisposto ed effettuato nei giorni scorsi interventi di pulizia delle aree esterne, con taglio delle erbacce e derattizzazione mirata delle zone in cui sorgono gli edifici, oltre alla disinfestazione dei locali che ospitano classi e spazi comuni.
  • Pubblicato in Politica

Spacciavano droga davanti alle scuole, due minorenni finiscono nei guai

Gli agenti della Squadra mobile della Questura di Cosenza hanno dato esecuzione ad un’ordinanza d'applicazione di misure cautelari (collocamento in comunità) emessa dal gip presso il Tribunale dei minorenni di Catanzaro, a carico di due adolescenti ritenuti responsabili, a vario titolo, di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti e (uno solo dei due) di estorsione.

Il provvedimento rappresenta l'epilogo di un'indagine avviata in seguito al rinvenimento, avvenuto lo scorso mese d'ottobre, di una cospicua quantità di marijuana in una scuola cittadina.

I successivi approfondimenti, hanno consentito ai poliziotti d'individuare e ricostruire diversi episodi di cessione di stupefacenti a giovanissimi, avvenuti quasi sempre in prossimità di alcune scuole e circoli ricreativi frequentati da minori.

I destinatari della misura, dopo le formalità di rito, sono stati collocati in una comunità per minori.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS