Covid, situazione ancora critica a Nardodipace: prorogata la zona rossa

E’ stata proroga ieri, con ordinanza del presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, la “zona rossa” nel Comune di Nardodipace (Vv) e nella frazione Barritteri del Comune di Seminara (Rc).

Il provvedimento dispone che le misure restrittive rimangano in vigore fino al prossimo 18 ottobre. 

La decisione si è resa necessaria in seguito alla nota con la quale l’Asp di Vibo Valentia ha comunicato che a Nardodipace “permane una situazione di criticità in termini di soggetti contagiati, con ancora 28 casi attivi dei quali circa il 46% registratisi negli ultimi 7 giorni, dato che rappresenta un’incidenza significativa in rapporto al numero dei tamponi eseguiti e della popolazione residente”.

Situazione analoga nella frazione Barritteri di Seminara, in merito alla quale il Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria ha evidenziato la presenza di “ un numero elevato di soggetti positivi al Covid-19 con n. 30 casi totali su una popolazione di 839 abitanti”.

  • Published in Cronaca

False generalità e violazione della libertà vigilata, denunciate due persone

Due persone sono state denunciate in altrettante attività dai carabinieri della Compagnia di Palmi (Rc).

La prima denuncia ha interessato un 61enne di Seminara, accusato di aver violato gli obblighi imposti dalla misura della libertà vigilata cui era sottoposto.

La seconda persona ad essere stata denunciata è, invece, una 35enne di Palmi, accusata di aver fornito false generalità ai militari che l’avevano fermata ad un posto di controllo.

  • Published in Cronaca

Condannato per furto aggravato, domiciliari per un 61enne

Seminara  - Deve espiare 4 mesi ai domiciliari il 61enne di Seminara (Rc) arrestato dai Carabinieri della locale Stazione.

L’arresto è stato disposto con un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Palmi, in seguito ad una condanna per furto aggravato.

 

  • Published in Cronaca

Viola gli obblighi della sorveglianza speciale, arrestato

Seminara - Un 61enne è stato arrestato dai Carabinieri, a Seminara (Rc), con l’accusa di aver violato la sorveglianza speciale cui era sottoposto.

L’uomo, inoltre, è stato denunciato per porto ingiustificato di armi in luogo pubblico, in quanto trovato in possesso di un coltello a serramanico.

  • Published in Cronaca

Deposito di munizioni rinvenuto in un rudere a Seminara, indagano i carabinieri

Seminara - Oltre 650 munizioni per fucile e pistola sono state individuate in una catasta di legna all’interno di un rudere nelle campagne di Seminara, nel Reggino.

A fare la scoperta, sono stati i Carabinieri della Compagnia di Palmi e dello Squadrone Cacciatori di Calabria.

Per gli investigatori, quello rinvenuto sarebbe un deposito in uso alla criminalità organizzata che, nel tempo, vi avrebbe nascosto le munizioni razziate con furti e rapine.

Dopo aver sequestrato quanto scoperto, gli uomini dell’Arma hanno avviato le indagini per cercare di dare un volto ai responsabili dell’occultamento.

Auto si scontra con un tir, muore un poliziotto

E’ un poliziotto di 49 anni, in servizio al XII reparto mobile di Reggio Calabria, la vittima dell’incidente stradale avvenuto questa mattina sull’A2 in direzione sud, all’altezza di Seminara.

L’incidente, le cui cause sono in corso di accertamento, ha interessato l'auto con a bordo la vittima ed un mezzo pesante.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della stradale, i vigili del fuoco ed i sanitari del 118.

  • Published in Cronaca

Sorpresi con un arsenale in casa, padre e figlio in manette

I carabinieri della Compagnia di Palmi (Rc), dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria” e del Nucleo cinofili di Vibo Valentia hanno arrestato padre e figlio di Seminara, per detenzione illegale di armi e munizioni. 

In particolare, all’alba di venerdì scorso, i militari hanno avviato un’operazione finalizzata al contrasto all’illecita detenzione di armi e munizioni che, come da consolidata prassi in uso tra la criminalità della Piana, vengono abitualmente occultati all’interno di fondi agricoli e abitazioni, per essere poi recuperati al momento del bisogno.

Gli uomini dell’Arma hanno quindi effettuato una serie di perquisizioni su vari terreni e residenze di Seminara, tra cui quella degli arrestati, dove, nascosto nelle pertinenze della casa, hanno trovato un kalashnikov, con caricatore inserito pronto all’uso.

Nell’ abitazione, hanno invece rinvenuto: una lupara, due pistole, di cui una scacciacani, un coltello e munizionamento di vario calibro.

Pertanto, dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i militari hanno arrestato padre e figlio e denunciato, per gli stessi  reati, un minorenne appartenente al medesimo nucleo familiare.

Subscribe to this RSS feed